Return to Video

20 Tips for Instructors about Making Online Learning Courses Accessible

  • 0:02 - 0:04
    ♪ (Musica) ♪
  • 0:04 - 0:07
    Narratore: Sheryl Burgstalher
    condivide risultati precedenti
  • 0:07 - 0:11
    e consigli per creare attività
    formative online accessibili a tutti.
  • 0:11 - 0:15
    ♪ (Musica) ♪
  • 0:15 - 0:21
    Cosa progettisti e docenti dovrebbero
    sapere sull'accessibilità online dei corsi
  • 0:22 - 0:24
    Sheryl Burgstalher: Oggi vi parlerò
  • 0:24 - 0:29
    brevemente dell'accessibilità
    dell'apprendimento online,
  • 0:29 - 0:32
    aspetti che progettisti e docenti
    universitari dovrebbero sapere.
  • 0:32 - 0:35
    Spesso quando affronto questo argomento,
  • 0:35 - 0:41
    docenti universitari dicono:
    "Non ho abbastanza tempo,"
  • 0:42 - 0:46
    oppure, in alternativa:
    "Non ho fondi sufficienti."
  • 0:46 - 0:47
    Come supporto alle attività.
  • 0:47 - 0:52
    "E non ho un supporto tecnico adeguato."
  • 0:52 - 0:56
    Bene, in questi casi, ovviamente
    in maniera molto diplomatica, dico
  • 0:56 - 1:00
    che ci sono alcune cose
    che tutti noi possiamo fare.
  • 1:00 - 1:02
    Non dobbiamo fare tutto subito.
  • 1:02 - 1:06
    Possiamo rendere i corsi accessibili
    facendo un passo dopo l'altro.
  • 1:06 - 1:09
    Ciò porta a questa specifica
    pubblicazione dal titolo:
  • 1:09 - 1:12
    [Trad.] "20 Consigli per Insegnare
    un Corso Accessibile Online".
  • 1:12 - 1:15
    Parlerò di questo, brevemente.
  • 1:15 - 1:18
    È parte di un progetto chiamato
    "AccessCyberlearning"
  • 1:18 - 1:21
    una delle nostre risorse
    per altri progetti.
  • 1:21 - 1:25
    Devo tornare indietro al 1995.
  • 1:25 - 1:27
    Ho insegnato il primo corso online
  • 1:27 - 1:29
    qui all'Università di Washington.
  • 1:29 - 1:32
    C'è un piccolo aneddoto che mi riguarda.
  • 1:32 - 1:35
    Era il 1995 e sono ancora
    in stato di shock
  • 1:35 - 1:37
    del fatto che abbiano assunto
    una diciottenne
  • 1:37 - 1:38
    che voleva fare questi corsi!
  • 1:38 - 1:39
    (Risate)
  • 1:39 - 1:44
    Ma ero abbastanza precoce
    così ho tenuto il corso
  • 1:44 - 1:49
    con il Dr. Norm Coombs
    al Rochester Institute of Technology.
  • 1:49 - 1:52
    Abbiamo fatto conferenze
    sulla tecnologia accessibile
  • 1:52 - 1:54
    in tutto il paese
  • 1:55 - 1:59
    e l'Università di Washington
    aveva un ampio
  • 1:59 - 2:04
    programma di apprendimento a distanza
    basato sul sistema di posta elettronica.
  • 2:04 - 2:07
    Quindi inviavano materiali
    agli studenti, inclusi video.
  • 2:07 - 2:10
    e facevano esami in sedi abilitate
    dislocate in tutto il paese,
  • 2:10 - 2:14
    era tutto abbastanza sviluppato
    quando abbiamo iniziato.
  • 2:14 - 2:17
    Per chiarire, il mio obiettivo segreto
    in qualche modo era,
  • 2:17 - 2:20
    volevo assicurarmi che questi corsi online
  • 2:20 - 2:23
    fossero accessibili alle persone disabili
  • 2:23 - 2:27
    ma volevo anche capire se potevamo
    davvero avere una classe online
  • 2:27 - 2:30
    molto simile a quelle in sede.
  • 2:30 - 2:32
    Qualcosa come la tecnologia assistiva,
  • 2:32 - 2:36
    dove le persone toccano
    e manipolano oggetti.
