Return to Video

In che modo la pandemia plasmerà il futuro a venire

  • 0:00 - 0:02
    Chris Anderson: Benvenuto, Bill Gates!
  • 0:03 - 0:04
    Bill Gates: Grazie.
  • 0:04 - 0:06
    CA: È un piacere averti qui, Bill.
  • 0:06 - 0:11
    Circa tre mesi fa, qui a TED,
    avevamo parlato di questa pandemia,
  • 0:11 - 0:13
    credo fosse fine marzo,
  • 0:13 - 0:17
    e in quel momento negli USA
    erano morte meno di 1.000 persone
  • 0:17 - 0:20
    e meno di 20.000 persone nel mondo.
  • 0:20 - 0:24
    Ora i numeri sono
    circa 128.000 morti negli USA
  • 0:24 - 0:27
    e più di mezzo milione nel mondo,
  • 0:27 - 0:30
    in tre mesi.
  • 0:31 - 0:35
    Quali sono le tue previsioni
    per il resto dell'anno?
  • 0:35 - 0:37
    Ci sono vari scenari,
  • 0:37 - 0:41
    ma quale credi che sia
    la migliore e la peggiore?
  • 0:43 - 0:47
    BG: Purtroppo c'è un'enorme
    varietà di scenari:
  • 0:47 - 0:51
    in uno di questi,
    con l'arrivo dell'autunno
  • 0:51 - 0:53
    potremmo avere un tasso di mortalità
  • 0:53 - 0:59
    pari al picco di aprile.
  • 0:59 - 1:01
    Se si contagiano molti giovani,
  • 1:01 - 1:04
    alla fine contageranno di nuovo
    anche gli anziani,
  • 1:04 - 1:08
    e arriverà anche alle case di riposo,
    ai rifugi per senzatetto,
  • 1:08 - 1:12
    i posti in cui ci sono stati molti morti.
  • 1:12 - 1:15
    Il percorso di innovazione,
    di cui più tardi parleremo,
  • 1:15 - 1:18
    su diagnosi, cura e vaccini,
  • 1:18 - 1:20
    mostra grandi progressi,
  • 1:20 - 1:24
    ma non sufficienti a evitare
  • 1:24 - 1:28
    che in autunno negli USA
    la situazione possa essere molto grave.
  • 1:28 - 1:33
    Ed è peggio di quel che prevedevo
    anche solo un mese fa,
  • 1:33 - 1:36
    perché siamo tornati a spostarci molto,
  • 1:36 - 1:37
    senza indossare le mascherine,
  • 1:37 - 1:42
    e ora che il virus
    è arrivato in molte città
  • 1:42 - 1:48
    in cui prima non era molto presente,
  • 1:48 - 1:51
    sarà una sfida.
  • 1:51 - 1:54
    In nessun caso avremo
    una mortalità inferiore all'attuale,
  • 1:54 - 1:58
    che è di circa 500 morti al giorno;
  • 1:58 - 2:02
    ma c'è un alto rischio di un ritorno
  • 2:02 - 2:06
    ai 2.000 morti al giorno che avevamo prima
  • 2:06 - 2:10
    perché non abbiamo più il distanziamento
  • 2:10 - 2:11
    e il comportamento speciale,
  • 2:11 - 2:16
    che avevamo ad aprile e maggio.
  • 2:16 - 2:19
    E sappiamo che questo virus è stagionale:
  • 2:19 - 2:22
    quindi la forza del contagio,
  • 2:22 - 2:25
    a causa di temperatura, umidità
    e maggior tempo passato al chiuso,
  • 2:25 - 2:27
    peggiorerà con l'avvicinarsi dell'autunno.
  • 2:28 - 2:33
    CA: Negli USA, secondo alcune ipotesi,
    se si mettono quei numeri in prospettiva,
  • 2:33 - 2:36
    arriviamo, chissà, a più di 250.000 morti,
  • 2:36 - 2:39
    magari entro fine anno
    se non siamo attenti;
  • 2:39 - 2:41
    e in tutto il mondo, entro fine anno,
  • 2:41 - 2:46
    il bilancio delle vittime
    potrebbe essere di milioni di persone.
  • 2:46 - 2:47
    Ci sono delle prove
  • 2:47 - 2:51
    che le alte temperature estive
    ci stiano davvero aiutando?
  • 2:53 - 2:55
    BG: Non ne abbiamo la certezza,
  • 2:55 - 2:58
    ma sicuramente il modello dell'IHME
  • 2:58 - 3:02
    ha tenuto in considerazione la stagione,
  • 3:02 - 3:04
    e quindi temperatura e umidità,
  • 3:04 - 3:09
    per provare a spiegare
    perché a maggio non è andata peggio.
  • 3:09 - 3:14
    E quindi, quando abbiamo iniziato
    a uscire, e a spostarci di più,
  • 3:14 - 3:20
    i modelli prevedevano come conseguenza
    un aumento di contagi e morti,
  • 3:20 - 3:23
    e il modello continuava a ripetere:
  • 3:23 - 3:27
    "Devo usare alla stagionalità
  • 3:28 - 3:34
    per spiegare perché non è andata peggio
    a maggio e a giugno."
  • 3:34 - 3:40
    E lo vediamo nell'emisfero sud,
  • 3:40 - 3:42
    come in Brasile,
  • 3:42 - 3:44
    che è nella stagione opposta,
  • 3:44 - 3:48
    e in tutta l'America del sud,
    che ha un'enorme epidemia.
  • 3:48 - 3:53
    In Sudafrica l'epidemia
    cresce velocemente.
  • 3:53 - 3:57
    Per fortuna Australia e Nuova Zelanda,
    gli ultimi paesi dell'emisfero sud,
  • 3:57 - 3:59
    hanno davvero pochi casi:
  • 3:59 - 4:03
    quindi, anche se devono
    continuare a fronteggiarli,
  • 4:03 - 4:09
    dicono: "Abbiamo dieci casi,
    è grave, dobbiamo sbarazzarcene."
  • 4:09 - 4:12
    Fanno parte di quei fantastici paesi
  • 4:12 - 4:14
    che hanno numeri così bassi
  • 4:14 - 4:18
    che i test, la quarantena
    e il tracciamento
  • 4:18 - 4:23
    funzionano per rilevarli
    e mantenerli vicino allo zero.
  • 4:23 - 4:27
    CA: Magari sono stati anche aiutati
    dalla maggiore facilità nell'isolarli
  • 4:27 - 4:30
    e dall'inferiore densità di popolazione.
  • 4:30 - 4:32
    Ad ogni modo, hanno applicato
    le politiche giuste.
  • 4:32 - 4:34
    BG: Sì, è tutto così esponenziale
  • 4:34 - 4:37
    che anche piccoli gesti
    sono di grande aiuto.
