Return to Video

vimeo.com/.../215274960

  • 0:02 - 0:05
    Salve combinaguai... benvenuti/e su Trouble.
  • 0:05 - 0:06
    Il mio nome non'è importante.
  • 0:06 - 0:07
    Come anche la schiavitù,
  • 0:07 - 0:10
    le Crociate, la colonizzazione delle Americhe
  • 0:10 - 0:11
    e l'ultimo album dei Nickleback,
  • 0:11 - 0:13
    "No Fixed Address",
  • 0:13 - 0:15
    La Seconda Guerra Mondiale
    si classifica piuttosto in alto
  • 0:15 - 0:17
    nella lista delle peggiori cose che l'umanità
  • 0:17 - 0:18
    abbia mai fatto.
  • 0:18 - 0:19
    Fu un orribile mattanza
  • 0:19 - 0:21
    contrassegnato da intere città rase al suolo,
  • 0:21 - 0:23
    da un bilancio di vittime senza precedenti
  • 0:23 - 0:25
    e dalle peggiori atrocità mai commesse
  • 0:25 - 0:26
    su suolo europeo.
  • 0:26 - 0:28
    Pertanto non sorprende che all'epoca,
  • 0:28 - 0:29
    quando il fumo si diradò,
  • 0:29 - 0:31
    l'ideologia politica che ne fu all'origine,
  • 0:31 - 0:33
    il fascismo, divenne quasi universalmente
  • 0:33 - 0:35
    sinonimo di pura, assoluta malvagità.
  • 0:35 - 0:38
    Ma mentre il fascismo ha lottato da allora
    con un serio problema di immagine,
  • 0:38 - 0:41
    le idee e i fattori materiali che hanno portato
  • 0:41 - 0:43
    alla sua iniziale ascesa, non sono
    mai veramente scomparsi.
  • 0:43 - 0:45
    Oggi, con l'ordine capitalista neoliberale
  • 0:45 - 0:48
    in un periodo di intense crisi, si parla ancora una volta
  • 0:48 - 0:50
    del fascismo come di una seria minaccia.
  • 0:50 - 0:52
    La rinascita del nazionalismo di estrema destra,
  • 0:52 - 0:57
    della supremazia bianca, della misoginia
    e di altre tossiche ideologie reazionarie
  • 0:57 - 1:01
    ha, a sua volta, provocato un rinnovato entusiasmo
    per l'antifascismo organizzato, o antifa.
  • 1:01 - 1:03
    Se speriamo di rafforzarci in questo momento,
  • 1:03 - 1:07
    è di vitale importanza passare oltre l'uso
    di "fascista" come di un peggiorativo
  • 1:07 - 1:09
    o di calunnia per avversari politici,
  • 1:09 - 1:13
    cercando invece una miglior comprensione di quello
    che propriamente è ciò che combattiamo.
  • 1:13 - 1:15
    Nei prossimo trenta minuti, daremo la parola
  • 1:15 - 1:18
    a diversi gruppi di organizzatori
    anti-fascisti e anti-razzisti,
  • 1:18 - 1:21
    mentre condivideranno le loro esperienze
    di "sfasciare il fascio",
  • 1:21 - 1:22
    e di creare un sacco di guai.
  • 1:47 - 1:50
    Hail Trump! Hail, nostro popolo!
  • 1:50 - 1:52
    Hail vittoria!
  • 1:52 - 1:56
    Si discute molto di come definire il fascismo,
  • 1:56 - 1:57
    e ci sono molte cose in gioco,
  • 1:57 - 2:00
    perchè quando etichettiamo
    un movimento come fascista,
  • 2:00 - 2:02
    significa che fin dall'inizio
  • 2:02 - 2:04
    non vi ci confronteremo intellettualmente,
  • 2:04 - 2:06
    né discuteremo i suoi argomenti,
  • 2:06 - 2:08
    e inoltre, è accettabile l'uso della violenza
  • 2:08 - 2:09
    per sopprimerlo.
  • 2:11 - 2:12
    Per decenni la sinistra ha definito
  • 2:12 - 2:15
    il fascismo come la risposta dello Stato
  • 2:15 - 2:16
    alla crisi del capitalismo.
  • 2:16 - 2:20
    Il sistema capitalista, durante una crisi,
  • 2:20 - 2:23
    usa le destre o il fascimo per combattere
  • 2:23 - 2:26
    i movimenti sociali e di sinistra.
  • 2:26 - 2:30
    Il fascismo è un'ideologia
    intrinsecamente reazionaria
  • 2:30 - 2:32
    e autoritaria.
  • 2:32 - 2:34
    Come anarchici e comunisti,
  • 2:34 - 2:37
    consideriamo il fascismo
    come una contro-rivoluzione,
  • 2:37 - 2:41
    l'esatto opposto di ciò per cui lottiamo.
  • 2:41 - 2:44
    E' un movimento politico, che cerca di
  • 2:44 - 2:47
    distruggere i suoi oppositori politici
    attraverso la forza,
  • 2:47 - 2:50
    e a cui pertanto resistiamo
    con ogni mezzo necessario.
  • 2:50 - 2:53
    Il fascismo, lo definirei come un
  • 2:53 - 2:56
    movimento autoritario,
    reazionario e nazionalista,
  • 2:56 - 3:01
    radicato nell'idea che ci sia una cospirazione
  • 3:01 - 3:03
    contro l'uomo bianco,
  • 3:03 - 3:06
    che ci sia una cospirazione
    contro la civiltà occidentale.
  • 3:06 - 3:09
    C'è il bisogno di un movimento attivo in strada,
  • 3:09 - 3:11
    indirizzato contro i loro nemici politici,
  • 3:11 - 3:12
    come la sinistra e le minoranze,
  • 3:12 - 3:15
    e gruppi sociali in cerca di emancipazione.
  • 3:15 - 3:16
    Persone che sostanzialmente contrattaccano:
  • 3:16 - 3:18
    che sia la classe lavoratrice nel suo insieme,
  • 3:18 - 3:20
    gruppi oppressi dalla supremazia bianca,
  • 3:20 - 3:22
    donne che provano a combattere
  • 3:22 - 3:23
    contro il patriarcato,
  • 3:23 - 3:25
    sono tutti visti come il supremo male sociale
  • 3:25 - 3:26
    che il loro movimento deve affrontare
  • 3:26 - 3:28
    e sconfiggere, affinchè possano
  • 3:28 - 3:29
    raggiungere i loro obbiettivi.
  • 3:29 - 3:31
    Allo stesso tempo, sembra che
  • 3:31 - 3:33
    quasi tutto possa essere considerato fascismo
  • 3:33 - 3:34
    a seconda del soggetto a cui lo si chiede.
  • 3:34 - 3:35
    La sinistra e la destra
  • 3:35 - 3:38
    si sono dipinte l'un l'altra come fasciste...
  • 3:39 - 3:41
    il che è... interessante.
  • 3:41 - 3:43
    Ci sono molti tipi di fascismo,
  • 3:43 - 3:44
    esattamente come ci sono tipi differenti di
  • 3:44 - 3:47
    socialismo, anarchismo o comunismo.