  • 2:36 - 2:38
    Ho assunto Norm Coombs
    ad insegnare con me in questo corso:
  • 2:38 - 2:41
    [Trad.] "Tecnologie Adattive
    per persone con disabilità."
  • 2:41 - 2:45
    Per quelli abbastanza
    vecchi da ricordare,
  • 2:45 - 2:50
    le persone comunicavano usando email,
    liste di discussione basate su email
  • 2:50 - 2:57
    un server Gopher, dell'Università
    del Minnesota, ovviamente.
  • 2:57 - 3:01
    Era una sorta di directory online,
    interamente basati su testi.
  • 3:01 - 3:03
    Si entrava nel proprio account,
  • 3:03 - 3:07
    e c'erano collegamenti ipertestuali
    di materiali dislocati in tutto il paese.
  • 3:07 - 3:11
    Abbiamo anche ricevuto un premio
    per il server Gopher più completo
  • 3:11 - 3:14
    al mondo, rivolto a persone disabili.
  • 3:14 - 3:17
    E non sapevo che esistesse una gara.
  • 3:17 - 3:19
    Comunque, è stato grazie
    alla nostra documentazione.
  • 3:19 - 3:21
    Dopo abbiamo usato Telnet
  • 3:21 - 3:27
    che ci ha permesso di accedere
    in molti sistemi importanti, come la NASA.
  • 3:27 - 3:30
    Gli studenti hanno dovuto apprendere
    un linguaggio differente
  • 3:30 - 3:32
    per comunicare con ognuno
    di questi sistemi,
  • 3:32 - 3:35
    perché tutti avevano
    un loro sistema operativo.
  • 3:35 - 3:38
    Dopo abbiamo usato un protocollo
    FTP per far girare i file nella rete,
  • 3:38 - 3:40
    per avere immagini, o altro
    che volevamo trasferire.
  • 3:40 - 3:43
    Era prettamente una tecnologia di base.
  • 3:43 - 3:46
    Avevamo convertito
    il materiale in Text Format.
  • 3:46 - 3:48
    Dovreste farlo. Era su Gopher.
  • 3:48 - 3:49
    Noi l'abbiamo fatto.
  • 3:49 - 3:51
    Usammo la posta elettronica.
  • 3:51 - 3:54
    Abbiamo inviato pubblicazioni e video.
  • 3:54 - 3:55
    DO-IT era dietro l'angolo.
  • 3:55 - 3:58
    Avevamo già fatto alcuni video DO-IT
  • 3:58 - 4:01
    e ci crediate o no, erano sottotitolati
    e c'era una descrizione audio.
  • 4:01 - 4:04
    E li abbiamo inviati ai corsisti.
  • 4:04 - 4:07
    Abbiamo quasi creato il corso con loro.
  • 4:07 - 4:10
    Ho dato loro il CV di Norm Coombs
  • 4:10 - 4:14
    e lo hanno accolto come istruttore
    qui all'Università di Washington.
  • 4:14 - 4:15
    E una volta durante un incontro
  • 4:16 - 4:18
    dove l'ordine del giorno
    era esami di abilitazione
  • 4:18 - 4:20
    e dissi: "Non possiamo fare
    esami di abilitazione
  • 4:20 - 4:25
    in queste differenti località
    perché le persone scrivono
  • 4:25 - 4:28
    e Norm Coombs è cieco
    e non può leggerle
  • 4:28 - 4:31
    se non sono in forma elettronica
    e quindi dovrei correggerli da sola
  • 4:31 - 4:34
    e non sono molto interessata
    ad avere tutto quel carico di lavoro.
  • 4:34 - 4:37
    O dobbiamo assumere qualcuno
    che possa leggerle a lui.
  • 4:38 - 4:40
    Devo dire che le persone
    non erano entusiaste dal fatto
  • 4:40 - 4:43
    dal fatto che abbia lanciato questa idea,
  • 4:43 - 4:46
    questa piccola informazione
    sulla cecità di Noorm Combs.
  • 4:46 - 4:48
    Volevo essere ironica
    e non pensavo davvero
  • 4:48 - 4:52
    di influenzare la loro decisione
    di assumerlo come istruttore
  • 4:52 - 4:53
    perfino allora.
