Italian 字幕

← Un inno alla vita sulla Terra

获得嵌入代码
34种语言

Showing Revision 20 created 05/16/2020 by Michele Gianella.

  1. [Oliver Jeffers]
  2. [Un inno alla vita sulla Terra]
  3. Ciao.
  4. Sono sicuro che,
    quando finirò questa frase,
  5. dato come parlo,
  6. capirete tutti che vengo
    da un posto chiamato
  7. pianeta Terra.
  8. La Terra non è niente male.
  9. È la nostra casa.
  10. E anche la casa dei germi.
  11. Questi [bip] tralasciamoli per ora
  12. dato che non sono
    l'unica cosa a cui pensare.
  13. Questa è anche la casa di:
    auto; cavoletti di Bruxelles;
  14. quei pesci strani
    che hanno le luci frontali;
  15. arte, fuoco;
  16. estintori;
  17. leggi, piccioni, bottiglie di birra;
  18. limoni e lampadine;
  19. Pinot nero - e paracetamolo;
  20. fantasmi, zanzare, fenicotteri, fiori;
  21. ukulele, ascensori e gatti;
  22. video di gatti, internet;
  23. travi di ferro, edifici e batterie;
  24. l'acume, le idee brillanti,
  25. tutta la vita conosciuta -
  26. e un mucchio di altre cose.
  27. Tutto ciò che conosciamo
    e che abbiamo sentito dire.
  28. È il mio posto preferito, in realtà.
  29. Questo piccolo globo,
  30. che fluttua in una fredda
    e solitaria parte dell'universo.
  31. Comunque l'accento è di Belfast, che è...
  32. qui.
  33. Più o meno.
  34. Pensarete di conoscere
    questo pianeta Terra,
  35. dato che siete di qui.
  36. Ma è probabile
  37. che non pensiate ai suoi fondamentali
    da un po' di tempo.
  38. Io pensavo di sapere tutto.
  39. Pensavo di essere un esperto.
  40. Cioè, finché non ho dovuto spiegare
    cosa fosse questo posto
  41. e come funzionasse
  42. a qualcuno che non era mai stato qui.
  43. No, non è quel che potreste pensare,
    anche se mio padre diceva sempre:
  44. "Esistono altre forme di vita intelligenti
  45. e la prova è che non
    si scomodano a contattarci."
  46. In realtà, era a mio figlio appena nato
    che cercavo di spiegare tutto.
  47. Non siamo mai stati genitori,
  48. io e mia moglie,
  49. quindi l'abbiamo trattato come un ospite
    quando è arrivato a casa,
  50. facendogli fare un giro.
  51. Ecco dove vivi, figliolo.
  52. Questa è la stanza dove cuciniamo.
  53. Qui è dove teniamo
    la nostra collezione di sedie,
  54. e così via.
  55. È interessante
  56. spiegare a un neonato
    il funzionamento del pianeta.
  57. Ma dopo il divertimento,
  58. e una volta che capisci
  59. che i neonati non sanno
    assolutamente nulla
  60. e che anche tu conosci poche cose,
  61. spiegare come funzioni il pianeta
    diventa alquanto difficile.
  62. Ma ci ho provato comunque.
  63. Mentre passeggiavo
    in queste prime settimane,
  64. raccontando come vedessi il mondo,
  65. ho iniziato a prendere nota
    delle cose assurde che dicevo.
  66. Questi appunti diventarono pian piano
    una lettera per mio figlio,
  67. non appena avesse potuto leggere.
  68. E la lettera divenne un libro
  69. sui principi fondamentali
    di cosa fosse essere un umano
  70. che viveva sulla Terra
    nel ventunesimo secolo.
  71. Alcune cose sono proprio ovvie.
  72. Il fatto che il pianeta ha due parti:
  73. terra e mare.
  74. Alcune meno ovvie, finché non ci pensate.
  75. Come il tempo.
  76. A volte, qui sulla Terra.
    le cose possono muoversi lentamente;
  77. ma più spesso si muovono velocemente.
  78. Fate buon uso del tempo, quindi,
    perché finirà senza che ve ne accorgiate.
  79. O le persone.
  80. Le persone sono di diverse forme,
    dimensioni e colori.
  81. Potremmo sembrare diversi,
  82. comportarci e parlare diversamente,
  83. ma non fatevi ingannare:
    siamo tutti persone.
  84. Non penso che di tutti
    i posti nell'universo,
  85. le persone vivano solo qui,
  86. possano vivere solo sulla Terra.
  87. E anche se fosse,
    solo sulle parti asciutte.
  88. Solo una minuscola parte
    della superficie del nostro pianeta
  89. è in realtà abitabile per la vita umana
  90. e noi viviamo tutti lì, stretti stretti.
