Italian subtitles

← vimeo.com/.../434946917

Get Embed Code
9 Languages

Showing Revision 18 created 10/18/2020 by Retired user.

  1. Salve, sono Evelyn Peña e sono
    una professoressa associata
  2. alla Cal Lutheran University.
  3. Sono anche la direttrice del
    Autism in Communications Center,
  4. che è un centro universitario focalizzato
  5. sull'inclusione, la comunicazione,
    l'accesso e l'istruzione universitaria
  6. per persone con autismo
    o individui autistici.
  7. Questo è mio figlio, Diego Peña,
    che oggi sta facendo un cameo
  8. e vorrebbe presentarsi
  9. usando la sua tavola delle lettere
  10. siccome non parla.
  11. Con lui c'è il suo partner
    di comunicazione
  12. e ora ci diranno qualcosa.
  13. (Partner di comunicazione)
    S.A.L.V.E. A. T.U.T.T.I
  14. Salve a tutti. Ok, rimettiti dritto.
  15. I.L. M.I.O. N.O.M.E. È. D.I.E.G.O
  16. (Partner) Salve a tutti,
    il mio nome è Diego.
  17. (Evelyn) Fantastico. Okay, vi dico
    giusto qualcosina su Diego,
  18. va in seconda media,
  19. è totalmente incluso nei
    programmi educativi generali
  20. è un presentatore di conferenze
    e autore del best seller
  21. "Anatomy of Autism".
    Quindi questi siamo noi
  22. e siamo felici di essere qui.
  23. Quindi, Diego è davvero felice
    di parlare dell'inclusione
  24. non solo nel suo libro ma anche
    condividendo i suoi pensieri.
  25. Penso che questo sia
    importante in relazione
  26. all'American with Disabilities Act,
  27. perché ha fornito una strada
    per l'inclusione nella comunità,
  28. l'istruzione universitaria
    e l'occupazione.
  29. In quanto giovane attivista,
    Diego ha vissuto l'esperienza
  30. dell'inclusione a scuola,
    quindi voleva condividere
  31. alcune idee che ha scritto.
  32. Le condividerà tramite il suo iPad,
  33. che lui chiama il suo "parlatore".
  34. (iPad): penso che
    la cultura dell'inclusione
  35. sia importante da avere
    per poter implementare
  36. strategie che sono vincenti
    per gli studenti autistici
  37. in una classe di istruzione generale.
  38. Senza inclusione, non sarei in grado
  39. di essere nell'ambito
    dell'istruzione generale.
  40. Essere autistico mi ha limitato
    sia verbalmente che fisicamente.
  41. Fortunatamente, ho accesso
    alla comunicazione digitando
  42. e questa forma di comunicazione
  43. mi ha dato l'opportunità
  44. di essere incluso nei programmi
    di educazione generale
  45. e nelle attività della comunità.
  46. (Evelyn): Grazie, Diego.
  47. La prima volta che
  48. davvero imparato qualcosa
    sull'American Disabilities Act
  49. fu quando stavo facendo delle ricerche
  50. su come avrei potuto
    aiutare mio figlio Diego,
  51. che è autistico e avete appena conosciuto,
  52. essenzialmente ad andare al college.
  53. Quando ho scoperto fosse autistico
  54. non sapevo minimamente se le persone
    avessero accesso al college o meno
  55. una volta diagnosticatogli l'autismo,
  56. o comunque quali fossero i precedenti.
  57. Quindi ho iniziato a cercare a riguardo
  58. e ho scoperto che sì,
    gli studenti autistici
  59. vanno al college, che è meraviglioso.
  60. Questo è successo quando
    Diego fu diagnosticato.
  61. è successo 8 anni fa o 10 anni fa
  62. e non c'erano molte ricerche riguardo
  63. studenti autistici che vanno al college.
  64. Fu quindi un campo nel quale fui felice
  65. di poter fare delle ricerche
    e pubblicare alcuni lavori
  66. su come possiamo aiutare
  67. gli studenti autistici
    ad andare al college
  68. e diventare persone di successo.
  69. Ma l'American with Disabilities Act
  70. è davvero importante per
    gli studenti autistici
  71. e gli studenti con disabilità in generale,
  72. per assicurarsi che abbiano
    accesso a curricula accademici,
  73. che abbiano le strutture necessarie
  74. per avere successo
    nell'ambiente accademico.
  75. Penso che l'ADA sia stato davvero
  76. un fattore chiave per assicurarsi
