Return to Video

Lynda Hayes - Introducing Reciprocal Teaching in the Primary Grade Levels - LEaRN DVD3 ES16

  • 0:08 - 0:10
    B.: Buongiorno Ms. Hayes!
  • 0:10 - 0:22
    I.: : Siete pronti ad apprendere i nuovi strumenti che un buon lettore usa per leggere?
  • 0:22 - 0:26
    Bene. Ho saputo che anche Ms. Stolen ha già lavorato con voi su queste cose
  • 0:26 - 0:34
    portandovi a riflettere su cosa l'autore intende comunicarvi attraverso il proprio libro
  • 0:34 - 0:45
    Qualche volta compiete un'azione, qualche volta ponete delle domande
  • 0:45 - 0:49
    Oggi vi insegnerò un nuovo strumento
  • 0:49 - 0:51
    una parte l’avete già conosciuta
  • 0:51 - 0:53
    un’altra ve la insegno oggi
  • 0:53 - 0:56
    Siete pronti a conoscere questo nuovo strumento?
  • 0:56 - 1:01
    Questo strumento è davvero molto importante
  • 1:01 - 1:04
    Oggi lavoreremo su quattro fasi
  • 1:04 - 1:11
    Sono le quattro fasi che i lettori, siano essi giovani, esperti, mamma e papà, o gli studenti del college
  • 1:11 - 1:25
    fanno quando leggono per cercare di comprendere cosa lo scrittore intenda dirgli
  • 1:25 - 1:29
    Perchè ciò che si pensa è la cosa più importante
  • 1:29 - 1:33
    E ciò che si impara da ciò che l'autore del libro intende comunicarci
  • 1:33 - 1:38
    Posso illustrarvi ora quali sono queste quattro fasi?
  • 1:38 - 1:48
    Ciò che fanno tutti i lettori ogni volta che leggono è una cosa che avete già studiato
  • 1:48 - 1:53
    I lettori si pongono domande
  • 1:57 - 2:05
    Sapete quali sono le parole che utilizziamo per porre domande?
  • 2:13 - 2:16
    Cosa
  • 2:16 - 2:18
    Quando
  • 2:18 - 2:21
    Perchè
  • 2:26 - 2:29
    Chi
  • 2:29 - 2:37
    Abbiamo dunque: cosa, quando, perchè, chi
  • 2:42 - 3:01
    Come e dove
  • 3:03 - 3:14
    Dunque quando leggiamo ci domandiamo Chi, Cosa, Quando, Dove, Perché e Come
  • 3:14 - 3:21
    per aiutarci a ricordare cosa lo scrittore intende dirci
  • 3:21 - 3:32
    Quando vedrete il cappello giallo e il microfono saprete che quello è il momento di porre domande
  • 3:32 - 3:35
    Ma c’è qualcos’altro che fanno i lettori quando leggono
  • 3:35 - 3:43
    Qualche volta quando leggiamo un testo può succedere che ci scontriamo con un termine che non conosciamo
  • 3:43 - 3:45
    E allora ci domandiamo: “Che parole è questa?"
  • 3:45 - 3:48
    "Non l’ho mai sentita prima"
  • 3:48 - 3:53
    "Che cosa significa? Che cosa intende dire l'autore? Non ho capito..."
  • 3:53 - 4:03
    Può anche succedere che ci sentiamo un po’ confusi e incerti sul messaggio che intende inviarci l’autore
  • 4:03 - 4:05
    Vi è mai capitato?
  • 4:05 - 4:08
    Quando accade ciò conviene fermarsi e chiarire
  • 4:08 - 4:19
    Riconoscerete questa fase da questi grandi occhiali e da questa lente di ingrandimento
  • 4:19 - 4:22
    che permettono una visione più precisa
  • 4:22 - 4:37
    Vi insegnerò più tardi quali sono le cose da fare per chiarire il messaggio dell’autore
  • 4:55 - 5:02
    Quando un lettore ha già letto una parte,
  • 5:02 - 5:06
    si è posto le domande,
  • 5:06 - 5:10
    ha chiarito i dubbi,
  • 5:10 - 5:13
    ecco che si domanda: qual è il messaggio dell'autore?
