Return to Video

I tesori nascosti di Timbuktu - Elizabeth Cox

  • 0:07 - 0:09
    Ai confini del vasto deserto del Sahara,
  • 0:09 - 0:13
    gli abitanti sgattaiolavano fuori
    dalla città di Timbuktu
  • 0:13 - 0:15
    e si inoltravano nel deserto.
  • 0:15 - 0:20
    Seppellivano dei forzieri nella sabbia,
    li nascondevano nelle grotte,
  • 0:20 - 0:23
    e li sigillavano in stanze segrete.
  • 0:23 - 0:27
    In questi forzieri c'era un tesoro
    più prezioso dell'oro:
  • 0:27 - 0:30
    gli antichi libri della città.
  • 0:30 - 0:34
    Fondata intorno al 1100 d.C.
    nell'attuale Mali,
  • 0:34 - 0:39
    la città di Timbuktu iniziò come
    un anonimo luogo di commercio.
  • 0:39 - 0:42
    Ma presto questo cambiò
    grazie alla sua posizione.
  • 0:42 - 0:47
    Timbuktu segnava il crocevia
    tra due importanti rotte commerciali,
  • 0:47 - 0:50
    dove le carovane che trasportavano sale
    attraverso il Sahara
  • 0:50 - 0:54
    si incontravano coi mercanti
    che portavano oro dai paesi dell'interno.
  • 0:54 - 0:58
    Alla fine del 1300,
    queste vie resero Timbuktu ricca
  • 0:58 - 1:01
    e i sovrani della città,
    i re dell'Impero del Mali,
  • 1:01 - 1:05
    costruirono monumenti e accademie
    che attirarono studiosi
  • 1:05 - 1:08
    da Egitto, Spagna e Marocco.
  • 1:08 - 1:13
    Ma la posizione privilegiata della città
    la rese un bersaglio per i conquistatori.
  • 1:13 - 1:17
    Col declino dell'Impero del Mali,
    uno dei suoi territori, Songhai,
  • 1:17 - 1:19
    iniziò ad acquisire potere.
  • 1:19 - 1:23
    Nel 1468, il re di Songhai
    conquistò Timbuktu,
  • 1:23 - 1:26
    bruciando palazzi
    e uccidendo gli studiosi.
  • 1:27 - 1:31
    Ma col tempo, la vita intellettuale
    della città rifiorì.
  • 1:31 - 1:34
    Il regno del secondo re
    dell'Impero di Songhai,
  • 1:34 - 1:36
    Askia Mohammed Toure,
  • 1:36 - 1:40
    segnò l'inizio dell'età d'oro
    di Timbuktu.
  • 1:41 - 1:43
    Egli invertì le politiche regressive
    del suo predecessore
  • 1:43 - 1:46
    e incoraggiò lo studio.
  • 1:46 - 1:50
    I sovrani di Songhai e molti dei cittadini
    di Timbuktu erano musulmani,
  • 1:50 - 1:53
    e i letterati studiavano l'Islam
  • 1:53 - 1:57
    assieme alle materie secolari
    come matematica e filosofia.
  • 1:57 - 1:59
    Nelle biblioteche di Timbuktu,
  • 1:59 - 2:03
    i trattati di filosofia Greca
    si trovavano vicino ai testi
  • 2:03 - 2:07
    di storici, scienziati e poeti locali.
  • 2:07 - 2:10
    Il più illustre studioso della città,
    Ahmed Baba,
  • 2:10 - 2:12
    sfidò le opinioni dominanti su temi
  • 2:12 - 2:15
    che andavano dal tabagismo alla schiavitù.
  • 2:15 - 2:19
    L'oro e il sale avevano finanziato
    la trasformazione della città
  • 2:19 - 2:22
    in un centro di studi.
  • 2:22 - 2:24
    Ora, i prodotti
    di quella cultura intellettuale
  • 2:24 - 2:28
    erano diventati la merce più ricercata.
  • 2:28 - 2:29
    Con la carta dalla lontana Venezia
  • 2:29 - 2:32
    e l'inchiostro vivace delle piante
    e dei minerali locali,
  • 2:32 - 2:36
    gli amanuensi di Timbuktu
    producevano testi sia in arabo
  • 2:36 - 2:38
    sia nelle lingue locali.
  • 2:38 - 2:43
    Scritti in bella calligrafia e decorati
    con intricati disegni geometrici,
  • 2:43 - 2:48
    i libri di Timbuktu erano richiesti
    tra i membri più ricchi della società.
  • 2:49 - 2:53
    Nel 1591 l'età d'oro
    giunse a una brusca fine
  • 2:53 - 2:57
    quando il re del Marocco
    conquistò Timbuktu.
  • 2:57 - 3:01
    Le truppe marocchine imprigionarono
    Ahmed Baba e altri illustri studiosi
  • 3:01 - 3:04
    e confiscarono le loro biblioteche.
  • 3:04 - 3:09
    Nei secoli seguenti, la città fu segnata
    da numerose conquiste.
  • 3:09 - 3:13
    A metà del 1800,
    i Sufi occuparono Timbuktu
  • 3:13 - 3:17
    e distrussero molti testi non religiosi.
  • 3:17 - 3:21
    1894, le forze coloniali francesi
    ottennero il controllo della città,
  • 3:21 - 3:25
    rubando altri testi
    e inviandoli in Europa.
  • 3:25 - 3:29
    Il francese divenne la lingua ufficiale
    insegnata nelle scuole,
  • 3:29 - 3:31
    e le nuove generazioni di Timbuktu
  • 3:31 - 3:34
    non erano in grado di leggere
    i testi in arabo rimasti.
  • 3:35 - 3:40
    Nonostante tutto, la tradizione letteraria
    di Timbuktu non morì,
  • 3:40 - 3:42
    fu seppellita.
  • 3:42 - 3:45
    Alcune famiglie costruirono
    biblioteche segrete nelle proprie case,
  • 3:45 - 3:48
    o seppellirono i libri nei loro giardini.
  • 3:48 - 3:53
    Altri li nascosero in grotte abbandonate
    o buchi nel deserto.
  • 3:53 - 3:55
    Gli inestimabili manoscritti di Timbuktu
  • 3:55 - 3:59
    furono dispersi nei villaggi
    dell'area circostante,
  • 3:59 - 4:03
    dove comuni cittadini li custodirono
    per centinaia di anni.
  • 4:04 - 4:07
    Quando la desertificazione e la guerra
    impoverirono la regione,
  • 4:07 - 4:10
    le famiglie conservarono gli antichi libri
  • 4:10 - 4:14
    anche di fronte alla fame e alla povertà.
  • 4:14 - 4:19
    Anche oggi, la lotta per proteggere
    i libri continua.
  • 4:19 - 4:22
    Dal 1980 ai primi anni del 2000,
  • 4:22 - 4:28
    lo studioso Abdel Kader Haidara
    ha recuperato con fatica i testi nascosti
  • 4:28 - 4:32
    in tutto il nord del Mali
    e li ha riportati a Timbuktu.
  • 4:32 - 4:38
    Ma nel 2012, la guerra civile in Mali
    ha di nuovo minacciato i manoscritti,
  • 4:38 - 4:41
    molti dei quali sono stati portati
    nella vicina Bamako.
  • 4:41 - 4:43
    Il loro futuro rimane incerto,
  • 4:43 - 4:48
    in quanto minacciati sia dall'uomo
    sia dall'ambiente.
  • 4:48 - 4:51
    Questi libri rappresentano la migliore,
    e spesso l'unica
  • 4:51 - 4:55
    fonte sulla storia precoloniale
    della regione.
  • 4:55 - 4:58
    Molti non sono mai stati letti
    dagli studiosi moderni,
  • 4:58 - 5:02
    e molti altri rimangono perduti
    o nascosti nel deserto.
  • 5:02 - 5:07
    Nello sforzo di proteggerli
    c'è in gioco la storia che contengono,
  • 5:07 - 5:13
    e gli sforzi di numerose generazioni
    affinché quella storia non vada perduta.
Title:
I tesori nascosti di Timbuktu - Elizabeth Cox
Speaker:
Elizabeth Cox
Description:

