Return to Video

L'incredibile invenzione dell'Intelligenza Artificiale intuitiva

  • 0:01 - 0:03
    Quanti di voi sono creativi,
  • 0:03 - 0:07
    progettisti, ingegneri, imprenditori,
    artisti,
  • 0:07 - 0:09
    o forse avete soltanto una grande
    immaginazione?
  • 0:09 - 0:11
    Alzate le mani ? (Brusio)
  • 0:11 - 0:12
    La maggior parte di voi.
  • 0:13 - 0:16
    Ho delle novità per noi creativi.
  • 0:17 - 0:19
    Nel corso dei prossimi 20 anni,
  • 0:21 - 0:24
    ci saranno più cambiamenti,
    nel modo in cui lavoriamo,
  • 0:25 - 0:28
    di quelli avvenuti negli ultimi 2.000.
  • 0:29 - 0:33
    Infatti, credo che siamo all'alba di una
    nuova era nella storia dell'umanità.
  • 0:34 - 0:38
    Ci sono state quattro grandi ere storiche
    definite dal modo in cui lavoriamo.
  • 0:39 - 0:43
    L'Era dei Cacciatori-Raccoglitori
    è durata diversi milioni di anni.
  • 0:43 - 0:47
    Poi l'Era Agricola, che è durata
    diverse migliaia di anni.
  • 0:47 - 0:50
    L'Era Industriale è durata solo
    qualche centinaio di anni.
  • 0:51 - 0:55
    E adesso c'è l'Era dell'Informazione
    da appena poche decine di anni.
  • 0:55 - 1:00
    E ora, oggi, siamo sul nascere della
    prossima grande era per la nostra specie.
  • 1:01 - 1:04
    Benvenuti nell'Era Aumentata.
  • 1:04 - 1:08
    In questa nuova era, le vostre capacità
    naturali saranno aumentate
  • 1:08 - 1:11
    da sistemi computerizzati che vi
    aiuteranno a pensare,
  • 1:11 - 1:13
    sistemi robotici che vi aiuteranno
    a produrre,
  • 1:13 - 1:15
    e un sistema nervoso digitale
  • 1:15 - 1:18
    che vi connetterà con il mondo
    molto al di là dei vostri sensi naturali.
  • 1:19 - 1:21
    Iniziamo con l'aumento cognitivo.
  • 1:21 - 1:24
    Quanti di voi sono "cyborg" aumentati?
  • 1:24 - 1:27
    (Risate)
  • 1:27 - 1:30
    Io invece dico che siamo già aumentati.
  • 1:30 - 1:32
    Pensate di essere ad un party
  • 1:32 - 1:35
    e qualcuno vi fa una domanda, della quale
    non conoscete la risposta.
  • 1:35 - 1:39
    Se avete uno di questi, in pochi secondi
    potrete conoscere la risposta.
  • 1:40 - 1:42
    Ma questo è soltanto un inizio primitivo.
  • 1:43 - 1:46
    Persino Siri è solo uno strumento passivo.
  • 1:47 - 1:50
    Infatti, negli ultimi tre milioni e mezzo
    di anni,
  • 1:50 - 1:53
    gli strumenti che abbiamo avuto sono stati
    del tutto passivi.
  • 1:54 - 1:58
    Essi fanno esattamente quello che
    diciamo ad essi e nulla più.
  • 1:58 - 2:01
    Il nostro primo strumento tagliava solo
    dove lo facevamo colpire.
  • 2:02 - 2:05
    Lo scalpello scolpisce solo dove
    l'artista lo punta.
  • 2:05 - 2:11
    E anche gli strumenti più avanzati non
    fanno nulla senza la nostra guida.
  • 2:11 - 2:14
    Infatti, sino ad oggi, e questo è per me
    motivo di frustrazione,
  • 2:14 - 2:16
    siamo sempre stati limitati
  • 2:16 - 2:19
    da questo bisogno di fornire manualmente
    le nostre volontà negli strumenti
  • 2:19 - 2:22
    cioé, manualmente, usando
    letteralmente le mani,
  • 2:22 - 2:23
    anche con i computers.
