Return to Video

Non hai bisogno di essere amato

  • 0:03 - 0:06
    [Video sottotitolato in italiano]
  • 0:11 - 0:15
    [Interlocutrice] Ho due domande.
  • 0:15 - 0:19
    La prima riguarda la tristezza.
    [Mooji] Riguarda cosa?
  • 0:19 - 0:25
    [Interl.] La tristezza.
    [Mooji] È la più importante tra le due?
  • 0:25 - 0:31
    Inizia dalla domanda migliore. [Risate]
  • 0:31 - 0:37
    Perché se mi fai la domanda
    meno importante per prima,
  • 0:37 - 0:41
    la tua mente resterà sulla seconda,
    in attesa. [Risate]
  • 0:44 - 0:48
    [Interl.] Va bene, allora l'altra. [Risate]
  • 0:53 - 0:59
    L'altra riguarda le relazioni. [Risate]
  • 1:04 - 1:10
    [Mooji] Credo sia questa
    quella importante. [Risate]
  • 1:10 - 1:13
    [Interl.] Sì.
  • 1:13 - 1:18
    [Mooji] Le relazioni e poi la tristezza. [Risate]
  • 1:22 - 1:27
    Sto solo scherzando.
  • 1:27 - 1:34
    [Interl.] È che quando sono in una relazione,
    quando sento vicinanza,
  • 1:34 - 1:39
    quando mi sento in intimità con una persona
  • 1:39 - 1:45
    e poi arriva una separazione,
  • 1:45 - 1:50
    oppure la persona mi allontana,
  • 1:50 - 1:54
    vado completamente fuori di testa.
    [Mooji] Sì.
  • 1:54 - 2:03
    [Interl.] Scatta una sensazione,
    è come una reazione automatica;
  • 2:03 - 2:06
    arriva da sola.
    [Mooji] Bene, la reazione automatica.
  • 2:06 - 2:11
    [Interl.] Sì, automaticamente.
    [Mooji] Perché ti allontanano?
  • 2:19 - 2:28
    [Interl.] Perché voglio fare presa.
    [Mooji] Sì.
  • 2:32 - 2:39
    Vuoi possedere qualcosa
    e per l'altra persona è eccessivo.
  • 2:39 - 2:48
    È bello solo per un po'.
  • 2:48 - 2:53
    Forse potrebbe piacere a qualcuno
    che si sente insicuro:
  • 2:53 - 2:57
    "Hai bisogno di me",
    ma dopo un po' diventa eccessivo.
  • 2:57 - 3:02
    Non devi cercare di far presa su nessuno.
  • 3:02 - 3:07
    Non sei un ragno. [Risate]
  • 3:07 - 3:10
    È una reazione che sorge all'interno,
  • 3:10 - 3:15
    perché magari qualcosa pensa
    che non sei abbastanza degna,
  • 3:15 - 3:18
    se non utilizzi delle tecniche per esserlo.
    Capisci?
  • 3:18 - 3:25
    E sembra già non essere una buona base.
    Devi rendertene conto.
  • 3:25 - 3:29
    Non è che tu possa essere automaticamente forte,
  • 3:29 - 3:35
    ma le relazioni ti offrono anche l'opportunità
    di scoprire ciò che è autentico,
  • 3:35 - 3:42
    e di scoprire cosa, in te stessa,
    scende subito a compromessi.
  • 3:42 - 3:43
    Capisci?
  • 3:48 - 3:53
    [Interl.] Sì, riesco a capirlo,
  • 3:53 - 3:56
    ma c'è ancora.
  • 4:00 - 4:04
    [Mooji] Allora, è un bene
    che tu sia venuta al satsang,
  • 4:04 - 4:11
    perché puoi iniziare a osservare
    questa tendenza ad aggrapparti,
  • 4:11 - 4:16
    che forse è paura di essere rifiutata
    o qualcosa del genere.
  • 4:16 - 4:22
    Le relazioni non funzionano
    solo perché ci si impegna duramente.
  • 4:22 - 4:25
    Non funziona così; non funzionano.
  • 4:25 - 4:32
    Ci deve essere libertà, forza interiore,
    chiarezza, saggezza:
  • 4:32 - 4:37
    tutte queste cose. Capisci?
  • 4:37 - 4:42
    Non si tratta di quanto dai: "Do così tanto!"
    non è un compenso.
  • 4:42 - 4:49
    E per quanto ti sforzi, provi e parli,
    non funziona, allontana le persone,
  • 4:49 - 4:54
    perché sarebbe troppo bello sforzarsi e basta.
  • 4:54 - 4:57
    Qualcosa deve accadere, e deve esserci libertà.
  • 4:57 - 5:07
    Se ne sei consapevole,
    intuitivamente sai quando concedere spazio.
  • 5:07 - 5:09
    Tutto ciò avverrà.
  • 5:09 - 5:13
    Credo che tu debba usare questa comprensione.
  • 5:13 - 5:17
    Sei arrivata qui e vedi che c'è una sensazione:
  • 5:17 - 5:21
    "Ho bisogno di possedere questa cosa".
  • 5:21 - 5:24
    Con la libertà succede lo stesso.