  • 3:47 - 3:49
    Ma condividono tutti le stesse caratteristiche di
  • 3:49 - 3:51
    essere estremamente autoritari,
  • 3:51 - 3:54
    nazionalistici e in ultima analisi basati sul
  • 3:54 - 3:58
    preservare le gerarchie di classe, razza e genere.
  • 3:58 - 4:00
    Una ragazza quattordicenne,
    a Rockville, Maryland,
  • 4:00 - 4:03
    è stata violentata nei bagni di una scuola da
  • 4:03 - 4:05
    due uomini, presumibilmente
    nel paese illegalmente.
  • 4:05 - 4:06
    Il modo in cui i migranti sono
  • 4:06 - 4:09
    una sorta di capri espiatori viventi
    per i media mainstream,
  • 4:09 - 4:12
    per il governo, per la classe dominante
    sostanzialmente,
  • 4:12 - 4:14
    i fascisti vi vedono un'opportunità in ciò
  • 4:14 - 4:17
    e pertanto spingono queste tematiche e rilanciano
  • 4:17 - 4:20
    questo tipo di retorica razzista,
    anti-immigrazione, per poter
  • 4:20 - 4:22
    alimentare la loro agenda politica
  • 4:22 - 4:23
    che è di distruggere ogni
  • 4:23 - 4:24
    resistenza della classe lavoratrice
  • 4:24 - 4:26
    e ogni tipo di organizzazione di sinistra.
  • 4:26 - 4:27
    Penso che sia un grosso errore vedere
  • 4:27 - 4:30
    il fascismo come una sorta di "principi"
  • 4:30 - 4:32
    che possono essere applicati a
  • 4:32 - 4:35
    ogni tipo di movimento politico in ogni paese
  • 4:35 - 4:36
    e in ogni tempo.
  • 4:36 - 4:39
    E' un movimento politico
    realmente e attualmente vivo.
  • 4:39 - 4:41
    Penso che parte del problema con
  • 4:41 - 4:43
    il chiedere se "qualcosa è fascista?" o
  • 4:43 - 4:45
    "siamo nel fascismo?" è
  • 4:45 - 4:48
    dirsi che sia la cosa peggiore
    che possa esistere.
  • 4:48 - 4:49
    E penso che questa concezione
  • 4:49 - 4:51
    sia veramente limitata,
  • 4:51 - 4:53
    specialmente per i nord-americani.
  • 4:53 - 4:55
    Probabilmente, gli Stati Uniti
  • 4:55 - 4:57
    non avrebbero una storia peggiore
  • 4:57 - 4:59
    e il Canada non avrebbe avuto
    una storia peggiore
  • 4:59 - 5:01
    se fascisti dichiarati fossero stati al comando.
  • 5:01 - 5:03
    E' solo che... non riesco a non pensarlo,
  • 5:03 - 5:05
    e penso che quella concezione neghi gli orrori
  • 5:05 - 5:07
    del Nord America
  • 5:07 - 5:09
    attraverso l'affermazione che le cose
    sarebbero potute andare peggio.
  • 5:09 - 5:12
    In Canada e negli Stati Uniti,
  • 5:12 - 5:15
    le fondamenta di questi paesi sono razziste.
  • 5:15 - 5:18
    Furono forgiate attraverso il genocidio di massa
  • 5:18 - 5:20
    dei loro abitanti indigeni,
  • 5:20 - 5:22
    e attraverso la schiavitù, che ha costruito
  • 5:22 - 5:25
    quella che noi conosciamo oggi come America.
  • 5:25 - 5:27
    Penso che la funzione attuale del
  • 5:27 - 5:29
    suprematismo bianco, del patriarcato,
  • 5:29 - 5:31
    dell'autoritarismo,
    del colonialismo di insediamento,
  • 5:31 - 5:33
    in Nord America vada
  • 5:33 - 5:36
    capito più approfonditamente di com'è ora...
  • 5:36 - 5:38
    e non comparandolo con
  • 5:38 - 5:39
    altri contesti.
  • 5:40 - 5:43
    I movimenti fascisti duri e puri
    sono abbastanza simili sia
  • 5:43 - 5:44
    negli Stati Uniti che in Europa.
  • 5:44 - 5:47
    La differenza principale
    è nel concetto di identità
  • 5:47 - 5:49
    che i movimenti fascisti difendono.
  • 5:49 - 5:51
    Negli Stati Uniti, le nostre identità
    sono maggiormente
  • 5:51 - 5:53
    definite attraverso le categorie razziali.
  • 5:53 - 5:55
    Siamo una nazione di coloni,
    persone che furono portate qui
  • 5:55 - 5:58
    contro la loro volontà, da vari gruppi razziali.
  • 5:58 - 6:00
    E il suprematismo bianco
    è un modo per rompere questa
  • 6:00 - 6:03
    possibile solidarietà di classe
    contro le persone
  • 6:03 - 6:04
    che possiedono e controllano la società.
  • 6:04 - 6:06
    In Europa, questa nozione di razza
  • 6:06 - 6:07
    non esiste nello stesso modo.
  • 6:07 - 6:11
    E così i movimenti fascisti ed
    etno-nazionalisti di estrema destra
  • 6:11 - 6:14
    tendono a definire se stessi strettamente
    in merito al paese di origine.
  • 6:14 - 6:18
    Se si considera come gli irlandesi
    furono interiorizzati
  • 6:18 - 6:20
    dalla nazione americana
  • 6:20 - 6:24
    dopo la fine della schiavitù, si può vedere come
  • 6:24 - 6:26
    le radici della "bianchitudine"
    siano molto differenti
  • 6:26 - 6:28
    rispetto a, per esempio, l'Italia
  • 6:28 - 6:30
    dove ora c'è chi, la Lega Nord,
  • 6:30 - 6:32
    sostiene che
  • 6:32 - 6:34
    solo i settentrionali siano veri italiani,
  • 6:34 - 6:35
    e che siano bianchi.
  • 6:35 - 6:37
    E che i meridionali
  • 6:37 - 6:38
    non lo siano.
  • 6:38 - 6:40
    Questa distinzione non può essere fatta
  • 6:40 - 6:41
    in America.
  • 6:41 - 6:44
    In Europa, i partiti fascisti
    hanno sempre ricercato
  • 6:44 - 6:48
    una chiave di lettura razziale
    dei rapporti di classe.
  • 6:48 - 6:52
    Rifiutano la critica anarchica
    o comunista della società classista
  • 6:52 - 6:55
    e anzi la sostituiscono con
    una classe dominante razzializzata
  • 6:55 - 6:59
    che sono sempre "gli ebrei" o magari
    qualcosa di malcelatamente anti-semita
  • 6:59 - 7:00
    come i "globalisti".
  • 7:00 - 7:03
    I gruppi fascisti in America,
    creano questo nemico
  • 7:03 - 7:06
    negli immigrati, negli attivisti
    di Black Lives Matter,
  • 7:06 - 7:07
    nei rifugiati.
  • 7:07 - 7:09
    Non le persone che attualmente
    possiedono e controllano la società,
  • 7:09 - 7:11
    o coloro che alimentano il sistema,
  • 7:11 - 7:14
    come palazzinari, politici, poliziotti...
  • 7:14 - 7:17
    sapete, le persone che
    controllano l'industria carceraria.
  • 7:17 - 7:18
    E questo è ciò che il fascismo negli USA
  • 7:18 - 7:19
    ha sempre cercato di fare.