  • 4:37 - 4:39
    Non è un gioco lineare.
  • 4:39 - 4:44
    Tracciare i contatti,
    con questo numero di casi negli USA
  • 4:44 - 4:46
    è importantissimo,
  • 4:46 - 4:48
    ma non ci riporterà allo zero.
  • 4:48 - 4:52
    Aiuterà a diminuirli, ma è irrefrenabile.
  • 4:53 - 4:56
    CA: OK, quindi a maggio e giugno negli USA
  • 4:56 - 4:59
    i numeri erano leggermente migliori
    rispetto ad alcune previsioni
  • 4:59 - 5:03
    ed è stato ipotizzato
    che fosse per le temperature più calde.
  • 5:03 - 5:05
    Quello che stiamo vedendo ora
  • 5:05 - 5:11
    lo definiresti un aumento allarmante
    nel tasso di casi negli USA?
  • 5:12 - 5:13
    BG: Esatto.
  • 5:14 - 5:18
    Ad esempio, nell'area di New York
  • 5:18 - 5:21
    i casi continuano,
    in qualche modo, a diminuire,
  • 5:21 - 5:23
    ma in altre parti del paese,
  • 5:23 - 5:26
    ora soprattutto nel sud,
  • 5:26 - 5:29
    ci sono aumenti che li controbilanciano
  • 5:29 - 5:32
    e ci sono tassi di positività nei giovani
  • 5:32 - 5:39
    che sono superiori persino
    a quelli delle aree maggiormente colpite.
  • 5:39 - 5:43
    Chiaramente i giovani sono usciti
  • 5:43 - 5:47
    più di quanto siano usciti gli anziani,
  • 5:47 - 5:51
    quindi la distribuzione tra le fasce d'età
    ora si concentra tra i più giovani,
  • 5:51 - 5:55
    ma a causa della presenza
    di più generazioni nella stessa casa,
  • 5:55 - 5:57
    di chi lavora nelle case di riposo,
  • 5:57 - 6:00
    sfortunatamente si rifletterà -
  • 6:00 - 6:03
    parlo sia della trasmissione
    che dello sfasamento temporale,
  • 6:03 - 6:05
    di nuovo sugli anziani,
  • 6:05 - 6:07
    farà aumentare di nuovo
    il tasso di mortalità,
  • 6:07 - 6:10
    che ora si era abbassato di molto,
  • 6:10 - 6:15
    dai 2.000 ai 500 di adesso.
  • 6:16 - 6:17
    CA: E questo è dovuto, in parte,
  • 6:17 - 6:22
    a uno sfasamento di tre settimane
    tra il numero dei casi e le morti?
  • 6:22 - 6:27
    E forse anche perché
    sono state adottate misure efficaci
  • 6:27 - 6:29
    e siamo davvero di fronte alla possibilità
  • 6:29 - 6:32
    che il tasso di mortalità
    sia davvero un po' in calo
  • 6:32 - 6:34
    ora che ne sappiamo un po' di più?
  • 6:35 - 6:36
    BG: Sì, certo.
  • 6:36 - 6:40
    Il tasso di mortalità è sempre minore,
    quando non si è sovraccarichi.
  • 6:40 - 6:43
    E lo stesso discorso vale per l'Italia,
    quando era sovraccarica,
  • 6:43 - 6:46
    la Spagna o persino New York all'inizio,
  • 6:46 - 6:49
    di sicuro la Cina.
  • 6:49 - 6:54
    In quei casi era impossibile
    anche fornire le cose basilari,
  • 6:54 - 6:57
    l'ossigeno e il resto.
  • 6:57 - 7:00
    Uno studio finanziato
    dalla nostra fondazione nel Regno Unito
  • 7:00 - 7:04
    ha rilevato che l'unica cosa,
    oltre al Remdesivir,
  • 7:04 - 7:06
    che è una cura comprovata,
  • 7:06 - 7:08
    è il desametasone,
  • 7:08 - 7:11
    che per i pazienti gravi,
  • 7:11 - 7:15
    riduce la mortalità
    di circa il 20 percento
  • 7:15 - 7:20
    e abbiamo ancora accesso a queste cose.
  • 7:20 - 7:24
    L'idrossiclorochina
    non ha mai dato buoni risultati,
  • 7:24 - 7:26
    perciò non c'è più niente da fare.
  • 7:26 - 7:29
    Si stanno ancora facendo dei test,
  • 7:29 - 7:31
    ma con tutto quello che si sta testando,
  • 7:31 - 7:36
    inclusi anche gli anticorpi monoclonali,
  • 7:36 - 7:39
    avremo più soluzioni in autunno.
  • 7:39 - 7:44
    La buona notizia, quindi,
    se si parla di tasso di mortalità,
  • 7:44 - 7:46
    è che abbiamo già fatto passi avanti
  • 7:46 - 7:50
    e ne faremo altri, già in autunno.
  • 7:50 - 7:53
    Dovremmo iniziare ad avere
    gli anticorpi monoclonali,
  • 7:53 - 7:58
    che sono la cura che più mi entusiasma.
  • 7:58 - 8:01
    CA: Ti chiederò
    di parlarne meglio fra poco,
  • 8:01 - 8:04
    ma giusto per concludere
    con i tassi di mortalità:
  • 8:04 - 8:06
    in un sistema sanitario funzionante,
  • 8:06 - 8:09
    come ad esempio gli USA
    quando i posti non sono sovraffollati,
  • 8:09 - 8:13
    che cosa ne pensi
    dei numeri attuali di morti,
  • 8:13 - 8:17
    e come procedono, in termini
    di percentuale sui casi totali?
  • 8:17 - 8:19
    Siamo sotto l'uno percento magari?
  • 8:20 - 8:26
    BG: Se si rilevassero tutti i casi, sì,
    saremmo ben sotto l'1 percento.
  • 8:26 - 8:31
    Dicono 0,4 o 0,5 percento.
  • 8:31 - 8:37
    Se si contano gli asintomatici,
    probabilmente è sotto lo 0,5
  • 8:37 - 8:39
    ed è una buona notizia.
  • 8:39 - 8:43
    Questa malattia avrebbe potuto avere
    il cinque percento di contagi.
  • 8:44 - 8:47
    Le dinamiche di trasmissione
    di questa malattia
  • 8:47 - 8:53
    sono più complesse
    delle previsioni degli esperti.
  • 8:54 - 8:59
    Il numero di contagi
    di pre-sintomatici e asintomatici,
  • 8:59 - 9:01
    e il fatto è che non c'è tosse,
  • 9:01 - 9:04
    altrimenti te ne accorgeresti
    che stai tossendo.
