Return to Video

Scene di vita di un trans nero

  • 0:05 - 0:06
    Ciao.
  • 0:06 - 0:08
    Hey.
  • 0:08 - 0:09
    (Risate)
  • 0:09 - 0:11
    Come avete appena sentito,
  • 0:11 - 0:12
    il mio nome è D-L Stewart
  • 0:12 - 0:16
    e sono un docente di facoltà qui
    alla Colorado State University.
  • 0:17 - 0:20
    Ma la cosa più importante per voi
    da capire adesso su di me
  • 0:20 - 0:23
    è che mi identifico sia come nero
  • 0:23 - 0:25
    che come transgender o trans.
  • 0:26 - 0:30
    E sì, oggi vi parlerò di come
    le vite dei trans neri contino.
  • 0:31 - 0:32
    Nel farlo,
  • 0:32 - 0:35
    condividerò alcune scene della mia vita,
  • 0:35 - 0:39
    mischiate ai modi
    in cui la razza e il genere
  • 0:39 - 0:43
    si sono incrociati,
    sia nel passato che nel presente,
  • 0:43 - 0:46
    per plasmare le vite
    delle persone trans nere.
  • 0:47 - 0:48
    Pronti?
  • 0:48 - 0:50
    Pubblico: Pronti.
  • 0:50 - 0:51
    DLS: Scena uno.
  • 0:52 - 0:54
    Sono a casa da solo.
  • 0:55 - 0:58
    Il mio corpo, un paese sovrano.
  • 0:58 - 1:00
    Sovrano significa
  • 1:00 - 1:02
    che è superlativo in termini di qualità,
  • 1:03 - 1:06
    del tipo più sublime.
  • 1:06 - 1:11
    Avere poteri curativi generici
    di natura assoluta,
  • 1:11 - 1:13
    totale,
  • 1:13 - 1:14
    fondamentale,
  • 1:14 - 1:17
    dotato di potere supremo,
  • 1:17 - 1:20
    illimitato, assoluto.
  • 1:20 - 1:22
    Che gode di autonomia,
  • 1:22 - 1:24
    indipendente,
  • 1:24 - 1:25
    regale.
  • 1:26 - 1:28
    Il mio corpo sfida le restrizioni
  • 1:28 - 1:32
    di una società consumata dagli stereotipi
    e dal binarismo di genere
  • 1:32 - 1:35
    nel chiedersi:
    “Sei un ragazzo o una ragazza?"
  • 1:35 - 1:37
    Indipendente da tali convenzioni,
  • 1:37 - 1:40
    il mio corpo si aggrappa, invece,
    alla tradizione di tempi lontani
  • 1:40 - 1:42
    che comprendevano la sua magia.
  • 1:42 - 1:45
    Io ho molte sfaccettature.
  • 1:46 - 1:48
    Da questo potere supremo di nominarmi,
  • 1:48 - 1:51
    definirmi ed essere me stesso,
  • 1:51 - 1:54
    io rivendico me stesso
  • 1:54 - 1:56
    e organizzo la mia resistenza.
  • 1:56 - 2:02
    Una resistenza che dichiara audacemente
    che le vite dei trans neri contano.
  • 2:03 - 2:06
    Il mio corpo è un paese sovrano
  • 2:06 - 2:08
    e il mio primo posto di resistenza.
  • 2:09 - 2:10
    Fine della scena.
  • 2:12 - 2:17
    Dire che le vite dei trans neri contano
    è una pretesa di sovranità.
  • 2:19 - 2:23
    Proprio come Black Girl Magic,
    e #transisbrilliant,
  • 2:23 - 2:27
    anche Black Trans Lives Matter
    è un coro di resistenza.
  • 2:28 - 2:32
    Perché le vite dei trans neri
    iniziano definendo i nostri corpi
  • 2:32 - 2:34
    come paesi sovrani
  • 2:34 - 2:37
    da cui iniziamo a resistere ai messaggi
  • 2:37 - 2:39
    che dicono che non c'è posto per noi.