  • 7:19 - 7:21
    Sapete, hanno sempre
    cercato di fabbricare nemici
  • 7:21 - 7:24
    fra le persone sotto ai lavoratori bianchi.
  • 7:24 - 7:27
    E come possiamo vedere con Trump...
    è un qualcosa che vende.
  • 7:29 - 7:31
    Lo scrittore americano Sinclair Lewis
  • 7:31 - 7:32
    viene spesso citato per aver previsto che
  • 7:32 - 7:34
    "quando il fascismo arriverà in America
  • 7:34 - 7:35
    sarà avvolto nella bandiera
  • 7:35 - 7:36
    e porterà una croce."
  • 7:36 - 7:38
    Ci è andato piuttosto vicino...
  • 7:38 - 7:41
    ma quando si è rivelato,
    era il meme di Pepe la rana.
  • 7:41 - 7:43
    Oh sì, viviamo in tempi strani.
  • 7:43 - 7:45
    Ma sono piuttosto sicura
    che fosse una spilletta di Pepe
  • 7:45 - 7:48
    quella sulla giacca dell'elegante
    teorico dell'alt-right
  • 7:48 - 7:50
    nonché groupie -non corrisposto-
    dei Depeche Mode,
  • 7:50 - 7:52
    Richard Spencer, quando è stato giustamente
  • 7:52 - 7:54
    colpito per le strade di Washington DC,
  • 7:54 - 7:55
    durante l'insediamento di Donald Trump.
  • 7:55 - 7:57
    Questo cazzotto si è sentito
    per tutto il pianeta
  • 7:57 - 8:00
    stimolando radicali e liberali
    allo stesso modo, dando vita
  • 8:00 - 8:02
    a dozzine di esilaranti remix su Youtube.
  • 8:02 - 8:04
    So che probabilmente avrete visto
    il video centinaia di volte.
  • 8:04 - 8:07
    Mentre Spencer stesso può far risalire
    il suo retroterra politico
  • 8:07 - 8:09
    ai teorici fascisti italiani del passato,
  • 8:09 - 8:13
    il più ampio movimento che lo circonda,
    è qualcosa di maggiormente diversificato,
  • 8:13 - 8:15
    e di profondamente contemporaneo.
  • 8:15 - 8:17
    I movimenti reazionari di oggi
    sono i sottoprodotti tossici
  • 8:17 - 8:19
    del nostro specifico contesto,
  • 8:19 - 8:22
    un'epoca caratterizzata
    da caos e insicurezza diffuse, da un lato,
  • 8:22 - 8:25
    e dalla proliferazione massiva
    dei social media, dall'altro.
  • 8:25 - 8:27
    Questo è il mondo in cui viviamo.
  • 8:27 - 8:28
    Ed è il terreno fertile perfetto
  • 8:28 - 8:30
    per un nuovo tipo di fascismo.
  • 8:30 - 8:32
    Pertanto molti gruppi
    dell'estrema destra sono differenti
  • 8:32 - 8:34
    rispetto ai più tradizionali gruppi conservatori.
  • 8:34 - 8:37
    L'estrema destra
    e specialmente i movimenti fascisti
  • 8:37 - 8:39
    tendono a essere maggiormente
    messianici e rivoluzionari.
  • 8:39 - 8:41
    Non vogliono solamente
    mantenere la società stabile,
  • 8:41 - 8:43
    vogliono ristrutturarla secondo la loro visione.
  • 8:43 - 8:47
    E così è iniziata con, uh,
    questo tizio, Richard Spencer. Boop!
  • 8:47 - 8:49
    E' saltato fuori con il nome alt-right,
    destra alternativa,
  • 8:49 - 8:50
    e a me piace questo tipo.
  • 8:50 - 8:52
    La destra alternativa è una nuova facciata per
  • 8:52 - 8:55
    il paleoconservatorismo, il nazionalismo bianco,
  • 8:55 - 8:56
    tutte queste diverse cose.
  • 8:56 - 8:59
    Iniziarono come movimento fascista,
    voglio essere chiaro.
  • 8:59 - 9:02
    Emersero in un momento in cui
    il movimento fascista si stava
  • 9:02 - 9:05
    resettando a livello di
    riferimenti culturali ed estetici.
  • 9:05 - 9:07
    Una cosa che riuscirono a fare fu
  • 9:07 - 9:10
    quella di dire "guardate,
    abbiamo un bell'aspetto,
  • 9:10 - 9:13
    abbiamo bei tagli di capelli,
    non siamo i classici skinheads
  • 9:13 - 9:16
    o gente che indossa i vestiti da KKK,
    siamo qualcosa di diverso"
  • 9:16 - 9:18
    e i media ci sono veramente andati a nozze.
  • 9:18 - 9:23
    Mi ricordi una specie di giovane,
    vivo, e gay Christopher Hitchens.
  • 9:23 - 9:25
    Anche all'interno della
    parte fascista dell'alt-right
  • 9:25 - 9:27
    c'è un'ala più neo-nazista,
    attorno ad Andrew Anglin
  • 9:27 - 9:28
    e al Daily Stormer.
  • 9:28 - 9:31
    Le orde musulmane, abbiamo
    combattuto questa gente per quanto?
  • 9:31 - 9:33
    E ora le invitiamo dentro?
  • 9:33 - 9:37
    E diamo loro il via libera così che
    possano stuprare donne per le strade?
  • 9:37 - 9:40
    E c'è una più fascista,
    ma non esplicitamente nazista, ala
  • 9:40 - 9:43
    attorno al National Politicy Institute
    e a Richard Spencer.
  • 9:43 - 9:50
    Essere bianchi significa essere un faticatore,
    un crociato, un esploratore e un conquistatore.
  • 9:50 - 9:52
    Noi non sfruttiamo gli altri gruppi.
  • 9:52 - 9:56
    Loro hanno bisogno di noi e non il contrario.
  • 9:56 - 9:59
    La scena alt-right, suppongo,
    è una specie di passaggio verso
  • 9:59 - 10:03
    un tipo di fascismo più violento e estremo.
  • 10:03 - 10:05
    Recentemente il movimento si è espanso
  • 10:05 - 10:07
    ed ha attirato molte persone.
  • 10:07 - 10:08
    Così abbiamo soggetti come Gavin Mcinnes,
  • 10:08 - 10:10
    uno dei fondatori di VICE magazine.
  • 10:10 - 10:12
    Perché una blackface è offensiva?
    [tipo di makeup teatrale razzista]
  • 10:12 - 10:15
    E gente che lo incoraggia,
    come Milo Yiannopoulos.
  • 10:15 - 10:18
    Questo è un nuovo movimento populista,
    conservatore e ultra-liberista.
  • 10:18 - 10:21
    che non andrà da nessuna parte
    finché la sinistra continuerà
  • 10:21 - 10:24
    a dare priorità alle sensibilità musulmane
    anziché alle vite dei gay.
  • 10:24 - 10:27
    Finché la sinistra continuerà
    a dare priorità alle sensibilità delle
  • 10:27 - 10:31
    sociopatiche stronze femministe
    anziché a tutti gli altri.
  • 10:31 - 10:33
    Milo! Milo! Milo!