  • 2:24 - 2:27
    Ma io sono più come Scotty in "Star Trek."
  • 2:27 - 2:28
    (Risate)
  • 2:28 - 2:31
    Io voglio conversare
    con il computer.
  • 2:31 - 2:34
    Voglio poter dire, "Computer,
    progettiamo un'automobile",
  • 2:34 - 2:35
    e il computer mi mostra un'auto.
  • 2:35 - 2:38
    E io dico "No, più veloce,
    e meno tedesca"
  • 2:38 - 2:40
    e bang, il computer mi mostra
    un'alternativa.
  • 2:40 - 2:42
    (Risate)
  • 2:42 - 2:45
    Quella conversazione forse è
    un po' distante,
  • 2:45 - 2:47
    forse meno di quello che pensiamo,
  • 2:47 - 2:49
    ma adesso
  • 2:49 - 2:50
    ci stiamo lavorando.
  • 2:50 - 2:54
    Gli strumenti stanno passando da
    passivi a essere generativi.
  • 2:55 - 2:58
    Gli strumenti di design generativi
    usano un computer e algoritmi
  • 2:58 - 3:01
    per sintetizzare la geometria
  • 3:01 - 3:04
    e creare nuovi progetti,
    tutti da loro stessi.
  • 3:04 - 3:07
    Hanno solo bisogno
    dei vostri obiettivi e vincoli.
  • 3:07 - 3:08
    Vi faccio un esempio.
  • 3:08 - 3:11
    Nel caso del telaio di questo drone aereo,
  • 3:11 - 3:14
    tutto quello che dovreste fare è
    dire qualcosa come,
  • 3:14 - 3:15
    ha quattro eliche,
  • 3:15 - 3:17
    deve essere il più leggero possibile,
  • 3:17 - 3:19
    deve essere aerodinamicamente
    efficiente.
  • 3:19 - 3:24
    Quindi quello che il computer fa è
    esplorare l'intero campo delle soluzioni:
  • 3:24 - 3:28
    ogni singola possibilità che soddisfa
    i vostri criteri --
  • 3:28 - 3:30
    milioni di queste.
  • 3:30 - 3:32
    Serve un gran computer
    per fare questo.
  • 3:32 - 3:34
    Ma esso produce per noi dei progetti
  • 3:34 - 3:37
    che noi, da soli, non avremmo
    neanche immaginato.
  • 3:37 - 3:40
    E il computer fa tutto questo da solo --
  • 3:40 - 3:42
    nessuno ha disegnato nulla
  • 3:42 - 3:44
    e ha iniziato completamente da zero.
  • 3:45 - 3:47
    E comunque, non è un caso
  • 3:47 - 3:51
    che il telaio del drone assomigli
    al bacino di uno scoiattolo volante.
  • 3:51 - 3:53
    (Risate)
  • 3:54 - 3:56
    Ѐ perché gli algoritmi sono studiati
    per lavorare
  • 3:56 - 3:58
    allo stesso modo dell'evoluzione.
  • 3:59 - 4:01
    Ѐ eccitante iniziare a vedere
    questa tecnologia
  • 4:01 - 4:03
    passare nel mondo reale.
  • 4:03 - 4:05
    Abbiamo lavorato con Airbus
    per un paio d'anni
  • 4:05 - 4:07
    sul concetto di aeroplano del futuro.
  • 4:07 - 4:09
    E' ancora di là da venire.
  • 4:09 - 4:13
    Ma recentemente abbiamo usato un sistema
    di AI per la generazione di progetti
  • 4:13 - 4:15
    in grado d risolvere questo problema.
  • 4:16 - 4:21
    Questa è la partizione di una cabina
    stampata in 3D e disegnata da un computer.
  • 4:21 - 4:24
    Ѐ più forte dell'originale, ma pesa solo
    la metà,
  • 4:24 - 4:27
    e volerà sull'Airbus A320 alla fine
    di quest'anno.