  • 4:54 - 4:56
    Quindi ci permisero di andare avanti
  • 4:56 - 5:00
    e rendemmo questo corso
    totalmente accessibile
  • 5:00 - 5:03
    e quasi alla fine del programma
    di apprendimento a distanza,
  • 5:03 - 5:04
    disse: "Bene.
  • 5:05 - 5:07
    Dimmi, Sheryl, dopo tutto questo lavoro,
  • 5:07 - 5:09
    quanti disabili hanno
    frequentato il corso?
  • 5:09 - 5:11
    Come fai a sapere
    se ha avuto successo?"
  • 5:11 - 5:15
    Risposi: "Sono molto orgogliosa
    di dire che non ho la minima idea
  • 5:15 - 5:17
    del numero delle persone disabili,
  • 5:17 - 5:19
    perché è stato progettato
    per essere accessibile.
  • 5:19 - 5:21
    Nessuno ha dovuto comunicarlo.
  • 5:21 - 5:24
    Non erano molto entusiasti
    ma il corso è continuato.
  • 5:24 - 5:28
    Sono felice di dirvi che il nostro
    primo corso era totalmente accessibile.
  • 5:28 - 5:30
    Con questi principi universali
    per l'apprendimento online,
  • 5:30 - 5:34
    abbiamo dato metodi per apprendere,
    interagire e padroneggiare la conoscenza.
  • 5:34 - 5:36
    Abbiamo questa pubblicazione
    basata sul corso,
  • 5:36 - 5:41
    [Trad]: 20 suggerimenti per un corso
    online interamente accessibile
  • 5:41 - 5:42
    alle persone disabili.
  • 5:42 - 5:48
    Nove dei consigli riguardano pagine web,
    documenti, immagini, video;
  • 5:48 - 5:50
    e altri 11 sono strategie di insegnamento.
  • 5:50 - 5:55
    Quando lavoro con docenti
    che sono riluttanti ad ammettere
  • 5:55 - 5:59
    che potrebbero adottare alcune pratiche
    di tecnologia accessibile,
  • 5:59 - 6:04
    chiedo loro di accettare la sfida
    di prenderne almeno un paio
  • 6:04 - 6:06
    per rendere i loro corsi accessibili.
  • 6:06 - 6:08
    Questo rivela ciò che è utile ai docenti,
  • 6:08 - 6:10
    lavorare con tecnici informatici
  • 6:10 - 6:13
    ma anche con progettisti
    per lo sviluppo di corsi online.
  • 6:13 - 6:15
    Ci ritornerò a breve.
  • 6:15 - 6:17
    Ma solo per darvi un'idea
  • 6:17 - 6:20
    di ciò che diciamo a docenti e istruttori
  • 6:20 - 6:22
    di creare per l'apprendimento online.
  • 6:22 - 6:26
    Fornire progetti e schemi
    descrittivi chiari ed affidabili.
  • 6:26 - 6:28
    È qualcosa che ogni istruttore
    dovrebbe fare
  • 6:28 - 6:30
    presentare il materiale in modo chiaro.
  • 6:30 - 6:35
    Queste presentazioni dovrebbero essere
    evidenti anche a chi è cieco.
  • 6:35 - 6:39
    quindi strutturiamo i titoli
    per assicurare l'accessibilità
  • 6:39 - 6:42
    usando screen readers
    e organizzazione dei contenuti
  • 6:42 - 6:45
    invece di depositare un gruppo di parole
    che devono essere lette
  • 6:45 - 6:48
    dall'inizio alla fine.
  • 6:48 - 6:53
    I docenti di questa facoltà descrivono
    anche i collegamenti ipertestuali.
  • 6:53 - 6:57
    Poiché chi usa lo screen reader
    usa il tasto tab per spostarsi
  • 6:57 - 7:01
    e per andare in ciascuna delle risorse
    fornite dalla pagina web
  • 7:01 - 7:03
    per decidere da dove
    iniziare la navigazione
  • 7:04 - 7:06
    e andare ovunque vogliono.
  • 7:06 - 7:11
    Quindi, se si usa la dizione
    su ciascun testo sottolineato:
  • 7:11 - 7:13
    "Clicca qui"
  • 7:13 - 7:16
    la persona potrà leggere tutto
    senza alcun problema
  • 7:16 - 7:17
    ma ciò che leggerà è:
  • 7:17 - 7:21
    "clicca qui, clicca qui,
    clicca qui, clicca qui".
