Italian subtitles

← In tempi pericolosi c'è bisogno di donne pericolose

Get Embed Code
25 Languages

Showing Revision 38 created 12/26/2020 by Silvia Fornasiero.

  1. Ultimamente
  2. ho detto a chiunque mi ascoltava
  3. che sono una donna pericolosa.
  4. (Applausi)

  5. Ora, dirlo così sfacciatamente

  6. mi pare ancora un po' pericoloso,
  7. ma mi pare anche giusto.
  8. In questo momento
    della mia vita,
  9. alla soglia dei 77 anni,
  10. ho...
  11. (Applausi)

  12. Adoro quando si viene
    applauditi per l'età,

  13. (Risate)

  14. ma lo accetto volentieri.

  15. (Applausi)

  16. A quasi 77 anni ho capito
    che non ho più niente da dimostrare,

  17. ancora meno da perdere
  18. e sono molto più impaziente su tutto.
  19. Il vero e lento passo verso l'uguaglianza,
  20. l'aumento del sessismo, del razzismo,
  21. della violenza contro donne e ragazze.
  22. E sono anche arrabbiata
  23. con i negazionisti climatici
    che stanno rubando il futuro
  24. ai nostri figli e ai nostri nipoti.
  25. Amici, viviamo in tempi pericolosi.
  26. E questi tempi ci richiedono
    di essere più pericolosi.
  27. Ora, cosa intendo con tutto ciò?

  28. Intendo essere di più senza paura.
  29. Non è quel tipo di pericolo.
  30. Ma intendo essere più coraggiosa.
  31. Intendo dire la verità
  32. quando il silenzio sarebbe più sicuro.
  33. Intendo parlare per coloro
    che non sono presenti
  34. specialmente quando
    vengono prese delle decisioni
  35. sulle nostre vite e sui nostri corpi.
  36. Dobbiamo essere presenti,
  37. esserci gli uni per gli altri,
  38. mettere in discussione
    il costrutto culturale
  39. che ci incoraggia,
    specialmente donne e ragazze,
  40. a essere in competizione,
    a fare paragoni,
  41. a criticare.
  42. Dobbiamo smetterla.
  43. E far sentire la nostra voce
  44. contro le leggi e la politica
  45. che ci dividono e diminuiscono
    il nostro potere collettivo
  46. in quanto comunità globale di donne
  47. con tutti gli uomini e gli alleati
  48. che sono al nostro fianco.
  49. Diventare pericolose significa anche
    correre i rischi necessari

  50. per creare un mondo in cui
    donne e ragazze siano al sicuro
  51. nelle loro case e a lavoro,
  52. in cui tutte le voci siano rappresentate
  53. e rispettate,
  54. tutti i voti presi in considerazione
  55. e il pianeta protetto.
  56. E tutto questo è possibile.

  57. Perché noi siamo pronte.
  58. Siamo più preparate
    di qualsiasi generazione precedente,
  59. con più risorse e più connessioni.
  60. In molte parti del mondo
    viviamo più a lungo che mai.
  61. Le donne over 65 sono tra le popolazioni
    con la crescita più veloce
  62. con il potenziale di diventare
    anche le più potenti.
  63. Ora...
  64. (Applausi)

  65. Questo rappresenta un enorme cambiamento.

  66. Le donne oltre la menopausa come me,
    fino a non molto tempo fa
  67. erano considerate inutili
  68. o pazze.
  69. Avevamo un valore solo come
    aiuto in casa o nonne,
  70. cose che amo davvero molto.
  71. Ma eravamo anche messe da parte
  72. e dovevamo andare in pensione
    sulle nostre sedie a dondolo.
  73. Le donne sul pericoloso ciglio dei 60
  74. non se ne vanno in pensione.
  75. Ci stiamo riprogrammando.
  76. (Applausi)

  77. Usiamo tutto ciò che sappiamo
    e che abbiamo fatto, che è tantissimo,

  78. per ridefinire le caratteristiche dell'età
  79. cosa l'età può fare e ottenere.
  80. Ma diventare pericolose
    non ha a che fare con l'età
  81. perché ad ogni estremo
    dello spettro dell'età,
  82. donne e ragazze coraggiose
    si stanno facendo avanti
  83. accettando il rischio
    di creare il cambiamento.
  84. Ho iniziato a rischiare
    molto presto nella vita.