  • 2:43 - 2:47
    Portiamo avanti interi movimenti
    con la forza della nostra visione.
  • 2:48 - 2:51
    Dettiamo le tendenze
    e creiamo nuovi mondi.
  • 2:52 - 2:54
    Noi siamo l'avanguardia.
  • 2:55 - 2:58
    Le vite dei trans neri
    hanno sempre contato.
  • 2:58 - 3:00
    E tuttavia,
  • 3:00 - 3:03
    bloccate ad un incrocio
    che viaggia nel tempo
  • 3:03 - 3:06
    tra la celebrazione dell'emancipazione
    del Juneteenth
  • 3:06 - 3:09
    e la dichiarazione di emancipazione
    di Stonewall,
  • 3:09 - 3:13
    le vite dei trans neri sono,
    allo stesso tempo, visibili e invisibili.
  • 3:14 - 3:19
    Invisibili per il razzismo verso i neri
    dei movimenti omosessuali e transessuali.
  • 3:19 - 3:23
    Invisibili per la transfobia
    e il trans-antagonismo dei movimenti neri.
  • 3:25 - 3:27
    La nostra sovranità e la nostra resistenza
  • 3:27 - 3:30
    sono ostacolate
    da strati di sistemi e strutture
  • 3:30 - 3:32
    che hanno sempre tentato
  • 3:32 - 3:37
    di contenere, definire e cancellare
    i corpi dei trans neri.
  • 3:39 - 3:41
    Scena due.
  • 3:42 - 3:44
    Sono con la mia terapista.
  • 3:46 - 3:50
    È sulla sua testimonianza
    che devo fare affidamento
  • 3:50 - 3:54
    per essere dichiarato uomo abbastanza
    da poter cambiare i miei documenti.
  • 3:54 - 3:57
    È quella a cui bisogna credere.
  • 3:58 - 4:01
    Nonostante io abbia affermato
    che io non sono questo corpo,
  • 4:01 - 4:05
    che non sta né a lei né a voi
    definire questo corpo,
  • 4:06 - 4:08
    mi sono seduto con questo dottore.
  • 4:08 - 4:11
    E ha compilato un modulo per me.
  • 4:11 - 4:14
    Per quanto riguarda
    tutto quello che ho fatto
  • 4:14 - 4:16
    per affermare il mio genere:
  • 4:18 - 4:21
    "La presentazione di genere del paziente
  • 4:21 - 4:24
    è in linea con la sua identità di genere?"
  • 4:26 - 4:30
    Decide che la mia presentazione di genere
  • 4:30 - 4:32
    è più neutrale, in realtà.
  • 4:34 - 4:36
    Intendiamoci, mentre sto seduto lì,
  • 4:36 - 4:39
    vestito dalla testa ai piedi
    in abiti provenienti dal reparto
  • 4:39 - 4:42
    dove i bottoni scendono sul lato destro,
  • 4:42 - 4:45
    i pantaloni rivelano
    la circonferenza della mia vita
  • 4:45 - 4:49
    e i capelli tagliati come Denzel
    in "Man on Fire",
  • 4:49 - 4:51
    ma sono ancora neutrale.
  • 4:51 - 4:52
    Sul serio?
  • 4:53 - 4:56
    Perché lei ancora vede,
  • 4:56 - 4:57
    e voi vedete,
  • 4:57 - 4:59
    una donna nera.
  • 4:59 - 5:04
    E i corpi delle donne nere
    sono sempre creati privi di genere.
  • 5:07 - 5:08
    Fine della scena.
  • 5:10 - 5:12
    Da Mammy e Sapphire,
  • 5:12 - 5:15
    a Mandingo e Sambo,
  • 5:15 - 5:17
    i corpi neri e il nostro sessi
    sono stati catturati
  • 5:17 - 5:20
    dall'immaginazione bianca.