  • 5:13 - 5:16
    Questo è il momento di sintetizzare
  • 5:16 - 5:18
    Che cosa è questo?
  • 5:18 - 5:20
    B.: Un setaccio!
  • 5:20 - 5:24
    Esatto, un setaccio. Perché usiamo un setaccio?
  • 5:24 - 5:29
    B.: […]
  • 5:29 - 5:36
    Giusto. Il setaccio trattiene i pezzi più grossi e lascia cadere i pezzi più piccoli
  • 5:36 - 5:48
    È utile per sintetizzare un testo perché consente di lasciare andare i dettagli inutili e di trattenere le cose più importanti
  • 5:48 - 5:51
    Dunque, vediamo se vi ricordate,
  • 5:51 - 5:56
    se metto il cappello giallo e prendo il microfono cosa sto facendo?
  • 5:56 - 5:59
    B.: Fai le domande
  • 5:59 - 6:01
    E quali sono le domande che mi pongo?
  • 6:01 - 6:09
    Chi, Cosa, Quando, Dove, Perché e Come
  • 6:09 - 6:18
    Qualche volta poi, leggendo, ci sentiamo un po’ confusi e allora se metto i grossi occhiali e prendo la lente di ingrandimento, sto cercando di…..
  • 6:18 - 6:23
    B.: Chiarire
  • 6:25 - 6:52
    Quando poi abbiamo terminato di leggere è il momento del setaccio, ossia di dire con poche parole quelle che sono le idee più importanti…
  • 6:52 - 6:54
    B.: Sintetizzare
  • 6:54 - 7:07
    Infine, c’è un’ultima fase, la fase del predire
  • 7:14 - 7:19
    Voi avete mai provato ad immaginare cosa ci sarà scritto in un testo prima ancora di leggerlo?
  • 7:19 - 7:22
    Pensate mai a che cosa vi dirà di nuovo un testo?
  • 7:22 - 7:24
    I lettori lo fanno
  • 7:24 - 7:34
    Quando si accingono a leggere un testo, indossano il cappello da mago e la bacchetta magica e si domandano: di che cosa tratterà questo libro?
  • 7:34 - 7:37
    Ad esempio, proviamo ad immaginare insieme di cosa possa parlare questo libro
  • 7:37 - 7:40
    Il titolo è "Il becco degli uccelli"
  • 7:40 - 7:50
    e in copertina ci sono due immagini che illustrano i becchi di due uccelli
  • 7:50 - 7:54
    Quale potrà essere l’argomento del libro?
  • 7:54 - 7:54
  • 7:54 - 7:57
    Immagino che il libro mi insegnerà qualcosa su……
  • 7:57 - 7:59
    B.: Gli uccelli
  • 7:59 - 8:03
    Non tutto sugli uccelli! Penso piuttosto che mi insegnerà qualcosa su…...
  • 8:03 - 8:05
    B.: Il becco degli uccelli
  • 8:05 - 8:07
    Proprio del becco degli uccelli
  • 8:10 - 8:17
    Prima di leggere la storia è necessario chiarire che cosa sono i becchi
  • 8:17 - 8:24
    Guardiamo la pagina e cerchiamo di farci un’idea. Che ne pensate?
  • 8:24 - 8:27
    B.: Penso che sia la bocca dell’uccello
  • 8:27 - 8:45
    Bene. Qualcuno di voi ha qualche idea su che cosa potrà raccontare questo libro circa i becchi degli uccelli?
  • 8:45 - 9:11
    B.: [...]
  • 9:11 - 9:20
    Siamo pronti per iniziare a leggere il libro ora
  • 9:20 - 9:24
    "Il becco degli uccelli"
  • 9:24 - 9:54
    (leggendo dal libro) “Qualcuno usa forchetta e coltello per mangiare il proprio pasto. Qualcun altro usa il cucchiaio e delle bacchette. Gli uccelli usano il loro becco”.
  • 9:54 - 10:02
    Quali domande potrei formulare su ciò che ho letto?