  85. Ho dovuto,
  86. o la mia vita
    sarebbe stata definita dai limiti
  87. posti su una ragazza del sud rurale,
  88. senza soldi e senza conoscenze,
  89. senza nessuna influenza.
  90. Ma ciò che non aveva un limite
  91. era la mia curiosità per il mondo
    oltre il mio paese,
  92. oltre le menti chiuse
    di un sud ancora segregato,
  93. un mondo che potevo sbirciare
    solo nei cinegiornali
  94. proiettati nell'unico cinema della città
  95. e un mondo che divenne molto più vicino
  96. quando incontrai Shirley Rountree,
    la mia insegnante di inglese delle medie.
  97. Dal momento in cui
    mise piede in aula,

  98. il rumore dei suoi tacchi,
  99. fu una donna al comando,
  100. con i capelli perfetti,
    le sue labbra rosse,
  101. coordinata nei colori
    dalla testa ai piedi.
  102. Volevo essere lei.
  103. Divenne subito la mia prima mentore
    e mi aiutò a diventare me stessa.
  104. Con il suo supporto, ottenni
    una borsa di studio per il college,

  105. la prima della mia famiglia,
  106. e finii in una eminente
    università statale
  107. giusto nel mezzo di due grandi
    movimenti di giustizia sociale:
  108. i diritti civili degli Afro-Americani
  109. e i pari diritti per le donne.
  110. Mi unii a entrambi con entusiasmo
  111. soltanto per scoprire
    che il mio attivismo appena nato
  112. e il mio fervente femminismo
  113. sarebbero entrati in conflitto con il mio
    innato bisogno di accontentare gli altri
  114. ed essere popolare.
  115. Nel mio primo lavoro come professoressa
    universitaria infransi le regole

  116. e incoraggiai gli studenti
    a venire con me nei cortei di protesta.
  117. E quando scoprii
    che il mio collega uomo
  118. con la mia stessa esperienza ed educazione
  119. era pagato più di me,
  120. iniziai una protesta personale.
  121. Mi venne negato l'aumento
  122. con la scusa che lui aveva
    una famiglia da mantenere,
  123. ma anche io,
    in quanto madre single.
  124. Lasciai perdere la mia protesta
    per mantenere il lavoro.
  125. Oggi, milioni di donne
    accettano lo stesso compromesso,

  126. tenendo il loro lavoro
    senza una giusta retribuzione
  127. per lo stesso impiego.
  128. In quanto una delle prime donne che
    apparve in televisione negli anni 70,

  129. mi avvertirono che focalizzarmi
    sulle storie delle donne
  130. avrebbe limitato la mia carriera,
  131. e forse è ciò che è successo.
  132. Ma ho potuto produrre e condurre
    programmi rivoluzionari per le donne,
  133. ma allo stesso tempo
  134. sono rimasta in silenzio
  135. riguardo le molestie sessuali
  136. e ho dato retta i consulenti
    assunti per consigliarmi
  137. sul mio aspetto fisico.
  138. "Fatti bionda."
  139. L'ho fatto.
  140. "Abbassa il tono di voce."
  141. Ci ho provato.
  142. "Accentua la scollatura."
  143. Quello no l'ho fatto.
  144. (Risate)

  145. Ma ho indossato quegli orribili abiti
    da conduttore televisivo

  146. con quei foulard che sembravano cravatte.
  147. E più tardi, in posizione
    di potere nei media,
  148. spesso perché prima o unica donna,
  149. consapevole di essere giudicata
    con la lente del sessismo,
  150. ho avuto ogni tanto delle difficoltà
  151. a trovare il giusto equilibrio
    tra essere una leader per le donne
  152. e non essere definita soltanto
    dal mio essere una leader donna.
  153. Ma oggi sono fiera di essere
    conosciuta come una leader donna.
  154. (Applausi)

