Return to Video

Quanto conta la fortuna nella tua vita?

  • 0:01 - 0:02
    Salve a tutti.
  • 0:02 - 0:06
    Sono onorato di essere qui
    a parlare con voi.
  • 0:06 - 0:11
    Oggi vorrei parlare con voi
    di fortuna e di giustizia
  • 0:12 - 0:13
    e del rapporto che c'è tra loro.
  • 0:14 - 0:16
    Qualche anno fa,
  • 0:16 - 0:20
    un mio ex studente mi telefonò
    per parlarmi di sua figlia.
  • 0:21 - 0:24
    Lei era all'ultimo anno delle superiori
  • 0:24 - 0:28
    ed era davvero interessata
    a fare domanda per lo Swarthmore College,
  • 0:28 - 0:30
    dove io insegnavo.
  • 0:30 - 0:34
    Voleva sapere se, secondo me,
    l'avrebbero ammessa.
  • 0:35 - 0:39
    Lo Swarthmore è una scuola
    in cui è molto difficile entrare.
  • 0:40 - 0:42
    Quindi gli dissi: "Parlami di lei".
  • 0:42 - 0:47
    E lui mi parlò di lei,
    dei suoi voti, della sua pagella,
  • 0:47 - 0:49
    delle sue attività extracurriculari.
  • 0:49 - 0:51
    E sembrava essere davvero grandiosa,
  • 0:51 - 0:54
    una ragazza assolutamente formidabile.
  • 0:54 - 0:55
    Quindi gli dissi:
  • 0:55 - 1:01
    "Sembra fantastica, sembra uno dei profili
    che lo Swarthmore vorrebbe avere"
  • 1:02 - 1:05
    E lui mi rispose:
    "Significa che sarà ammessa?"
  • 1:06 - 1:08
    Ed io risposi: "No".
  • 1:09 - 1:13
    Allo Swarthmore
    non ci sono abbastanza posti
  • 1:13 - 1:15
    per tutti gli studenti meritevoli.
  • 1:15 - 1:19
    Non ci sono abbastanza posti
    a Harvard, Yale, Princeton o Stanford.
  • 1:19 - 1:23
    E non ce ne sono abbastanza
    in Google, Amazon o Apple.
  • 1:24 - 1:28
    Nemmeno alle conferenze TED
    ci sono abbastanza posti.
  • 1:28 - 1:30
    Ci sono tantissime persone meritevoli,
  • 1:30 - 1:33
    e alcune di loro non ce la faranno.
  • 1:35 - 1:37
    Quindi lui mi chiese:
    "Cosa dovremmo fare allora?"
  • 1:38 - 1:41
    E io risposi:
    "Questa è un'ottima domanda".
  • 1:42 - 1:43
    Cosa dovremmo fare?
  • 1:44 - 1:48
    Io so cosa hanno fatto
    i college e le università.
  • 1:48 - 1:51
    Per garantire una selezione equa,
  • 1:51 - 1:55
    continuano ad imporre
    standard sempre più elevati
  • 1:56 - 2:02
    perché non sarebbe giusto
    ammettere persone... meno qualificate,
  • 2:02 - 2:05
    a discapito di altre che lo sono di più.
  • 2:05 - 2:08
    Quindi continuano ad alzare
    il livello sempre di più
  • 2:09 - 2:14
    finché non consente loro di ammettere solo
    il numero di studenti per cui hanno posto.
  • 2:16 - 2:21
    E questo si scontra con quello
    che molte persone ritengono sia giusto.
  • 2:22 - 2:25
    Nella società americana
    le persone hanno opinioni diverse
  • 2:25 - 2:29
    su cosa significhi dire
    che un certo procedimento sia giusto,
  • 2:29 - 2:32
    ma secondo me c'è una cosa
    sulla quale siamo tutti d'accordo:
  • 2:32 - 2:38
    in un sistema giusto e imparziale
    ognuno ottiene ciò che si merita.
  • 2:38 - 2:44
    Volevo spiegare al mio ex studente
    che nelle ammissioni al college
  • 2:45 - 2:49
    è semplicemente falso
    che tutti ottengono ciò che meritano.
