Italian subtitles

← Krzysztof Wodiczko: Monument for the Living | Art21 "Extended Play"

Get Embed Code
11 Languages

Showing Revision 3 created 04/03/2020 by Elisa Caminiti.

  1. Questo disegno è il primo studio
    del luogo della proiezione.
  2. Questa è la statua
  3. sul suo piedistallo.
  4. Per me è molto importante immaginare
  5. come la statua si animerà
    durante la proiezione.
  6. [Krzysztof Wodiczko: Monumenti per i vivi]
  7. Le persone si riuniscono sempre
    davanti ai monumenti,
  8. durante eventi o proteste.
  9. A volte ci sediamo sulle loro spalle,
    sventoliamo bandiere.
  10. Li dipingiamo con nuove storie.
  11. Sono stati testimoni di eventi...
  12. alcuni, di grandi eventi.
  13. Vogliamo che i monumenti osservino,
    registrino
  14. controllino ciò che facciamo oggi
  15. ancora.
  16. Per molti anni,
    ho cercato di dar voce
  17. o amplificare quelle voci
    che non vengono ascoltate
  18. o addirittura sono messe a tacere.
  19. - Ho visto molti bambini morti o morenti.
    - È stato orribile.
  20. - Si tuffavano, senza sapere
    che era avvelenato, radioattivo.
  21. Ci sono più di 70 milioni di rifugiati,
  22. persone costrette
    a lasciare i loro paesi d'origine
  23. perché quei paesi sono in guerra...
  24. il più delle volte sono guerre civili.
  25. Al Madison Square Park,
    ci sono altri quattro monumenti.
  26. Questo è il più importante
  27. ed è legato alla Guerra Civile.
  28. Non abbiamo veri e propri monumenti
    dedicati ai rifugiati.
  29. [VOCE DALLA PROIEZIONE]
    - Ho lasciato i miei genitori
  30. - Ho lasciato mia mamma
  31. - e i miei fratelli,
  32. - senza poter dire addio.
  33. - Me ne sono andato
    così come mi vedete.
  34. [ALTRA VOCE DALLA PROIEZIONE]
    - Per dieci anni, siamo stati costretti
  35. - a dormire in una tenda.
  36. - Ci svegliavamo,
  37. - spaventati per tutto il giorno,
  38. - senza poter far nulla della nostra vita.
  39. [ALTRA VOCE DALLA PROIEZIONE]
    - Era una tortura.
  40. - Non c'era speranza di una vita migliore.
  41. - Diciannove anni della mia giovinezza,
    della mia vita, mi sono stati portati via.
  42. [WODICZKO]
    Vedere un rifugiato parlare
  43. è una opportunità rara per il pubblico.
  44. [VOCE DALLA PROIEZIONE]
    - È stato difficile lasciare mio figlio.
  45. - Immaginate
    di lasciare vostro figlio...
  46. - Penso che nessuno riuscirebbe a farlo,
    nemmeno per un giorno o due.
  47. - Io ho dovuto lasciare mio figlio
    per dieci anni.
  48. - Dieci anni!
  49. [WODICZKO] Per poter vivere
    con ricordi così traumatici,
  50. è importante parlarne,
  51. comunicare con gli altri.
  52. Chi lavora con i traumi sa bene
  53. che niente fa più male
  54. delle esperienze dolorose
    non comunicate e condivise.
  55. Una volta condivise,
  56. si apre la strada per una convivenza più
    sana con i ricordi traumatici.
  57. Questo è il mio approccio generale
    nei confronti dei monumenti.
  58. Dobbiamo renderli utili a chi vive
  59. renderli significativi per noi
  60. per poter costruire un futuro...
  61. che sia migliore
  62. magari un futuro
    in cui alcuni di quei monumenti
  63. come quelli commemorativi
  64. non dovranno più essere costruiti.
  65. Perché non ci saranno più guerre,
  66. né rifugiati.