Return to Video

Laura Carstensen: Le persone anziane sono più felici

  • 0:00 - 0:02
    Viviamo più a lungo
  • 0:02 - 0:04
    e le società stanno invecchiando.
  • 0:04 - 0:06
    Lo sentiamo tutti i giorni.
  • 0:06 - 0:08
    Lo si legge sui giornali.
  • 0:08 - 0:10
    Lo si vede in televisione.
  • 0:10 - 0:12
    Qualche volta sono preoccupata
  • 0:12 - 0:14
    che sentirlo così spesso
  • 0:14 - 0:17
    ci abbia portato ad accettare vite più lunghe
  • 0:17 - 0:19
    con una certa compiacenza,
  • 0:19 - 0:21
    addirittura facilità.
  • 0:21 - 0:24
    Ma non fate l'errore,
  • 0:24 - 0:26
    vite più lunghe possono,
  • 0:26 - 0:28
    e credo lo faranno,
  • 0:28 - 0:30
    migliorare la qualità della vita
  • 0:30 - 0:32
    a tutte le età.
  • 0:32 - 0:34
    Per mettere le cose in prospettiva,
  • 0:34 - 0:37
    vediamo le cose un po' da lontano per un minuto.
  • 0:37 - 0:40
    Abbiamo aggiunto
  • 0:40 - 0:42
    più anni alla durata media della vita
  • 0:42 - 0:44
    nel 20° secolo
  • 0:44 - 0:47
    di tutti gli anni aggiunti
  • 0:47 - 0:51
    in tutti i millenni precedenti
  • 0:51 - 0:54
    di evoluzione umana messi insieme.
  • 0:54 - 0:56
    In un batter d'occhio
  • 0:56 - 0:59
    abbiamo quasi raddoppiato la durata
  • 0:59 - 1:01
    della vita che viviamo.
  • 1:01 - 1:04
    Quindi se avete la sensazione di non avere ancora afferrato questa storia dell'invecchiamento,
  • 1:04 - 1:06
    non vi preoccupate.
  • 1:06 - 1:08
    È una cosa nuova.
  • 1:08 - 1:10
    E dato che il tasso di fertilità è crollato
  • 1:10 - 1:12
    nello stesso periodo
  • 1:12 - 1:16
    in cui l'aspettativa di vita saliva,
  • 1:16 - 1:18
    quella piramide
  • 1:18 - 1:21
    che ha sempre rappresentato la distribuzione dell'età della popolazione,
  • 1:21 - 1:24
    con molti giovani alla base
  • 1:24 - 1:27
    distinto da una piccola punta di persone anziane
  • 1:27 - 1:29
    che ce la fanno e sopravvivono all'età
  • 1:29 - 1:31
    si sta trasformando
  • 1:31 - 1:34
    in un rettangolo.
  • 1:34 - 1:36
    E ora, se siete il tipo di persona
  • 1:36 - 1:40
    che rabbrividisce di fronte alle statistiche sulla popolazione,
  • 1:40 - 1:42
    questa è una che dovrebbe farlo.
  • 1:42 - 1:44
    Perché questo significa
  • 1:44 - 1:47
    che per la prima volta nella storia delle specie,
  • 1:47 - 1:49
    la maggior parte dei bambini nati
  • 1:49 - 1:51
    nel mondo sviluppato
  • 1:51 - 1:54
    ha la possibilità
  • 1:54 - 1:56
    di diventare anziana.
  • 1:56 - 1:59
    Come è successo?
  • 1:59 - 2:01
    Geneticamente non siamo più resistenti dei nostri antenati
  • 2:01 - 2:03
    di 10 000 anni fa.
  • 2:03 - 2:05
    Questo incremento dell'aspettativa di vita
  • 2:05 - 2:08
    è il notevole prodotto della cultura -
  • 2:08 - 2:10
    il crogiolo
  • 2:10 - 2:12
    che contiene la scienza e la tecnologia
  • 2:12 - 2:15
    e i cambiamenti su larga scala nel comportamento
  • 2:15 - 2:18
    che migliorano salute e benessere.
