Return to Video

Sono STANCO di Podcast Italiano? � | Q&A per i 5 ANNI del progetto! �

  • 0:00 - 0:06
    D: Ciao a tutti e benvenuti su Podcast 
    Italiano. Quello di oggi è un video
  • 0:06 - 0:12
    molto speciale perché abbiamo Erika dopo non so 
    quanto tempo in un video che non sia un vlog.
  • 0:12 - 0:14
    E: Sì, è vero. Ciao a tutti.
  • 0:14 - 0:18
    D: E vuoi spiegare il perché 
    della tua apparizione,
  • 0:18 - 0:21
    del tuo ritorno qui sul canale YouTube?
  • 0:21 - 0:26
    E: Sì, tra qualche giorno, esattamente il…
  • 0:26 - 0:32
    D: Il 22 settembre, quindi forse è già passato 
    per voi che state guardando questo video.
  • 0:32 - 0:37
    E: Ok. Sarà il compleanno di Podcast 
    Italiano, ben 5 anni dall'apertura
  • 0:37 - 0:44
    del podcast. E quindi per festeggiare questa 
    ricorrenza – comunque cinque anni sono tanti
  • 0:44 - 0:55
    – Davide ha deciso di… di fare un Q&A, domande 
    e risposte, con le vostre domande ovviamente,
  • 0:55 - 1:01
    curiosità sul progetto più che altro e gli 
    serviva qualcuno che leggesse le domande.
  • 1:01 - 1:06
    D: Esattamente. Abbiamo già fatto un video 
    del genere due anni fa, se ti ricordi.
  • 1:06 - 1:12
    E: Mi ricordo un video in cui accendemmo 
    una candelina su un dolce improvvisato.
  • 1:12 - 1:15
    D: Sì, anche oggi dovremmo fare qualcosa così.
  • 1:15 - 1:15
    E: Ok.
  • 1:15 - 1:22
    Ma prima di passare alle domande voglio 
    ringraziare lo sponsor di oggi, che è NordVPN. Uno
  • 1:22 - 1:29
    sponsor molto speciale per Podcast Italiano perché 
    ha supportato il progetto negli scorsi mesi. Se
  • 1:29 - 1:35
    non sapeste che cos’è una VPN, è un servizio che 
    vi permette di crittografare il vostro traffico su
  • 1:35 - 1:43
    internet, rendendolo sia più sicuro che anonimo. 
    Questo è importante se usate per esempio wifi
  • 1:43 - 1:49
    pubblici, come in hotel, in ristoranti, in 
    caffetterie. Ma una VPN ha tanti vantaggi per
  • 1:49 - 1:55
    chi impara le lingue come voi, perché cambiando la 
    vostra posizione, scegliendo un server in un altro
  • 1:55 - 2:01
    paese del mondo immediatamente avrete accesso 
    all’intero catalogo di servizi di intrattenimento
  • 2:01 - 2:10
    come Netflix, Rai Play, Disney +. Quindi vi si 
    sbloccheranno di fronte ai vostri occhi film,
  • 2:10 - 2:18
    serie TV, contenuti, che prima erano del tutto 
    bloccati. Io stesso di recente per ascoltare un
  • 2:18 - 2:24
    canzone del mio gruppo musicale preferito, che era 
    uscita prima in Australia e in Nuova Zelanda per
  • 2:24 - 2:33
    questioni di fuso orario, ho usato NordVPN dal mio 
    telefono e ho avuto modo di sentirla in anticipo
  • 2:33 - 2:39
    su Spotify; questo è stato molto molto bello. E a 
    proposito, potete usare NordVPN anche dal vostro
  • 2:39 - 2:46
    telefono, potete connettere fino a sei dispositivi 
    contemporaneamente, e andranno tutti alla velocità
  • 2:46 - 2:52
    della luce. Seguite il mio link e usate il 
    codice PODITA all’acquisto e avrete il 73% di
  • 2:52 - 2:59
    sconto e 4 mesi in omaggio. Grazie a Nord per il 
    sostegno in questi mesi e iniziamo con le domande.
  • 2:59 - 3:05
    D: Io non le ho viste, non le 
    ho lette, Erika negli scorsi 10
  • 3:05 - 3:11
    minuti ha fatto un lavoro di selezione, di 
    raggruppamento, quindi sono tutto orecchi.
  • 3:11 - 3:15
    E: Volevo fare una premessa prima di farti 
    la prima domanda e cioè che tu non li hai
  • 3:15 - 3:20
    visti ma io ho letto un po’ i messaggi e ci 
    sono tante persone che non ti hanno fatto
  • 3:20 - 3:25
    domande ma ti hanno fatto complimenti, ti 
    hanno ringraziato per il tuo lavoro, per
  • 3:25 - 3:30
    tutte le cose che hanno imparato grazie ai tuoi 
    video. Quindi mi sembrava doveroso menzionarli.