  • 10:33 - 10:36
    Il gruppo sociale che vogliono
    infettare e organizzare
  • 10:36 - 10:40
    è costituito, per la maggior parte, da uomini etero
    con istruzione universitaria
    e di classe sociale medio-alta.
  • 10:40 - 10:43
    Persone molto esperte di social media,
  • 10:43 - 10:44
    molto esperte di tecnologia.
  • 10:44 - 10:46
    Amano i loro memes.
  • 10:46 - 10:49
    Gruppi come American Vanguard e Identity Evropa
  • 10:49 - 10:52
    stanno ricoprendo i campus
    del paese con posters.
  • 10:52 - 10:56
    E così molta gente è attratta
    dai gruppi repubblicani dei college,
  • 10:56 - 10:58
    che non sono esplicitamente
    bianchi nazionalisti, ma apprezzano molto
  • 10:58 - 11:01
    il tenore di vita e lo stile dell'alt-right.
  • 11:01 - 11:03
    Se si guarda a Richard Spencer, è venuto fuori
  • 11:03 - 11:07
    giusto questa settimana che ha realizzato,
    letteralmente, milioni di dollari all'anno
  • 11:07 - 11:11
    grazie alla distesa di cotone
    dei suoi genitori in Louisiana
  • 11:11 - 11:14
    in quest'area altamente impoverita del paese.
  • 11:14 - 11:15
    E questa è un'enorme contraddizione perché
  • 11:15 - 11:18
    la maggior parte dei bianchi
    in questo paese non è ricca.
  • 11:18 - 11:20
    La maggior parte dei bianchi deve
    svegliarsi presto e andare a lavorare.
  • 11:20 - 11:22
    Non prendono soldi dai
    propri genitori, possidenti
  • 11:22 - 11:24
    di una piantagione di cotone
    dove i neri erano soliti lavorare
  • 11:24 - 11:25
    come schiavi, che è
    il motivo per cui sono ricchi.
  • 11:25 - 11:29
    E' un gruppo molto frammentato,
    non ne esiste un centro.
  • 11:29 - 11:32
    Non sono uniti e litigano
    tutti l'uno con l'altro.
  • 11:32 - 11:34
    Ed è esattamente come vogliamo che restino.
  • 11:34 - 11:38
    A questa parte importa dello sciovinismo
    e delle idee occidentali.
  • 11:38 - 11:41
    Quest'altra dice che i bianchi
    devono essere parte di questo.
  • 11:41 - 11:45
    Qualcuno come Roosh V, che si
    autodefinisce un "artista nel rimorchiare",
  • 11:45 - 11:49
    è un vero pezzo di merda che ha scritto
    un articolo sullo stuprare una donna islandese.
  • 11:49 - 11:52
    Ci sono anche membri della
    scena alt-right che usano
  • 11:52 - 11:54
    il mito del "rapeugee"
    [gioco di parole con "rape", stupro].
  • 11:54 - 11:57
    Così il rifugiato diventa
    un pericolo per le nostre donne.
  • 11:57 - 12:01
    Hanno ancora nozioni di genere
    incredibilmente essenzialiste sulla donna,
  • 12:01 - 12:06
    ma sarebbero in disaccordo, per esempio, con
    qualcuno che si vanta di aver stuprato una donna.
  • 12:06 - 12:09
    Matthew Heimbach ha decisamente
    cavalcato l'onda dell'alt-right.
  • 12:09 - 12:12
    Ma quello che lo rende diverso è che è interessato,
  • 12:12 - 12:15
    sebbene egli stesso proventa da
    una comunità molto ricca
  • 12:15 - 12:18
    fuori da Washington DC, chiamata Poolesville,
  • 12:18 - 12:23
    è molto interessato al parlare ai comuni,
    poveri e disaffezionati bianchi,
  • 12:23 - 12:26
    cercando così di costruire
    una base neo-nazista fra loro.
  • 12:26 - 12:28
    Il Traditionalist Worker Party,
    loro sono molto schietti
  • 12:28 - 12:29
    sul fatto di essere neo-nazisti.
  • 12:29 - 12:33
    Il "movimento patriota" è il successore
    del "milita movement" degli anni '90
  • 12:33 - 12:37
    famoso per la formazione di
    gruppi paramilitari negli Stati Uniti
  • 12:37 - 12:42
    e per il bombardamento di un edificio federale a
    Oklahoma da parte di due dei suoi membri nel 1995.
  • 12:42 - 12:45
    Il movimento, storicamente,
    tende a esse speculare
  • 12:45 - 12:47
    con i presidenti Democratici.
  • 12:47 - 12:51
    Hanno un'intera narrazione su come
    il presidente sia davvero un comunista,
  • 12:51 - 12:53
    traditore in incognito del paese,
    e sul punto di far sì
  • 12:53 - 12:55
    che eserciti stranieri possano invaderci.
  • 12:55 - 12:57
    L'organizzazione maggiore è "Oathpeekers".
    [custodi del giuramento]
  • 12:57 - 13:02
    Reclutano fra attuali ed ex militari,
    poliziotti e primi soccorritori.
  • 13:02 - 13:05
    C'è un altro gruppo di sceriffi e
    forze dell'ordine, chiamata CSPOA,
  • 13:05 - 13:09
    Associazione Costituzionale
    di Sceriffi e Ufficiali di Pace.
  • 13:09 - 13:12
    Esiste una versione decentralizzata
    delle milizie chiamata "I 3 percento",
  • 13:12 - 13:15
    e infine ci sono i "cittadini sovrani"
    che credono in alcune di queste
  • 13:15 - 13:17
    specie di teorie legali alternative
  • 13:17 - 13:20
    basate sulla lettura idiota
    della legge e della storia.
  • 13:20 - 13:25
    Un abitante libero è-è-è... gli è permesso...
  • 13:25 - 13:29
    sono persone libere. Hanno tutti i
    diritti di un cittadino degli Stati Uniti
  • 13:29 - 13:31
    senza seguire alcuna delle loro leggi.
  • 13:31 - 13:34
    - Beh, questa sarebbe solo pura anarchia, se così fosse.
    - No!
  • 13:34 - 13:38
    Breitbart è interessante perché è
    diventato un importante attore
    mediatico abbastanza di recente
  • 13:38 - 13:42
    e si è posizionata stabilmente
    alla destra di FOX News.
  • 13:42 - 13:45
    E questo ha contribuito a portare
    le cose ulteriormente a destra,
  • 13:45 - 13:49
    inoltre, con il loro ex capo al
    consiglio dei ministri attuale con Trump,
  • 13:49 - 13:54
    si stanno pressocché comportando
    come un'ala di comunicazione semi ufficiale dell'amministrazione Trump.
  • 13:54 - 13:57
    Le persone sentono cose dall'estrema destra
    ribelle su come, per esempio,
  • 13:57 - 14:02
    i rifugiati siriani in Svezia stuprino
    le donne bianche, cosa non vera.
  • 14:02 - 14:04
    E poi Trump, sostanzialmente,
    le ripete a pappagallo, o parla con loro
  • 14:04 - 14:07
    o le manda come messaggi sottintesi
    o semplicemente le ripropone come fatti.
  • 14:07 - 14:11
    Non si tratta della verità.
    Si tratta di forzare la conversazione.
  • 14:11 - 14:15
    Si tratta di dire
    "No, fanculo, sono i rifugiati!".
