Italian subtitles

← Quando prendere posizione - e quando lasciar correre

Ash Beckham si è trovata recentemente a doversi chiedere: chi sono? Si è sentita intrappolata in due ruoli, zia e difensore. Entrambi sono talvolta una lotta, dice, e propone suggerimenti audaci su come prendere posizione per la propria integrità morale quando questo risulta scomodo.

Get Embed Code
28 Languages

Showing Revision 10 created 11/03/2015 by Anna Cristiana Minoli.

  1. Quest'estate sono tornata
    in Ohio per un matrimonio in famiglia,
  2. e mentre ero lì,
  3. c'è stato un incontro
    con Anna ed Elsa di "Frozen".
  4. Non le Anna e Elsa di "Frozen",
  5. non era un evento
    organizzato dalla Disney.
  6. Queste due imprenditrici si occupavano
    di organizzare feste con principesse.
  7. Il tuo bimbo compie cinque anni?
  8. Suonano un paio di canzoni, spargono
    un po' di polvere di fata, è bello.
  9. E non si sarebbero mai
    lasciate sfuggire l'opportunità
  10. che è stato il fenomeno "Frozen".
  11. Vengono assunte
    da un negozio di giocattoli locale,

  12. i bimbi arrivano il sabato mattina,
  13. comprano cose Disney,
    si fanno la foto con le principesse,
  14. tutto qui.
  15. È come Babbo Natale,
    senza vincoli di stagionalità.
  16. (Risate)
  17. Mia nipote di tre anni e mezzo,
    Samantha, era al centro di tutto.

  18. Non le importava che quelle due
    autografassero poster e libri da colorare
  19. come Regina delle Nevi e Principessa Ana --
    una N sola per non infrangere copyright.
  20. (Risate)
  21. Secondo mia nipote e i 200 e più
    bambini nel parcheggio quel giorno,
  22. quelle erano le Anna e Elsa di "Frozen".
  23. Era un rovente sabato mattina d'agosto
    in Ohio.

  24. Ci rechiamo lì alle 10 in punto,
    l'orario prefissato,
  25. e riceviamo il numero 59.
  26. Per le 11 avevano chiamato
    i numeri dal 21 al 25.
  27. ci sarebbe voluto un bel po',
  28. e non c'era pittura per il viso
    o tatuaggio temporaneo
  29. che potesse prevenire le crisi di nervi
    fuori del negozio.
  30. (Risate)
  31. Alle 12:30 ci chiamano:

  32. "Dal 56 al 63, prego."
  33. E non appena mettiamo piede dentro,
    posso solo descrivere la scena:
  34. sembrava che la Norvegia avesse vomitato.
  35. (Risate)
  36. C'erano fiocchi di neve di cartone
    sul pavimento,
  37. brillantini su ogni superficie piatta,
    e ghiaccio su tutti i muri.
  38. E mentre eravamo in fila

  39. nel cercare di dare a mia nipote
    un miglior punto d'osservazione
  40. del didietro della madre
    del numero 58,
  41. la metto sulle mie spalle,
  42. e viene istantaneamente catturata
    dalla visione delle principesse.
  43. Mentre avanzavamo,
    cresceva l'agitazione,
  44. e arrivati finalmente
    alla fine della coda,
  45. e il numero 58 srotola il suo poster
    per farlo autografare dalle principesse,
  46. sentivo letteralmente
    l'emozione attraverso il suo corpo.
  47. E siamo sinceri, a quel punto,
    ero un po' emozionata anch'io.
  48. (Risate)
  49. Voglio dire, la decadenza scandinava
    era affascinante.
  50. (Risate)
  51. Quindi arriviamo alla fine della coda,

  52. e la commessa, esausta, si rivolge
    a mia nipote e dice,
  53. "Ciao, tesoro. Sei la prossima!
  54. Vuoi scendere o preferisci rimanere
  55. sulle spalle di papà per la foto?"
  56. (Risate)
  57. Ero impietrita.
  58. (Risate)
  59. È incredibile come in un solo istante
    ci si ritrovi di fronte la domanda,