  • 3:30 - 3:37
    D: E mi sembra doveroso ringraziare tutti 
    i commenti positivi che avete fatto adesso,
  • 3:37 - 3:42
    in questa occasione, o che fate sempre. 
    È una frase stereotipata però senza il
  • 3:42 - 3:48
    sostegno di un pubblico un progetto del genere 
    non potrebbe esistere, quindi grazie a voi che
  • 3:48 - 3:53
    guardate i video che ascoltate i podcast 
    e che mi sostenete in qualsiasi maniera.
  • 3:53 - 3:55
    E: Ok, e allora adesso possiamo cominciare.
  • 3:55 - 3:56
    D: Andiamo.
  • 3:56 - 4:03
    E: Ti faccio la prima domanda che, diciamo, 
    è anche la più adatta per iniziare perché,
  • 4:03 - 4:12
    appunto, partiamo dall'inizio, no? Infatti, un 
    sacco di persone ti hanno chiesto perché hai
  • 4:12 - 4:17
    deciso di cominciare con questo progetto, 
    no? Menziono qualcuno… maricesar03,
  • 4:19 - 4:25
    olgakedziora_ credo si pronunci, scusate 
    se sbaglierò a dire i vostri nomi.
  • 4:25 - 4:29
    D: Li storpieremo, [E: Esatto.] 
    quindi scusateci in anticipo.
  • 4:29 - 4:34
    E: Carlos Ss. e so che anche qualcuno sul 
    gruppo Telegram aveva questa domanda, quindi…
  • 4:34 - 4:42
    D: Gruppo Telegram del Podcast Italiano Club, a 
    proposito. Io stesso ero un fruitore di podcast
  • 4:42 - 4:53
    tipo il mio e mi piaceva utilizzare i podcast come 
    materiale per imparare le lingue che imparavo e
  • 4:53 - 4:59
    all'epoca ero molto più appassionato di lingue 
    straniere, nel senso che le imparato molto più
  • 4:59 - 5:04
    attivamente di oggi [E: Sì.] e… e quindi ho 
    deciso di fare una cosa simile semplicemente.
  • 5:04 - 5:04
    E: Beh…
  • 5:04 - 5:09
    D: E l'ho detto anche in un video recente 
    con Alberto Arrighini, gliel'ho detto a lui,
  • 5:09 - 5:18
    lui mi ha ispirato un po’ perché ho visto che 
    esisteva già un progetto simile a quello che
  • 5:18 - 5:23
    volevo fare io che era il suo e ho visto 
    che aveva una pagina Patreon addirittura,
  • 5:23 - 5:27
    quindi mi ero già fatto qualche sogno tipo [E: 
    Sì.] “Potrei fare anch'io una cosa simile”,
  • 5:27 - 5:31
    quindi… quindi grazie Alberto 
    se stai vedendo questo video!
  • 5:31 - 5:35
    E: Però tu quindi avevi questa 
    idea di poter… cioè, più che
  • 5:35 - 5:39
    idea magari questo sogno di poterci 
    vivere o è nato più come un hobby?
  • 5:39 - 5:45
    D: Mmm. C'era un po’ quel sogno, 
    nel senso… mi sarebbe piaciuto. Non…
  • 5:45 - 5:49
    E: Però forse non volevi dirlo ad alta 
    voce, no? Per scaramanzia, non so.
  • 5:49 - 5:57
    D: Sì, come dire… non… Mi rendevo conto 
    del fatto che era possibile. Come dire,
  • 5:57 - 6:04
    oggi mi rendo conto che si può vivere aprendo 
    un progetto online. Nel mio campo poi ho visto
  • 6:04 - 6:09
    tante persone farlo, conosco persone che 
    hanno progetti molto più grossi del mio che
  • 6:09 - 6:15
    hanno iniziato facendo qualcosa tipo la mia e 
    che hanno delle aziende con 10–15 dipendenti.
  • 6:15 - 6:22
    E: Sì, a questo proposito proprio sul gruppo 
    Telegram Anton ti chiedeva se era una cosa,
  • 6:22 - 6:27
    diciamo, premeditata, che pensavi da tempo 
    o se invece è stata una cosa del momento.
  • 6:27 - 6:32
    D: Ci ho pensato per un po’ di tempo, 
    non mi ricordo se settimane o mesi forse,
  • 6:32 - 6:39
    immagino qualche mese prima di… come dire, 
    trovare il coraggio di… di farlo. Però se
  • 6:39 - 6:45
    posso dare un consiglio: se avete in mente idee 
    tipo “Vorrei realizzare un progetto” di qualsiasi
  • 6:45 - 6:51
    genere meglio (se potete farlo, dipende dal 
    progetto), meglio… meglio iniziare subito e farlo,
  • 6:51 - 6:58
    non… non pensarci troppo perché uno impara 
    tanto facendo le cose e non, come dire…
  • 6:58 - 6:58
    E: Meditando.
