Italian subtitles

← I cambiamenti climatici faranno spostare milioni di persone. Ecco come prepararci

Get Embed Code
30 Languages

Showing Revision 5 created 01/15/2020 by Elena Montrasio.

  1. Circa due anni dopo l'uragano Katrina
  2. ho visto le mappe
    delle alluvioni della Louisiana.
  3. Queste mappe sono usate
    per mostrare la perdita di terre avvenuta
  4. e la perdita di terre che accadrà.
  5. In questo particolare giorno,
    durante una riunione cittadina,
  6. le mappe sono state usate per spiegare
  7. come un aumento della marea di 9 metri
    che ha accompagnato l'uragano Katrina
  8. abbia potuto inondare comunità
    come la mia nel sud Louisiana
  9. e comunità lungo le coste
    del Mississippi e dell'Alabama.
  10. Risulta che le terre che stiamo perdendo
    erano la nostra protezione dal mare.
  11. Ho fatto volontariato
    per interagire con i grafici sul muro
  12. e in un istante la mia vita è cambiata
    per la seconda volta in due anni.
  13. Il grafico mostrava che nel sud Louisiana
    c'è stata una grave perdita di terre
  14. e un mare soverchiante,
  15. ma nello specifico, il grafico mostrava
    la scomparsa della mia comunità
  16. e di molte altre comunità
    prima della fine del secolo.
  17. Non ero sola sul davanti della stanza.

  18. Ero in piedi con altri membri
    delle comunità del sud Louisiana,
  19. di colore, autoctoni, poveri.
  20. Pensavamo di essere ora vincolati
    da una ripresa temporanea dalla tragedia,
  21. ma abbiamo capito che siamo ora vincolati
    dall'impresa impossibile
  22. di assicurare che le nostre comunità
    non verranno cancellate dall'alta marea
  23. dovuta ai cambiamenti climatici.
  24. Amici, vicini, famiglia, la mia comunità:
  25. ho dedotto che sarebbero sempre stati lì.
  26. Terre, alberi, paludi, bayou:
  27. ho dedotto che sarebbero stati lì
    come è sempre stato per migliaia di anni.
  28. Mi sbagliavo.
  29. Per capire cosa stesse succedendo
    alla mia comunità,

  30. ho dovuto parlare con altre comunità
    in giro per il mondo.
  31. Ho iniziato nel sud della Louisiana
    con le United Houma Nation.
  32. Ho parlato con delegati per la gioventù
    a Shishmaref, in Alaska.
  33. Ho parlato con pescatrici
    sulle coste del Vietnam,
  34. combattenti per la giustizia nelle Fiji,
  35. nuove generazioni di leader
  36. nelle antiche culture
    dello Stretto di Torres.
  37. Comunità che esistevano
    da migliaia di anni
  38. stavano soffrendo lo stesso destino
  39. e stavamo tutti pensando
    a come sopravvivere i prossimi 50 anni.
  40. Per la fine del prossimo secolo,

  41. è previsto
    che più di 180 milioni di persone
  42. saranno sfollate a causa
    del cambiamento climatico
  43. e, nel sud della Louisiana,
  44. coloro che possono permetterselo
    stanno già traslocando,
  45. perché il sud della Louisiana
    sta perdendo terre
  46. a uno dei tassi più veloci del pianeta.
  47. La scomparsa è ciò
    che la mia comunità del bayou
  48. ha in comune
    con altre comunità costiere.
  49. La cancellazione è ciò per cui comunità
    intorno al mondo stanno lottando
  50. mentre noi ci accorgiamo
    degli effetti dei cambiamenti climatici.
  51. Ho passato gli ultimi 14 anni
    difendendo comunità

  52. che sono già state colpite
    dalla crisi climatica.
  53. Queste comunità
    combattono la discriminazione
  54. all'interno della ripresa
    del disastro climatico
  55. e cercano di bilanciare
    l'evacuazione di persone
  56. con un afflusso di altri
  57. che vedono un'opportunità
    nell'iniziare da capo.
  58. Dal 2005, persone
    sono state chiamate "rifugiati"
  59. quando se ne vanno
    a causa del disastro climatico,
  60. anche quando non attraversano
    i confini internazionali.
  61. Questi termini impropri
  62. che servono a identificare l'altro,
  63. la vittima,
  64. la persona che non dovrebbe trovarsi qui,
  65. questi termini sono ostacoli
  66. alla ripresa economica,
  67. all'integrazione sociale
  68. e al rimedio richiesto dalla crisi
    e dal trauma climatico.
  69. Le parole contano.
  70. Conta anche come trattiamo
    le persone che passano i confini.
  71. Dovrebbe importarci come le persone
    che attraversano i confini oggi
  72. per cercare rifugio e sicurezza
    vengono trattate,
  73. in quanto potresti essere tu
    o qualcuno che ami
  74. ad avere il bisogno
    di esercitare il diritto alla migrazione
  75. nel prossimo futuro.
  76. Dobbiamo iniziare a prepararci
    a una migrazione globale da oggi.

