YouTube

Got a YouTube account?

New: enable viewer-created translations and captions on your YouTube channel!

Italian subtitles

← Everything is a Remix Part 4

Get Embed Code
25 Languages

Subtitles translated from English Showing Revision 6 created 12/23/2012 by Maurizio Coletta.

  1. (Si ringrazia iStockPhoto per alcuni

  2. dei filmati presenti in questo episodio.
  3. Li trovate su iStockPhoto.com)
  4. È possibile rintracciare i nostri geni
  5. in un arco di tempo di 3 miliardi di anni e mezzo
  6. fino ad un singolo organismo: LUCA,
  7. l'ultimo antenato universale comune
    (Last Universal Common Ancestor)
  8. Con la riproduzione, i geni di Luca venivano copiati e copiati
  9. e copiati e copiati,
  10. a volte con errori — essi si trasformavano.
  11. Con il tempo ciò finì col produrre
  12. ognuna delle miliardi di specie presenti sulla terra.
  13. Alcune di queste adottarono il meccanismo della riproduzione sessuata,
  14. combinando i geni degli individui,
  15. e così, le forme di vita
    che si adattarono meglio, prosperarono.
  16. Questa è l'evoluzione. Copia, trasforma e combina.
  17. La cultura si evolve in modo simile,
  18. ma gli elementi non sono geni, quanto meme —
  19. idee, comportamenti, abilità.
  20. I meme vengono copiati, trasformati, e combinati.
  21. E le idee dominanti del nostro tempo
  22. diventano i meme più diffusi.
  23. Questa è l'evoluzione sociale.
  24. Copia, trasforma e combina.
  25. È ciò che siamo, è il modo in cui viviamo,
  26. ed ovviamente, è il modo in cui creiamo.
  27. Le nostre nuove idee si evolvono a partire dalle precedenti.
  28. Tuttavia il nostro sistema di leggi non riconosce
  29. la natura derivativa della nostra stessa creatività.
  30. Invece, le idee vengono considerate come proprietà privata,
  31. come elementi unici ed originali
  32. dai limiti ben definiti.
  33. Ma le idee non sono così ordinate.
  34. Esse sono sovrapposte, intrecciate, incatenate
  35. E quando il sistema va in conflitto
  36. con la realtà...
  37. esso comincia a fallire.
  38. Everything is a Remix
  39. Parte Quattro: Fallimento del Sistema
  40. Per quasi tutta la nostra storia
  41. le idee sono state libere.
  42. Il lavoro di Shakespeare, Gutenberg
  43. e Rembrandt poteva essere liberamente copiato
  44. e usato per creare.
  45. Ma la crescente dominanza dell'economia di mercato,
  46. dove il prodotto del nostro lavoro intellettuale
  47. è comprato e venduto,
  48. produsse degli effetti collaterali.
  49. Immaginiamo che un tizio inventi una lampadina migliore.
  50. Il suo prezzo deve coprire
  51. non solo il costo di manifattura,
  52. ma anche i costi intellettuali
  53. dell'invenzione stessa.
  54. Ora immaginiamo che un concorrente ne realizzi
  55. una sua copia.
  56. Il concorrente non deve preoccuparsi di
  57. recupare i costi di sviluppo
  58. in questo modo la sua versione può
    costare di meno
  59. La questione è:
    Le creazioni originali non possono
  60. competere con il prezzo delle loro copie.
  61. Negli Stati Uniti furono introdotti
  62. i diritti d'autore e i brevetti
  63. proprio a causa di questo squilibrio.
  64. I diritti d'autore coprivano i prodotti multimediali;
  65. i brevetti coprivano le invenzionie.
  66. Lo scopo di entrambi era d'incoraggiare
  67. la creazione e la proliferazione
  68. di nuove idee fornendo un breve e limitato
  69. periodo di esclusività, un tempo durante il quale
  70. nessun altro potesse copiare il tuo lavoro.
  71. Ciò diede ai creatori una finestra con la quale
  72. coprire i loro investimenti e ottenere un profitto.
  73. Dopodiché il loro lavoro sarebbe divenuto di dominio pubblico,
  74. dove potesse essere diffuso ovunque liberamente
  75. ed essere usato per creare.
  76. Era questo l'obiettivo:
  77. un robusto dominio pubblico,
  78. un economico parco di idee, prodotti,
  79. arti e intrattenimento disponibile per tutti.
  80. L'idea che ne stava alla base era il bene comune,
  81. un beneficio per tutti.
  82. Ma con il tempo, l'influenza del mercato
  83. trasformò questo principio in maniera radicale.
  84. I pensatori più influenti proposero che
  85. le idee potessero essere una forma di proprietà e
  86. questa convinzione avrebbe eventualmente prodotto
  87. un nuovo termine... proprietà intellettuale.
  88. Questo era un meme che si sarebbe
    diffuso a macchia d'olio,
  89. grazie in parte ad una stranezza
    insita nella psicologia umana
  90. e conosciuta con il nome di