  • 6:58 - 7:01
    D: Pianificando in anticipo.
  • 7:01 - 7:01
    E: Sì.
  • 7:01 - 7:01
    D: Quindi sì.
  • 7:01 - 7:09
    E: Sempre più o meno su questo argomento Atallia.n 
    chiede: “È stato difficile creare il podcast,
  • 7:09 - 7:14
    disegnare il sito e trovare i primi ascoltatori?” 
    Quindi proprio un po’ più a livello pratico.
  • 7:14 - 7:20
    D: Beh sì, ci sono delle cose che uno deve 
    imparare a fare, tipo… tipo fare un sito,
  • 7:20 - 7:27
    gestire, che ne so, gli aspetti più 
    tecnici, però non è così difficile,
  • 7:27 - 7:33
    nel senso, le informazioni ci sono, quindi 
    oggi poi è più facile che mai. Se uno vuole
  • 7:33 - 7:40
    fare un podcast lo può fare con piattaforme che 
    semplificano molto [E: Sì.] il processo, quindi…
  • 7:40 - 7:42
    E: Sì, beh, anche creare i siti non
  • 7:42 - 7:46
    è [D: Sì certo.] difficile come 
    poteva esserlo magari all'inizio.
  • 7:46 - 7:49
    D: Si impara, per questo dico: 
    bisogna farle queste cose,
  • 7:49 - 7:56
    mettersi e… e imparare tutti questi aspetti 
    più noiosi forse che però sono fondamentali.
  • 7:56 - 8:00
    E: Infatti cuadernodeandre 
    ti chiede: qual è l'impatto,
  • 8:00 - 8:02
    cambio più grande che Podcast Italiano ti ha dato?
  • 8:02 - 8:08
    D: Vabbè, avere uno stipendio? [Ridono]. 
    Anche questo l'ho già detto in passato: io
  • 8:08 - 8:15
    non ho mai lavorato nel senso di avere un lavoro 
    fisso, cioè ho fatto qualcosina mentre studiavo,
  • 8:15 - 8:21
    però cose non molto… non molto serie, quindi 
    questo è il mio primo vero lavoro serio. E quindi
  • 8:21 - 8:27
    questo è il cambiamento più grande. Io, finita 
    l'università, avevo già questo… questo progetto
  • 8:27 - 8:34
    era già avviato, e quindi ho potuto continuare a 
    farlo. Quello è un cambiamento, avere dei soldi.
  • 8:34 - 8:34
    E: Beh, direi.
  • 8:34 - 8:39
    D: Quindi grazie a voi che mi 
    finanziate la casa e il cibo.
  • 8:39 - 8:44
    E: Daniel Scarchilli, credo 
    di pronunciare giusto, chiede:
  • 8:44 - 8:49
    “Che cosa avresti voluto sapere che in realtà 
    non sapevi prima di cominciare su questa strada?”
  • 8:49 - 8:53
    D: Forse quello che ho detto prima: avrei 
    voluto avere una maggiore consapevolezza
  • 8:53 - 9:02
    della realizzabilità, della fattibilità di 
    un progetto del genere, però è una cosa che
  • 9:02 - 9:06
    scopri strada facendo. Quindi avrei voluto 
    magari avere più questa consapevolezza,
  • 9:06 - 9:11
    magari avrei preso questo tipo di 
    attività più seriamente fin dall'inizio.
  • 9:11 - 9:11
    E: Da prima.
  • 9:11 - 9:18
    D: Sì, tipo vedo adesso persone che hanno 
    progetti molto nuovi e lo… lo approcciano
  • 9:18 - 9:24
    proprio con una serietà magg… diversa, una 
    serietà, una mentalità più imprenditoriale
  • 9:24 - 9:27
    fin da subito. È chiaro che bisogna 
    avere sempre pazienza, se uno pensa
  • 9:27 - 9:34
    dall'oggi al domani di… no? Farsi… crearsi uno 
    stipendio si sbaglia, probabilmente si sbaglia.
  • 9:34 - 9:39
    E: Beh, ti faccio una domanda che è forse 
    la mia preferita di Portuguese with Leo.
  • 9:39 - 9:45
    D: A proposito di… A proposito di persone 
    che hanno iniziato un progetto con una
  • 9:45 - 9:50
    mentalità molto così, imprenditoriale: c'è 
    Leo, iscrivetevi al suo canale, lui è da
  • 9:50 - 9:56
    pochi mesi che ha iniziato col suo progetto, 
    meno di un anno e ha quasi i miei iscritti,
  • 9:56 - 10:00
    insomma, sta facendo le cose molto 
    molto bene, quindi un ottimo esempio.