  • 9:04 - 9:06
    C'e tosse in gran parte
    delle malattie respiratorie:
  • 9:06 - 9:09
    ma in questa, invece,
    nei primi stadi non c'è tosse,
  • 9:09 - 9:13
    si canta, si ride, si parla,
  • 9:13 - 9:18
    ancora di più per i super-portatori,
    le persone con alte cariche virali;
  • 9:18 - 9:21
    e questo causa il contagio,
    ed è una novità.
  • 9:22 - 9:26
    Persino gli esperti dicono:
    "Wow, ci ha colti di sorpresa."
  • 9:26 - 9:28
    Il numero di contagi di asintomatici
  • 9:28 - 9:30
    e il fatto che non ci sia
    il sintomo della tosse
  • 9:30 - 9:33
    come nell'influenza o nella tubercolosi.
  • 9:34 - 9:37
    CA: Sì, è un'astuzia diabolica del virus.
  • 9:37 - 9:41
    Voglio dire, il contagio asintomatico
  • 9:41 - 9:44
    che percentuale rappresenta del totale?
  • 9:44 - 9:47
    Ho sentito che addirittura
    la metà dei contagi
  • 9:47 - 9:49
    sono praticamente pre-sintomatici.
  • 9:50 - 9:53
    BG: Sì, se si contano i pre-sintomatici,
  • 9:53 - 9:57
    allora la maggior parte degli studi
    riportano che è il 40 percento;
  • 9:57 - 10:01
    e poi abbiamo anche gli asintomatici.
  • 10:01 - 10:04
    La quantità di virus nel tratto superiore
    dell'apparato respiratorio
  • 10:04 - 10:06
    non è collegata.
  • 10:06 - 10:09
    Alcune persone ne hanno molto lì
    e poco nei polmoni,
  • 10:09 - 10:14
    e quello che si ha nei polmoni
    causa i sintomi più gravi -
  • 10:14 - 10:17
    e altri organi, ma soprattutto i polmoni -
  • 10:17 - 10:19
    ed è allora che sono necessarie le cure.
  • 10:19 - 10:21
    Il caso peggiore,
    in termini di diffusione,
  • 10:21 - 10:27
    è chi ha molto virus nel tratto superiore,
    ma quasi niente nei polmoni,
  • 10:27 - 10:29
    quindi non ricerca cure.
  • 10:30 - 10:31
    CA: Giusto.
  • 10:31 - 10:36
    E quindi se si aggiungono
    gli asintomatici ai pre-sintomatici,
  • 10:36 - 10:41
    più del 50 percento della trasmissione
    deriva dagli asintomatici?
  • 10:41 - 10:45
    BG: Sì, la trasmissione
    è più difficile da misurare.
  • 10:45 - 10:49
    Possiamo vedere focolai e simili,
  • 10:49 - 10:52
    ma c'è una grande domanda sul vaccino:
  • 10:52 - 10:56
    oltre a non farti ammalare,
  • 10:56 - 10:58
    che è ciò che si sta testando,
  • 10:58 - 11:01
    riesce anche a far sì
    che non contagi altre persone?
  • 11:01 - 11:04
    CA: Questo vaccino, quindi,
    solleva interrogativi importanti:
  • 11:04 - 11:05
    parliamone.
  • 11:05 - 11:10
    Ma prima, ci sono state altre sorprese
    negli ultimi due mesi, riguardo il virus,
  • 11:10 - 11:14
    che influenzano profondamente
    il modo in cui dovremmo affrontarlo?
  • 11:15 - 11:22
    BG: Non siamo ancora in grado di definire
    qual è il profilo dei super diffusori
  • 11:22 - 11:23
    e potremmo non riuscirci mai.
  • 11:23 - 11:25
    Potrebbe non avere spiegazione.
  • 11:25 - 11:28
    Se si potesse identificarli,
  • 11:28 - 11:31
    sono i responsabili
    della maggior parte dei contagi:
  • 11:31 - 11:34
    poche persone, però
    con altissime cariche virali.
  • 11:34 - 11:39
    Ma purtroppo, non l'abbiamo ancora capito.
  • 11:39 - 11:40
    Questo tipo di trasmissione -
  • 11:40 - 11:43
    se sei in una stanza e nessuno parla,
  • 11:43 - 11:46
    c'è molta meno trasmissione.
  • 11:46 - 11:49
    E nonostante il virus
    si possa trasmettere dentro un aereo,
  • 11:49 - 11:54
    non è tanto la durata
    della prossimità [che conta]
  • 11:54 - 11:57
    perché ad esempio, a differenza
    di un coro o un ristorante,
  • 11:57 - 12:03
    non si espelle aria parlando ad alta voce
  • 12:03 - 12:06
    come avviene in altri luoghi al chiuso.
  • 12:06 - 12:10
    CA: Cosa ne pensi
    dell'etica di chi in un aereo
  • 12:10 - 12:12
    non vuole indossare la mascherina?
  • 12:12 - 12:15
    BG: Se l'aereo è di sua proprietà,
    non c'è problema.
  • 12:15 - 12:21
    Se ci sono altre persone nell'aereo,
    significherebbe metterle a rischio.
  • 12:21 - 12:23
    CA: All'inizio della pandemia,
  • 12:23 - 12:28
    l'OMS non consigliò
    di indossare le mascherine.
  • 12:28 - 12:33
    Temevano che sarebbero state sottratte
    dai fornitori dei medici in prima linea.
  • 12:33 - 12:37
    Col senno del poi,
    si è trattato di un grosso errore?
  • 12:38 - 12:40
    BG: Sì.
  • 12:40 - 12:45
    Tutti gli esperti si sentono in colpa...
  • 12:45 - 12:49
    L'importanza delle mascherine
    si ricollega agli asintomatici;
  • 12:49 - 12:54
    se la gente mostrasse
    sintomi evidenti, come con Ebola,
  • 12:55 - 13:00
    lo si saprebbe e la si isolerebbe,
  • 13:00 - 13:03
    e non ci sarebbe bisogno
    di mascherine o simili.
  • 13:03 - 13:06
    L'importanza delle mascherine,
  • 13:06 - 13:09
    il fatto che quelle chirurgiche
    siano di un'altra catena di distribuzione
  • 13:09 - 13:12
    rispetto a quelle normali,
  • 13:12 - 13:15
    che fosse semplice aumentare
    la produzione di quelle normali
  • 13:15 - 13:19
    e che avrebbe fermato il contagio
    da parte di pre-sintomatici
  • 13:19 - 13:21
    e asintomatici,
  • 13:21 - 13:22
    è stato un errore.
  • 13:22 - 13:26
    Ma non è un complotto.
  • 13:26 - 13:29
    Semplicemente, ora ne sappiamo di più.