  60. "Chi sono?"
  61. "Sono una zia? O un difensore?"
  62. Milioni di persone hanno visto il mio
    video sulle conversazioni difficili,
  63. ed eccone qui una,
    proprio di fronte a me.
  64. Allo stesso tempo,
  65. niente è più importante
    nella mia vita dei bimbi,
  66. mi sono ritrovata in una situazione
    in cui ci ritroviamo spesso,
  67. schiacciata tra due cose,
    due scelte impossibili.
  68. Sarei stato un difensore?
  69. Mi sarei tolta la nipotina dalle spalle
    per rivolgermi alla commessa e spiegarle
  70. che ero di fatto la zia, e non il padre,
  71. e che dovrebbe fare più attenzione
  72. e non saltar subito a conclusioni basate
    su tagli di capelli e giri sulle spalle
  73. (Risate)
  74. e facendo questo,
  75. perdermi il momento più importante
    della vita di mia nipote.
  76. O sarei stata una zia?
  77. Non avrei dato peso al commento,
    mi sarei fatta un milione di foto,
  78. senza farmi distrarre nemmeno
    un attimo dalla pura gioia del momento,
  79. e, facendo ciò,
  80. andarmene via con la vergogna
    del non essermi fatta valere,
  81. specialmente in presenza di mia nipote.
  82. Chi ero io?

  83. Cos'era più importante?
    Quale ruolo valeva più la pena?
  84. Ero una zia? O ero un difensore?
  85. Avevo un quarto di secondo
    per decidere.
  86. Ci insegnano al giorno d'oggi

  87. che viviamo in un mondo
    di costante e crescente polarità.
  88. È così bianco e nero, così noi e loro,
    così giusto e sbagliato.
  89. Non c'è via di mezzo, non c'è grigio,
    solo polarità.
  90. La polarità è uno stato in cui
    due idee o opinioni
  91. sono l'una l'opposto dell'altra;
  92. un'opposizione diametrale.
  93. Da che parte stai?
  94. Sei senza dubbio un pacifista, pro-scelta,
    contro la pena di morte,
  95. pro regolamentazione delle armi,
    a favore di confini aperti e pro-unione?
  96. Oppure, sei assolutamente
    e inflessibilmente
  97. a favore di guerra,
    vita e pena di morte,
  98. un sostenitore del Secondo Emendamento,
  99. anti-immigrazione e pro-business?
  100. È tutto o niente, sei con noi
    o contro di noi.
  101. Questa è la polarità.
  102. Il problema della polarità
    e dell'assoluto è

  103. che eliminano l'individualità
    dell'esperienza umana
  104. e li rende contraddittori
    rispetto alla nostra natura umana.
  105. Ma se siamo tirati
    in queste due direzioni,
  106. ma non è questo il nostro posto --
  107. la polarità non è la nostra realtà --
  108. dove andiamo a questo punto?
  109. Cosa c'è dall'altra parte?
  110. Non penso sia un'utopia
    armoniosa e irraggiungibile,

  111. penso che l'opposto
    della polarità sia la dualità.
  112. La dualità è lo stato in cui
    ognuno ha due parti,
  113. ma non opposte l'una all'altra,
  114. coesistenti.
  115. Non credete sia possibile?
  116. Ecco le persone che conosco:
  117. conosco cattolici pro-scelta,
    femministe che portano l'hijab,
  118. veterani contro la guerra,
  119. e membri dell'NRA che pensano
    che dovrei potermi sposare.
  120. Queste sono le persone che conosco,
    i miei amici e la mia famiglia,
  121. questa è la maggioranza della società,
    questo siete voi, questo sono io.
  122. (Applausi)
  123. La dualità è la capacità
    di avere entrambe le cose.
  124. Ma la domanda è:
    siamo capaci di essere duali?
  125. Abbiamo il coraggio
    di essere entrambe le cose?
  126. Lavoro in un ristorante in città,