  • 14:15 - 14:19
    O "fanculo, ci sono uomini attaccati
    socialmente dal femminismo".
  • 14:19 - 14:22
    E ciò crea questo tipo di
    potenziale base "ribelle" ,
  • 14:22 - 14:24
    e credo sia questa
    la parte più spaventosa.
  • 14:26 - 14:29
    Storicamente, anarchici
    e anti-autoritari sono sempre stati
  • 14:29 - 14:31
    la punta di diamante
    della resistenza anti-fascista,
  • 14:31 - 14:35
    e lungo i decenni abbiamo sperimentato
    la nostra parte sia di vittorie che di sconfitte.
  • 14:35 - 14:39
    Alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale,
    gli anarchici in Spagna e Catalogna
  • 14:39 - 14:43
    risposero al colpo di stato fascista
    diretto contro il governo repubblicano in carica
  • 14:43 - 14:45
    lanciando una rivoluzione sociale
    di ampio respiro.
  • 14:45 - 14:48
    Dopo circa tre anni di sanguinosa guerra civile,
  • 14:48 - 14:51
    l'armata fascista del generale
    Francisco Franco vinse
  • 14:51 - 14:55
    e decine di migliaia di anarchici furono
    sommariamente uccisi o obbligati all'esilio.
  • 14:55 - 14:59
    Nonostante la sua tragica fine, la Rivoluzione
    Spagnola resta, fino ai giorni nostri,
  • 14:59 - 15:03
    un esempio senza precedenti di resistenza di massa
    al fascismo da parte della classe lavoratrice.
  • 15:03 - 15:05
    Gli anarchici combatterono inoltre
    contro i picchiatori fascisti
  • 15:05 - 15:09
    all'interno delle più ampie lotte condotte da
    autonomi, femministe e militanti dei movimenti giovanili
  • 15:09 - 15:11
    nell'Italia per tutti gli anni '60 e '70,
  • 15:11 - 15:13
    e in Germania nei '70 e '80,
  • 15:13 - 15:17
    dove il black block emerse per la prima volta
    come formazione tattica militante.
  • 15:17 - 15:20
    Queste lotte hanno inoltre
    un'importante influenza in Grecia,
  • 15:20 - 15:25
    dove da anni, quando gli anarchici
    non hanno incendiato gli sbirri con le molotov,
  • 15:25 - 15:27
    hanno pestato i membri e i simpatizzanti
  • 15:27 - 15:30
    del principale partito fascista
    del paese, Alba Dorata.
  • 15:30 - 15:33
    Il 30 marzo, un gruppo di circa 30 antifascisti
  • 15:33 - 15:35
    ha attaccato il quartier generale di Alba Dorata,
  • 15:35 - 15:39
    posizionato in uno delle aree
    più sorvegliate del centro di Atene.
  • 15:39 - 15:41
    Gli anarchici hanno dato vita inoltre
    a dozzine di centri sociali occupati
  • 15:41 - 15:43
    e di edifici abitativi per rifugiati,
  • 15:43 - 15:46
    e aiutato a difendere i migranti
    dagli attacchi paramilitari fascisti.
  • 15:46 - 15:51
    Nel dicembre del 2016, un gruppo
    di anarchici e anti-autoritari occidentali
  • 15:51 - 15:54
    combattenti nella Siria settentrionale,
    hanno unito le forze sotto il vessillo
  • 15:54 - 15:58
    del battaglione Antifascista Internazionalista Tabur,
    o AIT, rivendicando l'ispirazione
  • 15:58 - 16:01
    dai volontari internazionali che
    combatterono nella guerra civile spagnola.
  • 16:01 - 16:04
    Chiaramente, non c'è bisogno
    di viaggiare per il mondo
  • 16:04 - 16:06
    per combattere contro politiche reazionarie.
  • 16:06 - 16:09
    Per essere essere efficaci, è importante
    che anti-fascisti e anti-razzisti
  • 16:09 - 16:12
    siano radicati nelle comunità in cui vivono,
  • 16:12 - 16:15
    e dove fascisti e altri reazionari
    tenteranno di far reclutamento.
  • 16:15 - 16:18
    Mi sono unito all' Anti-Racist action
    quando avevo 15 anni, penso.
  • 16:18 - 16:23
    La branca di Toronto era un gruppo
    considerevole all'interno di una rete più ampia
  • 16:23 - 16:26
    di gruppi dell'ARA organizzati di città in città.
  • 16:26 - 16:31
    Gli obbiettivi dell'ARA erano di smascherare,
    opporsi e confrontarsi
  • 16:31 - 16:34
    con organizzazioni e
    agitatori razzisti e di destra.
  • 16:34 - 16:37
    A Toronto questo avveniva in varie forme.
  • 16:37 - 16:42
    Talvolta molto fisiche, altre volte no.
  • 16:42 - 16:44
    Qualche volta erano skinheads.
  • 16:44 - 16:47
    Molte volte organizzazioni
    della Destra Cristiana,
  • 16:47 - 16:51
    organizzazioni anti-abortiste,
    organizzazioni anti-Nativi,
  • 16:51 - 16:53
    e queste politiche erano
    generalmente collegate con
  • 16:53 - 16:58
    un lavoro culturale all'interno
    di settori più ampi
  • 16:58 - 17:00
    della popolazione di Toronto.
  • 17:00 - 17:02
    Pertanto ci sforzammo di sviluppare
  • 17:02 - 17:05
    una politica anti-razzista,
    femminista e anti-coloniale.
  • 17:05 - 17:08
    Coinvolse principalmente i giovani,
    e molto di questo
  • 17:08 - 17:12
    impegno culturale ruotava
    attorno alle sub-culture.
  • 17:12 - 17:16
    Come nella scena punk,
    talvolta nella scena hip-hop,
  • 17:16 - 17:18
    nella scena della musica elettronica.
  • 17:18 - 17:20
    Lì fu dove quella politica
    venne disseminata.
  • 17:20 - 17:27
    Prima che mi unissi [all'ARA] Toronto aveva un
    grosso gruppo di suprematisti bianchi in campo.
  • 17:27 - 17:31
    Uno scontro fisico ebbe luogo per le strade
    per decidere chi avrebbe dominato
  • 17:31 - 17:33
    e sostanzialmente gli anti-razzisti vinsero.
  • 17:33 - 17:38
    Ci furono aree di Toronto che vennero dichiarate
    zone inaccessibili per i suprematisti bianchi.
  • 17:38 - 17:45
    "Nazisti fuori! Nazisti fuori! Nazisti fuori!"
  • 17:45 - 17:49
    I distretti di Toronto dove già c'erano i suprematisti
    bianchi furono dichiarate zone inaccessibili,
  • 17:49 - 17:52
    e quindi vennero rese tali.
  • 17:52 - 17:54
    Quindi quei distretti furono
    usati come basi operative
  • 17:54 - 17:57
    da cui altri distretti furono
    creati per la città.
  • 17:57 - 18:00
    Fu un processo che richiese molti anni
    e che fu molto impegnativo
  • 18:00 - 18:04
    e talvolta fu molto pericoloso,
    ma ebbe successo.
  • 18:04 - 18:07
    Quindi la questione divenne:
    "cosa farci con questo successo?".
  • 18:07 - 18:12
    E ARA continuò. Si adattò, ma
    sostanzialmente mantenne gli stessi metodi.