  • 13:29 - 13:32
    E anche ora, gli errori fatti
    sui benefici delle mascherine
  • 13:32 - 13:34
    sono molti di più di quel che ammettiamo,
  • 13:34 - 13:36
    ma è un beneficio importante.
  • 13:37 - 13:41
    CA: Bene, ora farò delle domande
    da parte della comunità.
  • 13:43 - 13:44
    Mostriamole qui sotto.
  • 13:45 - 13:51
    Jim Pitofsky: "Crede che negli USA
    le riaperture siano state premature
  • 13:51 - 13:56
    e se sì, cosa si dovrebbe fare
    per fronteggiare questa pandemia?"
  • 13:58 - 14:01
    BG: Le domande sui compromessi
  • 14:01 - 14:06
    tra i benefici di, ad esempio,
    ritornare a scuola
  • 14:06 - 14:10
    contro il rischio che le persone
    si ammalino perché vanno a scuola,
  • 14:10 - 14:13
    sono dilemmi molto difficili
  • 14:13 - 14:20
    e credo nessun individuo
    sia in grado di affermare:
  • 14:20 - 14:24
    "Ti dico io come risolvere
    questi dilemmi."
  • 14:24 - 14:28
    Sapere dove ci sono i contagi
  • 14:28 - 14:31
    e il fatto che anche
    i giovani si infettano
  • 14:31 - 14:36
    e sono parte di una catena
    di contagi tra generazioni,
  • 14:36 - 14:38
    dovremmo rimarcarlo.
  • 14:38 - 14:40
    Se si guarda solo
    all'aspetto della salute,
  • 14:40 - 14:43
    siamo stati troppo generosi
    con le riaperture.
  • 14:43 - 14:47
    Però le aperture,
    in termini di salute mentale
  • 14:47 - 14:51
    e di ricerca di cose
    basilari per la salute,
  • 14:51 - 14:54
    come vaccini o altri tipi di cure,
  • 14:54 - 14:56
    danno dei benefici.
  • 14:56 - 15:01
    Credo che alcune delle nostre riaperture
    abbiano creato più rischi che benefici.
  • 15:02 - 15:05
    Riaprire i bar così velocemente
    com'è stato fatto,
  • 15:05 - 15:08
    era davvero così importante
    per la salute mentale?
  • 15:08 - 15:09
    Forse no.
  • 15:10 - 15:14
    Non credo che siamo stati
    così giudiziosi con le riaperture.
  • 15:14 - 15:19
    E con gli studi, ne sono sicuro,
  • 15:19 - 15:25
    capiremo che alcune delle riaperture
    sono state troppo affrettate.
  • 15:25 - 15:27
    E poi ci sono cose come le scuole,
  • 15:27 - 15:30
    in cui, fino a questo istante,
  • 15:30 - 15:35
    non c'è ancora un programma autunnale
    per le scuole dei quartieri poveri;
  • 15:35 - 15:39
    e non farei una distinzione così netta
  • 15:39 - 15:44
    tra i benefici e i rischi, in questo caso.
  • 15:44 - 15:50
    Ci sono enormi benefici
    nel far andare quei ragazzi a scuola,
  • 15:50 - 15:54
    ma come si misurano i rischi?
  • 15:54 - 15:57
    Se sei in una città con pochi casi,
  • 15:57 - 16:01
    direi che probabilmente
    prevalgono i benefici.
  • 16:01 - 16:04
    Ma ciò non toglie
    che ci potrebbero essere sorprese.
  • 16:04 - 16:07
    Potrebbero nascere dei casi
    e bisognerebbe decidere diversamente,
  • 16:07 - 16:08
    il che non è semplice.
  • 16:08 - 16:11
    Ma credo che negli USA
  • 16:11 - 16:16
    in alcuni posti non prevalgono i benefici.
  • 16:16 - 16:18
    Qualsiasi diseguaglianza
  • 16:18 - 16:23
    è stata accentuata dal virus:
  • 16:23 - 16:26
    tipo di lavoro, connessione internet
  • 16:28 - 16:31
    possibilità da parte della scuola
    di impartire lezioni online.
  • 16:31 - 16:34
    Alcuni impiegati,
  • 16:34 - 16:36
    la gente si vergogna ad ammetterlo,
  • 16:36 - 16:38
    sono più produttivi
  • 16:38 - 16:43
    e si godono la flessibilità
    del lavoro da casa
  • 16:43 - 16:45
    e dispiace molto,
  • 16:45 - 16:50
    perché ci sono un sacco di persone
    che soffrono sotto molti aspetti,
  • 16:50 - 16:53
    uno dei quali è che i propri figli
    non possano andare a scuola.
  • 16:53 - 16:55
    CA: Certo. Passiamo alla prossima domanda.
  • 16:55 - 16:57
    [Nathalie Munyampenda] "Da noi in Ruanda
  • 16:57 - 16:59
    le azioni tempestive
    hanno fatto la differenza.
  • 16:59 - 17:03
    A questo punto, quali interventi
    suggerisce per gli USA?"
  • 17:03 - 17:08
    Bill, sogno il giorno in cui
    verrai nominato zar del coronavirus
  • 17:08 - 17:10
    con il potere di parlare al pubblico.
  • 17:10 - 17:12
    Che cosa faresti?
  • 17:13 - 17:18
    BG: Be', gli strumenti per l'innovazione
  • 17:18 - 17:23
    sono il campo in cui io e la fondazione
    abbiamo più esperienza.
  • 17:23 - 17:27
    Chiaramente, alcune politiche di apertura
    sono state troppo generose,
  • 17:27 - 17:30
    ma credo che tutti
  • 17:31 - 17:36
    possano partecipare.
  • 17:36 - 17:37
    Ci serve una guida
  • 17:37 - 17:43
    che ci faccia ammettere
    che il problema è ancora grande
  • 17:43 - 17:47
    e non lo renda una questione politica
  • 17:47 - 17:52
    della serie "Quel che abbiamo fatto
    è stato notevole, vero?"
  • 17:52 - 17:53
    No, non è notevole.
  • 17:53 - 17:58
    Ci sono molte persone, inclusi gli esperti
  • 17:58 - 18:00
    che non hanno capito molte cose
  • 18:00 - 18:04
    e tutti vorrebbero aver preso
    con una settimana in anticipo
  • 18:04 - 18:07
    i provvedimenti che hanno preso.
  • 18:08 - 18:10
    Gli strumenti per l'innovazione
  • 18:10 - 18:16
    sono ciò su cui si concentra
    il lavoro della fondazione:
  • 18:16 - 18:19
    anticorpi, vaccini.
  • 18:19 - 18:21
    È in questo che abbiamo esperienza,
  • 18:21 - 18:24
    ed è al di fuori del settore privato,
  • 18:24 - 18:26
    quindi abbiamo una certa neutralità
  • 18:26 - 18:30
    e si può lavorare con qualsiasi
    governo o azienda.