  • 5:20 - 5:23
    E quell'immaginazione è fantasiosa
  • 5:23 - 5:27
    e abbastanza potente
    da trasformare le fantasie in realtà.
  • 5:28 - 5:30
    Immaginati come una cosa,
  • 5:30 - 5:32
    siamo stati creati
    per diventare quella cosa,
  • 5:32 - 5:36
    così siamo stati allevati come cavalli,
  • 5:36 - 5:39
    mangiati come le tartarughe
    dagli alligatori,
  • 5:39 - 5:40
    marchiati come bestiame,
  • 5:40 - 5:42
    munti come scrofe,
  • 5:42 - 5:44
    resi buoi per arare.
  • 5:46 - 5:48
    Il genere non contava,
  • 5:48 - 5:50
    fino a quando le nostre parti del corpo,
  • 5:50 - 5:53
    le nostre braccia, gambe e schiene,
  • 5:53 - 5:54
    i nostri petti e genitali
  • 5:54 - 5:56
    potevano portare un guadagno.
  • 5:58 - 6:01
    Il corpo nero non è stato fatto bianco
  • 6:01 - 6:03
    e quindi non merita un genere.
  • 6:04 - 6:07
    E sotto il peso del tulle pagano
  • 6:07 - 6:10
    e del pizzo virginale indossato
    dalle amanti nelle piantagioni,
  • 6:10 - 6:14
    la femminilità nera è sempre stata negata.
  • 6:14 - 6:19
    Invece, lei è o bestia o porno star.
  • 6:19 - 6:22
    Nemmeno un genere vero e proprio,
    disumanizzata.
  • 6:24 - 6:28
    Resa una minaccia sociale
    che mette in pericolo la civiltà.
  • 6:28 - 6:31
    Questo mette in pericolo la civiltà.
  • 6:32 - 6:36
    Non si può sfuggire allo stereotipo
    della donna nera arrabbiata.
  • 6:36 - 6:39
    Nemmeno se sei
    la First Lady degli Stati Uniti.
  • 6:41 - 6:44
    Allo stesso modo, inadatta alla cavalleria
  • 6:44 - 6:48
    e sopraffatta per mano di padroni
    e comandanti del loro destino,
  • 6:48 - 6:50
    la virilità nera giace flaccida
  • 6:50 - 6:52
    nelle mani della supremazia
    dell'uomo bianco.
  • 6:54 - 6:56
    Misure corporee prese,
  • 6:56 - 6:58
    velocità misurata,
  • 6:58 - 7:01
    fatti i pronostici su chi scegliere.
  • 7:01 - 7:03
    Questa è la National Football League.
  • 7:05 - 7:07
    Misure corporee prese,
  • 7:07 - 7:11
    denti e cavità corporee ispezionate,
  • 7:11 - 7:13
    numero assegnato.
  • 7:13 - 7:15
    Questa è l'ammissione in prigione.
  • 7:17 - 7:19
    Misure corporee prese,
  • 7:21 - 7:25
    talenti e abilità pubblicizzate
  • 7:25 - 7:29
    denti e cavità corporee ispezionate,
  • 7:29 - 7:32
    nome e valore assegnati.
  • 7:33 - 7:35
    Questo è l'atto di vendita di uno schiavo.
  • 7:38 - 7:42
    Che sia uno stallone o una farsa,
    non è per il suo stesso piacere
  • 7:42 - 7:45
    ma piuttosto per profitto e per scherzo.
  • 7:45 - 7:49
    Atleti e comici
  • 7:49 - 7:51
    contenuti.
  • 7:51 - 7:53
    Resi innocui.
  • 7:55 - 7:58
    "Il mio genere è nero",
    ha detto Hari Ziyad,
  • 7:58 - 8:02
    perché i corpi neri e i nostri generi
    sono stati catturati
  • 8:02 - 8:03
    dall'immaginazione bianca,
  • 8:03 - 8:06
    e siamo sempre stati trasgressivi.