  • 18:12 - 18:13
    e la stessa strategia.
  • 18:13 - 18:16
    E poichè quel metodo e quella strategia
    divennero sempre meno applicabili
  • 18:16 - 18:18
    andò lentamente ad esaurirsi.
  • 18:18 - 18:21
    Una cosa triste dell'esaurirsi così
  • 18:21 - 18:23
    fu che lasciò un'eredità molto piccola.
  • 18:23 - 18:27
    E pare che le persone stiano
    rifacendo tutto da capo
  • 18:27 - 18:31
    perchè, francamente, non gli abbiamo
    lasciato niente come confronto.
  • 18:31 - 18:35
    Allerta! Allerta! Anti-fascista!
  • 18:35 - 18:37
    La RASH ha parecchi gruppi
    sparsi per tutto il mondo
  • 18:37 - 18:39
    in diversi paesi, in diverse città.
  • 18:39 - 18:43
    La RASH di Montreal esiste dagli anni '90
  • 18:43 - 18:46
    per combattere contro le politiche di destra
  • 18:46 - 18:48
    che si infiltrarono nel movimento skinhead.
  • 18:48 - 18:52
    Collettivamente o individualmente,
    gli aderenti alla RASH partecipano
  • 18:52 - 18:55
    a diverse lotte, che siano sindacali,
  • 18:55 - 19:00
    femministe, in comunità queer, contro la
    gentrificazione, per i diritti dei migranti.
  • 19:00 - 19:04
    Vogliamo creare una cultura dell'
    anti-fascismo nella nostra sottocultura
  • 19:04 - 19:09
    per mostrare che Montreal è rossa,
    noi siamo qui e fascismo
  • 19:09 - 19:12
    e razzismo non vi hanno spazio.
  • 19:15 - 19:19
    La Montreal Sisterhood è un collettivo non-misto
  • 19:19 - 19:23
    formato da persone che si
    identificano come donne.
  • 19:23 - 19:28
    E' nato in seguito ad una
    nostra riflessione sul ruolo
  • 19:28 - 19:32
    delle donne nella nostra scena,
    nel movimento antifascista,
  • 19:32 - 19:37
    e il nostro obbiettivo è di creare
    solidarietà femminile e femminista.
  • 19:37 - 19:39
    nel nostro movimento.
  • 19:39 - 19:45
    Organizziamo workshop di autodifesa,
    proiezioni, circoli di lettura,
  • 19:45 - 19:52
    e cerchiamo di portare avanti con forza
    le istanze femministe nella nostra scena.
  • 19:52 - 19:56
    I nostri rapporti con RASH sono sono
    molto buoni. Lavoriamo molto insieme.
  • 19:56 - 19:59
    Alcune ragazze sono membri
    di entrambe le organizzazioni.
  • 19:59 - 20:03
    Possiamo dire per certo che le nostre
    organizzazioni sono fratello e sorella.
  • 20:12 - 20:14
    Beh, sono nella LAF da un paio d'anni.
  • 20:14 - 20:18
    Quando vi aderii, c'era era un basso livello
    di attività dell'estrema destra.
  • 20:18 - 20:23
    Il nostro gruppo fu fondato mentre la English
    Defense League si stava scindendo.
  • 20:23 - 20:27
    Questo ha influenzato la struttura
    organizzativa degli anti-fascisti londinesi.
  • 20:27 - 20:32
    Originariamente ci vedevamo come
    l'avanguardia militante di un più ampio
  • 20:32 - 20:38
    movimento anti-fascista teoricamente diretto
    dai gruppi tradizionali, come Unite Against Fascism.
  • 20:38 - 20:43
    Tuttavia, questi gruppi si esaurirono
    quando l'estrema destra di frammentò.
  • 20:43 - 20:47
    Il nostro modo di confrontare
    e combattere il fascismo.
  • 20:47 - 20:51
    deve cambiare con il mutare del clima politico.
  • 20:51 - 20:54
    Continuiamo a considerarci un
    gruppo anti-fascista militante,
  • 20:54 - 20:58
    ma ora siamo la principale forza
    antifascista mobilitata a Londra.
  • 20:58 - 21:02
    incanaliamo costantemente le
    mobilitazioni dei gruppi più mainstream,
  • 21:02 - 21:06
    con un messaggio più radicale,
    più orientato verso l'azione diretta.
  • 21:06 - 21:10
    Usiamo un modello organizzativo
    anarco-sindacalista.
  • 21:10 - 21:13
    Attualmente è molto efficacie. Significa che
    siamo sempre responsabili difronte a qualcun altro.
  • 21:13 - 21:19
    Cerchiamo di spingere le manifestazioni
    che chiamiamo in una certa direzione.
  • 21:19 - 21:22
    E abbiamo una base organizzativa
    molto forte, che significa che
  • 21:22 - 21:25
    quando siamo in azione possiamo
    fidarci dei nostri compagni
  • 21:25 - 21:27
    perchè sappiamo che ci siamo
    organizzati con loro in un modo
  • 21:27 - 21:28
    che li ha visti coinvolti fin dal principio.
  • 21:28 - 21:32
    Altri gruppi preferiscono
    basarsi sui gruppi di affinità.
  • 21:32 - 21:35
    La cosa importante è che queste
    strategie cambino e si adattino.
  • 21:35 - 21:39
    Stiamo costruendo connessioni con
    vari gruppi anti-fascisti per l'Europa.
  • 21:39 - 21:42
    Sono venuti in supporto delle nostre azione,
    noi mandiamo persone in supporto alle loro.
  • 21:44 - 21:46
    Ovviamente veniamo da
    contesti politici differenti
  • 21:46 - 21:49
    e pertanto rispondiamo in modo differente
    alle diverse attività di estrema destra
  • 21:49 - 21:51
    che avvengono nelle nostre basi [sociali].
  • 21:51 - 21:53
    Questo non significa, in ogni caso, che
    non possiamo imparare gli uni dagli altri.
  • 21:53 - 21:58
    con l'idea di sviluppare il nostro gruppi,
    e sviluppare l'antifascismo militante.
  • 22:00 - 22:03
    Talvolta, in questi giorni, puoi
    sentirti come se fossimo giusto
  • 22:03 - 22:07
    ad un tweet di Donald Trump di
    distanza da una guerra nucleare.
  • 22:07 - 22:10
    E la sensazione che forze incredibilmente
    potenti, oltre il nostro controllo,
  • 22:10 - 22:13
    abbiamo così tanta influenza sulle nostre
    vite può essere abbastanza demoralizzante.
  • 22:13 - 22:16
    Ma nessuno ha detto che la
    lotta rivoluzionaria fosse facile
  • 22:16 - 22:18
    e assodato il fatto che le forze
    reazionarie stiano continuamente
  • 22:18 - 22:20
    guadagnando terreno in
    paesi intorno al mondo,
  • 22:20 - 22:25
    è di vitale importanza che anarchici e
    antifascisti non cedano alla disperazione
  • 22:25 - 22:29
    o distogliere l'attenzione dall'obbiettivo
    in favore di ciò che può sembrare
    un urgente guadagno a breve termine.