  • 18:30 - 18:33
    Se si fanno prodotti
    su cui non si guadagna,
  • 18:33 - 18:35
    a chi vanno le risorse?
  • 18:35 - 18:39
    Non ci sono segnali
    del mercato, per questo.
  • 18:39 - 18:42
    Gli esperti devono dire: "Questo anticorpo
    merita di essere prodotto.
  • 18:42 - 18:45
    Questo vaccino merita di essere prodotto",
  • 18:45 - 18:50
    perché per entrambi abbiamo
    una produzione estremamente ridotta
  • 18:50 - 18:54
    e coinvolgerebbe più aziende,
    il che di solito non succede.
  • 18:54 - 18:56
    Di solito un'azienda lo inventa
  • 18:56 - 19:00
    e poi si utilizzano
    le fabbriche di molte aziende
  • 19:00 - 19:04
    per ottenere il meglio
    e nel massimo della quantità.
  • 19:04 - 19:07
    Quindi, coordinerei tutto ciò,
  • 19:07 - 19:12
    ma abbiamo bisogno di un leader
    che ci tenga aggiornati,
  • 19:12 - 19:14
    che sia realista
  • 19:14 - 19:17
    e ci mostri i giusti comportamenti
  • 19:17 - 19:19
    oltre a guidare l'innovazione.
  • 19:20 - 19:24
    CA: Devi essere un grande diplomatico
    per parlare così di questi argomenti.
  • 19:24 - 19:27
    Posso capire il tuo disagio,
    in questo senso.
  • 19:27 - 19:30
    Ma voglio dire, tu parli
    regolarmente con Anthony Fauci,
  • 19:30 - 19:35
    che è ritenuto una saggia voce
    dalla maggior parte delle persone.
  • 19:35 - 19:37
    Ma quanto ha le mani legate?
  • 19:37 - 19:40
    Non gli è consentito avere il ruolo
  • 19:40 - 19:43
    che potrebbe avere in queste circostanze.
  • 19:43 - 19:48
    BG: Il dottor Fauci è apparso
    quando è potuto andare in onda,
  • 19:49 - 19:53
    e nonostante dicesse cose realistiche
  • 19:53 - 19:55
    ha mantenuto la sua reputazione.
  • 19:55 - 19:57
    Ha potuto parlare in quel modo.
  • 19:57 - 20:02
    Di solito sono i Centri per la Prevenzione
    e il Controllo delle Malattie a parlare.
  • 20:03 - 20:05
    Non è strettamente necessario,
  • 20:05 - 20:08
    ma in crisi sanitarie precedenti
  • 20:08 - 20:12
    sono stati gli esperti di quei centri
    a prendere la parola.
  • 20:12 - 20:14
    Sono formati per fare queste cose,
  • 20:14 - 20:20
    quindi è un po' insolito
    quanto abbiamo contato su Fauci
  • 20:20 - 20:22
    invece che sui Centri.
  • 20:22 - 20:26
    È giusto che sia Fauci,
    che è un brillante ricercatore,
  • 20:26 - 20:29
    con profonda esperienza,
    soprattutto in vaccini.
  • 20:29 - 20:33
    E in qualche modo ha preso la parola,
    accogliendo i suggerimenti dei più,
  • 20:33 - 20:37
    cioè, quelli dell'epidemiologia
  • 20:37 - 20:41
    e ha spiegato nel modo giusto, ammettendo:
  • 20:41 - 20:44
    "Potremmo registrare nuovi aumenti,
  • 20:44 - 20:47
    perciò dobbiamo comportarci
    in questo modo."
  • 20:47 - 20:53
    Ma è fantastico che possa farsi sentire.
  • 20:54 - 20:55
    CA: A volte.
  • 20:55 - 20:57
    Passiamo alla prossima domanda.
  • 21:01 - 21:05
    [Nina Gregory] "Con la sua fondazione,
    come affrontate la questione etica
  • 21:05 - 21:08
    su quali paesi avranno
    il vaccino per primi,
  • 21:08 - 21:10
    ammesso che venga trovato?"
  • 21:10 - 21:12
    E magari, Bill, puoi approfittarne
  • 21:12 - 21:16
    per parlare di dove si è arrivati ora
    con la ricerca di un vaccino
  • 21:16 - 21:19
    e di quali sono gli aspetti principali
    a cui dovremmo pensare
  • 21:19 - 21:21
    quando seguiamo queste novità.
  • 21:22 - 21:28
    BG: Ci sono tre vaccini che,
    se funzionano, saranno i primi:
  • 21:28 - 21:34
    quello di Moderna che, sfortunatamente,
    non si potrà distribuire facilmente,
  • 21:34 - 21:38
    quindi, se funziona, sarà indirizzato
    principalmente agli USA;
  • 21:39 - 21:42
    poi c'è quello di AstraZeneca,
    che viene da Oxford;
  • 21:42 - 21:43
    e il Johnson & Johnson.
  • 21:43 - 21:45
    Questi sono i primi tre.
  • 21:45 - 21:48
    E abbiamo dati sugli animali
  • 21:48 - 21:54
    che danno buone speranze,
    ma non sono definitivi.
  • 21:54 - 21:57
    E poi, funzionerà sugli anziani?
  • 21:57 - 22:00
    E avremo dati sugli esseri umani
    nei prossimi mesi.
  • 22:00 - 22:06
    Questi tre saranno valutati
    nella prova di sicurezza ed efficacia.
  • 22:06 - 22:10
    Quindi, riusciremo a produrli,
    anche se non nelle quantità che vorremmo,
  • 22:10 - 22:13
    prima della fine dell'anno.
  • 22:13 - 22:17
    Sul successo della fase tre,
    e il suo completamento prima di fine anno,
  • 22:18 - 22:21
    non sarei così ottimistico.
  • 22:22 - 22:27
    Nella fase tre bisogna davvero verificare
    il profilo di sicurezza ed efficacia,
  • 22:27 - 22:28
    ma si inizierà.
  • 22:29 - 22:33
    Poi ci sono quattro o cinque vaccini
    che usano approcci diversi
  • 22:33 - 22:36
    che forse sono
    tre o quattro mesi indietro:
  • 22:36 - 22:41
    Novavax, Sanofi, Merck.
  • 22:41 - 22:46
    Finanziamo la capacità di produzione
    per molti di questi -
  • 22:47 - 22:53
    proprio ora stiamo conducendo
    complesse negoziazioni
  • 22:53 - 22:59
    per acquisire fabbriche
    dedicate ai paesi più poveri,
  • 22:59 - 23:00
    quelli a basso e medio reddito.