  • 10:00 - 10:04
    E: Allora sì, in realtà ti fa ben due domande. La
  • 10:04 - 10:07
    prima e più importante è: “Come 
    fai ad avere così tanto stile?”
  • 10:07 - 10:12
    D: È la potenza delle lingue 
    straniere, no? Più ne impari,
  • 10:12 - 10:16
    più acquisisci stile. Vedi Luca Lampariello, no?
  • 10:16 - 10:22
    E: Ah, ho capito. La seconda domanda è: 
    “Come fai a…” Ha scritto: “Ora sul serio”.
  • 10:22 - 10:23
    D: Ah quindi non era serio.
  • 10:23 - 10:25
    E: Esatto. Forse non era serio.
  • 10:25 - 10:27
    D: Ora mi offendo molto con Leo.
  • 10:27 - 10:31
    E: Chiede: “Come fai a far sì che non 
    ti manchino idee di video ed episodi?”
  • 10:31 - 10:37
    D: Perché chi ha detto che non mi mancano idee? 
    Come più o meno tutti i creatori di contenuti,
  • 10:37 - 10:40
    immagino, ho una lista con tante idee. Poi
  • 10:40 - 10:45
    alcune idee sono più facilmente 
    realizzabili, altre… altre meno.
  • 10:45 - 10:49
    E: Altre forse sono su questa lista 
    tipo da quando hai cominciato,
  • 10:49 - 10:54
    io ogni tanto vedo che sono 
    sempre lì, mai realizzate.
  • 10:54 - 11:00
    D: Sì esatto, dipende anche dai periodi poi. 
    Ci sono periodi in cui ti senti più creativo
  • 11:00 - 11:06
    e ti vengono più idee, altri periodi in cui 
    lo sei di meno. Sicuramente leggere aiuta.
  • 11:06 - 11:07
    E: Sì, infatti stavo per dire…
  • 11:07 - 11:14
    D: Quindi se uno fa video nel mio caso 
    sull'italiano o anche sull’italiano come,
  • 11:14 - 11:19
    insomma, curiosità sulla lingua, chiaramente 
    leggere aiuta, mi fa venire tante idee.
  • 11:19 - 11:24
    E: Ci Bressan: “Cosa faresti di diverso da 
    quello che hai fatto fino a qui?” Cioè, c’è
  • 11:24 - 11:30
    qualcosa di cui magari sei pentito che 
    comunque faresti in maniera diversa?
  • 11:30 - 11:36
    D: Forse avrei aperto prima la pagina 
    su Patreon, il mio club, che ringrazio,
  • 11:36 - 11:40
    ringrazio tutte le persone che sono 
    sul club perché sono fondamentali,
  • 11:40 - 11:45
    il loro supporto è fondamentale. Penso 
    che avrei dovuto iniziare prima perché,
  • 11:45 - 11:52
    a proposito di meditare troppo alcune scelte 
    e pianificare in maniera eccessiva, ecco,
  • 11:52 - 11:56
    per me Patreon è stato così. Una cosa che 
    avrei fatto diversamente, che avrei preso…
  • 11:56 - 12:02
    preso meno impegni relativamente a Patreon, 
    perché io faccio un sacco di cose su Patreon
  • 12:02 - 12:08
    il che è ciò che lo fa funzionare secondo 
    me, perché ci sono 800 persone oggi, però
  • 12:08 - 12:12
    mi prende anche tanto tempo e quindi non posso 
    fare altre cose che vorrei fare o comunque è più
  • 12:12 - 12:20
    difficile. E continuo a non imparare da… da 
    ciò perché continuo a fare nuove cose per il
  • 12:20 - 12:25
    club su Patreon, il club del libro, sembra che sto 
    sponsorizzando adesso e lo sto facendo in realtà.
  • 12:25 - 12:35
    E: Ogni scusa è buona per sponsorizzare il 
    Patreon. Poi … chiede: “C'è qualcuno che
  • 12:35 - 12:42
    avresti voluto avere nel podcast”, immagino come 
    ospite intenda, “ma che non hai ancora avuto?”
  • 12:42 - 12:48
    D: Per esempio Alessandro Barbero che forse 
    conoscete, è uno storico molto famoso in Italia,
  • 12:48 - 12:55
    molto famoso anche tra chi impara la lingua 
    e l'ho contattato qualche mese fa per parlare
  • 12:55 - 12:59
    del suo ultimo libro e mi ha risposto. Io 
    pensavo che non mi avrebbe risposto perché,
  • 12:59 - 13:05
    no? Lo vedevo come una celebrità irraggiungibile. 