  • 2:18 - 2:20
    Attraverso cambiamenti culturali,
  • 2:20 - 2:22
    i nostri antenati
  • 2:22 - 2:25
    hanno ampiamente eliminato la morte prematura
  • 2:25 - 2:28
    così che la gente possa vivere vite intere.
  • 2:29 - 2:32
    Ci sono problemi associati all'invecchiamento -
  • 2:32 - 2:35
    malattie, povertà, perdita di status sociale.
  • 2:35 - 2:37
    Non è proprio il momento di dormire sugli allori.
  • 2:37 - 2:39
    Ma più impariamo sull'età,
  • 2:39 - 2:41
    più diventa chiaro
  • 2:41 - 2:43
    che un crollo radicale
  • 2:43 - 2:46
    è estremamente impreciso.
  • 2:46 - 2:50
    L'invecchiamento porta notevoli miglioramenti -
  • 2:50 - 2:53
    aumento della conoscenza, competenza -
  • 2:53 - 2:59
    e gli aspetti emotivi della vita migliorano.
  • 2:59 - 3:01
    Esatto,
  • 3:01 - 3:04
    le persone anziane sono felici.
  • 3:04 - 3:06
    Sono di sicuro più felici
  • 3:06 - 3:08
    delle persone di mezza età e dei giovani.
  • 3:08 - 3:10
    Uno studio dopo l'altro
  • 3:10 - 3:12
    sta arrivando alla stessa conclusione.
  • 3:12 - 3:15
    I CDC hanno di recente portato avanti una ricerca
  • 3:15 - 3:18
    dove si chiedeva alle persone coinvolte di dire semplicemente
  • 3:18 - 3:20
    se avessero risentito angoscia psicologica
  • 3:20 - 3:22
    nella settimana precedente.
  • 3:22 - 3:25
    E poche persone anziane hanno risposto affermativamente alla domanda
  • 3:25 - 3:27
    rispetto alle persone di mezza età,
  • 3:27 - 3:29
    e anche rispetto ai più giovani.
  • 3:29 - 3:31
    E un recente sondaggio Gallup
  • 3:31 - 3:33
    ha chiesto ai partecipanti
  • 3:33 - 3:35
    quanta tensione, preoccupazione e rabbia
  • 3:35 - 3:37
    avevano risentito il giorno precedente.
  • 3:37 - 3:41
    E tensione, preoccupazioni e rabbia
  • 3:41 - 3:44
    diminuiscono con l'età.
  • 3:45 - 3:48
    I sociologi lo chiamano il paradosso dell'invecchiamento.
  • 3:48 - 3:51
    Dopo tutto, invecchiare non è una passeggiata.
  • 3:51 - 3:53
    Abbiamo posto tutta una serie di domande
  • 3:53 - 3:57
    per vedere se riuscivamo a smontare questa scoperta.
  • 3:57 - 3:59
    Abbiamo chiesto se fosse possibile
  • 3:59 - 4:02
    che le attuali generazioni di anziani
  • 4:02 - 4:04
    siano e siano sempre state
  • 4:04 - 4:06
    le migliori generazioni.
  • 4:06 - 4:08
    Significa che i giovani di oggi
  • 4:08 - 4:11
    potrebbero non risentire gli stessi miglioramenti
  • 4:11 - 4:13
    invecchiando.
  • 4:13 - 4:15
    Ci siamo chiesti
  • 4:15 - 4:18
    se le persone anziane stiano tentando di dare una svolta positiva
  • 4:18 - 4:20
    a un'esistenza altrimenti deprimente.
  • 4:20 - 4:22
    (Risate)
  • 4:22 - 4:25
    Ma più abbiamo tentato di negare questa scoperta,
  • 4:25 - 4:27
    più prove abbiamo trovato
  • 4:27 - 4:29
    a supporto.
  • 4:29 - 4:31
    Anni fa, i miei colleghi ed io ci siamo imbarcati in uno studio
  • 4:31 - 4:34
    in cui abbiamo seguito lo stesso gruppo di persone su un periodo di 10 anni.
  • 4:34 - 4:38
    In origine il campione aveva tra i 18 e i 94 anni.
  • 4:38 - 4:41
    E abbiamo analizzato se e come le loro esperienze emotive cambiassero
  • 4:41 - 4:43
    invecchiando.