  • 4:27 - 4:29
    Quindi i computer ora possono creare;
  • 4:29 - 4:34
    possono trovare le loro soluzioni ai
    nostri problemi (ben definiti).
  • 4:35 - 4:36
    Ma non sono intuitivi.
  • 4:36 - 4:39
    Devono ancora iniziare da zero ogni
    singola volta
  • 4:39 - 4:42
    e questo perché non impararano mai.
  • 4:42 - 4:44
    Al contrario di Maggie.
  • 4:44 - 4:46
    (Risate)
  • 4:46 - 4:49
    Maggie è più intelligente dei
    più avanzati strumenti di progettazione.
  • 4:49 - 4:51
    Cosa voglio dire?
  • 4:51 - 4:53
    Se il suo padrone prende il guinzaglio,
  • 4:53 - 4:55
    Maggie è abbastanza certa
  • 4:55 - 4:56
    che è ora di uscire.
  • 4:56 - 4:57
    E come ha imparato?
  • 4:57 - 5:00
    Beh, ogni volta che il padrone prendeva il
    guinzaglio, poi uscivano.
  • 5:00 - 5:02
    E Maggie ha fatto tre cose:
  • 5:03 - 5:04
    ha dovuto essere attenta,
  • 5:04 - 5:06
    ricordare cosa era successo,
  • 5:07 - 5:11
    ed elaborare un modello nella sua mente.
  • 5:11 - 5:14
    Esattamente quello che gli scienziati
  • 5:14 - 5:16
    informatici hanno cercato
    di far fare all'AI
  • 5:16 - 5:18
    nel corso degli ultimi 60 anni.
  • 5:19 - 5:20
    Nel 1952,
  • 5:20 - 5:24
    costruirono questo computer che
    sapeva giocare a Tris.
  • 5:25 - 5:26
    Sai che affare!
  • 5:27 - 5:30
    Poi 45 anni più tardi, nel 1997
  • 5:30 - 5:33
    Deep Blue ha battuto Kasparov a scacchi.
  • 5:34 - 5:39
    2011, Watson batte questi
    due umani a Jeopardy,
  • 5:39 - 5:42
    che è molto più difficile
    degli scacchi, per un computer.
  • 5:42 - 5:46
    Infatti, piuttosto che lavorare da
    formule pre-impostate,
  • 5:46 - 5:49
    Watson dovette usare il ragionamento
    per battere i suoi avversari umani.
  • 5:50 - 5:53
    E poi, un paio di settimane fa,
  • 5:53 - 5:57
    AlphaGo di DeepMind batte il
    campione del mondo umano a Go,
  • 5:57 - 5:59
    che è il gioco più difficile che abbiamo.
  • 5:59 - 6:02
    Infatti, nel Go, ci sono
    più mosse possibili
  • 6:02 - 6:04
    di quanti atomi ci sono nell'Universo.
  • 6:06 - 6:08
    Quindi per vincere,
  • 6:08 - 6:11
    AlphaGo ha dovuto sviluppare
    l'intuizione.
  • 6:11 - 6:15
    E infatti ad un certo punto i
    programmatori di AlphaGo non capivano
  • 6:15 - 6:18
    perché AlphaGo facesse quello che faceva.
  • 6:19 - 6:21
    E le cose stanno andando molto veloci.
  • 6:21 - 6:24
    Voglio dire, pensate -
    nello spazio di una vita umana,
  • 6:24 - 6:27
    i computers sono passati
    dai giochi per bambini
  • 6:28 - 6:31
    a quello che è riconosciuto come il
    massimo del pensiero strategico.
  • 6:32 - 6:34
    In pratica quello che sta avvenendo
  • 6:34 - 6:38
    è che i computers sono passati
    da essere come Spock
  • 6:38 - 6:40
    ad essere più come Kirk.
  • 6:40 - 6:43
    (Risate)
  • 6:43 - 6:47
    Giusto? Da pura logica ad intuizione.
  • 6:48 - 6:50
    Attraversereste questo ponte?