    Mi ha risposto dopo venti minuti rifiutando però
  • 13:05 - 13:10
    in maniera molto molto gentile, dicendo che 
    non aveva proprio tempo e non poteva, quindi…
  • 13:10 - 13:11
    E: Ma dai, però comunque è un signore…
  • 13:11 - 13:12
    D: Un signore, sì.
  • 13:12 - 13:22
    E: Ok. Poi ci sono un po’ di persone a cui 
    manca un po’ il podcast. Infatti Timoteo chiede:
  • 13:22 - 13:29
    “Perché hai smesso di aggiornare il podcast? Mi 
    manca molto”. E Atallia di cui abbiamo letto,
  • 13:29 - 13:31
    credo, una domanda già prima ti chiede anche:
  • 13:31 - 13:35
    “Usciranno ancora gli episodi di 
    Riflessioni senza trascrizioni?”.
  • 13:35 - 13:43
    D: Beh, ne è uscito uno qualche giorno fa. Sì, 
    manca anche a me il podcast. Come avete visto,
  • 13:43 - 13:48
    mi sono concentrato su YouTube negli ultimi mesi 
    per vari motivi. Non lo so. Perché… come dire,
  • 13:48 - 13:54
    YouTube ti permette di raggiungere un pubblico 
    nuovo più facilmente. Seconda cosa: perché…
  • 13:54 - 14:01
    perché il mio tempo è limitato e quindi… io 
    farei tutto, però dovendomi concentrare mi…
  • 14:01 - 14:06
    mi sono concentrato su YouTube. Mi piace anche 
    molto l'interazione che c'è su YouTube, il fatto
  • 14:06 - 14:12
    che ci siano i commenti e tutto questo aspetto. 
    I podcast sono più come.. la mia sensazione è:
  • 14:12 - 14:20
    io faccio una cosa, produco un episodio e poi 
    lo lancio nel vuoto. C'è molto poco… molto
  • 14:20 - 14:25
    poco feedback, per usare un anglicismo che usano 
    tutti [E: Riscontro.] molto... Però in realtà sì,
  • 14:25 - 14:31
    è più che altro una questione di… di tempo e 
    non poter far tutto da solo. E c'erano anche
  • 14:31 - 14:36
    altre domande, non so se volevi stare su 
    questo argomento, di persone, per esempio,
  • 14:36 - 14:42
    se non sbaglio era Lazlo sulla chat Telegram 
    del club che chiede se ho piani di creare un
  • 14:42 - 14:48
    team o un gruppo, come dire… assumere persone 
    e… Sì, in futuro mi piacerebbe sicuramente,
  • 14:48 - 14:54
    perché no? Oggi, come dire, mi rendo conto 
    che si può fare, tanti l'hanno fatto.
  • 14:54 - 14:54
    E: Sì.
  • 14:54 - 15:01
    D: Ah, a proposito, anche Vera sempre sulla chat 
    del club diceva la stessa cosa: “Se nel futuro,
  • 15:02 - 15:09
    il club nello specifico, diventa troppo 
    impegnativo, assumeresti qualcuno per… per
  • 15:09 - 15:14
    farti aiutare? Quali sarebbero i tuoi 
    dubbi o… o rischi se Podcast Italiano
  • 15:14 - 15:19
    diventasse un'impresa con dipendenti? Cosa 
    faresti per mantenere l'essenza come oggi?”
  • 15:19 - 15:25
    Io non mi preoccupo troppo in realtà del… 
    di questa cosa, che se assumessi persone
  • 15:25 - 15:32
    Podcast Italiano perderebbe la sua essenza. 
    Non lo credo, non lo temo sinceramente,
  • 15:32 - 15:38
    penso che… cioè tanti lo fanno. E… come dire… 
    sì, diventa una cosa più professionale, magari.
  • 15:38 - 15:43
    E: Quindi non saresti, diciamo, 
    geloso del progetto, come di… non so,
  • 15:43 - 15:46
    condividere una tua creatura, un tuo figlio.
  • 15:46 - 15:50
    D: Non lo so, dovrei vedere ma non 
    credo. Sinceramente non credo, anzi,
  • 15:50 - 15:55
    credo che i vantaggi sarebbero 
    molto molto maggiori, nel senso,
  • 15:55 - 16:01
    il fatto di non dovermi uccidere, fare tutto 
    io. Poi penso che comunque mi ucciderei perché
  • 16:01 - 16:05
    alla fine se non fai alcune cose puoi 
    sempre farne altre [E: Sì.] e quindi…
  • 16:05 - 16:09
    E: Puoi sempre trovare il modo 
    di riempirti ogni momento.
  • 16:09 - 16:14
    D: Sì.