  • 23:01 - 23:04
    I prodotti più facilmente distribuibili,
  • 23:04 - 23:08
    tra cui AstraZeneca e Johnson & Johnson,
  • 23:08 - 23:10
    saranno quelli su cui ci concentreremo,
  • 23:10 - 23:12
    ovvero quelli poco costosi
  • 23:12 - 23:16
    e di cui basta una sola fabbrica
    per farne 600 milioni di dosi.
  • 23:16 - 23:21
    Quindi abbiamo vari vaccini possibili.
  • 23:22 - 23:25
    Ma non avremo nulla prima di fine anno,
  • 23:25 - 23:28
    nella migliore delle ipotesi,
  • 23:28 - 23:30
    e per ora riguarda questi pochi candidati,
  • 23:31 - 23:35
    che di solito hanno alti tassi d'errore.
  • 23:36 - 23:38
    CA: Bill, è corretto dire
  • 23:38 - 23:40
    che se tu e la tua fondazione
    non aveste partecipato
  • 23:40 - 23:43
    le dinamiche di mercato
    avrebbero portato alla situazione
  • 23:43 - 23:47
    per cui, appena fosse comparso
    un vaccino promettente,
  • 23:47 - 23:51
    i paesi più ricchi
    si sarebbero accaparrati
  • 23:51 - 23:53
    tutte le scorte iniziali...
  • 23:53 - 23:55
    Ci si mette un po' a produrli
  • 23:55 - 23:58
    e non rimarrebbe nulla
    per i paesi più poveri.
  • 23:59 - 24:02
    Ma quello che stai facendo, con successo,
  • 24:02 - 24:07
    dando garanzie di produzione
    e di capacità ad alcuni dei candidati,
  • 24:07 - 24:13
    stai dando la possibilità di destinare
    parte delle prime unità di vaccini
  • 24:13 - 24:15
    ai paesi poveri,
  • 24:16 - 24:17
    è così?
  • 24:17 - 24:21
    BG: Non siamo solo noi, ma sì,
    abbiamo un ruolo fondamentale,
  • 24:21 - 24:24
    con il gruppo CEPI da noi creato,
  • 24:25 - 24:28
    Coalizione di Preparazione alle Epidemie,
  • 24:28 - 24:32
    e con il consenso dei leader europei.
  • 24:32 - 24:35
    Abbiamo le competenze
    per valutare ogni candidato
  • 24:35 - 24:40
    e dire: "Dov'è una fabbrica nel mondo
    che ha la capacità di produrlo?
  • 24:40 - 24:43
    In quale dovremmo investire
    le prime somme di denaro?
  • 24:43 - 24:47
    Quali obiettivi bisognerà raggiungere
    prima di finanziarne un'altra?"
  • 24:47 - 24:51
    Perché alcune delle persone
    del settore privato
  • 24:51 - 24:54
    che capiscono davvero queste cose
  • 24:54 - 24:56
    lavorano con noi
  • 24:57 - 24:59
    e siamo una voce autorevole al riguardo,
  • 25:00 - 25:04
    possiamo coordinare molto,
    soprattutto la produzione.
  • 25:05 - 25:10
    Ci si aspetterebbe che gli USA
    ritenessero questo un problema globale
  • 25:10 - 25:11
    e che partecipassero attivamente.
  • 25:11 - 25:17
    Ma ad oggi, non c'è attività
    su quel fronte.
  • 25:18 - 25:22
    Sto discutendo con i membri
    del Congresso e dell'amministrazione
  • 25:22 - 25:25
    sul prossimo progetto di legge
    per gli aiuti economici
  • 25:25 - 25:29
    che potrebbe essere destinato
    per l'un percento
  • 25:29 - 25:32
    agli strumenti per aiutare tutto il mondo.
  • 25:32 - 25:34
    Quindi è possibile,
  • 25:35 - 25:37
    ma è poco probabile;
  • 25:37 - 25:40
    e il vuoto che c'è è qualcosa
  • 25:40 - 25:42
    cui il mondo non è abituato,
  • 25:43 - 25:46
    e si stanno facendo avanti molte persone,
    tra cui la nostra fondazione,
  • 25:46 - 25:49
    per provare ad avere una strategia,
  • 25:49 - 25:51
    incluso per i paesi più poveri,
  • 25:51 - 25:57
    che avranno un'alta percentuale
    di morti e conseguenze negative,
  • 25:57 - 26:00
    tra cui i sistemi sanitari
    messi a dura prova.
  • 26:00 - 26:03
    La maggior parte dei morti
    sarà nei paesi in via di sviluppo,
  • 26:03 - 26:07
    nonostante il numero di morti
    che ci sono stati in Europa e negli USA.
  • 26:07 - 26:09
    CA: Vorrei essere una mosca
  • 26:09 - 26:12
    e sentirti discutere
    di questo con Melinda,
  • 26:12 - 26:16
    perché con tutti i "crimini" etici
  • 26:17 - 26:21
    commessi dai leader che dovrebbero
    essere più giudiziosi...
  • 26:21 - 26:25
    Una cosa è non sfoggiare una mascherina,
  • 26:25 - 26:32
    ma non fare la propria parte
    per aiutare il mondo,
  • 26:32 - 26:36
    che è minacciato da un nemico comune,
    e rispondere come una sola umanità,
  • 26:36 - 26:37
    e invece...
  • 26:38 - 26:43
    incoraggiare una lotta
    inopportuna tra nazioni
  • 26:43 - 26:45
    per avere ad esempio i vaccini,
  • 26:45 - 26:47
    È davvero...
  • 26:47 - 26:51
    Di sicuro la storia
    darà un giudizio severo.
  • 26:51 - 26:55
    È semplicemente riprovevole.
  • 26:55 - 26:57
    Non è così? O mi sono perso qualcosa?
  • 26:57 - 27:02
    BG: Be', non è proprio così bianco o nero.
  • 27:02 - 27:05
    Finora gli USA hanno investito
    più soldi di ogni altro paese
  • 27:05 - 27:10
    per finanziare la ricerca per i vaccini
  • 27:11 - 27:14
    e la ricerca non è riservata.
  • 27:14 - 27:19
    Non bisogna pagare i diritti agli USA.
  • 27:19 - 27:23
    Il finanziamento della ricerca
    è a beneficio di tutti.
  • 27:23 - 27:26
    Il finanziamento delle fabbriche,
    invece, è solo per gli USA.
  • 27:26 - 27:30
    Il problema è che, per ogni
    altra crisi sanitaria globale,
  • 27:31 - 27:34
    gli USA hanno guidato
    l'eradicazione del vaiolo,
  • 27:34 - 27:39
    gli USA hanno guidato
    l'eradicazione della poliomielite,
  • 27:39 - 27:45
    con partner come l'OMS, il Rotary,
    l'UNICEF o la nostra fondazione.
