Italian subtitles

← Fare un'operazione al cervello senza bisturi - Hyunsoo Joshua No

Get Embed Code
24 Languages

Showing Revision 11 created 10/30/2020 by TED Translators admin.

  1. Ogni anno, in tutto il mondo,
    decine di migliaia di persone
  2. vengono operate al cervello
  3. senza una singola incisione:
  4. niente bisturi, niente tavolo operatorio
    e il paziente non perde sangue.
  5. Questa procedura avviene, invece,
    in una stanza isolata
  6. con un grande macchinario
    che punta fasci di luce invisibili
  7. verso un bersaglio preciso nel cervello.
  8. Questo trattamento si chiama
    radiochirurgia stereotassica

  9. e questi fasci di luce
    sono fasci di radiazioni.
  10. Il loro compito è distruggere i tumori,
  11. raschiando via gradualmente
    le cellule maligne.
  12. Per i pazienti, il processo
    inizia con una TAC,

  13. una serie di radiografie che produce
    una mappa tridimensionale della testa.
  14. Questa mostra la posizione precisa,
    la grandezza e la forma del tumore.
  15. La TC aiuta anche a calcolare
    le cosiddette "Unità di Hounsfield",
  16. che mostrano le densità
    dei diversi tessuti.
  17. Questo per prevedere come le radiazioni
    si propagheranno nel cervello,
  18. e ottimizzarne gli effetti.
  19. I medici potrebbero usare anche
    la risonanza magnetica, o RM,
  20. che produce immagini migliori
    del tessuto molle
  21. per aiutare a delineare meglio
    la forma e la posizione del tumore.
  22. Individuare la posizione precisa
    e le dimensioni è fondamentale

  23. a causa delle alte dosi di radiazioni
    necessarie per il trattamento dei tumori.
  24. La radiochirurgia dipende
    dall'uso di fasci multipli.
  25. Ognuno di essi, individualmente,
    fornisce una bassa dose di radiazioni.
  26. Ma come più luci di scena,
    che convergono su uno stesso punto
  27. per creare una scena luminosa,
    che inchioda il soggetto,
  28. queste basse radiazioni, se combinate,
  29. sono sufficientemente potenti
  30. da distruggere i tumori.
  31. E oltre a consentire ai medici
    di mirare ai tumori nel cervello

  32. lasciando relativamente illeso
    il tessuto sano circostante,
  33. l'uso di fasci multipli offre loro
    anche una certa flessibilità.
  34. Possono ottimizzare gli angoli
    e i percorsi nel tessuto cerebrale
  35. per raggiungere l'obiettivo
  36. e regolare, se necessario,
    l'intensità di ogni raggio.
  37. Questo aiuta a non ledere
    le strutture critiche del cervello.
  38. Ma cosa fa, esattamente,
    questo ingegnoso approccio ai tumori?

  39. Quando si incrociano
    più fasci di radiazioni

  40. per colpire una massa di cellule tumorali,
  41. la loro forza combinata taglia,
    in pratica, il DNA delle cellule,
  42. causando una rottura
    nella struttura delle cellule.
  43. Col tempo, questo processo
    finisce col distruggere l'intero tumore.
  44. Indirettamente, i raggi danneggiano anche
    l'area immediatamente circostante il DNA
  45. creando particelle instabili
    chiamate radicali liberi.
  46. Questo crea un microambiente pericoloso,
  47. inospitale non solo per il tumore,
  48. ma anche per alcune cellule sane
    nelle immediate vicinanze.
  49. Il rischio di danneggiare
    il tessuto non canceroso si riduce,
  50. mantenendo la copertura
    del fascio di radiazioni
  51. il più vicino possibile
    alla forma esatta del tumore.
  52. Quando il trattamento radiochirurgico
    ha distrutto le cellule del tumore,

  53. entrano in gioco i meccanismi
    di pulizia naturale del corpo.
  54. Il sistema immunitario spazza via
    rapidamente le cellule morte
  55. per espellerle dal corpo,
  56. mentre le altre cellule si trasformano
    in tessuto cicatriziale.
  57. Seppur innovativa, la radiochirurgia
    non è sempre la scelta primaria

  58. per curare i tumori al cervello.
  59. Innanzitutto, è generalmente riservata
    ai tumori più piccoli.
  60. Le radiazioni, inoltre,
    hanno un effetto cumulativo,
  61. cioè le dosi precedenti
    possono sovrapporsi
  62. a quelle somministrate in seguito.
  63. Pertanto, i pazienti con tumori ricorrenti
  64. potrebbero avere limitazioni
    per i futuri trattamenti radiochirurgici.
  65. Nonostante questi svantaggi,
    i benefici sono di gran lunga maggiori.

  66. Per diversi tipi di tumori al cervello,
  67. la radiochirurgia ha lo stesso successo
    della chirurgia cerebrale tradizionale
  68. nel distruggere le cellule cancerose.
  69. Nei tumori chiamati meningiomi,
  70. il tasso di ricaduta
    è risultato essere uguale o inferiore,
  71. quando il paziente
    è sottoposto a radiochirurgia.
  72. E rispetto alla chirurgia tradizionale,
  73. che è spesso un'esperienza dolorosa
    con un lungo periodo di recupero,
  74. la radiochirurgia è generalmente indolore
  75. e richiede spesso poco
    o nessun periodo di recupero.
  76. I tumori cerebrali non sono
    l'unico obiettivo di questo trattamento.

  77. Viene infatti usato anche per i tumori
    ai polmoni, al fegato e al pancreas.
  78. Nel frattempo, i medici lo stanno
    sperimentando per trattare condizioni
  79. come la malattia di Parkinson, l'epilessia
    e il disturbo ossessivo compulsivo.
  80. Il dolore di una diagnosi di cancro
    può essere devastante,
  81. ma i progressi in queste
    procedure non invasive
  82. stanno aprendo la strada
    a una cura meno aggressiva.