  77. Ora è una realtà.
  78. Le nostre città e le nostre comunità
    non sono preparate.
  79. Difatti, il nostro sistema economico
    e i nostri sistemi sociali
  80. sono solo pronti a realizzare profitti
    grazie alle persone che migrano.
  81. Ciò causerà una gentrificazione climatica,
  82. e penalizzerà
    la circolazione delle persone,
  83. di solito attraverso lavori forzati
  84. e criminalizzazione.
  85. La gentrificazione climatica che accade
    in vista dell'aumento del livello del mare
  86. è ciò che vediamo in posti come Miami,
  87. dove le comunità
    tenute lontane dal lungomare
  88. non possono permettersi
    le posizioni di vantaggio
  89. dove erano collocate originariamente
  90. mentre le persone abbandonano la costa.
  91. Queste persone vengono costrette
    a spostarsi lontano
  92. dai sistemi sociali ed economici
    che gli servono per sopravvivere.
  93. La gentrificazione climatica accade
    anche a seguito di un disastro climatico.

  94. Quando enormi quantità
    di persone lasciano un luogo
  95. per un periodo di tempo indefinito,
  96. ne vediamo arrivare delle altre.
  97. Vediamo accadere
    la gentrificazione climatica
  98. anche quando case danneggiate
    sono ora "sostenibilmente costruite".
  99. Però ora hanno un valore maggiore,
  100. generalmente al di fuori della portata
    di persone povere e di colore
  101. che desiderano
    tornare a casa.
  102. La differenza di prezzo negli affitti
    o il possesso di una casa
  103. è la differenza
    tra poter esercitare il tuo diritto,
  104. il diritto umano di una comunità
    di tornare a casa
  105. o di essere costretta
    a reinsediarsi in una altro luogo,
  106. meno resiliente al clima,
  107. meno costoso
  108. e da solo.
  109. La crisi climatica
    è una conversazione più ampia

  110. del ridurre le emissioni di CO2
  111. ed è una conversazione diversa
    dal solo clima estremo.
  112. Stiamo affrontando un cambiamento
    in ogni aspetto della realtà globale.
  113. E le migrazioni climatiche
    sono solo una piccola parte,
  114. ma avranno effetti a catena
  115. sia in città costiere
    che in città dell'entroterra.
  116. Quindi, cosa facciamo?

  117. Io ho qualche idea.
  118. (Risate)

  119. Primo, dobbiamo ripensare
    alla nostra conoscenza del problema.

  120. Il cambiamento climatico
    non è il problema.
  121. Il cambiamento climatico
    è il più orribile sintomo
  122. di un sistema economico
  123. che è stato costruito affinché alcuni
  124. estraessero ogni prezioso valore
    da questo pianeta e dai suoi abitanti,
  125. dalle nostre risorse naturali
  126. ai frutti del nostro lavoro umano.
  127. Questo sistema ha creato la crisi.
  128. (Applausi)

  129. Dobbiamo avere il coraggio
    di ammettere che abbiamo preso troppo.

  130. Non possiamo chiudere gli occhi
    davanti al fatto
  131. che il mondo intero sta pagando un prezzo
  132. per il privilegio e il comfort
    di poche persone sul pianeta.
  133. Per noi è arrivato il momento di fare
    dei cambiamenti sociali
  134. a un sistema che incentiva il consumo
  135. fino a un punto di squilibrio globale.
  136. Il nostro sistema di estrazione sociale,
    politica ed economica
  137. deve essere trasformato
    in sistemi che rigenerano la terra
  138. e promuovono la libertà umana globalmente.
  139. È arrogante pensare
    che la tecnologia ci salverà.
  140. È egoismo pensare che possiamo continuare
  141. questo ingiusto ed estrattivo approccio
    di vita su questo pianeta
  142. e sopravvivere.
  143. (Applausi)