  • 10:02 - 10:18
    Ho una domanda: a quale scopo gli uccelli usano il loro becco?
  • 10:21 - 10:23
    B.: Per mangiare
  • 10:23 - 10:31
    Ora passiamo alla fase del chiarire
  • 10:31 - 10:40
    C’è qualcosa che mi lascia un po’ confusa…
  • 10:40 - 10:45
    Cosa sono le bacchette?
  • 10:45 - 10:55
    Quando vogliamo chiarire un termine bisogna innanzitutto leggere l’intera frase
  • 10:55 - 11:06
    (leggendo dal libro) “Qualcuno usa forchetta e coltello per mangiare il proprio pasto. Qualcun altro usa il cucchiaio e delle bacchette”.
  • 11:06 - 11:12
    Leggendo questo penso che si riferisca a qualcosa per…
  • 11:12 - 11:14
    B.: Mangiare meglio!
  • 11:15 - 11:21
    Ora devo cercare nel mio schema mentale se e dove ho già visto o sentito questa parola (bacchette) prima d’ora
  • 11:21 - 11:29
    Ho visto o sentito questa parola prima d'ora? Dove?
  • 11:38 - 11:46
    B.: Le bacchette sono usate per mangiare il cibo cinese
  • 11:46 - 11:51
    È vero, avevo già sentito e visto questa parola prima d’ora
  • 11:51 - 11:57
    Ora mi domando però: che forma hanno queste bacchette cinesi?
  • 11:57 - 12:05
    B.: [...]
  • 12:10 - 12:15
    Chi mi può aiutare...che forma hanno queste bacchette cinesi? Di che cosa sono fatte?
  • 12:15 - 12:20
    B.: Sono due bastoncini (sticks)
  • 12:20 - 12:22
    Ora mi è tutto più chiaro
  • 12:23 - 12:30
    Vediamo se è possibile studiare la struttura della parola
  • 12:30 - 12:33
    Possiamo dividere la parola per chiarirne il significato?
  • 12:33 - 12:40
    B.: Si compone di chop e di stick
  • 12:40 - 12:47
    C’è la parola stick (bastoncino) come avevamo visto prima!
  • 12:47 - 12:49
    Ora dobbiamo pensare a come sostituire la parola
  • 12:49 - 12:54
    Leviamo la parola "bacchette" e cerchiamo un’altra parola che abbia lo stesso significato
  • 12:54 - 13:01
    Quale potrebbe essere?
  • 13:01 - 13:05
    B.: Bastoncini di legno (woodsticks)
  • 13:05 - 13:15
    (leggendo dal libro) “Qualcuno usa forchetta e coltello per mangiare il proprio pasto. Qualcun altro usa il cucchiaio e dei bastoncini di legno”.
  • 13:15 - 13:17
    Benissimo, mi sembra tutto più chiaro ora
  • 13:17 - 13:23
    Ora vediamo se riusciamo a sintetizzare
  • 13:23 - 13:26
    Di cosa ho bisogno per sintetizzare?
  • 13:26 - 13:28
    B.: Del setaccio
  • 13:28 - 13:39
    Ora usando il setaccio voglio lasciare tutti i piccoli dettagli e tenere solo le idee più importanti
  • 13:39 - 13:46
    Penso che l’idea più importante sia che gli uccelli usano il loro becco per mangiare
  • 13:46 - 13:50
    Pensate che sia questo che l’autore voleva dirci?
  • 13:50 - 13:52
    Vediamo quante parole usiamo per questo riassunto
  • 13:52 - 13:58
    “Gli uccelli usano il loro becco per mangiare”
  • 13:58 - 14:06
    Possiamo usarne all’incirca dieci
  • 14:09 - 14:19
    Prima di iniziare di nuovo a leggere proviamo a ricordare quelle che erano state le nostre predizioni su ciò che avrebbe affrontato il testo
  • 14:19 - 14:25
    Io avevo pensato che il testo ci avrebbe insegnato qualcosa sul becco degli uccelli e così è stato
  • 14:25 - 14:28
    poiché ci ha detto che gli uccelli mangiano con il loro becco
  • 14:28 - 14:30
    Qualcuno di voi aveva pensato che il testo avrebbe detto che alcuni uccelli mangiano piccoli pesci
  • 14:30 - 14:31
    È stato detto?