  • 7:21 - 7:25
    Al contrario, assegnando
    un breve testo descrittivo al link,
  • 7:25 - 7:28
    si potrebbe precisare:
    "Sito Web DO-IT".
  • 7:28 - 7:31
    Quindi la persona saprebbe
    dove effettuerà il collegamento
  • 7:31 - 7:33
    e potrà decidere
    se è lì dove vuole andare.
  • 7:33 - 7:35
    Una cosa molto semplice.
  • 7:35 - 7:39
    Non richiede più tempo
    dello scrivere solo "clicca qui".
  • 7:39 - 7:42
    Ma permette l'accessibilità
    alle persone che usano lo screen reader.
  • 7:42 - 7:44
    I PDF, quasi uno scherzo.
  • 7:44 - 7:48
    Potete renderli accessibili,
    ma dovreste chiedervi,
  • 7:48 - 7:50
    perchè ho di nuovo creato quel PDF?
  • 7:50 - 7:51
    A volte è necessario crearli
  • 7:51 - 7:53
    perché si trovano su Internet.
  • 7:53 - 7:59
    Ma se state creando una lezione o solo
    il programma della vostra classe online
  • 7:59 - 8:01
    volete includerlo come file PDF
  • 8:01 - 8:04
    o tagliare ed incollare i contenuti
  • 8:04 - 8:08
    all'interno del sistema stesso come testo?
  • 8:08 - 8:12
    Dopo usiamo la configurazione
    di apprendimento Canvas o altro
  • 8:12 - 8:17
    per strutturare i titoli
    e per renderli accessibili.
  • 8:17 - 8:19
    È quello che faccio io.
  • 8:19 - 8:24
    Il testo descrive il contenuto
    quando viene fornita un'immagine.
  • 8:24 - 8:27
    Ovunque ci sia un'immagine,
    viene descritto solo il testo.
  • 8:27 - 8:30
    Alcuni sistemi di apprendimento
    vi permettono di farlo prontamente.
  • 8:31 - 8:33
    Quindi, sia che ve lo ricordate o meno,
  • 8:33 - 8:34
    potete risolverlo.
  • 8:34 - 8:36
    Qualche volta le persone obiettano:
  • 8:36 - 8:37
    "Ma è solo un piccolo logo.
  • 8:38 - 8:39
    Non vuol dir niente.
  • 8:39 - 8:41
    Perché devo descrivere il testo?"
  • 8:41 - 8:43
    Chi è cieco e vuole
    frequentare il vostro corso
  • 8:43 - 8:49
    non sa che quell'immagine
    non include un'altra specifica.
  • 8:49 - 8:54
    Per il nostro sito web DO-IT abbiamo
    il logo e la descrizione "Logo DO-IT"
  • 8:54 - 8:57
    in alternativa a quella immagine.
  • 8:57 - 8:59
    Per alcuni dovremmo raccontare l'immagine.
  • 8:59 - 9:01
    Ad altre persone
    non importa l'apparenza,
  • 9:01 - 9:04
    ciò che importa è che la persona cieca
    comprenda che è un logo
  • 9:04 - 9:07
    al quale non devono
    dedicare molta attenzione.
  • 9:07 - 9:11
    Usando caratteri molto grandi, su pagine
    ordinate e sfondi semplici.
  • 9:11 - 9:15
    Con il Power Point che stiamo usando,
    presumiamo che la loro visione
  • 9:15 - 9:20
    gli renda difficile leggere i contenuti
  • 9:20 - 9:23
    e quindi stiamo automaticamente
    fornendo caratteri molto grandi
  • 9:23 - 9:27
    su pagine ordinate
    con sfondi semplici.
  • 9:27 - 9:30
    Una combinazione di colori
    ad alto contrasto.
  • 9:30 - 9:31
    Potete capirlo da voi.
  • 9:31 - 9:34
    A volte trovate un sito web
    che è verde chiaro su sfondo nero.
  • 9:34 - 9:37
    Cosa pensano le persone di questo?
  • 9:37 - 9:41
    E per evitare problematiche
    a chi è cieco ad alcuni colori,
  • 9:41 - 9:44
    come rosso e verde, per esempio.