  • 2:49 - 2:53
    Alcuni ottengono
    quello che meritano e altri no,
  • 2:53 - 2:55
    funziona semplicemente così.
  • 2:56 - 3:00
    Se i requisiti minimi diventano rigorosi,
    come succede adesso nei college,
  • 3:00 - 3:04
    si genera una competizione serrata
    tra gli studenti delle scuole superiori,
  • 3:05 - 3:08
    perché non basta solo essere bravi,
  • 3:08 - 3:10
    non basta essere molto bravi,
  • 3:10 - 3:14
    devi essere il migliore
    tra gli studenti che si sono candidati.
  • 3:14 - 3:16
    Quello che questa politica ha creato,
  • 3:16 - 3:18
    o ha quanto meno contribuito a creare,
  • 3:19 - 3:25
    è un'epidemia di ansia e depressione
    che sta soffocando i nostri adolescenti.
  • 3:25 - 3:28
    Stiamo distruggendo una generazione
    con questo genere di competizione.
  • 3:29 - 3:30
    E pensandoci bene,
  • 3:31 - 3:34
    ho pensato a una soluzione
    per risolvere questo problema.
  • 3:34 - 3:36
    Ecco cosa potremmo fare:
  • 3:37 - 3:39
    dopo aver ricevuto le candidature,
  • 3:40 - 3:45
    dovremmo individuare quei candidati
    che hanno i requisiti per l'ammissione
  • 3:45 - 3:47
    e separarli da quelli che non li hanno.
  • 3:47 - 3:51
    Dovremmo quindi rifiutare
    chi non ha i requisiti per l'ammissione
  • 3:51 - 3:54
    e tra i candidati che hanno quei requisiti
  • 3:55 - 3:58
    scegliere in modo casuale
    gli studenti da ammettere.
  • 3:59 - 4:02
    In altre parole, le ammissioni al college
    avverrebbero per sorteggio.
  • 4:02 - 4:08
    E magari anche le aziende informatiche
    dovrebbero sorteggiare tra gli aspiranti
  • 4:08 - 4:10
    e, anche se non oso pensarci,
  • 4:10 - 4:14
    potremmo anche decidere
    chi viene invitato a parlare per TED
  • 4:14 - 4:15
    tramite un sorteggio.
  • 4:16 - 4:18
    Non voglio essere frainteso,
  • 4:18 - 4:22
    un sorteggio di questo tipo
    non eliminerà le ingiustizie.
  • 4:22 - 4:26
    Ci saranno ancora tantissime persone
    che non otterranno ciò che meritano,
  • 4:26 - 4:28
    ma almeno sarebbe un sistema equo.
  • 4:29 - 4:32
    Rivelerebbe l’ingiustizia per quello che è
  • 4:32 - 4:34
    invece di fingere che non esista,
  • 4:35 - 4:38
    e diminuirebbe
    l'enorme pressione psicologica
  • 4:38 - 4:42
    che i nostri adolescenti
    devono sopportare in questo momento.
  • 4:43 - 4:47
    Ma allora per quale motivo
    un sistema così ragionevole,
  • 4:47 - 4:48
    se posso dirlo,
  • 4:49 - 4:51
    non è mai stato realmente considerato?
  • 4:52 - 4:53
    Penso di sapere il perché.
  • 4:54 - 4:56
    Secondo me odiamo l'idea
  • 4:57 - 4:59
    che le cose veramente
    importanti nella vita
  • 5:00 - 5:03
    possano accadere per caso o per fortuna,
  • 5:03 - 5:06
    che le cose davvero importanti
    nella nostra vita
  • 5:06 - 5:07
    non siano sotto il nostro controllo.
  • 5:08 - 5:09
    Nemmeno a me piace l'idea.
  • 5:09 - 5:12
    Non mi sorprende
    che ad altri non piaccia questa idea,
  • 5:12 - 5:16
    ma è semplicemente la realtà dei fatti.
  • 5:17 - 5:18
    Prima di tutto,
  • 5:19 - 5:21
    l'ammissione al college
    è già un sorteggio,
  • 5:22 - 5:25
    ma gli addetti alle ammissioni
    fanno finta che non sia così.
