Italian sottotitoli

← Paolo Ferri: i nativi digitali esistono, eccome!

Ottieni il codice di inserimento
1 Language

Mostrare Revisione 6 creata 06/10/2013 da Claude Almansi.

  1. Allora, è con molto piacere che in effetti
  2. rispondo anche in video a una serie di discussioni
  3. che si sono avviate dentro education 2.0 e anche in altri
  4. luoghi informali della rete, su Facebook, relativamente
  5. al... alla categoria dei nativi digitali
  6. che ho provato a delineare, le cui caratteristiche ho provato
  7. a delineare nel mio libro recente, appunto "Nativi digitali".
  8. Ehm, se dovessi accorpare un po' le... le questioni che sono nate,
  9. anche con qualche veemenza, relativamente a questa categoria,
  10. possiamo dire che si raggruppano attorno a tre...
  11. attorno a tre grandi direttrici.
  12. La prima è quella che dice che i Nativi non esistono
  13. cioè in realtà non c'è discontinuità, anzi, in qualche modo,
  14. esiste una continuità tra noi e loro,
  15. e non si possono etichettare come una generazione nuova.
  16. A questa obiezione in effetti...
  17. che deve avere delle altre ragioni rispetto al... al suo
  18. al suo verbale, rispondo in questo modo,
  19. cioè, effettivamente, ogni generazione è sempre stata
  20. diversa dalla precedente e evidentemente
  21. i padri della generazione del '68, probabilimente
  22. non si sentivano molto... molto simili ai figli che...
  23. affollavano le piazze di Berkeley e di Parigi.
  24. Ma, probabilmente, qui assistiamo a una cosa un po' più,
  25. anche più radicale, paradossalmente, nel senso che
  26. la generazione dei Nativi è nata, in
  27. un mondo, all'interno di un modo di comunicare completamente
  28. diverso, per cui è naturale che sia diversa, perché
  29. esiste un'interazione reciproca tra mondi e modi
  30. del rappresentare il pensiero e il pensiero stesso.
  31. E, quindi, trovo, appunto, abbastanza singolare,
  32. probabilmente sintomatica di altre paure, l'idea di
  33. negare completamente l'esistenza dei Nativi.
  34. Ehm... per altri versi, l'altra argomentazione, e questa è più
  35. più fondata, riprende le teorie di Jenkins, che ritiene
  36. che sia pericoloso, invece, identificare con questo termine
  37. la generazione dei Nativi, nel senso che
  38. etichettarli sotto questa categoria
  39. secondo Jenkins, appunto,
  40. metterebbe troppo poco in rilievo e farebbe
  41. vedere troppo poco le differenze interne che esistono
  42. tra i Nativi e i problemi relativi alla, soprattutto,
  43. quindi, all'accesso, alle disuguaglianze che esistono
  44. tra i nativi. Ehm... anche ovviamente
  45. la posizione di Jenkins è sensata
  46. però non è mai stato, come dire,
  47. non si mette in discussione che esistano delle differenze
  48. di accesso, tra paesi sviluppati, paesi meno sviluppati
  49. tuttavia è vero che se esiste un grande fattore di globalizzazione
  50. questo è Internet,
  51. quindi è vero che Internet non è diffusa
  52. egualmente in tutti i paesi, all'interno di tutti i paesi
  53. non è diffusa in maniera omogenea,
  54. è anche vero che i dati dei Pew Internet Project
  55. ci dicono che Internet tra i dodicenni, dodici-sedicenni americani
  56. è diffusa al 98%, quindi in qualche modo
  57. costituisce l'humus, il background comune che accomuna, appunto,
  58. questa generazione, che io continuo a chiamare di Nativi digitali.
  59. Ehm, esiste anche l'obiezione relativa al fatto che non ci siano dati fondati:
  60. questa obiezione probabilmente deriva dalla... dalla...
  61. dal fattochi ha introdotto questo termine, Marc Prensky,
  62. l'ha introdotta... è un pubblicista non è... non è un insegnante, non è... un...
  63. non è un universitario, ma anche a questa obiezione
  64. rispondo non tanto io, che sono un universitario ma
  65. posso anche contare quel che conto, ma rispondono
  66. le ricerche dell'MIT, di Berkeley, di Harvard, che ho riportato
  67. nel... nel poi pezzo che accompagna questa intervista, ehm...
  68. Tutti questi centri di ricerca internazionale
  69. la stessa OCSE, chiamandoli in maniera diversa, Millenial,
  70. Millenium Learner e quant'altro, ehm... si è fermato? Ah, no!
  71. Chiamandoli, chiamandoli in maniere diverse, ehm
  72. affermano l'esistenza di una nuova generazione che
  73. popola le scuole. Ehm, da questo punto di vista, e qui
  74. vengo all'ultimo... all'ultimo argomento, credo che forse
  75. ci sia un problema di esorcizzare in qualche modo
  76. il nuovo, di non, non prendere coscienza fino in fondo
  77. del fatto che, non solo la tecnologia,
  78. ma anche il mondo sociale, la globalizzazione in atto,
  79. mette profondamente in discussione le nostre pratiche
  80. come insegnanti e in fondo far finta che non esistano
  81. probabilmente, è più rassicurante ed è più, ed è più
  82. comodo, per certi versi. Ehm... l'ultimo argomento è un po' più,
  83. è un po' più polemico, ma in effetti, l'impressione che ho avuto io
  84. leggendo Jenkins, che parlava di Prensky, era in effetti che
  85. Jenkins fosse, in effetti, molto poco contento di non aver inventato lui questa
  86. metafora e quindi trovasse delle critiche... Criticasse... criticasse Jenkins... criticasse Prensky
  87. proprio perché la metafora è particolarmente efficace
  88. Ehm... l'idea dei Nativi e degli Immigranti digitali
  89. rende bene quello che tutti noi normalmente
  90. verifichiamo con i nostri figli, dentro le nostre classi, ehm...
  91. l'agilità e la fluency che hanno nel gestire le tecnologie
  92. è imbarazzantemente superiore, superiore alla nostra...
  93. e forse, appunto, alcuni studiosi, anche alcuni di quelli
  94. che hanno partecipato al dibattito avrebbero voluto
  95. inventare loro questa categoria.
  96. Fortunatamente non l'ho inventata io, ma l'ha inventata Prensky,
  97. per cui spero di non attirarmi ulteriormente gli strali
  98. di coloro i quali sono un po' contrari,
  99. ma sper... ma sono molto contento che sia, come dire,
  100. si sia sviluppato questo dibattito, perché forse dice, questo dibattito,
  101. molto più delle nostre paure, rispetto a una reale trasformazione
  102. attraverso le tecnologie della scuola,
  103. di quanto non dica relativamente alla... al dibattito
  104. specifico sulla categoria dei nativi digitali.