  • 9:44 - 9:47
    Nel web sono presenti delle risorse
    con cui valutare alcune di queste cose
  • 9:47 - 9:51
    quindi non è difficile da trovare.
  • 9:51 - 9:55
    I contenuti e la navigazione
    sono accessibili anche solo da tastiera.
  • 9:55 - 9:56
    A volte non c'è molto che si può fare
  • 9:56 - 9:59
    se il problema è il prodotto
    che state usando.
  • 9:59 - 10:03
    Ma se ci sono cose
    che potete controllare,
  • 10:03 - 10:04
    allora dovete esserne consapevoli.
  • 10:04 - 10:07
    Ma dovete anche ricordare
    che quel problema,
  • 10:07 - 10:08
    e il lavoro continuo
  • 10:08 - 10:13
    in questo gruppo di lavoro Canvas
    che ha attraversato tutta la nazione
  • 10:13 - 10:20
    per dare input agli sviluppatori Canvas
    e ad altri su qualcosa inaccessibile.
  • 10:20 - 10:23
    È buono conoscere questi aspetti.
  • 10:23 - 10:27
    Assicurarsi che i video contengano
    sottotitoli e descrizione audio.
  • 10:27 - 10:31
    Innanzi tutto, sottotitoli. La descrizione
    audio è anche importante, ma come ho detto
  • 10:31 - 10:34
    se state creando il vostrro video,
    spesso lo create in modo
  • 10:34 - 10:41
    equamente accessibile per le persone
    cieche fin dall'inizio.
  • 10:41 - 10:44
    Probabilmente avrete bisogno
    di un supporto tecnico.
  • 10:44 - 10:48
    Potete leggere i contenuti
    nel nostro sito web accessibile,
  • 10:48 - 10:51
    ma potreste aver bisogno
    dell'aiuto di qualcuno.
  • 10:51 - 10:57
    Assicuratevi che il vostro corso sia
    progettato per molti aspetti tecnici??
  • 10:57 - 11:01
    Non c'è bisogno di un ingegnere
    aerospaziale per capire come fare
  • 11:01 - 11:04
    ma spesso ci abituiamo alla tecnologia
    che stiamo usando
  • 11:04 - 11:06
    e non diciamo agli studenti
    come utilizzarla.
  • 11:06 - 11:13
    Dobbiamo ricordarci che anche se ci sono
    studenti esperti in tecnologia nel corso
  • 11:13 - 11:14
    potrebbero non conoscere il prodotto.
  • 11:14 - 11:18
    Potrebbe essere il primo corso Canvas
    che stanno frequentando.
  • 11:18 - 11:21
    Dare una panoramica
    della tecnologia che state usando
  • 11:21 - 11:23
    per fare il corso
    e dove possono chiedere aiuto.
  • 11:23 - 11:28
    ma includetelo nei documenti o nelle
    lezioni preliminari in una volta o due.
  • 11:28 - 11:30
    Assicurati che i contenuti
    siano presentati in varie forme
  • 11:30 - 11:32
    quindi se state usando un video,
  • 11:32 - 11:34
    assicuratevi che sia sottotitolato.
  • 11:34 - 11:37
    Va bene la trascrizione ma consiglio anche
  • 11:37 - 11:39
    di dare anche una versione diversa
  • 11:39 - 11:43
    peché i contenuti sono diversi
    quando scriviamo
  • 11:43 - 11:45
    da quando sono presentati in un video.
  • 11:45 - 11:49
    Molti dei video hanno una brochure??
  • 11:49 - 11:54
    Forse non è una brochure
    ma è una pubblicazione con quel contenuto.
  • 11:54 - 11:59
    Scritto in un modo
    in cui si scriverebbe normalmente.
  • 11:59 - 12:03
    Avere un video non significa
    non avere quell'altro
  • 12:03 - 12:10
    può essere fatto durante una lezione
    o può essere un documento separato.
  • 12:10 - 12:12
    Quindi fornisce quel contenuto
    in molti modi.
  • 12:12 - 12:15
    Acronomi ed espressioni gergali,
    ne abbiamo già parlato.
  • 12:15 - 12:20
    Fate lo spelling o non usateli del tutto.
    E definiteli.
  • 12:20 - 12:22
    Istruzioni e aspettative.