  • 6:51 - 6:53
    Molti di voi stanno dicendo,
    "Oh diavolo, no!"
  • 6:53 - 6:54
    (Risate)
  • 6:54 - 6:57
    E siete arrivati a decidere in
    meno di un secondo.
  • 6:57 - 6:59
    Sapevate subito che
    quel ponte non era sicuro.
  • 6:59 - 7:01
    E questo è proprio il tipo di intuizione
  • 7:01 - 7:05
    che i nostri sistemi di apprendimento
    profondo stanno sviluppando ora.
  • 7:06 - 7:07
    Molto presto, potrete letteralmente
  • 7:07 - 7:10
    mostrare qualcosa da voi fatto,
    o progettato,
  • 7:10 - 7:11
    ad un computer
  • 7:11 - 7:12
    e lui la guarderà e dirà,
  • 7:12 - 7:15
    "Mi dispiace, amico, non funzionerà mai.
    Riprovaci."
  • 7:16 - 7:19
    O potreste chiedergli se alla gente
    piacerà la vostra prossima canzone,
  • 7:20 - 7:22
    o il vostro prossimo gusto di gelato.
  • 7:24 - 7:26
    O, ancora più importante,
  • 7:26 - 7:29
    potreste lavorare con un computer
    per risolvere un problema
  • 7:29 - 7:30
    mai affrontato prima.
  • 7:30 - 7:32
    Come il cambiamento climatico.
  • 7:32 - 7:34
    Non stiamo facendo un buon lavoro da soli,
  • 7:34 - 7:36
    un aiuto ci farebbe sicuramente comodo.
  • 7:36 - 7:37
    Questo è ciò di cui parlo,
  • 7:37 - 7:40
    tecnologia che amplifica le nostre
    capacità cognitive
  • 7:40 - 7:44
    così che possiamo immaginare e progettare
    cose che non erano alla nostra portata
  • 7:44 - 7:46
    come semplici umani "non aumentati".
  • 7:48 - 7:51
    Allora, come realizzare tutta questa
    roba pazzesca
  • 7:51 - 7:53
    che inventeremo e progetteremo ?
  • 7:54 - 7:58
    Credo che l'era dell'umanità aumentata
    riguardi tanto il mondo fisico
  • 7:58 - 8:01
    quanto quello virtuale,
    o il campo intellettuale.
  • 8:02 - 8:04
    Come farà la tecnologia ad aumentarci?
  • 8:04 - 8:07
    Nel mondo fisico, con i sistemi robotici.
  • 8:08 - 8:09
    OK, c'è sicuramente il timore
  • 8:09 - 8:12
    che i robot toglieranno lavoro agli umani,
  • 8:12 - 8:14
    e questo è vero in certi settori.
  • 8:14 - 8:17
    Ma io sono più interessato a questa idea
  • 8:17 - 8:22
    che umani e robot, lavorando insieme
    si possano aumentare a vicenda
  • 8:22 - 8:24
    e inizino ad occupare un nuovo spazio.
  • 8:24 - 8:27
    Questo è il nostro laboratorio di
    S.Francisco,
  • 8:27 - 8:30
    dove una delle aree di interesse è la
    robotica avanzata,
  • 8:30 - 8:32
    specificatamente, la collaborazione
    uomo - robot.
  • 8:33 - 8:36
    E questo è Bishop, uno dei nostri robot.
  • 8:36 - 8:38
    Come esperimento, l'abbiamo impostato
  • 8:38 - 8:41
    per aiutare a compiere operazioni
    ripetitive nel campo delle costruzioni
  • 8:42 - 8:46
    come fare dei fori per prese elettriche o
    interruttori nel cartongesso.
  • 8:46 - 8:49
    (Risate)
  • 8:50 - 8:53
    Così, il compagno umano di Bishop può
    dire cosa fare in Inglese
  • 8:53 - 8:54
    e con gesti semplici,
  • 8:54 - 8:56
    come portare a spasso un cane,
  • 8:56 - 8:58
    e Bishop esegue quelle istruzioni
  • 8:58 - 9:00
    con precisione estrema.