    che gli studenti con disabilità
  77. siano inclusi al college e
    nell'ambiente universitario.
  78. L'ADA ha sicuramente fornito molte
    opportunità agli studenti con disabilità,
  79. quindi sono davvero grata per questo.
  80. Penso ci siano alcune aree
    a cui dobbiamo pensare,
  81. nelle quali l'ADA ha alcune limitazioni.
  82. Una di queste riguarda il fatto che
  83. molti uffici per i servizi dei disabili
    che si trovano nei campus universitari
  84. richiedono diagnosi o la documentazione
  85. di valutazioni neuropsicologiche
  86. e può arrivare a costare
    diverse migliaia di dollari
  87. per qualcuno avere queste diagnosi.
  88. Penso che ultimamente ci sia stato
    un forte progresso con questi uffici,
  89. che ora dicono "Okay, considereremo
    il Programma di educazione individuale
  90. e il tuo piano educativo individuale
    del liceo come un form che attesti
  91. che hai davvero bisogno di questi servizi"
  92. Ma una cosa su cui dobbiamo
    lavorare ancora un po' di più
  93. è l'assicurarci che le istituzioni
    universitarie, di cui specialmente
  94. gli uffici per la disabilità, siano più
    flessibili nel far sì che gli studenti
  95. possano trovare un alloggio senza
    dover spendere 3 o 4 mila dollari
  96. per doverlo fare.
  97. Un'altra cosa a cui penso molto
    è che, anche se l'ADA fornisce
  98. alloggi importanti che sono ragionevoli
  99. e appropriati per gli studenti,
  100. penso di aver imparato che
  101. università e nello specifico
    uffici per le disabilità
  102. fanno un lavoro migliore
    quando vanno ben oltre l'ADA.
  103. Quindi quello che si
    richiede all'ADA -
  104. - di solito vedo componenti delle facoltà
    o lo staff del campus andare oltre l'ADA
  105. per far sì che gli studenti si sentano
    inclusi e si sentano parte del campus
  106. ed è davvero importante.
  107. Penso di aver imparato che
    esistono queste grandi leggi
  108. ma è anche importante per noi
    avere compassione e flessibilità
  109. per accogliere individui
    come mio figlio Diego,
  110. che deve avere, lo sapete,
    un partner di comunicazione
  111. e usa un iPad e una tabella
    delle lettere per comunicare.
  112. Vediamo che molti college stiano
    fornendo la giusta accoglienza,
  113. ma altri no perché è
    una cosa nuova per loro.
  114. Quindi penso che... tutte
    queste cose siano importanti
  115. e specialmente per gli studenti
    di colore e/o ai margini
  116. o gli studenti emarginati storicamente,
  117. che hanno un'identità che
    si interseca con la disabilità,
  118. dobbiamo assicurarci di fornire
  119. un ambiente che sia caloroso
    e accessibile nelle università.
  120. Penso dunque che una delle cose più
    importanti che ho imparato col mio lavoro,
  121. con questo lavoro di erudizione
    e sostegno che faccio ogni giorno,
  122. dividendolo in sostanza con facoltà
    e staff delle università in particolare,
  123. è sapere come gli uffici di supporto
    alla disabilità sono incaricati
  124. a fornire accoglienza
    in relazione all'ADA,
  125. ma quello che vedo spesso è che
  126. facoltà e staff non sono tenuti
  127. a ricevere un'educazione
    o un corso professionale
  128. per poter avere a che fare
    con bambini con disabilità.
  129. E se pensiamo al fatto che
    uno studente su dieci
  130. nei campus universitari ha
    una disabilità di qualche tipo
  131. e questi sono solo
    quelli documentati,
  132. quindi immaginate quelli che non lo
    riportano e hanno disabilità.
  133. Abbiamo davvero bisogno che gli educatori
    e lo staff delle nostre facoltà abbiano
  134. più conoscenza, più esperienza e più mezzi
  135. e che i loro strumenti per
    lavorare con studenti disabili,
  136. affinché possano includerli totalmente,
  137. siano vincenti e capaci di aiutare
    gli studenti ad arrivare alla laurea,
  138. così che possano avere delle
    opportunità d'impiego in futuro.