  • 4:43 - 4:46
    I partecipanti portavano un cercapersone
  • 4:46 - 4:48
    una settimana alla volta,
  • 4:48 - 4:51
    e li chiamavamo in modo casuale durante il giorno e la sera.
  • 4:51 - 4:53
    E ogni volta che li chiamavamo
  • 4:53 - 4:55
    chiedevamo loro di rispondere a diverse domande:
  • 4:55 - 4:58
    Su una scala da 1 a 7, quanto sei felice ora?
  • 4:58 - 5:00
    Quanto sei triste ora?
  • 5:00 - 5:02
    Quanto sei frustrato ora? -
  • 5:02 - 5:04
    così da avere un senso
  • 5:04 - 5:06
    del tipo di emozioni e sensazioni che risentivano
  • 5:06 - 5:08
    nella vita quotidiana.
  • 5:08 - 5:10
    E utilizzando questo intenso studio
  • 5:10 - 5:12
    sugli individui,
  • 5:12 - 5:16
    scopriamo che non è una generazione in particolare
  • 5:16 - 5:18
    che fa meglio di altre,
  • 5:18 - 5:21
    ma gli stessi individui nel tempo
  • 5:21 - 5:23
    presentano maggiori
  • 5:23 - 5:25
    esperienze positive.
  • 5:25 - 5:28
    Vedete questa leggera flessione
  • 5:28 - 5:30
    in età molto avanzata.
  • 5:30 - 5:32
    E c'è un leggero calo,
  • 5:32 - 5:34
    ma in nessun momento ritorna
  • 5:34 - 5:36
    ai livelli che vediamo
  • 5:36 - 5:38
    nei primi anni dell'età adulta.
  • 5:38 - 5:42
    È veramente troppo semplicistico
  • 5:42 - 5:46
    dire che le persone più anziane sono "felici".
  • 5:46 - 5:49
    Nella nostra analisi, sono più positive,
  • 5:49 - 5:51
    ma rispetto ai più giovani hanno anche
  • 5:51 - 5:54
    più tendenza a provare emozioni miste -
  • 5:54 - 5:56
    tristezza insieme a felicità;
  • 5:56 - 5:58
    sapete, quella lacrimuccia
  • 5:58 - 6:01
    mentre sorridete ad un amico.
  • 6:01 - 6:03
    E un'altra ricerca ha mostrato
  • 6:03 - 6:05
    che le persone anziane affrontano la tristezza
  • 6:05 - 6:07
    con maggiore tranquillità.
  • 6:07 - 6:10
    La accettano più di quanto non facciano i giovani.
  • 6:10 - 6:13
    E sospettiamo che questo potrebbe aiutare a spiegare
  • 6:13 - 6:16
    perché le persone più anziane sono migliori dei giovani
  • 6:16 - 6:21
    nel risolvere conflitti altamente emotivi e dibattiti.
  • 6:21 - 6:24
    Le persone anziane vedono l'ingiustizia
  • 6:24 - 6:26
    con compassione,
  • 6:26 - 6:29
    non con disperazione.
  • 6:29 - 6:31
    E a parità di situazione,
  • 6:31 - 6:33
    le persone anziane rivolgono le loro risorse cognitive
  • 6:33 - 6:35
    come attenzione e memoria
  • 6:35 - 6:38
    alle informazioni positive più che alle negative.
  • 6:38 - 6:41
    Se mostriamo immagini come quelle che vedete sullo schermo
  • 6:41 - 6:44
    a persone anziane, di mezza età e giovani
  • 6:44 - 6:46
    e poi chiediamo loro
  • 6:46 - 6:49
    di ricordare più immagini possibili,
  • 6:49 - 6:52
    le persone anziane, e non i giovani,
  • 6:52 - 6:54
    ricordano più immagini positive
  • 6:54 - 6:56
    rispetto alle negative.
  • 6:56 - 6:58
    Abbiamo chiesto a giovani ed anziani
  • 6:58 - 7:00
    di guardare dei visi in laboratorio,
  • 7:00 - 7:02
    alcuni accigliati, alcuni sorridenti.