  91. È facile dimenticare,
    quando si è a contatto
  92. col terreno, coi sassi, le foglie,
    il cemento delle nostre terre,
  93. quanto sia limitato
    lo spazio per muoversi.
  94. Per due occhi vicini al suolo,
  95. l'orizzonte sembra infinito.
  96. Dopotutto, non è un rituale quotidiano
  97. pensare quale sia
    il nostro posto su questa sfera
  98. e il posto di questa sfera nello spazio.
  99. Non volevo raccontare a mio figlio
    quella storia delle nazioni
  100. che ci raccontavano dove ero cresciuto,
    nell'Irlanda del Nord.
  101. Che veniamo da una piccola parrocchia
  102. che ignora la vita
    al di fuori dei suoi interessi.
  103. Volevo provare come fosse
    vedere il nostro pianeta
  104. come un unico sistema,
    come un unico oggetto
  105. sospso nello spazio.
  106. Per farlo,
  107. sarei dovuto passare
    dai disegni piatti dei libri
  108. alla scultura 3D delle strade
  109. e avrei avuto bisogno di 60 metri,
  110. un isolato di New York,
  111. per fare un modello in larga scala
    della Luna, della Terra e di noi.
  112. Questo progetto è stato tenuto
    alla High Line di New York
  113. lo scorso inverno,
  114. nel 50° anniversario della missione
    sulla Luna dell'Apollo 11.
  115. Dopo la sua installazione,
  116. ho potuto indossare
    un casco spaziale con mio figlio
  117. e partire come l'Apollo 11
    fece mezzo secolo fa
  118. verso la Luna.
  119. Le abbiamo girato attorno,
  120. e ci siamo guardati indietro.
  121. In quel momento capii
  122. quanto fosse triste stare lì nel buio.
  123. E io stavo solo facendo finta.
  124. La Luna è l'unico oggetto
  125. che si trovi vagamente vicino a noi.
  126. E sulla scala di questo progetto,
  127. dove la Terra ha tre metri di diametro,
  128. Marte, il pianeta dopo,
    sarà come una palla da yoga
  129. e a un paio di chilometri di distanza.
  130. Sebbene i contorni
    non si vedano dallo spazio,
  131. sulla mia scultura
    ogni confine è stato disegnato.
  132. Ma, invece di scrivere i nomi dei Paesi
    sulla terra sezionata,
  133. ho scritto più e più volte
  134. "Le persone vivono qui,
    le persone vivono qui."
  135. "Le persone vivono qui."
  136. E sulla Luna, invece, c'era scritto
  137. "Nessuno vive qui."
  138. Spesso, le cose ovvie
  139. non sono poi così ovvie
    finché non ci pensi.
  140. Guardare le cose da una certa distanza
  141. cambia tutta la percezione,
  142. come hanno appurato molti astronauti.
  143. E gli occhi umani
    hanno guardato la nostra Terra
  144. solo dalla Luna, in realtà.
  145. Ci vorrà ancora parecchio tempo
  146. prima di arrivare
    ai confini del sistema solare.
  147. E anche alle altre stelle,
    alle costellazioni.
  148. In realtà, c'è solo un punto,
    in tutto il Cosmo,
  149. che è presente in tutte le costellazioni,
  150. e questo punto è...
  151. qui, il pianeta Terra.
  152. Queste immagini che abbiamo fatto
    per i gruppi di stelle
  153. hanno senso solo da quaggiù,
    da questa prospettiva.
  154. La loro storia ha senso
    solo qui sulla Terra.
  155. E sono qualcosa solo per noi.
  156. Per le persone.
  157. Siamo fatti di storie.
  158. Siamo le storie che raccontiamo,
  159. siamo le storie che ci raccontano.
  160. Consideriamo brevemente
    la storia della civiltà umana sulla Terra.
  161. Narra dell'inventiva, dell'eleganza,
  162. della natura generosa
    e formativa di una specie
  163. che è anche egoista, vulnerabile
    e insolentemente protettiva.
  164. Noi umani proteggiamo
    la fiamma della nostra esistenza
  165. da immensi elementi naturali
    fuori dal nostro controllo,
  166. l'aldilà.
  167. Eppure teniamo sempre l'occhio
    su quella fiamma.
  168. "Per quel che sappiamo",
  169. detto come affermazione,
  170. significa la somma totale
    di tutta la conoscenza.
  171. Ma se detto in altro modo,
  172. "Per quel che sappiamo"
  173. significa che non sappiamo nulla.
  174. È questo il bello
    e fragile dramma della civiltà.
  175. Siamo attori e spettatori
    di un'opera cosmica
  176. che significa tutto per noi qui,
  177. ma non significa nulla altrove.