  • 8:06 - 8:08
    Trasgressivo significa
  • 8:08 - 8:12
    una violazione dei limiti
    accettati e imposti
  • 8:12 - 8:15
    dell'accettabilità sociale.
  • 8:15 - 8:18
    Essere nero è trasgressivo.
  • 8:18 - 8:21
    E una volta libero
  • 8:21 - 8:23
    dall'accettabilità sociale,
  • 8:23 - 8:28
    essere nero sfida le limitazioni legate
    a quale possa essere il suo genere.
  • 8:29 - 8:31
    Qui siamo sempre stati fuggitivi.
  • 8:33 - 8:35
    In fuga dal controllo di genere
  • 8:35 - 8:37
    per rivendicare la nostra sovranità
  • 8:37 - 8:40
    e il diritto di esistere e vivere liberi,
  • 8:40 - 8:42
    per dichiarare bellissimo
  • 8:42 - 8:44
    ciò che è stato reso brutto,
  • 8:44 - 8:46
    per sfidare le convenzioni,
  • 8:46 - 8:52
    le vite dei neri, dei trans
    e dei trans neri.
  • 8:52 - 8:54
    E tuttavia, in questo mondo, questo fatto
  • 8:54 - 8:57
    che le vite dei trans neri
    fanno la differenza,
  • 8:57 - 8:59
    crea differenze
  • 8:59 - 9:01
    e il tentativo di renderla
    una questione importante
  • 9:01 - 9:05
    è spento dagli idranti
    dei rifiuti passati e presenti.
  • 9:05 - 9:08
    dei nostri diritti
    di esistere e resistere.
  • 9:09 - 9:11
    Dobbiamo lottare per essere visti
  • 9:11 - 9:14
    mentre guardiamo attraverso le recinzioni
  • 9:14 - 9:17
    dei parco giochi da cui
    siamo tenuti lontani.
  • 9:19 - 9:21
    Scena tre.
  • 9:21 - 9:23
    Sono a scuola.
  • 9:23 - 9:26
    La campanella suona, è la ricreazione.
  • 9:26 - 9:28
    Ci mettiamo in fila per uscire.
  • 9:28 - 9:31
    Quella dei ragazzi da una parte,
  • 9:31 - 9:33
    quella delle ragazze dall'altra.
  • 9:34 - 9:36
    Usciamo fuori.
  • 9:36 - 9:40
    I ragazzi si fermano
    in una strada chiusa alle macchine.
  • 9:40 - 9:42
    Io e le ragazze
  • 9:42 - 9:44
    attraversiamo la strada.
  • 9:44 - 9:47
    "Guardate avanti", ci viene detto.
  • 9:48 - 9:51
    Perché c'è un parco
    dall'altra parte della strada.
  • 9:51 - 9:55
    Ma c'è una recinzione in ferro battuto
    che circonda quel parco.
  • 9:55 - 9:58
    Dove io e le ragazze giochiamo.
  • 9:59 - 10:02
    Per lo più, sto vicino
    alla recinzione e guardo
  • 10:02 - 10:06
    i miei compagni
    giocare a palla per strada:
  • 10:06 - 10:07
    sono rumorosi,
  • 10:07 - 10:09
    agitati
  • 10:09 - 10:11
    e sudati,
  • 10:11 - 10:14
    e io sono dietro la recinzione,
  • 10:19 - 10:22
    accusata di fare pensieri birichini.
  • 10:23 - 10:24
    Non ne hanno la minima idea.
  • 10:26 - 10:27
    Fine della scena.
  • 10:29 - 10:32
    Ragazzi effeminati e lesbiche mascoline,
    è tutta un'invenzione.