Guarda l'intera lezione: https://ed.ted.com/lessons/the-hidden-treasures-of-timbuktu-elizabeth-cox

Ai confini del vasto deserto del Sahara, gli abitanti sgattaiolavano fuori dalla città di Timbuktu e si inoltravano nel deserto. Seppellivano dei forzieri nella sabbia, li nascondevano in grotte, e li sigillavano in stanze segrete. In questi forzieri c'era un tesoro più prezioso dell'oro: gli antichi libri della città. Perché nascondevano questi inestimabili manoscritti? Elizabeth Cox scava nella tradizione letteraria di Timbuktu.

Lezione di Elizabeth Cox, regia di Aim Creative Studios.

more » « less
Video Language:
English
Team:
TED
Project:
TED-Ed
Duration:
05:15
Silvia Fornasiero approved Italian subtitles for The hidden treasures of Timbuktu
Silvia Fornasiero accepted Italian subtitles for The hidden treasures of Timbuktu
Silvia Fornasiero edited Italian subtitles for The hidden treasures of Timbuktu
Silvia Fornasiero edited Italian subtitles for The hidden treasures of Timbuktu
Sara Frasconi rejected Italian subtitles for The hidden treasures of Timbuktu
Alessandra Nuti accepted Italian subtitles for The hidden treasures of Timbuktu
Alessandra Nuti edited Italian subtitles for The hidden treasures of Timbuktu
Daniela Bellicano edited Italian subtitles for The hidden treasures of Timbuktu

Italian subtitles

Revisions