  • 14:31 - 14:37
    Non ancora, ma potrebbe!
  • 14:37 - 14:46
    Abbiamo appena finito di leggere questa parte, chi di voi potrebbe fare una predizione su quello che verrà detto nelle prossime pagine?
  • 14:46 - 14:55
    B.: Gli uccelli usano il becco anche per annusare
  • 14:55 - 14:57
    Bene. Un’altra predizione?
  • 14:57 - 15:18
    B.: Potrebbe dire quanto abbiamo detto finora sugli uccelli, ossia che mangiano piccoli pesci…
  • 15:18 - 15:25
    Vediamo che cosa ci racconta l’autore nelle prossime pagine
  • 15:25 - 15:52
    (leggendo dal libro) “Ogni uccello ha un becco speciale per prendere il proprio cibo preferito. Alcuni uccelli che vivono sul mare hanno un becco lungo e sottile. Alcuni di questi uccelli affondano il loro becco nella sabbia in cerca di cibo”.
  • 15:52 - 15:59
    Noi avevamo predetto che gli uccelli usano il loro becco per annusare e cercare le loro prede
  • 15:59 - 16:04
    Che ne pensate? Ci ha detto ciò?
  • 16:04 - 16:09
    Il testo non ci dice proprio che gli uccelli usano il loro becco per annusare ma ci dice comunque che il becco viene usato per cercare il cibo
  • 16:09 - 16:21
    B.: [...]
  • 16:27 - 16:51
    B.: [...]
  • 16:51 - 17:01
    Ora è il momento di porsi le domande
  • 17:01 - 17:22
    (leggendo lo stesso passo dal libro) “Ogni uccello ha un becco speciale per prendere il proprio cibo preferito. Alcuni uccelli che vivono sul mare hanno un becco lungo e sottile. Alcuni di questi uccelli affondano il loro becco nella sabbia in cerca di cibo”.
  • 17:22 - 17:40
    Allora vi chiedo come gli uccelli usano il loro becco per cercare il cibo?
  • 17:41 - 17:51
    B.: Mettono il loro becco dentro la sabbia per trovare il cibo
  • 17:51 - 17:56
    Gli uccelli usano il loro becco per cercare cibo
  • 17:56 - 18:00
    Esatto! È proprio quello che ci viene detto.
  • 18:00 - 18:06
    Abbiamo incontrato qualcosa che ci ha lasciati un po’ confusi?
  • 18:06 - 18:11
    C’è qualche punto da chiarire?
  • 18:11 - 18:17
    Forse dovremmo chiarire la parola “affondare”
  • 18:17 - 18:23
    Per chiarire una parola abbiamo detto che bisogna leggere l’intera frase che gli sta intorno
  • 18:23 - 18:34
    (leggendo dal libro) “Gli uccelli affondano il loro becco nella sabbia in cerca di cibo”
  • 18:34 - 18:40
    Che cosa pensate possa significare questa parola?
  • 18:40 - 18:52
    B.: […]
  • 18:52 - 19:05
    Cercate nel vostro schema mentale se avete già sentito o visto questa parola
  • 19:05 - 19:34
    B.: [...]
  • 20:02 - 20:09
    Sarà difficile cercare la struttura di questa parola
  • 20:09 - 20:12
    quindi saltiamo questa fase e andiamo direttamente all’ultima
  • 20:12 - 20:14
    ossia alla fase della sostituzione
  • 20:14 - 20:24
    Possiamo sostituire questa parola con una di significato simile? Quale parola possiamo usare?
  • 20:24 - 20:26
    B.: Infilare (stick).
  • 20:26 - 20:34
    Se diciamo “gli uccelli infilano il loro becco dentro la sabbia per cercare il cibo” possiamo capire meglio?