  155. In quanto attivista,
    sostenitrice, femminista

  156. e in quanto appena
    proclamata donna pericolosa,
  157. mi interessa meno ciò che dicono gli altri
  158. e dico più chiaramente
    ciò che penso e sento.
  159. E lasciatemi esser chiara:
  160. riconosco il mio ruolo privilegiato
    nel poterlo fare,
  161. esprimermi liberamente.
  162. Ed essere qui oggi
  163. e avere questa opportunità
  164. di potervi parlare
    delle donne e del potere,
  165. e notate che non ho detto
    "a cui è stato dato il potere".
  166. Non penso che stiamo aspettando
    che il potere ci venga dato.
  167. Credo che abbiamo il potere.
  168. (Applausi)

  169. Ciò di cui abbiamo bisogno
    sono più opportunità di affermarlo,

  170. di usarlo e di condividerlo.
  171. E si, lo so

  172. ci sono donne con il potere che
    non lo usano bene o in modo saggio
  173. o che non lo condividono.
  174. Ho sentito, come penso anche voi,
  175. quelle storie che iniziano con:
  176. "Il peggiore capo
    che abbia mai avuto era una donna..."
  177. Tutti potremmo citare nomi di leader donne
    che non ci hanno resi orgogliosi.
  178. Ma possiamo cambiare tutto questo

  179. con una semplice ma geniale idea
  180. che ho sentito per la prima volta
  181. da una pericolosa deputata di New York
    che si assume dei rischi
  182. e che si chiama Bella Abzug.
  183. Bella ha detto:
    "Nel ventunesimo secolo
  184. saranno le donne a cambiare
    la natura del potere
  185. e non il potere a cambiare
    la natura delle donne."
  186. Dal momento in cui l'ho sentito
  187. (Applausi)

  188. ho pensato: "Questo
    è il nostro momento di agire.

  189. Questa è la nostra
    più grande opportunità."
  190. Da giornalista e attivista

  191. ho visto questa idea in azione,
  192. documentando storie di donne
    da ambo i lati di lunghi conflitti
  193. che si univano e definivano
    il potere ufficiale
  194. per formare alleanze e trovare il modo di
    fermare la violenza nelle loro comunità.
  195. In quanto attivista ho viaggiato in posti
  196. in cui è pericoloso esser nata donna,
  197. come il Congo dell'est,
  198. dove si è intrapresa una guerra
    sui corpi delle donne.
  199. Là, in un centro di cura e di leadership
    chiamato La Città della Gioia,
  200. coraggiose donne congolesi stanno
    trasformando il dolore in potere,
  201. insegnando alle sopravvissute
    di violenze sessuali
  202. a fare ritorno nei loro villaggi
    come leader.
  203. Durante recenti summit sul clima
  204. ho osservato donne leader per il clima
    lavorare dietro le quinte,
  205. lontano dai riflettori pubblici,
  206. per assicurare che i negoziati
    per un accordo climatico mondiale
  207. continuassero ad andare avanti.
  208. Perciò, mentre proseguiamo nelle
    nostre vite e nel nostro lavoro

  209. e abbiamo più potere e più influenza,
  210. cambiamo la natura del potere
  211. smantellando alcune delle barriere
    che rimangono per coloro che verranno,
  212. impegnandoci e manifestando
  213. per una rappresentanza
    più giusta, più vera e più equa
  214. in ogni stanza e ad ogni tavolo.
  215. Ora però vi avverto:

  216. se sponsorizzate una donna
  217. per una posizione aperta
    o per una promozione,
  218. potreste ricevere in risposta:
  219. "Ti stai giocando la carta della donna"
  220. o "la carta della razza",
  221. se sponsorizzate una donna di colore.
  222. Io ho avuto questa esperienza
    e sono sicura sia successo anche a voi.
  223. "Stai facendo una campagna
    di discriminazione positiva in PBS?"
  224. mi chiese un membro del board quando,
    come nuova presidentessa,
  225. annunciai che le mie prime assunzioni
    erano cinque donne qualificate.
  226. Ora, la mia discriminazione positiva
  227. era stata quella di chiedere all'agenzia
    di presentarmi una lista di candidati
  228. che includesse nomi di donne
    e di persone di colore
  229. e che semplicemente risultarono,
    secondo il mio giudizio,
  230. i migliori candidati per quella posizione.
  231. Io dico, donne pericolose
  232. e nostri alleati:
  233. è ora di giocare la carta della donna,
  234. quella della razza,
  235. di giocare tutte le nostre carte.
  236. (Applausi)