  • 10:32 - 10:36
    Sono solo ragazzi coi vestiti
    e ragazze in giacca e cravatta,
  • 10:36 - 10:38
    il trasgressivo corpo nero
  • 10:38 - 10:40
    bloccato in fantasie di stereotipi
    e dualismo di genere
  • 10:40 - 10:44
    che rendono i nostri genitali
    rappresentativi del nostro genere
  • 10:44 - 10:47
    e i nostri atteggiamenti
    indicano la nostra sessualità.
  • 10:47 - 10:49
    Le vite dei trans neri
    vengono quindi etichettate
  • 10:49 - 10:54
    semplicemente come gay effeminati
    o lesbiche mascoline.
  • 10:54 - 10:58
    E il rivestimento femminile
    su corpi segnati come maschili,
  • 10:58 - 10:59
    e quindi uomini,
  • 10:59 - 11:02
    aderiscono come un cartello
    con scritto "colpiscimi",
  • 11:02 - 11:04
    eccetto che le conseguenze
    sono molto più letali.
  • 11:05 - 11:07
    La maggioranza dei trans
    assassinati in questo paese
  • 11:07 - 11:10
    sono donne trans nere.
  • 11:11 - 11:16
    Perché quando la mascolinità
    si trova tra le nostre gambe
  • 11:16 - 11:20
    ed è definita in opposizione
    alla femminilità,
  • 11:20 - 11:22
    quello che abbiamo tra le gambe
  • 11:22 - 11:26
    non può essere considerato come
    qualcosa in comune con la femminilità.
  • 11:26 - 11:29
    E questo stesso lavaggio acido
    serve a sbiadire la mascolinità trans,
  • 11:29 - 11:32
    facendola svanire nel nulla.
  • 11:32 - 11:35
    Uomini trans neri
    diventano illusioni di mascolinità,
  • 11:35 - 11:37
    donne che giocano soltanto
    a essere uomini
  • 11:37 - 11:40
    perché non puoi essere un vero uomo.
  • 11:44 - 11:47
    Per sempre messi al nostro posto,
  • 11:47 - 11:50
    siamo segnati in maniera indelebile
    come "donne".
  • 11:51 - 11:53
    Nella migliore delle ipotesi,
    la minaccia incombente
  • 11:53 - 11:55
    della mascolinità trans nera
  • 11:55 - 11:58
    è contenuta, inoculata,
  • 11:58 - 12:01
    resa più neutrale.
  • 12:03 - 12:04
    Scena quattro.
  • 12:04 - 12:06
    Sono con il mio terapista.
  • 12:07 - 12:09
    Le dico come la penso,
  • 12:09 - 12:11
    mentre il mio corpo
    inizia lentamente a trasformarsi
  • 12:11 - 12:14
    in un'altra versione di se stesso.
  • 12:17 - 12:21
    Cosa succederà quando mi sposterò
  • 12:21 - 12:26
    dalla minaccia sociale di essere
    una donna nera arrabbiata
  • 12:26 - 12:29
    alla minaccia fisica
    dell'incombente mascolinità nera?
  • 12:29 - 12:34
    Quando i miei vicini si dimenticheranno
    di riconoscere me e il mio pitbull?
  • 12:34 - 12:36
    Ci hanno visto quasi ogni giorno,
  • 12:36 - 12:38
    prima dell'alba o dopo il tramonto,
  • 12:38 - 12:40
    per quelli che saranno ormai
    più di due anni?
  • 12:42 - 12:44
    Quando e quanto presto
  • 12:44 - 12:47
    dopo che non sarò più una donna
  • 12:47 - 12:50
    verranno chiamati i poliziotti
    per contenere
  • 12:50 - 12:52
    e cancellare la mia presenza?
  • 12:53 - 12:56
    Quanto tempo prima che si stringano
    le borsette al petto,
  • 12:56 - 12:58
    che cambino strada?
  • 12:59 - 13:02
    Cosa significa diventare una bestia?
  • 13:03 - 13:06
    Trasformare il mio corpo
    in un altro tipo di minaccia?