  • 9:00 - 9:03
    Stiamo usando gli umani per quello in cui
    sono bravi:
  • 9:03 - 9:05
    consapevolezza, percezione e
    processo decisionale.
  • 9:05 - 9:08
    Stiamo usando i robot per quello che
    sanno fare
  • 9:08 - 9:09
    precisione e ripetitività.
  • 9:10 - 9:13
    Ecco un altro progetto su cui Bishop
    ha lavorato.
  • 9:13 - 9:16
    L'obiettivo del progetto,
    che abbiamo chiamato HIVE,
  • 9:16 - 9:20
    era un esempio di come
    umani, computers e robot potessero
  • 9:20 - 9:23
    lavorare insieme per risolvere complessi
    problemi di progettazione.
  • 9:24 - 9:25
    Gli umani erano la manodopera.
  • 9:25 - 9:29
    Giravano per il cantiere,
    lavoravano il bambù --
  • 9:29 - 9:32
    che, per inciso, essendo
    un materiale non isomorfo,
  • 9:32 - 9:33
    è troppo duro per i robot.
  • 9:33 - 9:35
    Ma poi i robot fecero queste legature
  • 9:35 - 9:38
    che erano quasi impossibili da fare
    per gli umani.
  • 9:38 - 9:42
    E poi avevamo un AI che controllava tutto.
  • 9:42 - 9:45
    Diceva agli umani cosa fare,
    diceva ai robot cosa fare
  • 9:45 - 9:48
    e teneva il conto di migliaia
    di singole componenti.
  • 9:48 - 9:49
    La cosa interessante è
  • 9:49 - 9:52
    che costruire questo padiglione sarebbe
    stato impossibile
  • 9:52 - 9:57
    senza umani, robot e AI
    che si aumentavano l'un l'altro.
  • 9:58 - 10:01
    OK, vi mostrerò un altro progetto.
    Questo è un po' folle.
  • 10:01 - 10:06
    Stiamo lavorando con Joris Laarman,
    un artista di Amsterdam, e il suo team
  • 10:06 - 10:09
    per progettare generativamente e
    stampare roboticamente
  • 10:09 - 10:12
    il primo ponte del mondo
    costruito autonomamente
  • 10:12 - 10:16
    Così, Joris e un AI stanno progettando
    questa cosa proprio adesso,
  • 10:16 - 10:17
    ad Amsterdam
  • 10:17 - 10:20
    Quando avranno finito, premeremo "Via,"
  • 10:20 - 10:23
    e i robots stamperanno in 3D
    acciaio inossidabile
  • 10:23 - 10:26
    e continueranno a stampare senza
    intervento umano
  • 10:26 - 10:28
    fino a che il ponte sarà finito.
  • 10:29 - 10:32
    Così, come i computer aumenteranno
    la nostra capacità
  • 10:32 - 10:34
    di immaginare e progettare nuove cose,
  • 10:34 - 10:37
    i sistemi robotici ci aiuteranno
    a costruire e fare cose
  • 10:37 - 10:39
    che non abbiamo mai potuto fare prima.
  • 10:40 - 10:45
    Ma, che dire della nostra capacità di
    sentire e controllare queste cose?
  • 10:45 - 10:49
    E che dire di un sistema nervoso
    per le cose che facciamo?
  • 10:49 - 10:51
    Il nostro sistema nervoso, quello umano,
  • 10:51 - 10:53
    ci dice tutto quello che accade
    intorno a noi.
  • 10:54 - 10:58
    Ma il sistema nervoso delle cose
    che facciamo è, al più, rudimentale.
  • 10:58 - 11:01
    Per esempio, una macchina non dice al
    Dip. Lavori Pubblici del Comune
  • 11:01 - 11:05
    che ha appena preso una buca all'angolo
    tra Broadway e Morrison.