  237. Non per vincere la gara al potere,

  238. ma per giungere a risultati migliori
  239. per tutti.
  240. Ed è anche ora

  241. di abbandonare la teoria della scarsità,
  242. quella che dice
  243. che c'è la possibilità
    per una sola di noi al vertice,
  244. perciò devi proteggere il tuo posto,
  245. non farti amici né alleati.
  246. Cambiare la natura del potere
  247. trasforma "proteggi il tuo posto"
    in "condividi il tuo posto",
  248. incoraggia coalizioni,
  249. costruisce alleanze,
  250. rafforza e sostiene le amicizie.
  251. Le mie amiche sono la mia fonte
    di energia rinnovabile.
  252. (Applausi)

  253. Così come lo sono le mie mentori,
    le mie campionesse,

  254. le mie sostenitrici, le mie sponsor,
  255. e tutti i modi in cui possiamo e
    con cui siamo presenti l'una per l'altra.
  256. Possiamo diventare la nostra
    fonte di energia rinnovabile
  257. l'una per l'altra.
  258. E lungo il cammino

  259. abbiamo bisogno di prenderci
    più cura di noi stesse
  260. e in questo, non sono il migliore modello.
  261. Non medito.
  262. Non faccio esercizio regolarmente.
  263. Però vivo in modo aerobico.
  264. (Risate)

  265. (Applausi)

  266. Perché credo che
    non possiamo essere pericolose

  267. da bordocampo
  268. e che ci sia veramente tanto da fare.
  269. Perciò usiamo
    tutto il nostro potere.

  270. Vogliamo parlare
    del potere dei soldi?
  271. Utilizziamo più dei nostri soldi
    per la filantropia,
  272. delle donazioni
    per le campagne politiche,
  273. dei nostri fondi di investimento,
  274. per migliorare l'equità
    economica e politica.
  275. E facciamo leva sul potere
    dei media e della tecnologia,
  276. che abbiamo letteralmente
    nelle nostre mani,
  277. per far conoscere
    le nostre reciproche storie e idee;
  278. per fare esercizio di civiltà,
  279. per ricercare la verità
  280. che sta diminuendo
  281. e sta minacciando
    le società libere e aperte.
  282. Si, abbiamo tutto ciò che serve

  283. per far avanzare le nostre comunità.
  284. E la cosa migliore che abbiamo,
  285. e che dobbiamo ricordarci sempre,
  286. è di essere presenti l'una per l'altra.
  287. Andremo avanti insieme
  288. con la voglia di prenderci più rischi,
  289. di essere più coraggiose,
  290. di parlare apertamente,
    di far sentire la nostra voce
  291. ed esserci l'una per l'altra.
  292. George Bernard Shaw scrisse

  293. di credere che la sua vita
    appartenesse alla comunità
  294. e che quanto più avrebbe lavorato,
    tanto più sarebbe vissuto
  295. e che voleva essere completamente
    consumato quando sarebbe morto.
  296. Continuò scrivendo:
  297. "La vita, per me,
    non è una corta candela,
  298. ma una splendida fiaccola
  299. che ho potuto stringere
    per un momento
  300. prima di passarla
    alle generazioni future."
  301. Anche io non vedo la mia vita
    come una corta candela,
  302. anche se la sto bruciando
    da entrambe le parti.
  303. (Risate)

  304. Voglio davvero che sia lei che io stessa

  305. siamo completamente
    consumate quando morirò.
  306. Ma a questo punto della mia vita

  307. non è ora di passare la fiaccola.
  308. La tengo più in alto che mai,
  309. coraggiosamente, magistralmente,
  310. e vi invito a unirvi a me
    nella sua luce pericolosa.
  311. Grazie.

  312. (Applausi)