  127. sono diventata amica con il lavapiatti.
  128. Facevo la cameriera
    e avevamo un bel rapporto,
  129. ci divertivamo insieme.
  130. Il suo spagnolo era fantastico
  131. perché era messicana.
  132. (Risate)
  133. Questa battuta doveva essere al contrario.
  134. Il suo inglese era limitato, ma di sicuro
    migliore del mio spagnolo.
  135. Ma eravamo unite dalle nostre affinità,
  136. non separate dalle nostre differenze.
  137. Eravamo vicine, anche se venivamo
    da mondi diversi.
  138. Era messicana,
  139. lasciò la famiglia per poter venire qui
  140. e dare loro una vita migliore
    al ritorno.
  141. Era una devota cattolica conservatrice,
  142. credeva nei tradizionali
    valori della famiglia,
  143. ruoli stereotipati di uomini e donne,
  144. e io ero me stessa.
  145. (Risate)
  146. Ma quello che ci univa era
    quando mi chiedeva della mia ragazza,

  147. o condivideva foto
    della sua famiglia a casa.
  148. Queste erano le cose che ci univano.
  149. Un giorno, eravamo nel retro,
  150. a ripulire cibo velocemente,
    intorno a un tavolino,
  151. in un rarissimo momento di calma,
  152. e arriva un ragazzo nuovo dalla cucina --
  153. che guarda caso era suo cugino --
  154. e si siede macho e valoroso
  155. come solo può essere
    un ragazzo di 20 anni.
  156. (Risate)
  157. E le dice, [in Spagnolo]
    "Ash ha un ragazzo?"
  158. Lei risponde, [in Spagnolo]
    "No, ha una ragazza."
  159. Lui dice, [in Spagnolo]
    "Una ragazza?!?"
  160. Lei posa la forchetta, lo fissa,
  161. e dice, [in Spagnolo],
    "Sì, una ragazza. Discorso chiuso."
  162. Il suo sorriso compiaciuto
    si trasforma in rispetto materno,
  163. prende il piatto,
    e se ne torna a lavorare.
  164. Non mi ha mai guardato negli occhi.
  165. Se n'è andato, e anch'io--
  166. una conversazione da 10 secondi,
    un'interazione brevissima.
  167. Sulla carta,
    aveva molto più in comune con lui:

  168. lingua, cultura, storia, famiglia,
    la sua comunità, la sua base
  169. ma la sua bussola morale l'ha ingannata.
  170. Un po' più tardi, stavano scherzando
    in cucina in spagnolo,
  171. senza nessun riferimento a me,
  172. e questo è dualismo.
  173. Non doveva decidere,
    omosessualità o eredità
  174. Non doveva scegliere
    tra la sua famiglia e l'amicizia.
  175. Non era o Gesù o Ash.
  176. (Risate)
  177. (Applausi)
  178. La sua moralità individuale
    era così fortemente radicata

  179. che aveva il coraggio
    di essere entrambe le cose.
  180. La nostra integrità morale
    è nostra responsabilità
  181. e dobbiamo essere pronti
    a difenderla anche quando è scomodo.
  182. Questo significa essere un alleato,
    e se sarete un alleato,
  183. dovete essere un alleato attivo:
  184. fate domande, agite quando sentite
    qualcosa di inappropriato,
  185. siate intraprendenti.
  186. Avevo un'amica di famiglia che per anni
    chiamava la mia ragazza la mia amante.

  187. Davvero? Amante?
  188. Così esageratamente sessuale,
  189. così tanto porno gay anni '70.
  190. (Risate)
  191. Ma ci provava, e chiedeva.
  192. Poteva chiamarla la mia amica,
  193. o la mia "amica",
    o la mia "amica speciale" --
  194. (Risate) --
  195. o anche peggio, non chiedere del tutto.
  196. Credetemi, preferiamo che chiediate.
  197. Preferisco che dica amante,
    al non dire nulla.
  198. La gente spesso mi dice,
    "Ash, non mi importa.

  199. Non vedo razza o religione o sessualità.
  200. A me non importa. Non lo vedo."
  201. Ma credo che l'opposto dell'omofobia,
    del razzismo e della xenofobia
  202. non sia l'amore, ma l'apatia.
  203. Se non vedete la mia omosessualità,
    allora non vedete me.
  204. Se non vi importa con chi vado a letto,
  205. allora non potete immaginare
    cosa si prova
  206. camminando per strada tardi la sera
    tenendole la mano,
  207. avvicinarsi a delle persone
    e dover prendere una decisione
  208. se tenerla o lasciarla andare
  209. quando quello che voglio
    è stringerla più forte.
  210. La piccola vittoria che provo
  211. quando ce la faccio
    senza doverla lasciare andare.
  212. L'incredibile vigliaccheria e delusione
    che provo quando la lascio.
  213. Se non vedete quella battaglia
  214. peculiare per la mia esperienza
    perché sono gay, allora non vedete me.
  215. Se volete essere degli alleati,
    dovete vedermi.
  216. In quanto individui, alleati,
    esseri umani,