    E: Poi ho tenuto un po’ in sospeso la domanda
  • 16:14 - 16:20
    più interessante. In realtà l'hanno chiesto in 
    tantissimi. Non so neanche se riuscirò a leggere
  • 16:20 - 16:26
    tutti i nomi perché è una domanda stragettonata. 
    Tutti vogliono sapere cose del tipo se hai mai
  • 16:26 - 16:31
    pensato di abbandonare il progetto, se hai avuto 
    difficoltà, quali sono state le tue difficoltà.
  • 16:31 - 16:37
    D: Beh, sicuramente all'inizio c'è stato qualche 
    mese in cui non caricavo niente. I primi anni
  • 16:37 - 16:45
    in cui non lo facevo in maniera professionale 
    sicuramente c'è stato qualche momento di sconf…
  • 16:45 - 16:51
    No, non sconforto perché comunque non ero neanche 
    forse così legato (al progetto) [E: Sì.] e quindi,
  • 16:51 - 16:58
    come dire, non pubblicavo niente per mesi e 
    me ne fregavo. Da quando lo faccio in maniera
  • 16:58 - 17:04
    professionale ed è il mio lavoro, quindi 
    da… fine 2019, diciamo, sicuramente ci sono
  • 17:04 - 17:10
    stati periodi in cui ero di umore un po’ più 
    nero, vedevo le cose in maniera più negativa,
  • 17:10 - 17:16
    ma penso sia normale in qualsiasi lavoro. Per me 
    in realtà il 2020 è andato molto bene, nonostante
  • 17:16 - 17:25
    il mondo fosse totalmente impazzito [E: Sì.] e 
    ci fosse il pandemonio pandemico. Quest'anno,
  • 17:25 - 17:30
    il 2021 per me è stato più difficile, è stato 
    più difficile mantenere alta la motivazione,
  • 17:30 - 17:36
    fare un video a settimana o quasi, 
    trovare argomenti di cui parlare,
  • 17:36 - 17:42
    come diceva Leo. In realtà non è stato così 
    facile come magari sembra. Il lockdown poi,
  • 17:42 - 17:47
    lavorare sempre qui a casa tutto il tempo, 
    anche quella è una cosa che prima o poi dovrò
  • 17:47 - 17:53
    cambiare perché sono troppo sedentario. 
    Vivo in questa stanza che… in questo
  • 17:53 - 17:58
    appartamento che è troppo piccolo per fare 
    tutto, lavorare, vivere, eccetera, quindi…
  • 17:58 - 18:02
    E: Però non credo tu abbia mai 
    pensato di abbandonare tutto.
  • 18:02 - 18:07
    D: L’abbandonare no, perché alla fine diventa… 
    diventa il tuo lavoro, no? Ed è questo il
  • 18:07 - 18:14
    mio lavoro, questa è la… la mia vita adesso. 
    Abbandonarlo vorrebbe dire farsi un'altra vita.
  • 18:14 - 18:15
    E: Sì, cambiare davvero radicalmente.
  • 18:15 - 18:22
    D: E visto che non… non saprei 
    assolutamente cosa fare se non questo,
  • 18:22 - 18:26
    non vorrei… non vorrei cambiare, 
    non ho un reale motivo di farlo.
  • 18:26 - 18:26
    E: Certo.
  • 18:26 - 18:32
    D: È vero che essendo una cosa un po’ forse 
    particolare ti chiedi se ha senso, ha senso
  • 18:32 - 18:37
    un progetto del genere, tra dieci anni avrà 
    ancora senso, tra quindici anni, tra vent'anni
  • 18:37 - 18:41
    farò ancora video su YouTube? Farò podc… cosa 
    farò tra vent'anni? È una domanda che mi mette
  • 18:41 - 18:47
    molta paura se ci penso troppo a lungo, però penso 
    che è una domanda che si fanno tutti, immagino.
  • 18:47 - 18:47
    E: Sì, infatti.
  • 18:47 - 18:48
    D: Quindi, cioè…
  • 18:48 - 18:53
    E: Beh, ma poi è una domanda a cui 
    di fatto nessuno ha risposta perché,
  • 18:53 - 19:00
    non so, adesso uno ha dei desideri, ha 
    delle aspirazioni, pensa di volere delle
  • 19:00 - 19:05
    cose che poi magari anche solo tra cinque 
    anni non vorrà più o vorrà cose diverse,
  • 19:05 - 19:10
    quindi, non so neanche se poi abbia 
    così senso fare progetti così a lungo
  • 19:10 - 19:17
    termine. Maria … Gonzalez chiede: “Trovi 
    questo progetto più interessante adesso di
  • 19:17 - 19:21
    prima?” Cioè, credi che sia diventato più 
    interessante col tempo? Beh, spero di sì.