  • 5:24 - 5:29
    A volte hai la sensazione: "Ah!"
    e appena realizzi lo stato autentico,
  • 5:29 - 5:34
    l'immensità dell'essere, qualcosa fa:
    "Come faccio a conservarlo?".
  • 5:34 - 5:42
    La stessa cosa vale pure per la relazione:
    "Come faccio a conservarla?".
  • 5:42 - 5:45
    Come farai?
  • 5:45 - 5:49
    La relazione non è qualcosa da conservare,
  • 5:49 - 5:54
    è qualcosa di cui godere la freschezza.
  • 5:54 - 5:58
    Quando sei nella tua forza,
    ti accorgi che tutto diventa più puro.
  • 5:58 - 6:04
    Tutto vuole stare con te,
    quando sei priva di intenzione.
  • 6:04 - 6:09
    Troppa intenzione, genera tensione.
  • 6:13 - 6:18
    Quando sei vuota, non hai alcun tipo
    di bisogno, e questa non è arroganza,
  • 6:18 - 6:23
    significa che nello stato naturale dell'essere,
    non hai bisogni,
  • 6:23 - 6:27
    non hai bisogno di essere accettata. Capisci?
  • 6:27 - 6:32
    Non senti neppure il bisogno di essere amata.
  • 6:39 - 6:43
    Riesci a immaginarti una cosa del genere:
  • 6:43 - 6:49
    un luogo in cui non hai alcun bisogno,
    neppure quello di essere amata?
  • 6:49 - 6:55
    È un luogo molto silenzioso,
    in cui l'amore diventa molto disponibile,
  • 6:55 - 7:03
    molto ampio, meraviglioso e potentissimo.
  • 7:03 - 7:07
    Per ora, non ti chiedo di saltare questo ostacolo,
  • 7:07 - 7:13
    ma di osservare cos'è che pensa:
    "Se c'è una cosa buona, devo afferrarla".
  • 7:13 - 7:22
    Osserva e basta: chi lo sta facendo?
    Chi ha bisogno di questa cosa?
  • 7:22 - 7:25
    Resta in silenzio mentre ti fai queste domande;
  • 7:25 - 7:28
    resta in silenzio e basta.
  • 7:28 - 7:34
    Anzi, ti chiederò di fare un esercizio
    e magari domani mi dirai cos'è successo:
  • 7:34 - 7:39
    osserva e percepiscilo,
    ricrea la scena nella mente
  • 7:39 - 7:45
    e guarda cosa emerge e grida aiuto,
    quando stai per essere abbandonata o lasciata.
  • 7:45 - 7:49
    Qualcosa si comporta così, perciò dai un'occhiata.
  • 7:49 - 7:53
    Di cosa hai paura? Spingilo al limite.
  • 7:53 - 7:58
    Vai al limite della tua immagine
    e guarda l'ipotesi peggiore.
  • 7:58 - 8:03
    Cosa succederà nel peggiore dei casi?
    Come si sentirà?
  • 8:03 - 8:07
    Guarda chi ne soffre: chi sta soffrendo davvero?
  • 8:07 - 8:13
    Ma non dimenticarti che sei pure l'osservatore.
  • 8:13 - 8:23
    Allora, tre cose: la prima, è cosa pensi
    che succederà se la tua paura si avvera?
  • 8:23 - 8:29
    Di essere rifiutata, di non riuscire
    a trattenere ciò che vorresti e provi dolore.
  • 8:29 - 8:34
    Ti guardo negli occhi e già vedo:
    "Aiuto, qualcosa se ne andrà!".
  • 8:34 - 8:40
    Poi vai a vedere cosa succede: sei stata
    lasciata, abbandonata, "Non ti voglio!",
  • 8:40 - 8:42
    senti cosa affiora,
  • 8:42 - 8:47
    ma devi essere molto presente
    nel luogo da cui stai osservando,
  • 8:47 - 8:53
    e allo stesso tempo resta con la sensazione.
    Guarda cosa succede: di cosa hai paura?
  • 8:53 - 8:56
    Questo è un lavoro intelligente: osserva.
  • 8:56 - 9:00
    Allora, in qualche modo,
    evoca le sensazioni peggiori,
  • 9:00 - 9:04
    che proverai se accade ciò che immagini.
  • 9:04 - 9:08
    E adesso guarda chi sta soffrendo veramente.
  • 9:08 - 9:14
    Vedi se riesci a identificare
    colui che ne sta soffrendo.
  • 9:14 - 9:17
    Non ripiombare nella storia, guarda e basta.
  • 9:17 - 9:21
    Tieni ben presente che stai osservando,
    ma allo stesso tempo,
  • 9:21 - 9:25
    fai del tuo meglio per cercare
    di vedere e capire davvero.
  • 9:25 - 9:30
    Puoi farlo con qualunque emozione,
    con ogni tipo di pensiero.
  • 9:30 - 9:34
    Allora giungerai a vedere di persona
    cosa sta funzionando,
  • 9:34 - 9:39
    e scopri se sei davvero tu,