  217. dobbiamo poter essere entrambe le cose:
  218. il positivo e il negativo,
  219. il facile e il difficile.
  220. Non si impara a essere le due cose
    dalle sciocchezze,
  221. lo si impara dalla determinazione.
  222. E se il dualismo
    fosse solo il primo passo?
  223. Se attraverso la compassione,
    l'empatia e l'interazione umana
  224. fossimo in grado di imparare
    a essere entrambe le cose?
  225. Se possiamo essere due cose,
    possiamo essere quattro,
  226. se possiamo quattro,
    anche otto,
  227. e se possiamo otto,
    possiamo essere centinaia.
  228. Siamo individui complessi,

  229. vortici di contraddizioni.
  230. Siete tante cose contemporaneamente.
  231. Cosa potete fare per essere
    qualcuna in più?
  232. Torniamo a Toledo, Ohio.

  233. Sono alla fine dela fila,
  234. nipote sulle spalle,
    commessa esausta mi chiama papà.
  235. Vi hanno mai scambiato
    per una persona dell'altro sesso?
  236. Neanche.
  237. Vi hanno mai etichettato
    per quel che non siete?
  238. Ecco cosa provo io:
  239. sono immediatamente una tempesta interna
    di emozioni contrastanti.
  240. Comincio a sudare, una combinazione
    di rabbia e umiliazione,
  241. ho la sensazione che tutto il negozio
    mi stia guardando,
  242. e contemporaneamente mi sento invisibile.
  243. Voglio esplodere
    in un'invettiva di rabbia,
  244. e voglio strisciare sotto un sasso.
  245. Oltre a tutto questo
    con la frustrazione addosso
  246. indosso un'insolita
    maglietta viola aderente,
  247. così tutto il negozio
    vede le mie tette,
  248. per assicurarmi che non si verifichi più.
  249. (Risate)
  250. Ma nonostante i miei sforzi
    per essere vista del sesso che sono,
  251. accade ancora.
  252. E spero con tutta me stessa
    che nessuno abbia sentito --
  253. non mia sorella, non la mia ragazza,
    e certamente non mia nipote.
  254. Sono abituata a questo dolore,
  255. ma farò qualunque cosa
    per proteggere le persone che amo.
  256. Faccio scendere mai nipote,

  257. corre da Elsa e Anna --
  258. la cosa che aspettava da tempo -
  259. e tutto sparisce.
  260. Quello che conta
    è il sorriso sul suo viso.
  261. I 30 secondi finiscono,
  262. raccogliamo le nostre cose,
    e fisso di nuovo la commessa;
  263. mi fa un sorriso dispiaciuto e mima,
  264. "Mi dispiace molto!"
  265. (Risate)
  266. La sua umanità, la sua disponibilità
    ad ammettere l'errore mi disarmano
  267. e le dico: "Tutto ok, capita. Ma grazie."
  268. E mi rendo conto in quel momento

  269. che non devo essere
  270. né una zia, né un difensore,
    posso essere entrambi.
  271. Posso vivere il dualismo,
    e posso essere entrambe le cose.
  272. E se posso essere due cose
    in quell'ambiente,
  273. posso essere tante cose.
  274. Mentre la mia ragazza e mia nipote
    se la squagliano tenendosi per mano,
  275. mi giro verso mia sorella
    e dico, "Ne valeva la pena?"
  276. E mi dice, "Stai scherzando?"
  277. Hai visto il suo sguardo?
    È il giorno più bello della sua vita!"
  278. (Risate)
  279. "Valeva le due ore e mezzo sotto il caldo,
  280. valeva il libro da colorare fuori prezzo
    di cui avevamo già una copia."
  281. (Risate)
  282. "Valeva anche il farti chiamare Papà."
  283. (Risate)
  284. E per la prima volta nella vita,
    ne era valsa la pena.
  285. Grazie, Boulder. Buona notte.

  286. (Applausi)