  • 22:29 - 22:33
    In altre parole, dobbiamo reinventarci,
    e mettere in campo strategie e tattiche
  • 22:33 - 22:36
    che costruiscano un nostro potere collettivo
    e autonomo per prepararci al meglio
  • 22:36 - 22:39
    per le battaglie che verranno... anche se
    dovessimo agire qui e ora contro quelle minacce.
  • 22:39 - 22:42
    Entrando in un periodo di
    transizione molto dinamico,
  • 22:42 - 22:45
    è di vitale importanza tenere gli occhi aperti
  • 22:45 - 22:48
    e non accettare compromessi sulla
    nostra visione di un mondo migliore.
  • 22:48 - 22:51
    In breve... è tempo di fare il nostro gioco.
  • 22:51 - 22:54
    Possiamo fare esempi dell'eccessiva
    introspezione della sinistra
  • 22:54 - 22:59
    partendo dalla crisi finanziaria del 2008.
  • 22:59 - 23:01
    Abbiamo lasciato la miseria dei lavoratori
  • 23:01 - 23:05
    a disposizione dell'estrema destra
  • 23:05 - 23:07
    e degli altri elementi reazionari della società.
  • 23:07 - 23:10
    Le ideologie reazionarie
    sono sempre esistite, qui.
  • 23:10 - 23:13
    Le persone pensano che i neo-nazisti
    siano qualcosa di nuovo
  • 23:13 - 23:16
    e il fascismo sia una cosa nuova.
    Non è vero.
  • 23:16 - 23:20
    Quello che pensiamo è che sì,
    ultimamente sia sempre più sdoganato.
  • 23:20 - 23:24
    Abbiamo visto ondate di attacchi
    incendiari contro moschee,
  • 23:24 - 23:28
    vandalismo contro luoghi
    di culto e cimiteri ebraici.
  • 23:28 - 23:32
    Abbiamo assistito a continui attacchi
    terroristici sia in Canada che negli USA
  • 23:32 - 23:35
    da parte di supporter di Trump e di
    nazionalisti bianchi, il che penso significhi
  • 23:35 - 23:38
    che sfortunatamente questo
    tipo di attacchi continuerà.
  • 23:38 - 23:41
    Dobbiamo essere pronti: se questo
    sarà lo standard d'ora in poi,
  • 23:41 - 23:43
    potrebbe diventare veramente
    spaventoso nel prossimo paio d'anni.
  • 23:43 - 23:47
    C'è una lotta politica in corso per,
    in mancanza di parole migliori,
  • 23:47 - 23:49
    i cuori e le menti della classe lavoratrice.
  • 23:49 - 23:52
    Il mio umile consiglio è che il modo
    migliore per condurre questa lotta
  • 23:52 - 23:57
    sia formare organizzazioni di classe che
    conducano le lotte della classe lavoratrice,
  • 23:57 - 24:01
    che sviluppino le politiche
    più adeguate ai problemi
  • 24:01 - 24:03
    con cui si confronta la classe lavoratrice.
  • 24:03 - 24:06
    Politiche che siano
    anti-suprematismo bianco.
  • 24:06 - 24:10
    Siano anti-islamofobiche,
    siano femministe
  • 24:10 - 24:11
    e siano comuniste.
  • 24:11 - 24:14
    Queste sono le politiche
    che devono venir sviluppare.
  • 24:14 - 24:17
    Devi costruire la tua organizzazione.
    Devi costruirla forte.
  • 24:17 - 24:20
    Devi costruirla nelle comunità
    e nei luoghi di lavoro
  • 24:20 - 24:24
    in cui sei, e poi far sì che
  • 24:24 - 24:26
    tu e i tuoi compagni siate
    pronti per il conflitto.
  • 24:26 - 24:30
    Devi esser certo che tutti siano pronti
    a resiste e lottare se necessario.
  • 24:30 - 24:32
    Ma non feticizzarla.
  • 24:32 - 24:36
    Non è solo una questione fisica.
  • 24:36 - 24:39
    Anche l'educazione popolare è
    un buon modo, la propaganda,
  • 24:39 - 24:42
    fare ricerche sui gruppi fascisti.
  • 24:42 - 24:44
    Questi incarichi sono importanti
    e valgono tanto quanto
  • 24:44 - 24:46
    prendere a pugni in faccia i nazisti
  • 24:46 - 24:50
    Cosa che supporto pienamente...
    ma non è la quintessenza
  • 24:50 - 24:54
    dell'antifascismo. E' spesso
    la parte più divertente... ma..
  • 24:54 - 24:58
    Organizzati. Non aspettare nessuno,
    organizzati ora con i tuoi amici,
  • 24:58 - 25:01
    con persone della tua
    comunità, con persone
  • 25:01 - 25:03
    sul tuo posto di lavoro, nel tuo quartiere.
  • 25:03 - 25:08
    Possiamo continuare sulla
    strada che abbiamo preso
  • 25:08 - 25:14
    con una crescente ossessione
    per forme puriste di lotta
  • 25:14 - 25:17
    dove puntiamo a migliorare
    noi stessi più di quanto
  • 25:17 - 25:19
    vogliamo migliorare il mondo che ci circonda.
  • 25:19 - 25:24
    O possiamo cercare di
    raggiungere i più reazionari e
  • 25:24 - 25:27
    disorganizzati elementi della
    società e portarli in
  • 25:27 - 25:28
    una lotta per rovesciare il capitalismo
  • 25:28 - 25:31
    e rovesciare il sistema che ti opprime tutti/e.
  • 25:31 - 25:34
    Non possiamo rinunciare ai
    proletari bianchi di queti gruppi.
  • 25:34 - 25:36
    Se non c'è nessuno a proporgli
    una contro-narrazione,
  • 25:36 - 25:38
    nessuno che vada porta a porta in
    un parcheggio per roulotte,
  • 25:38 - 25:41
    tutto ciò... voglio dire,
    infine quei gruppi [di destra]
  • 25:41 - 25:43
    avranno un peso in quelle zone.
  • 25:43 - 25:47
    Se non abbiamo la possibilità di
    organizzarci con la classe lavoratrice
  • 25:47 - 25:51
    per coltivare politiche che
    contrastino quelle altre politiche,
  • 25:51 - 25:54
    allora siamo in guai ben
    peggiori di ciò che il black bloc
  • 25:54 - 25:56
    può prendersi cura.
  • 25:56 - 26:01
    Ma il lato buono della cosa è che io
    e penso molte altre persone,
  • 26:01 - 26:03
    credo che non ci troviamo
    in questa situazione, ora.
  • 26:03 - 26:05
    Non è chiaro cosa succederà,
    penso, neppure da qui a sei mesi.
  • 26:05 - 26:07
    Ora come ora si stanno muovendo
    molti pezzi si stanno sulla scacchiera.
  • 26:07 - 26:11
    La resistenza antifascista è emersa e cresciuta abbastanza in fretta.
  • 26:11 - 26:15
  • 26:15 - 26:17
    Se riuscirà a creare collegamenti solidi col movimento per i diritti dei migranti
  • 26:17 - 26:21
    e Black Lives Matter, a con altri movimenti sociali più ampi alquanto radicali
  • 26:21 - 26:25
    o abbastanza radicali nella nostra societa, diventerà un movimento molto più forte.
  • 26:25 - 26:28
    L'estrema destra sta diventando più forte e stanno guadagnando più fiducia.