  • 7:02 - 7:05
    Le persone anziane guardano i visi sorridenti
  • 7:05 - 7:08
    piuttosto che quelli accigliati o arrabbiati.
  • 7:08 - 7:10
    Nella vita quotidiana,
  • 7:10 - 7:12
    questo si traduce in maggior piacere
  • 7:12 - 7:14
    e soddisfazione.
  • 7:16 - 7:18
    Ma in quanto sociologi, continuiamo a cercare
  • 7:18 - 7:20
    possibili alternative.
  • 7:20 - 7:22
    Ci siamo detti che forse le persone anziane
  • 7:22 - 7:24
    riportano più emozioni positive
  • 7:24 - 7:27
    perché le loro capacità cognitive sono alterate.
  • 7:27 - 7:30
    (Risate)
  • 7:30 - 7:32
    Abbiamo detto, potrebbe essere
  • 7:32 - 7:35
    che le emozioni positive sono semplicemente più facili da processare di quelle negative,
  • 7:35 - 7:38
    e quindi si passa alle emozioni positive?
  • 7:38 - 7:40
    Forse i centri neurali del nostro cervello
  • 7:40 - 7:42
    sono degradati a livello tale per cui
  • 7:42 - 7:45
    non siamo più in grado di processare le emozioni negative.
  • 7:45 - 7:47
    Ma non è così.
  • 7:47 - 7:50
    Le menti degli anziani più brillanti
  • 7:50 - 7:54
    sono quelle che più mostrano questo effetto positivo.
  • 7:54 - 7:57
    E in condizioni in cui conta molto,
  • 7:57 - 7:59
    le persone anziane processano le informazioni negative
  • 7:59 - 8:02
    così come le informazioni positive.
  • 8:02 - 8:05
    Allora com'è possibile?
  • 8:05 - 8:07
    Nella nostra ricerca,
  • 8:07 - 8:09
    abbiamo scoperto che questi cambiamenti
  • 8:09 - 8:11
    si basano sostanzialmente
  • 8:11 - 8:14
    sulla capacità unicamente umana di monitorare il tempo -
  • 8:14 - 8:16
    non solo l'orologio e il calendario,
  • 8:16 - 8:19
    ma la vita che scorre.
  • 8:19 - 8:21
    E se c'è un paradosso nell'invecchiamento
  • 8:21 - 8:24
    è che riconoscere che non vivremo per sempre
  • 8:24 - 8:26
    cambia la visione che abbiamo della vita
  • 8:26 - 8:29
    in maniera positiva.
  • 8:29 - 8:32
    Quando l'orizzonte temporale è lungo e vago,
  • 8:32 - 8:34
    com'è tipicamente da giovani,
  • 8:34 - 8:37
    la gente è continuamente preparata,
  • 8:37 - 8:40
    cerca di assorbire tutte le informazioni possibili,
  • 8:40 - 8:42
    prende rischi, esplora.
  • 8:42 - 8:45
    Trascorriamo anche tempo con persone che non ci piacciono
  • 8:45 - 8:48
    perché in qualche modo è interessante.
  • 8:48 - 8:50
    Potremmo imparare qualcosa di inaspettato.
  • 8:50 - 8:52
    (Risate)
  • 8:52 - 8:54
    Andiamo ad appuntamenti al buio.
  • 8:54 - 8:56
    (Risate)
  • 8:56 - 8:58
    Dopotutto,
  • 8:58 - 9:01
    se non funziona, domani è un altro giorno.
  • 9:01 - 9:03
    La gente sopra i 50 anni
  • 9:03 - 9:06
    non va ad appuntamenti al buio.
  • 9:06 - 9:11
    (Risate)
  • 9:11 - 9:13
    Invecchiando,
  • 9:13 - 9:15
    il nostro orizzonte temporale si accorcia
  • 9:15 - 9:18
    e i nostri obiettivi cambiano.
  • 9:18 - 9:21
    Quando riconosciamo che non abbiamo tutto il tempo del mondo,
  • 9:21 - 9:23
    vediamo più chiaramente le nostre priorità.
  • 9:23 - 9:26
    Facciamo meno attenzione alle questioni futili.
