YouTube

Got a YouTube account?

New: enable viewer-created translations and captions on your YouTube channel!

Italian subtitles

← Insegnare con empatia | Anna Spertini | TEDxSiena

Get Embed Code
7 Languages

Showing Revision 19 created 09/15/2018 by Michele Gianella.

  1. Buon pomeriggio e grazie dell'invito.

  2. Mi chiamo Anna Spertini,
    sono un'insegnante,
  3. insegno ai bambini e agli adolescenti.
  4. E ho trascorso gli ultimi
    cinque mesi della mia vita
  5. a studiare le microespressioni facciali,
    e le emozioni ad esse correlate.
  6. Ecco: questa, per esempio,
    è un'espressione di gioia sincera.
  7. Questa, invece, è l'espressione
    che fanno i miei conoscenti
  8. quando dico loro
    come ho trascorso l'estate.
  9. C'è un certo disagio,
    fa una certa impressione
  10. perché effettivamente
    le microespressioni facciali
  11. sono spesso correlate e associate
    allo smascheramento delle menzogne.
  12. Questo anche grazie
    a un telefilm di qualche anno fa.
  13. Ma non sanno, le persone,
  14. che applicando queste tecniche
    a un altro settore, come quello didattico,
  15. siamo in grado di ottenere una
    comunicazione maggiore con gli studenti
  16. e anche una maggiore
    consapevolezza di se stessi.
  17. Sono anche una mamma.
  18. Mio figlio si chiama
    Alessandro, ha 9 anni,
  19. e studia il violino con il metodo Suzuki.
  20. Il metodo Suzuki è un metodo innovativo
    nell'insegnamento della musica,
  21. universalmente riconosciuto
  22. e chiamato anche
    "metodo della lingua madre".
  23. Fu creato nel secolo scorso
    da Shinichi Suzuki
  24. che è un violinista
    e insegnante giapponese
  25. e il fondamento principale
    di questo metodo
  26. è che tutti possono apprendere
    dal loro ambiente.
  27. Quindi quando crei
    l'ambiente giusto e stimolante,
  28. stimoli anche le stesse
    situazioni nello studente,
  29. e così favorisci l'apprendimento.
  30. Condizione essenziale del metodo Suzuki
  31. è la partecipazione
    di almeno un genitore
  32. nel percorso di studio.
  33. E infatti il successo
    di ogni programma Suzuki
  34. sta proprio nella buona qualità
  35. di questo cosiddetto "triangolo Suzuki"
  36. che è formato dalla relazione
    di collaborazione
  37. tra insegnante, genitore e bambino.
  38. Ecco, questa è una classe di violino
  39. della Scuola Suzuki di Siena.
  40. Il maestro di violino di mio figlio
    si chiama Alessio Nacuzi
  41. e invia solitamente
    diverse e-mail ai genitori
  42. per supportarli nel loro ruolo
    di genitori Suzuki
  43. e per aiutare i loro figli, appunto,
  44. nell'apprendimento del violino a casa.
  45. La primavera scorsa,
    Alessio invia una mail a tutti i genitori
  46. che, tra le altre cose,
    contiene un link
  47. al sito Web di Paul Ekman.
  48. Paul Ekman è un ricercatore
    che ha dedicato
  49. tutta la sua vita alla ricerca
    delle microespressioni facciali
  50. e delle emozioni ad esse correlate.
  51. Vado a visitare il sito Web,
    e vedo subito che all'interno
  52. c'è una grandissima quantità
    di informazioni interessanti
  53. non solo per il lavoro che svolgo,
    ma anche come mamma,
  54. per aiutare mio figlio
    con lo studio del violino.
  55. Il materiale è tantissimo
    ed è anche abbastanza costoso,
  56. quindi chiedo ad Alessio
    se è possibile condividerne la spesa.
  57. Alessio accetta, e così condividiamo
    anche i momenti di studio.
  58. Trascorriamo l'intera estate a studiare
  59. e arriviamo a fine estate
  60. che riusciamo a conseguire
    il FACS Coders Certificate.
  61. Questo è un certificato