  • 19:21 - 19:28
    D: Beh, non lo so, dipende dai momenti. Cioè, 
    all'inizio, proprio quando ho iniziato nel 2016
  • 19:28 - 19:35
    chiaramente ero pieno di entusiasmo, ero 
    entusiasta di iniziare questo progetto,
  • 19:35 - 19:41
    quindi [E: Certo.] forse quello era l'apice 
    di entusiasmo. Poi negli anni successivi,
  • 19:42 - 19:48
    come dire… è stato variabile. Poi quando sono 
    riuscito davvero a farlo diventare il mio lavoro,
  • 19:48 - 19:56
    quindi 2019–2020, anche lì c'è stato… c'è stata 
    una nuova ondata di forte entusiasmo secondo me,
  • 19:56 - 20:01
    ero entusiasta davvero di… di farlo come lavoro, 
    di non dover andare più all'università che odiavo.
  • 20:02 - 20:06
    Adesso mmm… non so, è un lavoro interessante 
    sicuramente, parlo di cose che mi piacciono,
  • 20:06 - 20:12
    faccio cose che mi piacciono in generale, però è 
    anche più, come dire, una cosa di routine, faccio…
  • 20:12 - 20:14
    E: Sì, è diventata la normalità.
  • 20:14 - 20:22
    D: Sì certo, nel senso… faccio cose interessanti 
    all'interno di un lavoro che ha tanti aspetti di
  • 20:22 - 20:28
    routine. Faccio tante cose che sono sempre uguali 
    ogni settimana, ogni giorno [E: Sì.] e quindi non
  • 20:28 - 20:31
    è che uno può essere [E: Certo.] sempre esaltato 
    tutto il tempo [E: No, infatti.], sempre felice,
  • 20:31 - 20:36
    anche se… cioè, io non credo che esistano 
    lavori così. Però in generale magari…
  • 20:36 - 20:41
    E: Sì, e poi secondo me anche tante cose quando 
    poi le fai a livello professionale diventano anche
  • 20:42 - 20:48
    ansiogene, no? Nel senso che… cioè, quando una 
    cosa passa da essere un hobby a essere il tuo
  • 20:48 - 20:54
    lavoro ed è la cosa che ti dà da mangiare di 
    fatto e inizia anche a diventare più un ansia,
  • 20:54 - 21:00
    no? Quella di dover performare, appunto, 
    tanto uno sportivo quanto magari un libero
  • 21:00 - 21:05
    professionista, di dover sempre performare 
    al massimo, di dover mantenere uno standard.
  • 21:05 - 21:10
    D: Sì, certo, poi se hai un pubblico 
    c'è anche l'aspetto delle aspettative
  • 21:10 - 21:17
    del pubblico e se fai video per 
    50 persone o per 90.000 è diverso.
  • 21:17 - 21:22
    E: Okay, adesso ti faccio una domanda 
    di A. D., finalmente un nickname che
  • 21:22 - 21:28
    so dire in maniera facile perché è proprio 
    A. D. “Se avessi abbastanza soldi e risorse
  • 21:29 - 21:33
    quale progetto ti piacerebbe realizzare, sia 
    legato al canale che a livello personale?”
  • 21:33 - 21:41
    D: Abbastanza soldi e risorse… che poi 
    sono sempre soldi risorse credo, no?
  • 21:41 - 21:46
    E: Sì, credo di sì, non lo so.
  • 21:46 - 21:51
    D: Ok. Non lo so, qualcosa nella vita 
    reale, credo, sia… sarebbe interessante.
  • 21:51 - 21:51
    E: Ok.
  • 21:51 - 21:56
    D: C'era anche qualcuno che chiedeva 
    se ho intenzione di aprire l'albergo di
  • 21:56 - 22:02
    Podcast Italiano nella chat su Telegram 
    perché è qualcosa di cui ho parlato,
  • 22:02 - 22:07
    non mi ricordo dove, cioè anche noi ogni 
    tanto ne parliamo, sarebbe bello… beh,
  • 22:07 - 22:12
    non so se ha senso economicamente 
    aprire un albergo di Podcast Italiano…
  • 22:12 - 22:14
    E: Un “Podcast Italiano Albergo”.
  • 22:14 - 22:19
    D: Però creare eventi dal vivo oppure creare,
  • 22:19 - 22:24
    non lo so, campi estivi o cose… cose di 
    questo genere, qualcosa nella vita reale.
  • 22:24 - 22:24
    E: Sì.
  • 22:24 - 22:27
    D: Non… non che non sia reale Internet.
  • 22:27 - 22:28
    E: Sì, però non online magari.
  • 22:28 - 22:34
    D: Di persona, di persona ecco. Se avessi un 
    milione di euro, non so cosa farei sinceramente.
  • 22:34 - 22:39
    E: Ma di sicuro non un progetto, 
    ma una bella vacanza e via.