  • 26:28 - 26:31
    Così si potrebbe iniziare a sentirsi come, sai, di star dentro una battaglia persa.
  • 26:31 - 26:33
    Ma, in realtà, penso che le cosa possano ancora funzionare.
  • 26:33 - 26:35
    Penso che dobbiamo raccogliere la nostra merda insieme.
  • 26:35 - 26:38
    Penso che dobbiamo organizzarci collettivamente, e credo
  • 26:38 - 26:40
    che dobbiamo mantere una predisposizione rivoluzionaria.
  • 26:40 - 26:43
    Da una parte, vogliamo essere sicuri che l'antifascimo
  • 26:43 - 26:46
    non sia sprovvisto di politiche rivoluzionarie, così come dovrebbe avere
  • 26:46 - 26:47
    quest'analisi approfondita, ma anche che non buttiamo via
  • 26:47 - 26:50
    il bambino con l'acqua del bagno. [ proverbio?]
  • 26:50 - 26:51
    Questo sarà il modo in cui molte persone resteranno coinvolte
  • 26:51 - 26:53
    con il più ampio movimento rivoluzionario
  • 26:53 - 26:57
    e noi dovremmo essere molto aperti a questa eventualità.
  • 26:57 - 27:01
    Se sei interessato a sfidare la reazione
    e l'ideologia dell'estrema destra
  • 27:01 - 27:02
    e ti interessa difendere te stesso, allora entra in contatto con
  • 27:02 - 27:04
    il tuo gruppo locale antifascista.
  • 27:04 - 27:07
    Non aver paura di avvicinarti a loro.
  • 27:07 - 27:09
    Le tattiche e le strategie sono davvero aperte.
  • 27:09 - 27:12
    C'è posto per tutt*,
  • 27:12 - 27:16
    soprattutto se sei donna o una minoranza o disabile,
  • 27:16 - 27:18
    ti verrà detto dagli elementi più liberali della sinistra che
  • 27:18 - 27:21
    sai, l'antifascismo potrebbe non essere cosa che fa per te.
  • 27:21 - 27:24
    E che gli antifa sono solo principalmente uomini bianchi
  • 27:24 - 27:27
    e che hanno il complesso dell'uomo bianco salvatore, o qualcosa del genere.
  • 27:27 - 27:30
    Ma, in realtà, molte di queste cose sono stronzate.
  • 27:30 - 27:33
    Penso sia davvero importante incoraggiare
  • 27:33 - 27:35
    più donne e minoranze ad essere coinvolte nell'antifascismo
  • 27:35 - 27:39
    anche perché è una sensazione incredibilmente potente sentire che
  • 27:39 - 27:41
    puoi uscire per le strade e impedire fisicamente
  • 27:41 - 27:44
    ai fascisti di riuscire ad organizzarsi.
  • 27:44 - 27:47
    E' importante costruire l'autodifesa antifascista ora.
  • 27:47 - 27:50
    E che includa non solo persone pronte a lanciare
  • 27:50 - 27:54
    una manifestazione per combattere dei nazisti,
  • 27:54 - 27:57
    significa mappare chi sono i fascisti nell'area locale,
  • 27:57 - 28:00
    dove sono situati questi gruppi, dov'è il loro potere,
  • 28:00 - 28:03
    chi sono i capi... e annientanto davvero quelle reti.
  • 28:03 - 28:08
    Quando si guarda al futuro, la cosa che gli antifascisti dovrebbero fare
  • 28:08 - 28:13
    è identificare questi organizzatori fascisti che potrebbero lanciare
  • 28:13 - 28:17
    questo movimento futuro e buttarli brutalmente fuori dal movimento
  • 28:17 - 28:19
    bloccando ogni movimento fascista per 5, 10 anni facendo così.
  • 28:19 - 28:22
    Dobbiamo essere in grado di spaccare questi movimenti.
  • 28:22 - 28:25
    Come dire, dobbiamo spezzarli alla base
  • 28:25 - 28:28
    e esporre le loro contraddizioni, e questo è un enorme compito per noi adesso.
  • 28:28 - 28:30
    Non prendete scorciatoie nei vostri ragionamenti
  • 28:30 - 28:34
    e non prendete scorciatoie nelle stretegie che utilizzate.
  • 28:34 - 28:39
    Siate ragionevoli, pensate alle cose, siate diligenti, disciplinati,
  • 28:41 - 28:43
    attuate politiche rivoluzionarie con la classe lavoratrice.
  • 28:43 - 28:46
    Mentre continuiamo a scivolare sempre più nel pericoloso,
  • 28:46 - 28:50
    territorio inconfondibile per la reazione politica del 21esimo secolo,
  • 28:50 - 28:52
    la necessità di strategie innovative e un'azione audace ed efficace
  • 28:52 - 28:54
    diventerà sempre più importante.
  • 28:54 - 28:57
    Così, a questo punto, ci piacerebbe ricordarvi che il Problema è
  • 28:57 - 28:59
    destinato ad essere osservato in gruppi, ad essere usato come una risorsa
  • 28:59 - 29:02
    per promuovere la discussione e l'organizzazione collettiva.
  • 29:02 - 29:04
    Se non ci sono iniziative di organizzazioni antifa o antirazziste,
  • 29:04 - 29:07
    considerate la proiezione di questo film con i compagni
  • 29:07 - 29:10
    e prendete in considerazione che tipo d'iniziativa potrebbe funzionare per la vostra zona.
  • 29:10 - 29:13
    Sei interessato all'esecuzione di proiezioni periodiche nelle vostre università,
  • 29:13 - 29:14
    infoshop, community center o semplicemente a casa con gli amici?
  • 29:14 - 29:17
    Diventa un combina guai!
  • 29:17 - 29:20
    Per dieci dollari al mese, ti metteremo in contatto con una copia avanzato dello spettacolo
  • 29:20 - 29:22
    e un kit di proiezione assieme a risorse aggiuntive e alcune domande
  • 29:22 - 29:25
    che puoi usare per avviare la discussione.
  • 29:25 - 29:27
    Se non riesci a supportarci finanziariamente, nessun problema!
  • 29:27 - 29:30
    Puoi vedere in streming o scaricare tutti i nostri contenuti gratuitamente
  • 29:30 - 29:34
    fuori dal nostro sito: sub.media/trouble.
  • 29:34 - 29:37
    Se hai qualche argomento da suggerire o semplicemente vuoi entrare in contatto,
  • 29:37 - 29:40
    lasciaci una riga su trouble@submedia.tv.
  • 29:40 - 29:43
    Vorremmo ringraziare chiunque abbia contribuito a rendere questo episodio possibile,
  • 29:43 - 29:48
    e mandare un grido al primo capito ufficiale di Troublemaker,
  • 29:48 - 29:53
    a Montreal, Hamilton, Calgary, Praga, Atlanta, Morrisville, Madison,
  • 29:53 - 29:57
    The Hadue, Rhyneland, Medford, Quilcene, Asheville, Durham,
  • 29:57 - 30:00
    Whitehorse, Brooklyn, Philly, Minneapolis, Sandpoint and Hendersonville.
  • Not Synced
    E ora... andate là fuori e combinate un po' di guai.
Title:
vimeo.com/.../215274960
Video Language:
English
Duration:
30:20

Italian subtitles

Revisions Compare revisions