  • 11:05 - 11:07
    Un palazzo non dice ai suoi architetti
  • 11:07 - 11:09
    se alle persone piace vivere lì,
  • 11:09 - 11:12
    e il costruttore di giocattoli non sa
  • 11:12 - 11:14
    se qualcuno gioca con i suoi giocattoli -
  • 11:14 - 11:17
    come e dove e se sono divertenti o no.
  • 11:18 - 11:21
    Sono sicuro che gli ideatori di Barbie
    hanno immaginato questo stile di vita
  • 11:21 - 11:23
    quando la crearono.
  • 11:23 - 11:24
    (Risate)
  • 11:24 - 11:27
    Ma, e se Barbie fosse invece molto sola?
  • 11:27 - 11:30
    (Risate)
  • 11:31 - 11:33
    Se avessero saputo
  • 11:33 - 11:35
    cosa succedeva realmente nel mondo
  • 11:35 - 11:37
    con le loro creazioni - la strada,
    il palazzo, Barbie
  • 11:37 - 11:40
    avrebbero potuto usare ciò
    per creare una esperienza
  • 11:40 - 11:41
    migliore per l'utente.
  • 11:41 - 11:43
    E' mancato un sistema nervoso
  • 11:43 - 11:47
    che ci collegasse a tutte le cose che
    progettiamo, facciamo e usiamo.
  • 11:48 - 11:51
    Che succederebbe se tutte queste
    informazioni fluissero a voi
  • 11:51 - 11:54
    dalle cose che create nel mondo reale?
  • 11:55 - 11:57
    Con tutta la roba che facciamo
  • 11:57 - 11:59
    spendiamo una quantità enorme
    di soldi e energia -
  • 11:59 - 12:02
    lo scorso anno, circa duemila
    miliardi di dollari -
  • 12:02 - 12:05
    per convincere la gente a comprare
    le cose che facciamo
  • 12:05 - 12:08
    Ma se aveste questa connessione con le
    cose che progettate e create
  • 12:08 - 12:10
    dopo che sono nel mondo reale,
  • 12:10 - 12:13
    dopo che sono state vendute
    o lanciate sul mercato o altro,
  • 12:13 - 12:15
    potremmo cambiare tutto questo
  • 12:15 - 12:18
    e passare dal convincere la gente a
    volere la nostra roba
  • 12:18 - 12:22
    a fare cose che la gente
    vuole dall'inizio.
  • 12:22 - 12:25
    La buona notizia è che stiamo lavorando
    a sistemi nervosi digitali
  • 12:25 - 12:28
    che ci connettano alle cose che creiamo.
  • 12:28 - 12:30
    Stiamo lavorando ad un progetto
  • 12:30 - 12:34
    con due tizi di Los Angeles noti come
    Bandito Brothers
  • 12:34 - 12:35
    e il loro team.
  • 12:35 - 12:39
    Una delle cose che questi ragazzi fanno
    è costruire macchine pazzesche
  • 12:39 - 12:42
    che fanno cose assolutamente folli.
  • 12:43 - 12:44
    Questi ragazzi sono pazzi -
  • 12:44 - 12:45
    (Risate)
  • 12:45 - 12:47
    in senso positivo.
  • 12:49 - 12:51
    E quello che stiamo facendo con loro
  • 12:51 - 12:53
    è prendere il telaio di una tipica
    macchina da corsa
  • 12:53 - 12:55
    e dargli un sistema nervoso.
  • 12:55 - 12:58
    Così gli abbiamo inserito
    dozzine di sensori,
  • 12:58 - 13:01
    messo un pilota fuori-classe al volante,
  • 13:01 - 13:04
    l'abbiamo portata nel deserto e l'abbiamo
    guidata per una settimana.
  • 13:04 - 13:06
    Il sistema nervoso della macchina
    ha memorizzato
  • 13:06 - 13:08
    tutto quello che accadeva.
  • 13:08 - 13:11
    Abbiamo registrato 4 miliardi di dati;
  • 13:11 - 13:13
    tutte le forze a cui è stata soggetta.