  144. Per sopravvivere alla prossima fase
    della nostra vita umana,

  145. dobbiamo ristrutturare
    i nostri sistemi economici e sociali
  146. per sviluppare
    la nostra resilienza collettiva.
  147. La ristrutturazione sociale deve andare
    verso il ripristino e il risanamento
  148. della terra
  149. e delle comunità
    che vi sono state allontanate,
  150. criminalizzate
  151. e prese di mira da generazioni.
  152. Questa è la prima linea.
  153. Qui è da dove iniziamo.
  154. Dobbiamo creare un nuovo atteggiamento
    sociale, con la migrazione come beneficio,

  155. una necessità per la sopravvivenza,
  156. non una minaccia
    ai nostri privilegi individuali.
  157. Resilienza collettiva significa sviluppare
    città che possano accogliere persone
  158. e fornire alloggio,
  159. cibo, acqua, assistenza sanitaria
  160. e la libertà da troppa sorveglianza
  161. per tutti,
  162. non importa chi siano,
  163. non importa da dove vengano.
  164. Cosa significherebbe se iniziassimo
    a pianificare la migrazione climatica ora?

  165. Città sterminate o in declino
    la vedrebbero come un'opportunità
  166. per ricostruire una struttura sociale
    basata su giustizia ed equità.
  167. Potremmo veramente spendere soldi
    per ospedali pubblici
  168. e aiutarli a prepararsi
  169. per ciò che accadrà
    con la migrazione climatica,
  170. incluso il trauma
    che affianca perdita e trasferimento.
  171. Possiamo investire più tempo
    nella giustizia,
  172. ma non potrà essere
    per un guadagno temporaneo,
  173. non potrà essere per aiutare
    il deficit di bilancio,
  174. deve essere
    per un cambiamento a lungo termine
  175. e deve essere per promuovere la giustizia.
  176. È già possibile.
  177. Dopo l'uragano Katrina,

  178. università e licei degli USA
    hanno ammesso studenti
  179. per aiutarli a finire il semestre
    o l'anno senza perdere niente.
  180. Quegli studenti sono ora
    risorse produttive della nostra comunità
  181. quello di cui le nostre comunità,
    le nostre imprese e le istituzioni
  182. hanno bisogno per prepararsi.
  183. Il momento è arrivato.
  184. Quindi, mentre riformuliamo il problema
    in un modo più sincero

  185. e ristrutturiamo i nostri sistemi sociali
    in un modo più giusto,
  186. tutto ciò che ci rimane da fare
    è renderci più indigeni
  187. ed evocare un potere
    del genere più antico.
  188. Questo necessariamente significa
    che dobbiamo imparare a seguire,
  189. non dividere, allontanare,
    rendere esotiche,
  190. la leadership
    e le conoscenze tradizionali
  191. di un particolare luogo.
  192. Significa che dobbiamo conformarci
    a standard di equità ecologica
  193. e di giustizia climatica e diritti umani
  194. come la base, lo standard,
  195. un punto di partenza
  196. verso dove sta andando la nostra società.
  197. Tutto ciò ci richiede di riconoscere
    un potere più grande di noi stessi

  198. e una vita più lunga
    di quella che vivremo.
  199. Ci richiede di credere in cose
    che siamo abbastanza privilegiati
  200. da non dover vedere.
  201. Dobbiamo onorare i diritti della natura.
  202. Dobbiamo promuovere
    i diritti umani per tutti.
  203. Dobbiamo trasformarci da una società
  204. usa e getta e individualista
  205. a una che vede la nostra collettività,
    l'umanità nel lungo termine
  206. o non ce la faremo.
  207. Dobbiamo vedere che anche i migliori
    sono bloccati in un sistema ingiusto
  208. e dobbiamo ammettere
  209. che l'unico modo in cui soppravviveremo
  210. è quello di capire
  211. come raggiungere insieme
    una libertà condivisa.
  212. La buona notizia

  213. è che discendiamo da figure potenti.
  214. Veniamo da coloro che sono,
    in un modo o nell'altro,
  215. sopravissuti finora per essere noi oggi.
  216. Questa è una ragione sufficiente
    per combattere.
  217. E fidatevi, amici del Sud Louisiana
  218. le lotte più difficili
    sono quelle da celebrare.
  219. Scegliamo di rendere questa prossima fase
    della nostra esistenza planetaria stupenda
  220. e, già che ci siamo,
  221. rendiamola giusta ed equa per tutti.
  222. Possiamo farcela.

  223. Possiamo farcela,
  224. perché dobbiamo.
  225. Dobbiamo o perderemo il nostro pianeta
  226. e perderemo noi stessi.
  227. Il lavoro comincia qui.
  228. Il lavoro comincia insieme.
  229. Questa è la mia offerta.
  230. Grazie di averla ascoltata. Merci.

  231. (Applausi)