  178. E forse, nemmeno qui così tanto.
  179. Se pensassimo davvero al rapporto
    con le nostra barca,
  180. con la nostra Terra,
  181. potrebbe essere più una storia
    di ignoranza e avidità.
  182. Come accadde a Fausto,
  183. un uomo che credeva di avere tutto
  184. e volle capire cosa fosse suo.
  185. Si appropriò con facilità di un fiore,
  186. una pecora, un albero e un campo.
  187. Lago e montagna furono
    più duri da conquistare,
  188. ma anche questi si arresero.
  189. È nel tentativo di possedere
    il mare aperto
  190. che la sua avidità rivelò la sua fine
  191. quando, in un impeto d'arroganza,
  192. scese in mare per fargli vedere
    chi avesse il comando.
  193. Ma lui non capì,
  194. scivolò sotto le onde, toccò il fondo.
  195. Il mare si dispiacque per lui,
    ma continuò ad essere il mare.
  196. Come continuarono a fare
    tutti gli altri "suoi" oggetti,
  197. perché della sorte di Fausto
    a loro non importava più.
  198. Perché nonostante tutta l'importanza
    che crediamo di avere nell'universo,
  199. non avremmo nulla
  200. se non fosse per la Terra.
  201. Mentre lei avrebbe continuato a girare,
    felice e spensierata, anche senza di noi.
  202. Su questo pianeta, ci sono le persone.
  203. Abbiamo passato giorni
  204. guardando a volte in su e fuori,
  205. più spesso guardando giù e dentro.
  206. Guardando su e disegnando
    linee tra le luci del cielo,
  207. abbiamo provato a dare un senso al caos.
  208. Guardando giù, abbiamo disegnato linee
    per capire quale fosse il nostro posto
  209. e quale no.
  210. Dobbiamo dimenticarci che le linee
    che collegano le stelle
  211. e le linee che dividono la terra
  212. esistono solo nella nostra testa.
  213. Anche loro sono storie.
  214. Eseguiamo le nostre routine
    e rituali quotidiani
  215. secondo le storie a cui crediamo di più
  216. e ora la Storia cambia
    proprio mentre la scriviamo.
  217. C'è tanta paura nella storia attuale
  218. e fino a poco tempo fa,
  219. le storie che sembravano avere più potere
  220. erano fatte di amarezza,
  221. di come tutto ci fosse andato male
    come singoli e insieme.
  222. È stato motivante vedere
    come il meglio venisse dal peggio.
  223. Come le persone si sveglino
    in questo regolamento globale di conti
  224. per capire che le connessioni tra di noi
  225. sono tra le cose
    più importanti che abbiamo.
  226. Ma un passo indietro.
  227. Per lamentarci di tutto,
  228. abbiamo speso poco tempo ad assaporare
  229. l'unica grande cosa
    che sia mai andata bene per noi:
  230. Che siamo qui, prima di tutto,
  231. che siamo vivi.
  232. Che siamo ancora vivi.
  233. Un milione e mezzo d'anni
    dopo aver trovato dei fiammiferi,
  234. non abbiamo totalmente
    dato fuoco alla casa.
  235. Non ancora.
  236. Le possibilità di essere qui
    sono infinitesime.
  237. Eppure eccoci qui.
  238. Nonostante tutto.
  239. Non ci sono mai state
    più persone sulla Terra.
  240. Che usano più cose.
  241. Ed è ovvio che molti dei vecchi sistemi
  242. che abbiamo inventato per noi stessi
  243. siano diventati obsoleti.
  244. E dobbiamo costruirne di nuovi.
  245. Se non fosse per i germi,
  246. il nostro fuoco comune
    potrebbe soffocarci in poco tempo.
  247. Mentre vediamo fermarsi
    le ruote dell'industria,
  248. e la macchina del progresso
    farsi silenziosa,
  249. abbiamo le più incredibili possibilità
  250. di premere il tasto "Reset".
  251. Di prendere un percorso diverso.
  252. Eccoci qui, sulla Terra.
  253. E la vita sulla Terra
    è una cosa meravigliosa.
  254. Sembra grande, la Terra;
    ma siamo in tanti qui.
  255. Sette miliardi e mezzo,
    secondo le ultime stime,
  256. con altri nuovi che spuntano ogni giorno.
  257. Tuttavia, ce n'è ancora
    abbastanza per tutti,
  258. se ciascuno condivide un po' del suo.
  259. Quindi per favore,
  260. siate gentili.
  261. Pensandola diversamente,
  262. se la Terra è l'unico posto
    dove la gente vive,
  263. è ora il posto meno desolato
    nell'universo.
  264. Ci sono molte persone da cui farsi amare,
  265. e molte persone da amare.
  266. Abbiamo bisogno l'uno dell'altro.
  267. E ora ci è più chiaro che mai.
  268. Buonanotte.