    che viene solitamente conseguito
  62. da persone che poi vanno
    a collaborare come esperti
  63. con la Polizia o con il Tribunale.
  64. Ma noi vogliamo applicarlo alla didattica,
  65. perché siamo convinti
    che potrà darci risultati soprendenti.
  66. E, in questo frangente,
    conosco anche meglio Alessio.
  67. Conosco alcuni dettagli della sua vita,
    e come è arrivato a Siena,
  68. e scopro così che,
  69. come Paul Ekman
    ha dedicato tutta la sua vita
  70. allo studio delle
    microespressioni facciali,
  71. Alessio ha dedicato tutta la sua vita
    non soltanto alla musica e al violino,
  72. ma anche alla ricerca di un metodo
    didattico unico nel suo genere.
  73. Immaginatevi, infatti,
  74. di prendere diversi strumenti
    e tecniche di comunicazione,
  75. usate solitamente in settori di nicchia,
  76. e di applicarli alla didattica.
  77. L'effetto è immediato:
    tra insegnante e studenti
  78. si crea una comunicazione
    e un'empatia profonda;
  79. i risultati vengono raggiunti
    in tempi molto più rapidi,
  80. e con un benessere di fondo stabile.
  81. Il maestro Alessio Nacuzi
    è convinto che sia possibile,
  82. tramite l'utilizzo di diversi metodi,
  83. come il metodo Suzuki,
    il Mental Training, l'NLP Coaching,
  84. il metodo Feldenkrais, il LAB Profile,
  85. riuscire a ottenere
    una situazione per la quale
  86. nel momento della performance,
    e quindi del concerto, dell'esecuzione,
  87. il bambino sia in una
    situazione di zero stress
  88. e quindi benessere di fondo stabile.
  89. Molte università straniere e italiane
  90. si sono rivelate interessate
    alla ricerca di Alessio.
  91. Tra queste anche
    il Royal College di Londra,
  92. e ovviamente anche
    il Paul Ekman Group
  93. che ci ha donato
    parte del materiale di studio.
  94. E allora il passaggio è:
  95. come facciamo per definire
    il livello di stress nei bambini?
  96. Esiste un test semplice e affidabile
  97. che si chiama test del cortisolo salivare.
  98. Consiste nel prelevare
    un piccolo campione di saliva
  99. dal soggetto, nel momento
    della performance,
  100. e quindi in questo caso del concerto,
  101. per misurare appunto
    la quantità di cortisolo.
  102. Quando questo ormone,
  103. che viene prodotto
    dalle ghiandole surrenali,
  104. è presente in quantità elevata,
  105. indica una condizione di stress.
  106. Alessio Nacuzi nei suoi anni di esperienza
  107. ha applicato proprio questo metodo
    su tanti bambini, i suoi studenti.
  108. E ha visto che, effettivamente,
    si può applicare, si può fare,
  109. e i risultati ci sono.
  110. Io sono una testimonianza
    entusiasta di questo
  111. perché ho visto che mio figlio,
  112. soltanto dopo due anni
    di studio del violino,
  113. è ora in grado di suonare,
    a memoria, più di 50 pezzi,
  114. tra cui anche pezzi molto complessi.
  115. E quindi pensate un po'
    a come potrebbe essere
  116. applicare un metodo di questo genere
    anche ad altre materie,
  117. tipo la matematica,
    la storia, le lingue straniere.
  118. Avremmo modo, finalmente,
    di dare la possibilità ai nostri figli
  119. di trarre il massimo vantaggio
    da questo aspetto dell'apprendimento
  120. che li accompagnerà
    per tutta la loro vita.
  121. E arriviamo, così,
  122. all'espressione di gioia sincera
    che vi ho mostrato all'inizio.
  123. Immaginatevi i vostri figli
    felici di imparare,
  124. e fortemente motivati a farlo.
  125. E immaginatevi anche
    la vostra, di felicità,
  126. quando realizzerete
    ciò che avete fatto per loro.
  127. Grazie.
  128. (Applausi)