  • 13:13 - 13:15
    Poi abbiamo fatto una cosa pazzesca.
  • 13:15 - 13:17
    Abbiamo preso tutti questi dati
  • 13:17 - 13:21
    e li abbiamo inseriti in un AI per la
    progettazione generativa "Dreamcatcher".
  • 13:21 - 13:25
    Cosa ottieni quando doti uno strumento
    di progettazione con un sistema nervoso,
  • 13:25 - 13:28
    e gli chiedi di costruirti il miglior
    telaio di macchina?
  • 13:29 - 13:31
    Ottieni questo.
  • 13:32 - 13:36
    Questo è qualcosa che un umano non avrebbe
    mai potuto creare.
  • 13:37 - 13:39
    Ma è stato proprio un umano a crearlo,
  • 13:39 - 13:43
    ma era un umano aumentato da un AI per
    la progettazione generativa,
  • 13:43 - 13:44
    un sistema nervoso digitale
  • 13:44 - 13:47
    e robot che possono costruire
    cose come queste.
  • 13:48 - 13:51
    Così, se questo è il futuro,
    l'Era Aumentata
  • 13:51 - 13:56
    e saremo aumentati cognitivamente,
    fisicamente e percettivamente,
  • 13:56 - 13:57
    come sarà ?
  • 13:58 - 14:01
    Come sarà questo Paese delle Meraviglie ?
  • 14:01 - 14:03
    Credo che vedremo un mondo
  • 14:03 - 14:06
    dove passeremo da cose che sono fabbricate
  • 14:06 - 14:07
    a cose che vengono allevate.
  • 14:08 - 14:12
    da cose che sono costruite
  • 14:12 - 14:13
    a cose che sono coltivate.
  • 14:14 - 14:16
    Passeremo dall'essere isolati
  • 14:16 - 14:18
    ad essere connessi.
  • 14:19 - 14:21
    Ci allontaneremo dall'estrazione
  • 14:21 - 14:23
    per accogliere l'aggregazione.
  • 14:24 - 14:28
    Penso anche che passeremo dal volere
    obbedienza dalle nostre cose
  • 14:28 - 14:29
    all'apprezzare l'autonomia.
  • 14:31 - 14:32
    Grazie alle nostre capacità aumentate,
  • 14:32 - 14:35
    il nostro mondo cambierà
    significativamente.
  • 14:36 - 14:39
    Avremo un mondo con più varietà,
    più connettività,
  • 14:39 - 14:41
    più dinamismo, più complessità,
  • 14:41 - 14:43
    più adattabilità e, ovviamente,
  • 14:43 - 14:45
    più bellezza.
  • 14:45 - 14:47
    La forma di ciò che verrà
  • 14:47 - 14:49
    sarà come niente di quanto
    abbiamo visto prima.
  • 14:49 - 14:50
    Perché ?
  • 14:50 - 14:54
    Perché a dare forma a quelle cose
    sarà la nuova associazione
  • 14:54 - 14:58
    tra tecnologia, natura e umanità.
  • 14:59 - 15:03
    Questo, per me, è un futuro che vale
    la pena di non vedere l'ora che avvenga.
  • 15:03 - 15:04
    Grazie tante a tutti.
  • 15:04 - 15:10
    (Applausi)
Title:
L'incredibile invenzione dell'Intelligenza Artificiale intuitiva
Speaker:
Maurice Conti
Description:

Cosa si ottiene quando si fornisce un sistema nervoso digitale ad uno strumento di progettazione? I computer che migliorano la nostra capacità di pensare e immaginare, e i sistemi robotizzati che possono generare (e costruire) progetti radicalmente nuovi per ponti, droni e molto altro - tutto da soli. Fate un viaggio nella Realtà *Aumentata* con il futurologo Maurice Conti e prefiguratevi un tempo in cui robots e umani lavoreranno fianco a fianco per realizzare cose che non potrebbero fare da soli.

more » « less
Video Language:
English
Team:
TED
Project:
TEDTalks
Duration:
15:23

Italian subtitles

Revisions