  • 22:39 - 22:43
    D: Sì no, però… beh, sicuramente 
    assumerei persone se avessi più
  • 22:43 - 22:47
    soldi. So che è banale però se 
    assumi persone devi anche pagarle.
  • 22:48 - 22:53
    E: Eh. Beh, poi per concludere 
    una domanda un po’ di rito,
  • 22:53 - 22:59
    però: sia Zoek che Sara chiedono un po’ 
    quali sono i tuoi piani per il futuro,
  • 22:59 - 23:04
    Sara ti fa proprio la solita domanda da 
    colloquio “Dove ti vedi tra dieci anni?”
  • 23:04 - 23:11
    D: E anche Lazlo sulla chat su Telegram chiedeva 
    “piani per il futuro”. Un po’ l'abbiamo già detto.
  • 23:11 - 23:19
    Assumere persone sarebbe bello, mi piacerebbe 
    fare un corso, l'ho detto prima, è una cosa che
  • 23:19 - 23:25
    avrei dovuto fare anni fa perché economicamente 
    ha senso. Poi non lo so. Il futuro… non lo so.
  • 23:25 - 23:29
    Tra cinque anni, dieci anni è difficile 
    prevedere dove sarò e cosa starò facendo,
  • 23:29 - 23:35
    però ci vuole anche tanta organizzazione e tanta 
    pianificazione. Io non sono bravo in queste cose,
  • 23:35 - 23:40
    nel pianificare cose, la mia pianificazione 
    di solito non va oltre i sette giorni.
  • 23:40 - 23:46
    E: Beh, dai però forse sei riuscito a 
    migliorare un po’ anche in quello, no?
  • 23:46 - 23:50
    D: Grazie a te, tra l'altro, che mi hai 
    detto: “Ma D. forse se tu ti facessi un
  • 23:50 - 23:58
    piano dei contenuti per un mese, magari… 
    magari potrebbe aiutarti questa cosa?”
  • 23:58 - 23:59
    E: Pensate che idea!
  • 23:59 - 24:05
    D: Io da cinque anni che faccio il 
    creatore di contenuti ho detto: “Sai che…”
  • 24:05 - 24:05
    E: Sai che non ci ho mai pensato?
  • 24:05 - 24:14
    D: E voglio ringraziare te Erika perché alla 
    fine sei stata una parte… parte integrante di… di
  • 24:14 - 24:20
    questo progetto, anche se, come dire, a volte 
    non ci sei per mesi nei podcast, nei video,
  • 24:20 - 24:28
    però alla fine secondo me è indicativo della 
    tua importanza per questo progetto il fatto
  • 24:28 - 24:35
    che molto spesso le persone quando parlano di 
    questo progetto, quando ringraziano me spesso
  • 24:35 - 24:41
    ringraziano anche te. E quindi vuol dire che… che 
    sei stata una parte integrante e fondamentale.
  • 24:41 - 24:43
    E: Bello, molto bello.
  • 24:43 - 24:43
    D: Quindi grazie.
  • 24:43 - 24:48
    E: Purtroppo sì, mi piacerebbe 
    partecipare di più, fare più cose,
  • 24:48 - 24:51
    però purtroppo il tempo è limitato e…
  • 24:51 - 24:54
    D: La verità è che vuole soldi e io non la pago.
  • 24:54 - 24:57
    E: Sì beh, questo chiaramente.
  • 24:57 - 25:03
    D: Va bene, basta, basta. Prendi il vino! Scusa 
    è che se no che anniversario è, che compleanno
  • 25:03 - 25:09
    è se non festeggiamo? No ma non una roba 
    vecchia di vent'anni. Vorrei non intossicarmi.
  • 25:09 - 25:12
    E: Beh, Davide, è comparsa 
    magicamente una bottiglia.
  • 25:13 - 25:21
    D: Un blanc de blanc vino spumante, 
    mi sembra un’ottima occasione. Sono
  • 25:21 - 25:27
    riuscito a non distruggere niente. 
    E niente. Fa sentire al microfono!
  • 25:29 - 25:33
    E: È diventato un video ASMR.
  • 25:33 - 25:36
    D: E allora cosa si dice in 
    queste situazioni, Erika?
  • 25:36 - 25:38
    E: Alla vostra!
  • 25:38 - 25:44
    D: Alla vostra e alla nostra e altri 
    cinque anni di Podcast Italiano.
  • 25:44 - 25:50
    E: Cin!
  • 25:50 - 25:52
    D: Ma chiudo così?
Pavadinimas:
Sono STANCO di Podcast Italiano? � | Q&A per i 5 ANNI del progetto! �
Apibudinimas:

more » « less
Video Language:
Italian
Team:
Podcast Italiano
Duration:
26:17

Italian subtitles

Revisions Compare revisions