  • 12:22 - 12:25
    Assicuratevi che siano davvero chiare.
  • 12:25 - 12:28
    A volte inserire contenuti
    nel programma di studi
  • 12:28 - 12:33
    di anni fa???
  • 12:33 - 12:35
    potrei pensare che questo compito
    richiede solo una settimana
  • 12:35 - 12:37
    quindi lo assegno a metà del corso.
  • 12:37 - 12:39
    Ma forse ci vuole più tempo
  • 12:39 - 12:41
    quindi date quel compito all'inizio.
  • 12:41 - 12:44
    Non dovrebbero essere penalizzati
    per aver anticipato un compito.
  • 12:44 - 12:47
    Anche se non lo completano,
    ci possono almeno pensare
  • 12:47 - 12:51
    nei termini dell'insegnamento.
    Chiarite le aspettative.
  • 12:51 - 12:53
    Usate ?? o altre tecniche
  • 12:53 - 12:57
    per assicurarvi che conoscono
    cosa dovrebbero essere capaci di produrre.
  • 12:57 - 13:01
    Assicuratevi che esempi e compiti
    siano applicabili per tutti.
  • 13:01 - 13:04
    Quindi sedete e pensateci.
    Non dovete analizzare i vostri studenti.
  • 13:04 - 13:09
    Dovete solo riflettere sulla varietà di
    persone che potrebbe frequentare.
  • 13:09 - 13:12
    Potrebbe essere uno studente più vecchio.
    Avete studenti maschi e femmine.
  • 13:12 - 13:16
    Potrebbero provenire da diverse discipline
  • 13:16 - 13:20
    ma sia che accada o meno,
    provate ad avere alcuni esempi
  • 13:20 - 13:24
    di un concetto che fa appello
    a una platea diversificata.
  • 13:24 - 13:26
    Assicuratevi che sia fornito
    un supporto adeguato
  • 13:26 - 13:29
    che possa essere applicato
    all'apprendimento online.
  • 13:29 - 13:32
    Assicuratevi di fornire opportunità
    adeguate di lavoro pratico
  • 13:32 - 13:39
    io a volte metto dei compiti obbligatori
    ad esempio una lettura obbligatoria

  • 13:39 - 13:43
    e poi, se qualcuno vuole approfondire,
  • 13:43 - 13:46
    o anche deviare un po' dal discorso,
  • 13:46 - 13:50
    allora metto in stampatello
    il titolo della lezione
  • 13:50 - 13:53
    e tra parentesi "opzionale"
  • 13:53 - 13:56
    in modo da dare uno spunto
    per chi vuole approfondire,
  • 13:56 - 13:59
    chi ha bisogno di più pratica
    o maggiori informazioni.
  • 13:59 - 14:02
    Ma non lo richiedo
    come obbligo per tutti.
  • 14:02 - 14:07
    Le persone che seguono un corso
    hanno vari livelli di cultura generale
  • 14:07 - 14:08
    e varie modalità di apprendimento
  • 14:08 - 14:11
    e potrebbero impiegare
    più o meno tempo
  • 14:11 - 14:12
    a imparare qualcosa.
  • 14:12 - 14:17
    Inoltre, alcuni necessitano di più pratica
    rispetto ad altri.
  • 14:17 - 14:20
    Date tempistiche adeguate
    per le attività, progetti e test.
  • 14:20 - 14:24
    Come ho detto, molto si risolve
    inserendo un piano di studio.
  • 14:24 - 14:26
    Un'altra cosa che faccio
    nei miei corsi online
  • 14:26 - 14:30
    è chiedere alla direzione didattica
  • 14:30 - 14:33
    di dare accesso alle lezioni
    una settimana prima dell'inizio.
  • 14:33 - 14:36
    Ed ho sempre ottenuto
    di poterlo fare.
  • 14:36 - 14:39
    Complica un po' la vita
    all'insegnante, certo,
  • 14:39 - 14:42
    perchè alcuni studenti iniziano prima
    e si portano avanti.
  • 14:42 - 14:44
    Ma questo è un mio problema, direi.
  • 14:44 - 14:48
    Quindi non voglio scoraggiare gli studenti
    che si vogliono portare avanti.