    "Avversione alle perdite"
  91. In parole povere, odiamo perdere ciò che è nostro.
  92. Le persone tendono a dare maggior valore alle perdite
  93. che ai guadagni.
  94. Così i nostri guadagni ottenuti
  95. grazie al lavoro di altri
  96. non fa molta impressione,
  97. ma quando sono le nostre idee
    ad essere copiate,
  98. lo percepiamo come una perdita
    e iniziamo a lottare.
  99. Per esempio, la Disney fa un grande uso
  100. delle opere di dominio pubblico.
  101. Storie come Biancaneve, Pinocchio
  102. e Alice nel paese delle meraviglie
    erano tutte prese
  103. dal dominio pubblico.
  104. Ma quando arrivò il momento della scadenza
  105. dei diritti d'autore sui film meno recenti della Disney,
  106. fecero pressione per ottenere l'estensione
    dei propri diritti d'autore.
  107. L'artista Shepard Fairey ha usato spesso
  108. arte pre-esistente nei suoi lavori.
  109. Questa sua abitudine venne alla luce
  110. quando fu denunciato da dall' Associated Press
  111. per aver realizzato il suo famoso poster
    "Obama Hope"
  112. con una loro foto.
  113. Nonostante ciò, quando furono i suoi lavori
  114. ad essere utilizzati in un lavoro di Baxter Orr,
  115. Fairey minacciò di denunciarlo.
  116. Ed infine, Steve Jobs sembrava spesso
  117. orgoglioso sulla storia della Apple
    in materia di copie.
  118. Non ci siamo mai vergognati
  119. di rubare grandi idee.
  120. Ma dimostrò un certo odio verso coloro
  121. che osavano copiare Apple.
  122. Distruggerò Android, perché è
  123. un prodotto rubato. Voglio andarci
  124. "termonucleare" su questa faccenda.
  125. Quando copiamo lo giustifichiamo.
  126. Quando altri copiano lo condanniamo.
  127. La maggior parte di noi non ha problemi nel copiare...
  128. fin quando siamo noi a farlo.
  129. Quindi chiudendo un occhio per la nostre imitazioni
  130. e spinto dalla fede nel mercato e nella proprietà,
  131. il concetto di proprietà intellettuale si è espanso
  132. oltre il suo scopo originale
  133. con più ampie interpretazioni di nuove leggi,
  134. nuove legislazioni,
  135. maggiore mercato
  136. e ricompense invitanti.
  137. Nel 1981 George Harrison perse un caso
  138. da 1.5 milioni di dollari per la copia "inconscia"
  139. della hit doo-wop "He's So Fine"
  140. nella sua ballad "My Sweet Lord".
  141. Prima di tale evento, tante altre canzoni suonavano
  142. anche più chiaramente, come altre canzoni
  143. senza finire in tribunale.
  144. Ray Charles creò la base della musica soul
  145. basando "I Got a Woman"
  146. sulla canzone gospel "It Must be Jesus."
  147. A partire dalla fine degli anni novanta,
  148. furono introdotte una serie di nuove leggi
  149. e regolamentazioni sul copyright...
  150. ...e se ne aspettano molte altre.
  151. Tra questi, i più grandi e ambiziosi sono gli accordi commerciali.
  152. Essendo appunto accordi, non leggi,
  153. possono essere negoziati in segreto,
  154. senza un input dal popolo o approvazione
    da parte di un congresso.
  155. Nel 2011 l' ACTA fu firmato dal Presidente Obama,
  156. ed il Trans-Pacific Partnership Agreement (TPPA),
  157. il quale è attualmente redatto in segreto,
  158. mira ad una diffusione maggiore della
  159. "protezione" in stile Stati Uniti, in tutto il mondo.
  160. Ovviamente, quando gli Stati Uniti
    rappresentavano ancora
  161. una economia in via di sviluppo, rifiutarono la firma di trattati e accordi
  162. e non proteggevano il lavoro di autori stranieri.
  163. Famosa è la lamentela di Charles Dickens
  164. sull'esplosivo mercato americano
    della pirateria sui libri
  165. chiamandolo "una cosa orribile per la quale
  166. quelle canaglie-vendilibri si arricchiranno."
  167. La copertura fornita dai brevetti è passata
  168. dalle invenzioni fisiche a quelle virtuali,
  169. in particolare, il software.
  170. Ma questa non è una transizione naturale.
  171. Un brevetto è un progetto su
  172. come realizzare un invenzione.
  173. I brvetti software sono al più
  174. una vaga descrizione di come sarebbe qualcosa
  175. se fosse realizzata.
  176. I brevetti software vengono scritti
  177. nel linguaggio più ampio possibile
  178. per ottenere la copurtera più ampia possibile.
  179. La vaghezza dei termini può
  180. raggiungere livelli assurdi.
  181. Per esempio, "Macchina elaboratrice d'informazioni,"
  182. che copre qualunque cosa assomigli ad un computer
  183. o "oggetto materiale" che copre praticamente ogni cosa.