  • 13:09 - 13:12
    È sbalordita
    che ne stia già prendendo atto.
  • 13:12 - 13:14
    Non posso permettermi di non farlo.
  • 13:15 - 13:16
    Fine della scena.
  • 13:17 - 13:21
    Chi può vedere me e la gente come me
    nella pelle in cui ci troviamo?
  • 13:23 - 13:25
    Chi oserà amarci,
  • 13:25 - 13:26
    tenerci stretti?
  • 13:26 - 13:29
    A chi importerà di noi
    oltre che a noi stessi?
  • 13:31 - 13:34
    Non stiamo cercando salvatori.
  • 13:34 - 13:36
    Possiamo contare gli uni sugli altri.
  • 13:36 - 13:38
    Come diceva Lilla Watson:
  • 13:38 - 13:42
    "Se sei venuto qui ad aiutarmi,
    stai sprecando il tuo tempo.
  • 13:42 - 13:44
    Ma se sei venuto qui perché riconosci
  • 13:44 - 13:46
    che la tua emancipazione
    è legata alla mia,
  • 13:46 - 13:48
    allora collaboriamo".
  • 13:48 - 13:53
    Collaboriamo per far sì
    che le vite dei trans neri contino.
  • 13:53 - 13:55
    L'esperienza vissuta
    delle persone trans nere
  • 13:55 - 13:56
    in giro per il mondo.
  • 13:56 - 14:00
    E se credete che la vostra emancipazione
    sia legata alla mia,
  • 14:00 - 14:02
    allora vi invito
  • 14:02 - 14:05
    a rendere Black Trans Lives Matter
    la vostra etica personale,
  • 14:05 - 14:07
    a essere agenti del cambiamento,
  • 14:07 - 14:10
    con impeto e consapevolezza.
  • 14:10 - 14:12
    Potete farlo in tre modi:
  • 14:12 - 14:15
    cambiate il vostro modo di pensare
    sull'essere neri e sul genere,
  • 14:16 - 14:19
    fate rumore correndo il rischio
  • 14:19 - 14:24
    di affrontare le false supposizioni,
    le paure e i pregiudizi degli altri,
  • 14:24 - 14:28
    siate consapevoli,
    prestate attenzione e credete
  • 14:28 - 14:31
    a ciò che i trans neri
    dicono sulle nostre vite.
  • 14:32 - 14:35
    Essere agenti del cambiamento
    impetuosi e consapevoli
  • 14:35 - 14:36
    richiede pratica.
  • 14:36 - 14:39
    Proprio come usare i pronomi giusti.
  • 14:39 - 14:42
    Per inciso, i miei sono loro e lui.
  • 14:44 - 14:45
    Usare i giusti pronomi
  • 14:45 - 14:49
    ed essere agenti impetuosi e consapevoli
    del cambiamento, conta.
  • 14:49 - 14:52
    Perchè le vite dei trans neri contano.
  • 14:52 - 14:54
    La mia vita conta.
  • 14:54 - 14:57
    Il mio corpo è un paese sovrano
  • 14:57 - 14:59
    e il mio primo posto di resistenza.
  • 15:01 - 15:05
    (Applausi)
标题:
Scene di vita di un trans nero
演讲者:
D-L Stewart
描述:

Al crocevia tra vita e sopravvivenza, lo studioso e attivista D-L Stewart ci invita all'interno di alcune scene della sua vita mentre resiste e riflette sui racconti disumanizzanti che hanno plasmato la sua esperienza come trans nero negli Stati Uniti.
Attraverso ogni parola della sua suggestiva e poetica analisi, Stewart evidenzia l'entità e l'urgenza del grido di battaglia "Black trans lives matter" e chiede ad altri di difendere quella verità.

more » « less
Video Language:
English
Team:
TED
项目:
TEDTalks
Duration:
15:19

Italian subtitles

修订