  • 27:45 - 27:51
    Il mondo... O per l'HIV,
    sotto la guida del presidente Bush,
  • 27:51 - 27:53
    appoggiato anche dall'opposizione,
  • 27:53 - 27:56
    fu creato il piano di emergenza PEPFAR
    che fu incredibile.
  • 27:56 - 27:59
    Salvò decine di milioni di vite.
  • 27:59 - 28:05
    E per questo il mondo si aspetta sempre
    che gli USA siano al comando,
  • 28:05 - 28:07
    in termini economici e di strategia.
  • 28:07 - 28:11
    Come avere quelle fabbriche per il mondo,
  • 28:11 - 28:15
    o anche solo per evitare
    che il virus ritorni negli USA
  • 28:15 - 28:17
    o per far funzionare l'economia mondiale:
  • 28:17 - 28:22
    è un bene per i lavori negli USA
    che ci sia domanda da altri paesi.
  • 28:22 - 28:27
    E quindi c'è tutta questa insicurezza
    su che cosa funzionerà
  • 28:27 - 28:30
    e ci si chiede "Chi è al comando?"
  • 28:31 - 28:36
    E la cosa peggiore è il ritiro dall'OMS,
  • 28:36 - 28:42
    un problema che spero si possa rimediare
  • 28:42 - 28:44
    prima o poi,
  • 28:44 - 28:48
    perché abbiamo bisogno
    della coordinazione dell'OMS.
  • 28:49 - 28:52
    CA: Passiamo a un'altra domanda.
  • 28:55 - 28:59
    [Ali Kashani] "Ha visto modelli
    particolarmente di successo
  • 28:59 - 29:01
    per la gestione della pandemia nel mondo?
  • 29:04 - 29:08
    BG: È interessante sapere
    che oltre alle azioni tempestive,
  • 29:08 - 29:12
    prendendo le persone risultate positive,
  • 29:12 - 29:14
    si può monitorare la loro pulsossimetria,
  • 29:14 - 29:18
    cioè la saturazione
    di ossigeno nel sangue,
  • 29:18 - 29:20
    una modalità di monitoraggio economica
  • 29:20 - 29:23
    ma che permette di ricoverarli
    relativamente presto.
  • 29:23 - 29:28
    È strano, ma i pazienti non sanno
    che si stanno per aggravare.
  • 29:30 - 29:35
    C'è un motivo fisiologico interessante,
    ma non mi soffermerò a parlarne.
  • 29:35 - 29:40
    La Germania ha un tasso
    di mortalità piuttosto basso
  • 29:40 - 29:42
    perché ha condotto
    questo tipo di monitoraggio.
  • 29:43 - 29:45
    Poi, ovviamente, se parliamo
    di strutture ospedaliere,
  • 29:45 - 29:51
    abbiamo imparato che i ventilatori,
    pur con tutte le buone intenzioni,
  • 29:51 - 29:56
    nei primi periodi
    sono stati usati troppo e male.
  • 29:56 - 30:03
    Oggi i dottori ne sanno
    molto di più, sul trattamento.
  • 30:03 - 30:05
    E questo vale, in gran parte,
    in tutto il mondo.
  • 30:05 - 30:08
    L'uso della pulsossimetria
    come primo indicatore
  • 30:08 - 30:10
    probabilmente si diffonderà ampiamente,
  • 30:10 - 30:12
    ma la Germania è stata la pionera.
  • 30:12 - 30:16
    E ora, per fortuna, il desametasone
  • 30:16 - 30:21
    è orale, costa poco,
    e possiamo aumentarne la produzione.
  • 30:21 - 30:23
    Anche questo a livello globale.
  • 30:25 - 30:28
    CA: Bill, vorrei chiederti
  • 30:28 - 30:31
    com'è stato per te
    vivere in questa situazione.
  • 30:31 - 30:33
    Perché, stranamente,
  • 30:33 - 30:37
    nonostante la tua passione
    e buone intenzioni
  • 30:37 - 30:43
    siano ovvie a chiunque
    abbia trascorso un momento con te,
  • 30:44 - 30:48
    ci sono in giro su di te
    folli teorie complottiste.
  • 30:48 - 30:51
    Ho appena controllato
    con un'azienda chiamata Zignal,
  • 30:51 - 30:53
    che monitora i social media.
  • 30:53 - 30:57
    Dicono che, ad oggi,
    mi sembra solo su Facebook,
  • 30:57 - 31:01
    siano stati scritti
    più di quattro milioni di post
  • 31:01 - 31:07
    che ti associano a qualche
    teoria complottista sul virus.
  • 31:07 - 31:13
    Ho letto che in un sondaggio
    più del 40 percento dei repubblicani
  • 31:13 - 31:17
    crede che il vaccino che produrrai
  • 31:17 - 31:22
    impianterebbe un microchip nelle persone
    per tracciarne la posizione.
  • 31:22 - 31:25
    Non riesco a credere
    ai numeri di quel sondaggio.
  • 31:27 - 31:30
    E qualcuno prende queste cose sul serio,
  • 31:30 - 31:35
    qualcuno è stato persino trasmesso
    su Fox News e così via,
  • 31:35 - 31:41
    qualcuno ci crede così tanto
    che arriva a fare minacce terribili.
  • 31:42 - 31:45
    Mi sembri capace di ignorarli,
  • 31:46 - 31:49
    ma chi altro è mai stato
    nella tua stessa posizione?
  • 31:49 - 31:51
    Come fai a gestirlo?
  • 31:51 - 31:56
    In che mondo viviamo,
    per avere una tale disinformazione?
  • 31:56 - 31:58
    Cosa possiamo fare
    per aiutare a correggerla?
  • 32:00 - 32:01
    BG: Non sono sicuro
  • 32:04 - 32:07
    che sia una novità
  • 32:08 - 32:11
    che ci siano teorie complottiste.
  • 32:11 - 32:14
    Microsoft è stato
    al centro di alcune controversie,
  • 32:14 - 32:17
    ma almeno erano legate al mondo reale.
  • 32:17 - 32:20
    Windows andava in crash più del dovuto?
  • 32:21 - 32:23
    E certo abbiamo avuto
    problemi con l'antitrust.
  • 32:23 - 32:25
    Ma almeno sapevo ciò di cui si trattava.
  • 32:25 - 32:27
    Quando è emerso tutto questo, devo dire,
  • 32:27 - 32:31
    ho avuto l'istinto di scherzarci su.
  • 32:31 - 32:36
    La gente ha detto che è inappropriato
    perché è una cosa molto seria.
  • 32:38 - 32:41
    Farà desistere le persone dal vaccinarsi.