  • 20:34 - 20:41
    Dopo avere chiarito, è il momento di procedere con…
  • 20:41 - 20:47
    B.: la sintesi
  • 20:47 - 20:48
    Abbiamo un sacco di informazioni in questa pagina,
  • 20:48 - 20:51
    ma bisogna pensare a quali informazioni più importanti ci vuole trasmettere l’autore.
  • 20:51 - 21:05
    (leggendo dal libro) “Ogni uccello ha un becco speciale per prendere il proprio cibo preferito. Alcuni uccelli che vivono sul mare hanno un becco lungo e sottile. Alcuni di questi uccelli affondano il loro becco nella sabbia in cerca di cibo”.
  • 21:05 - 21:12
    Questo testo si riferisce a quale tipo di uccelli?
  • 21:12 - 21:15
    B.: Gli uccelli che vivono vicino al mare
  • 21:15 - 21:18
    Bene, quindi è necessario partire da loro
  • 21:18 - 21:22
    Ma cosa sta cercando di dirci su questo tipo di uccelli?
  • 21:22 - 21:27
    L’idea più importante che ci vuole trasmettere qual è?
  • 21:27 - 21:32
    B.: Gli uccelli che vivono vicino al mare usano il loro becco lungo e sottile per cercare il cibo dentro la sabbia.
  • 21:32 - 21:36
    È piuttosto lungo, riusciamo a sintetizzarlo ulteriormente?
  • 21:36 - 22:00
    “Gli uccelli di mare infilano il loro becco nella sabbia per trovare il cibo”
  • 22:00 - 22:07
    Pensate che sia quello che l’autore intendeva dirci?
  • 22:07 - 22:32
    Prima di procedere con la prossima pagina è necessario fare qualche predizione
  • 22:32 - 22:36
    B.: Tutti gli uccelli hanno un becco lungo e sottile?
  • 22:36 - 22:40
    Questa è una buona domanda. Probabilmente nelle prossime pagine troveremo la risposta
  • 22:40 - 22:48
    Cosa pensate che ci dirà l'autore nelle prossime pagine?
  • 22:48 - 23:08
    B.: Penso che nelle prossime pagine leggeremo che qualche uccello può essere grande qualcun altro piccolo.
  • 23:08 - 23:26
    B.: [...]
  • 23:26 - 23:37
    Il libro è intitolato “I becchi degli uccelli” quindi penso che nelle prossime pagine tratti delle diverse tipologie di becco
  • 23:37 - 24:02
    Domani leggendo le altre pagine scopriremo se effettivamente parla delle tipologie di becco degli uccelli, oppure delle diverse taglie, oppure del nutrimento, …
  • 24:02 - 24:08
    Ora indosserò e prenderò diversi oggetti e voi mi direte quali sono le azioni che devo compiere
  • 24:08 - 24:13
    Ditemi, che azione devo compiere?
  • 24:13 - 24:17
    B.: Porre domande
  • 24:17 - 24:19
    E con cosa iniziano le domande?
  • 24:19 - 24:26
    B.: Chi, Cosa, Quando, Dove, Perché o Come.
  • 24:26 - 24:33
    E se mi sento un po’ confusa, mi fermo e che cosa devo fare?
  • 24:33 - 24:37
    B.: Fare chiarezza
  • 24:37 - 24:51
    Faccio chiarezza leggendo l’intera frase, cercando nei miei schemi mentali se ho già visto o sentito la parola, analizzando la struttura della parola e sostituendola con un sinonimo
  • 24:51 - 24:55
    Quando poi abbiamo terminato di leggere il libro, ci fermiamo e iniziamo a…
  • 24:55 - 24:59
    B.: Sintetizzare
  • 24:59 - 25:12
    Cosa facciamo quando sintetizziamo?
  • 25:12 - 25:23
    B.: Setacciamo e lasciamo andare via le cose più piccole per tenere quelle più grandi e importanti
  • 25:23 - 25:34
    Infine immaginiamo che cosa l’autore voglia dirci, ossia facciamo delle predizioni
Titolo:
Lynda Hayes - Introducing Reciprocal Teaching in the Primary Grade Levels - LEaRN DVD3 ES16
Video Language:
English
Duration:
25:39

Italian subtitles

Revisioni