    oppure è solo una sorta di immagine,
  • 9:39 - 9:42
    che è una proiezione della mente.
  • 9:42 - 9:45
    Si presenterà uno spazio,
  • 9:45 - 9:51
    e quello spazio, sarà qualcosa
    di molto importante da tornare a recuperare.
  • 9:51 - 9:55
    Non avere paura di quest'esperienza,
    invitala addirittura!
  • 9:55 - 10:00
    La prossima volta,
    invitala a sferrare il suo colpo migliore:
  • 10:00 - 10:07
    "Dai, picchia forte, esagera pure,
    ma ti guarderò solo attraverso i miei occhi".
  • 10:07 - 10:12
    Guarda, non interferire, giudicare,
    o interpretare. Vedi se riesci a farlo.
  • 10:12 - 10:15
    È un'abilità che svilupperai in fretta,
  • 10:15 - 10:21
    perché i frutti dell'osservazione sono dolcissimi.
  • 10:21 - 10:26
    Scoprire la tua libertà,
    sarà più dolce di qualsiasi relazione:
  • 10:26 - 10:29
    "Ah, sono libera da questa cosa!".
  • 10:29 - 10:33
    "Non solo non mi serviva,
    ma la scoperta più importante
  • 10:33 - 10:39
    "è vedere che sono libera
    dal bisogno di essere questo".
  • 10:39 - 10:45
    Ed è incredibile quando quello spazio
    viene ripulito dentro di te
  • 10:45 - 10:48
    e per giunta la tua bellezza attrae gli altri;
  • 10:48 - 10:51
    le persone vogliono avvicinarsi.
  • 10:51 - 10:56
    Se invece hai nella mente qualche progetto,
  • 10:56 - 11:00
    hai già adocchiato qualcuno: "Hm"
  • 11:00 - 11:07
    e poi inizi a dispiegare le forze
    per sparare i tuoi colpi migliori,
  • 11:07 - 11:09
    loro lo fiuteranno;
  • 11:09 - 11:16
    se sono un po' intuitivi, sentiranno l'odore:
    "Questa è una pericolosa. [Risate]
  • 11:16 - 11:24
    "Mi colpirà in testa,
    mi trascina via e sarò finito".
  • 11:24 - 11:27
    Sinceramente però, vale la pena farlo.
  • 11:27 - 11:30
    Qualsiasi tipo di cosa che percepisci,
  • 11:30 - 11:35
    mantiene la mente e l'attenzione
    intrappolate in una sorta di scenario
  • 11:35 - 11:39
    di cui hai paura,
    di conseguenza cominci a proteggerlo.
  • 11:39 - 11:44
    Difendiamo le nostre paure, gli attaccamenti,
    il nostro senso di vulnerabilità.
  • 11:44 - 11:48
    E non è affatto un buon modo
    di vivere la vita, come sai,
  • 11:48 - 11:53
    non te lo devo neanche dire,
    perché richiede troppa energia.
  • 11:53 - 11:57
    Questo è un modo
    per passare attraverso a tutto ciò.
  • 11:57 - 12:04
    Se vuoi, se hai capito davvero
    ciò che ti chiedo, allora esploralo.
  • 12:04 - 12:09
    Non so se sarai in grado di farlo
    al di fuori della situazione attuale,
  • 12:09 - 12:15
    ma alcune persone ci riescono:
    ricreano davvero una rappresentazione
  • 12:15 - 12:20
    dei loro peggiori scenari di sofferenza,
  • 12:20 - 12:25
    restando molto presenti
    a osservare ciò che succede dentro di loro.
  • 12:25 - 12:29
    Se riesci a farlo,
    questo sarà un ottimo esercizio per te
  • 12:29 - 12:33
    e mi raccomando,
    torna a raccontarmi cos'hai scoperto.
  • 12:33 - 12:36
    [Interl.] Va bene, credo di farcela.
    [Mooji] Sì.
  • 12:39 - 12:48
    ...e non dimenticare che stai anche osservando...
  • 12:53 - 12:58
    Brano tratto dal DVD: "Non lottare con la mente"
    13 gennaio 2012 - Tiruvannamalai, India
Title:
Non hai bisogno di essere amato
Description:

Il satsang si è svolto il 13 gennaio 2012 a Tiruvannamalai, India.

"Riesci a immaginare un luogo in cui non hai bisogno di essere amato?
È un luogo molto silenzioso, in cui l'amore diventa molto disponibile, vastissimo, meraviglioso e potentissimo".
- Mooji

Questo e altri video sottotitolati in varie lingue, sono disponibili anche sul sito Mooji.TV: http://mooji.tv/freemedia

e sul sito http://mooji.tv/subscription

more » « less
Video Language:
English
Duration:
13:03

Italian subtitles

Revisions Compare revisions