  184. Le limitazioni confuse dei brevetti software
  185. hanno reso l'industria degli smartphone
    una grande guerra tra bande.
  186. Il 62% delle cause sui brevetti sono
    tutte per questioni legate al software.
  187. Le perdite stimate sono di circa mezzo trilione di dollari.
  188. La diffusione del concetto di
    proprietà intellettuale
  189. ha introdotto maggiori possibilità di effettuare
  190. contese opportunistiche — fare causa per guadagnare.
  191. Sono nate due nuove specie
  192. il cui solo modello di buisness sono le cause legali:
  193. sample trolls e patent trolls.
    Troll di brevetti ed esempi.
  194. Queste sono società che non producono nulla.
  195. Acquisiscono una libreria di diritti su diverse
    proprietà intellettuali,
  196. per poi fare causa ed ottenere profitti.
  197. E poiché i costi legali sono di
  198. migliaia di centinaia di dollari per casi di copyright
  199. e milioni in brevetti,
  200. i loro obiettivi sono molto motivati
    a risolvere le dispute
  201. al di fuori dal tribunale.
  202. Il più famoso troll di esempi
  203. è la Bridgeport Music,
  204. la quale ha presentato centinaia di querele.
  205. Nel 2005 ottenero una vittoria molto influente
  206. in trubunale per questo estratto di 2 secondi.
  207. Tutto qui. E non era solamente corto,
  208. era virtualmente irriconoscibile.
  209. "A 100 Miles and Runnin'" degli NWA
  210. Questo verdetto ha reso
  211. ogni tipo di estratto, non importa quanto piccolo, una violazione.
  212. I collage musicali pieni di estratti di altre canzoni
  213. dell'età dell'oro dell'hip-hop
  214. sono ora incredibilmente costosi da realizzare.
  215. Ora i troll di brevetti sono molto comuni
  216. nel travagliato mondo del software.
  217. E forse il caso più inspiegabile
  218. è quello di Paul Allen.
  219. È uno dei fondatori di Microsoft,
  220. è un miliardario,
  221. è un filantropo stimato
  222. che si è impegnato nel donare
    buona parte della sua fortuna.
  223. Egli afferma che le funzioni più elementari del web
  224. come i link collerati, avvisi e raccomandazioni
  225. furono inventate dalla sua ex-società,
    da tempo defunta.
  226. Così l'auto proclamatosi "uomo idea"
  227. fece causa praticamente a tutta la Silicon Valley
    nel 2010.
  228. E lo fece nonostante avesse fama e fortuna.
  229. Ricapitolando, il tutto si riduce a questo.
  230. Crediamo che le idee siano delle proprietà
  231. e siamo eccessivamente territoriali
  232. quando percepiamo quella proprietà come nostra.
  233. Le nostre leggi assecondano questo pregiudizio
  234. con "protezioni" sempre più ad ampio spettro
  235. e ricompense massiccie.
  236. Nel frattempo spese legali insostenibili
  237. incoraggiano gli imputati a pagare
  238. ed a sistemare fuori dal tribunale.
  239. È uno scenario scoraggianto,
  240. e spinge a domandarsi: e adesso?
  241. La convinzione nella proprietà intellettuale
  242. è divenuta così dominante da spingere
  243. l'intento originale delle leggi sul
    copyright e sui brevetti
  244. al di fuori della coscienza pubblica.
  245. Ma quello scopo originale è
  246. ancora lì in piena vista.
  247. Il "Copyright Act" del 1970 è intitolato:
  248. "Un atto per incoraggiare l'apprendimento."
  249. Il "Patent Act" serve a
  250. "promuovere il progresso delle Arti utili."
  251. I diritti esclusivi che questi atti introdussero
  252. erano un compromesso per un bene più grande.
  253. L'intento era di migliorare le vite di tutti
  254. incentivando la creatività
  255. e producendo un ricco dominio pubblico,
  256. un parco di conoscenze comuni, disponibili a tutti.
  257. Ma gli stessi diritti esclusivi
  258. divennero il punto centrale della questione,
  259. al punto da venire rafforzati ed espansi.
  260. Ed il risultato non è stato
  261. un maggior progresso o un maggiore apprendimento,
  262. quanto più dispute e abusi.
  263. Viviamo in un era con problemi scoraggianti.
  264. Abbiamo bisogno delle migliori idee possibili,
  265. e ne abbiamo bisogno ora, quindi serve
    che si diffondano in fretta.
  266. Il bene comune è un meme
  267. che è stato sopraffatto dalla proprietà intellettuale.
  268. Bisogna diffonderlo di nuovo.
  269. Se il meme prospera,
  270. le nostre leggi, le normative e la nostra società,
  271. si trasformano tutte.
  272. Questa è evoluzione sociale
  273. e non è compito dei governi
  274. delle società o degli avvocati...
  275. è compito nostro.