  • 14:48 - 14:50
    Magari due settimane dopo
    avranno troppo da fare
  • 14:50 - 14:52
    perciò si portano avanti, ma
  • 14:52 - 14:54
    chiarisco sempre per bene
    di cosa ci occupiamo
  • 14:54 - 14:56
    e quando si discutono
    determinati argomenti
  • 14:56 - 14:59
    quindi in questo devono seguire
    il resto della classe.
  • 14:59 - 15:02
    Mando sempre un avviso
    a tutta la classe
  • 15:02 - 15:05
    che dice "Il corso è partito in anticipo
    così chi vuole può cominciare,
  • 15:05 - 15:07
    se no, non siete rimasti indietro.
  • 15:07 - 15:08
    Il corso parte oggi."
  • 15:08 - 15:11
    Perciò non lascio andare
    il corso per conto suo
  • 15:11 - 15:15
    anche se permetto ad alcuni
    di portarsi avanti.
  • 15:15 - 15:17
    Date riscontro sui compiti per casa
  • 15:17 - 15:19
    e occasione di correggere.
  • 15:19 - 15:22
    Quindi, se assegnate un grosso progetto
    alla classe
  • 15:22 - 15:24
    almeno invitate i corsisti
  • 15:24 - 15:26
    a farvi avere una bozza
    di ciò che vogliono fare
  • 15:26 - 15:29
    per poterla commentare, anche solo
    in parte, e dare la disponibilità,
  • 15:29 - 15:31
    o potete inserire nel progetto
  • 15:31 - 15:34
    l'obbligo di fornire una bozza,
    qualcosa di simile
  • 15:34 - 15:35
    entro un determinato termine.
  • 15:35 - 15:37
    In questo modo, si evita
    che gli studenti
  • 15:37 - 15:41
    finiscano un progetto
    e nel correggerlo vi dite:
  • 15:41 - 15:45
    "Oddio, non hanno capito
    cosa dovevano fare."
  • 15:45 - 15:48
    Per quanto riguarda le possibilità
    di comunicazione e collaborazione
  • 15:48 - 15:55
    e le prove di apprendimento,
    a volte potete dare delle opzioni
  • 15:55 - 15:58
    dare un test che prevede
    tre possibilità diverse.
  • 15:58 - 16:02
    Si può esporre quanto appreso
    in tre modi diversi.
  • 16:02 - 16:04
    Lo stesso vale per i progetti.
  • 16:04 - 16:06
    Potete permettere loro di scegliere
    a che progetto dedicarsi.
  • 16:06 - 16:10
    Oppure potete combinare
    le diverse alternative durante il corso
  • 16:10 - 16:13
    dato che a volte è bene che tutti
    facciano le cose in un certo modo.
  • 16:13 - 16:17
    Quindi vanno bene i progetti,
    ma anche i test a domanda e risposta,
  • 16:17 - 16:21
    quelli vero/falso e a scelta multipla,
    o altro,
  • 16:21 - 16:24
    o i corsisti che creano un video,
    o qualsiasi cosa stiano imparando.
  • 16:24 - 16:27
    Fate in modo di variare, cosicché
    chi non è molto brave
  • 16:27 - 16:31
    in qualcosa, possa comunque
    avere un risultato positivo in classe.
  • 16:31 - 16:37
    Questo è un semplice sommario
    di ciò che si può fare in un corso online
  • 16:37 - 16:41
    per enderlo più accessibile
    ai portatori di disabilità.
  • 16:41 - 16:44
    Nulla di troppo difficile,
    né troppo tecnico.
  • 16:44 - 16:46
    Quello che incoraggio i membri
    delle facoltà a fare in seguito,
  • 16:46 - 16:48
    specie coloro che dicono
    "Beh, io proprio non ne ho il tempo"
  • 16:48 - 16:52
    è date un occhiata qui
    e cerchiate alcuni punti,
  • 16:52 - 16:57
    alcune cose che potete fare
    anche immediatamente.
  • 16:57 - 17:01
    Nessuno ha problemi a trovarle,
    ma anche se ne faceste solo alcune,
  • 17:01 - 17:06
    dato che al momento mancano,
    sarebbe già un miglioramento.
タイトル:
20 Tips for Instructors about Making Online Learning Courses Accessible
概説:

more » « less
Video Language:
English
Team:
DO-IT
Duration:
17:50

Italian subtitles

改訂 Compare revisions