  • 5:25 - 5:27
    Quindi smettiamola di prenderci in giro.
  • 5:27 - 5:28
    In secondo luogo,
  • 5:29 - 5:32
    riconoscendo che si tratta di un sorteggio
  • 5:32 - 5:36
    potremmo finalmente comprendere
    quanto sia importante la buona sorte
  • 5:36 - 5:39
    nella vita di ognuno di noi.
  • 5:39 - 5:40
    Pensate a me, per esempio.
  • 5:42 - 5:46
    Quasi tutti gli eventi
    più significativi della mia vita,
  • 5:46 - 5:49
    in buona parte,
    sono dovuti alla fortuna.
  • 5:51 - 5:54
    Quando ero in seconda media,
    la mia famiglia lasciò New York
  • 5:54 - 5:56
    e si trasferì nella contea di Westchester.
  • 5:57 - 6:00
    Subito dopo l'inizio della scuola
    incontrai una giovane ragazza
  • 6:00 - 6:03
    che divenne mia amica,
    poi la mia migliore amica,
  • 6:04 - 6:09
    col tempo divenne la mia fidanzata
    e infine mia moglie.
  • 6:09 - 6:13
    Oggi siamo felicemente sposati da 52 anni.
  • 6:13 - 6:17
    Questa non fu farina del mio sacco,
    fu solo una fortunata coincidenza.
  • 6:18 - 6:21
    Quando iniziai il college,
    per il mio primo semestre
  • 6:21 - 6:25
    mi iscrissi a un corso
    di introduzione alla psicologia.
  • 6:25 - 6:27
    Non sapevo nemmeno
    cosa fosse la psicologia,
  • 6:27 - 6:31
    ma si integrava con i miei orari
    e aveva i requisiti, così la scelsi.
  • 6:31 - 6:32
    E, per fortuna,
  • 6:32 - 6:38
    il professore del corso era fantastico,
    un'assoluta leggenda della psicologia.
  • 6:39 - 6:42
    E grazie a lui mi laureai in psicologia.
  • 6:42 - 6:45
    Quando stavo per completare
    la mia laurea magistrale
  • 6:46 - 6:48
    un amico che insegnava allo Swarthmore
  • 6:49 - 6:52
    decise di non fare più il professore
    e lasciò la sua cattedra
  • 6:53 - 6:54
    per andare a studiare medicina.
  • 6:55 - 6:57
    Iniziarono le selezioni per sostituirlo,
  • 6:58 - 7:00
    decisi di candidarmi e ottenni il lavoro.
  • 7:00 - 7:03
    L'unico curriculum inviato in vita mia.
  • 7:03 - 7:06
    Ho insegnato allo Swarthmore per 45 anni.
  • 7:06 - 7:10
    L'impatto di questo incarico
    è stato enorme per la mia carriera.
  • 7:11 - 7:13
    E voglio farvi un ultimo esempio.
  • 7:13 - 7:16
    Stavo tenendo una conferenza
    sul mio lavoro a New York,
  • 7:17 - 7:21
    uno spettatore chiese di parlarmi
    alla fine del mio discorso.
  • 7:21 - 7:23
    Si presentò dicendomi:
    "Mi chiamo Chris".
  • 7:24 - 7:26
    "Le piacerebbe tenere
    una conferenza per TED?"
  • 7:28 - 7:30
    E io risposi: "Cos'è TED?"
  • 7:31 - 7:33
    Lui mi spiegò di cosa si trattava
  • 7:33 - 7:37
    e TED non era ancora quello che è oggi.
  • 7:37 - 7:41
    Eppure negli anni seguenti
    le conferenze che ho tenuto per TED
  • 7:41 - 7:44
    sono state visualizzate
    da oltre 20 milioni di persone.
  • 7:44 - 7:47
    Quello che voglio dire
    è che sono un uomo fortunato.