  • 9:26 - 9:28
    Assaporiamo la vita.
  • 9:28 - 9:30
    Apprezziamo di più,
  • 9:30 - 9:33
    siamo più aperti alla conciliazione.
  • 9:33 - 9:36
    Investiamo di più in parti della vita emotivamente importanti,
  • 9:36 - 9:39
    e la vita migliora,
  • 9:39 - 9:42
    e siamo più felici ogni giorno.
  • 9:42 - 9:44
    Ma quello stesso cambio di prospettiva
  • 9:44 - 9:47
    ci porta ad essere meno tolleranti
  • 9:47 - 9:49
    nei confronti dell'ingiustizia.
  • 9:49 - 9:51
    Entro il 2015,
  • 9:51 - 9:54
    ci saranno negli Stati Uniti più persone
  • 9:54 - 9:56
    sopra i 60 anni
  • 9:56 - 9:59
    che sotto i 15.
  • 9:59 - 10:01
    Cosa accadrà alle società
  • 10:01 - 10:04
    con troppe persone anziane?
  • 10:04 - 10:07
    Il numero non determinerà
  • 10:07 - 10:09
    il risultato.
  • 10:09 - 10:12
    Lo farà la cultura.
  • 10:12 - 10:15
    Se investiamo in scienza e tecnologia
  • 10:15 - 10:17
    e troviamo soluzioni ai problemi reali
  • 10:17 - 10:20
    che affrontano le persone anziane
  • 10:20 - 10:22
    e capitalizziamo
  • 10:22 - 10:24
    i reali punti di forza
  • 10:24 - 10:26
    delle persone anziane,
  • 10:26 - 10:28
    allora gli anni di vita supplementari
  • 10:28 - 10:31
    possono migliorare radicalmente la qualità della vita
  • 10:31 - 10:33
    a tutte le età.
  • 10:33 - 10:36
    Le società con milioni
  • 10:36 - 10:38
    di cittadini di talento, emotivamente stabili
  • 10:38 - 10:41
    in salute e con una buona educazione
  • 10:41 - 10:43
    più di altre generazioni prima di loro,
  • 10:43 - 10:45
    armati di conoscenza
  • 10:45 - 10:47
    sulle questioni pratiche della vita
  • 10:47 - 10:49
    e motivate
  • 10:49 - 10:51
    nella risoluzione dei grandi problemi
  • 10:51 - 10:54
    possono essere società migliori
  • 10:54 - 10:58
    di quanto abbiamo mai conosciuto.
  • 10:58 - 11:01
    A mio padre, che ha 92 anni,
  • 11:01 - 11:03
    piace dire:
  • 11:03 - 11:05
    "Smettiamola di parlare
  • 11:05 - 11:07
    di come salvare i vecchi
  • 11:07 - 11:09
    e cominciamo a parlare
  • 11:09 - 11:13
    di come loro possano salvarci tutti".
  • 11:13 - 11:15
    Grazie.
  • 11:15 - 11:17
    (Applausi)
Title:
Laura Carstensen: Le persone anziane sono più felici
Speaker:
Laura Carstensen
Description:

Nel 20esimo secolo abbiamo aggiunto come mai prima d'ora anni alla durata della vita, ma la qualità di vita è altrettanto buona? Soprendentemente, sì! A TEDxWomen la psicologa Laura Carstensen mostra ricerche che dimostrano che invecchiando le persone sono più felici e hanno una visione più positiva del mondo.

more » « less
Video Language:
English
Team:
TED
Project:
TEDTalks
Duration:
11:18
Anna Cristiana Minoli approved Italian subtitles for Older people are happier
Anna Cristiana Minoli accepted Italian subtitles for Older people are happier
Anna Cristiana Minoli edited Italian subtitles for Older people are happier
Ana María Pérez edited Italian subtitles for Older people are happier
Ana María Pérez declined Italian subtitles for Older people are happier
Ana María Pérez edited Italian subtitles for Older people are happier
Ana María Pérez edited Italian subtitles for Older people are happier
Ana María Pérez edited Italian subtitles for Older people are happier
Show all

Italian subtitles

Revisions Compare revisions