  • 7:47 - 7:49
    Sono fortunato per il mio matrimonio,
  • 7:49 - 7:52
    sono fortunato per la mia istruzione,
    sono fortunato per la mia carriera
  • 7:52 - 7:58
    e sono stato fortunato ad aver avuto
    l'opportunità di parlare per TED.
  • 7:58 - 8:00
    Mi sono meritato il successo che ho avuto?
  • 8:01 - 8:02
    Certo che me lo sono meritato!
  • 8:03 - 8:05
    Proprio come ve lo siete meritato voi.
  • 8:05 - 8:11
    Ma ci sono tante altre persone
    che meriterebbero lo stesso successo
  • 8:11 - 8:12
    e non l'hanno avuto.
  • 8:13 - 8:16
    Quindi, le persone ottengono sempre
    quello che meritano?
  • 8:16 - 8:18
    Viviamo in una società equa?
  • 8:19 - 8:20
    Ovviamente no.
  • 8:21 - 8:26
    Lavorare sodo e rispettare le regole
    non garantisce proprio nulla.
  • 8:27 - 8:31
    Se riconoscessimo
    che qualche ingiustizia è inevitabile
  • 8:31 - 8:33
    e che la fortuna è fondamentale,
  • 8:34 - 8:36
    potremmo domandarci:
  • 8:36 - 8:38
    quali responsabilità avremmo
  • 8:38 - 8:43
    nei confronti di chi stiamo celebrando
    come eroi in questi mesi di pandemia,
  • 8:44 - 8:47
    nel momento in cui una malattia grave
    colpisse la loro famiglia,
  • 8:48 - 8:50
    per aiutarli ad andare avanti
  • 8:50 - 8:55
    e ad affrontare il costo della malattia
    senza che le loro vite siano rovinate?
  • 8:56 - 8:59
    Cosa dobbiamo
    a tutte le persone che lottano,
  • 8:59 - 9:03
    lavorano duramente
    e sono meno fortunate di noi?
  • 9:03 - 9:05
    Circa mezzo secolo fa,
  • 9:05 - 9:10
    il filosofo John Rawls scrisse un libro
    intitolato "Una teoria della giustizia"
  • 9:10 - 9:14
    in cui per la prima volta si parla
    del concetto del "velo di ignoranza".
  • 9:15 - 9:16
    La sua domanda era:
  • 9:17 - 9:22
    se tu non conoscessi
    la tua futura posizione nella società,
  • 9:22 - 9:25
    che tipo di società vorresti creare?
  • 9:26 - 9:29
    E suggerì che non potendo sapere
  • 9:29 - 9:33
    se il nostro posto nella società
    sarà in alto o in basso,
  • 9:33 - 9:36
    sceglieremmo di vivere in una società
    che sia maledettamente equa.
  • 9:37 - 9:38
    In questo modo anche i meno fortunati
  • 9:39 - 9:43
    avrebbero una vita dignitosa,
    significativa e soddisfacente.
  • 9:43 - 9:47
    Pensateci bene
    voi che siete fortunati e di successo,
  • 9:47 - 9:49
    parlatene nelle vostre comunità,
  • 9:49 - 9:51
    e fate tutto il possibile
  • 9:51 - 9:56
    per essere sicuri di onorare
    e di prendervi sempre cura
  • 9:56 - 10:00
    di tutte le persone che meriterebbero
    il nostro stesso successo
  • 10:00 - 10:02
    ma che non sono altrettanto fortunate.
  • 10:02 - 10:03
    Grazie.
Title:
Quanto conta la fortuna nella tua vita?
Speaker:
Barry Schwarz
Description:

Secondo lo psicologo Barry Schwartz, nella vita il caso svolge un ruolo molto più importante di quanto siamo pronti ad ammettere. Lavorare sodo e rispettare le regole può certamente portarti lontano, ma per il resto potrebbe dipendere semplicemente dalla fortuna. Schwartz esamina il legame spesso sottovalutato tra fortuna, meriti personali e successo e propone una soluzione interessante per dare a tutti le stesse opportunità, a partire dall'ammissione al college.

more » « less
Video Language:
English
Team:
TED
Project:
TEDTalks
Duration:
10:16

Italian subtitles

Revisions Compare revisions