  • 32:42 - 32:44
    E, ovviamente, quando avremo il vaccino
  • 32:45 - 32:47
    sarà come con le mascherine,
  • 32:47 - 32:50
    per cui arrivare a quante più persone,
  • 32:50 - 32:53
    specialmente se è un vaccino
    che blocca la trasmissione -
  • 32:53 - 32:56
    sarà un grande vantaggio per la comunità,
  • 32:56 - 33:00
    se quel vaccino viene somministrato
    in modo capillare.
  • 33:01 - 33:05
    Quindi sono un po' incerto
  • 33:05 - 33:07
    su cosa dire o fare,
  • 33:07 - 33:10
    perché i complottisti
    sono una cosa nuova per me.
  • 33:13 - 33:19
    Che cosa bisognerebbe mai dire,
    per non dare loro credibilità?
  • 33:19 - 33:24
    Dopo che una commentatrice
    di "Fox News", Laura Ingraham,
  • 33:24 - 33:27
    ha detto che metto microchip
    nelle persone,
  • 33:27 - 33:29
    quel sondaggio non mi sorprende,
  • 33:29 - 33:32
    perché è quello
    che la gente ha sentito in tv.
  • 33:33 - 33:35
    È pazzesco.
  • 33:35 - 33:39
    E la gente chiaramente
    cerca le spiegazioni più semplici
  • 33:39 - 33:42
    invece di mettersi a studiare virologia.
  • 33:43 - 33:45
    CA: Voglio dire...
  • 33:45 - 33:49
    TED è apolitico, ma crediamo nella verità.
  • 33:49 - 33:53
    Io direi a Laura Ingraham:
  • 33:53 - 33:56
    deve scusarsi con Bill Gates
    e ritirare quello che ha detto.
  • 33:56 - 33:57
    Davvero.
  • 33:57 - 33:59
    E chiunque sia in ascolto,
  • 33:59 - 34:04
    e pensi che quest'uomo
    sia coinvolto in una sorta di complotto,
  • 34:04 - 34:05
    si faccia vedere da uno bravo.
  • 34:05 - 34:06
    Siete pazzi.
  • 34:06 - 34:09
    Molti di noi conoscono Bill da anni
  • 34:09 - 34:12
    e hanno visto la sua passione
    e il suo impegno
  • 34:12 - 34:14
    per capire che siete matti.
  • 34:14 - 34:16
    Quindi, lasciate stare
  • 34:16 - 34:19
    e pensiamo a porre fine alla pandemia.
  • 34:19 - 34:20
    Davvero.
  • 34:21 - 34:23
    Se qualcuno in chat ha un suggerimento,
  • 34:23 - 34:27
    un consiglio su come
    sbarazzarsi dei complottisti,
  • 34:27 - 34:29
    perché si alimentano a vicenda.
  • 34:29 - 34:34
    Magari direte pure che lo sto dicendo
    perché sono parte del complotto.
  • 34:34 - 34:37
    Come si può tornare a un mondo
  • 34:37 - 34:40
    in cui ci si può fidare
    delle informazioni?
  • 34:40 - 34:42
    Dobbiamo fare di meglio.
  • 34:43 - 34:45
    Ci sono altre domande dagli spettatori?
  • 34:51 - 34:53
    Aria Bendix da New York:
  • 34:53 - 34:56
    "Che consiglio darebbe a chi vuole ridurre
  • 34:56 - 34:59
    il rischio del contagio
    se c'è un aumento dei casi?"
  • 35:00 - 35:03
    BG: Non ci sono problemi se hai un lavoro
  • 35:03 - 35:05
    per cui è possibile lavorare da casa
  • 35:06 - 35:09
    tramite videoconferenze,
  • 35:11 - 35:15
    così come con le relazioni interpersonali:
  • 35:15 - 35:18
    ad esempio, io faccio
    molte videochiamate con gli amici.
  • 35:18 - 35:21
    Ho amici in Europa
    che chissà quando vedrò,
  • 35:21 - 35:27
    ma ci sentiamo regolarmente per parlare.
  • 35:27 - 35:32
    Se rimani più o meno isolato,
  • 35:32 - 35:35
    non corri molti rischi;
  • 35:35 - 35:40
    è quando ti riunisci
    con molte altre persone,
  • 35:41 - 35:44
    che sia per lavoro o per socializzare,
  • 35:44 - 35:45
    che ci sono rischi,
  • 35:46 - 35:50
    soprattutto nelle comunità
    in cui ci sono aumenti dei casi,
  • 35:52 - 35:54
    anche se non si è obbligati,
  • 35:54 - 35:59
    si spera che i numeri della mobilità
    mostrino che le persone rispondano
  • 35:59 - 36:05
    e riducano al minimo
    questo tipo di contatti fuori casa.
  • 36:05 - 36:09
    CA: Bill, mi chiedevo se potessi parlarci
    un po' di filantropia.
  • 36:09 - 36:12
    La sua fondazione
    ha giocato un ruolo importante,
  • 36:12 - 36:15
    ma parliamo di filantropia in generale.
  • 36:16 - 36:19
    Hai creato il movimento Giving Pledge,
  • 36:19 - 36:22
    che ha riunito tutti quei miliardari
  • 36:22 - 36:25
    che si sono impegnati a donare
    metà del loro patrimonio netto
  • 36:27 - 36:29
    prima o dopo la loro morte.
  • 36:29 - 36:31
    Ma è una cosa difficile da fare.
  • 36:31 - 36:33
    È difficile donare così tanti soldi.
  • 36:33 - 36:36
    Tu stesso, credo, da quando
    è iniziato Giving Pledge,
  • 36:36 - 36:39
    dieci anni fa, non ricordo di preciso,
  • 36:39 - 36:43
    ma il tuo patrimonio netto,
    credo sia duplicato da allora,
  • 36:43 - 36:46
    nonostante tu sia
    il massimo filantropo al mondo.
  • 36:47 - 36:52
    È difficile donare denaro in modo efficace
  • 36:52 - 36:55
    per rendere il mondo migliore?
  • 36:55 - 36:59
    O i donatori nel mondo,
  • 36:59 - 37:01
    soprattutto quelli davvero ricchi,
  • 37:01 - 37:04
    dovrebbero iniziare a impegnarsi
    a seguire un programma,
  • 37:04 - 37:07
    tipo, "Ogni anno dono una percentuale
    del mio patrimonio netto,
  • 37:07 - 37:10
    che, con gli anni, potrebbe aumentare.
  • 37:10 - 37:12
    Se devo impegnarmi sul serio,
  • 37:13 - 37:15
    devo donare e devo trovare una maniera
  • 37:15 - 37:17
    per farlo in modo efficace."
  • 37:17 - 37:19
    È una domanda ingiusta e folle?
  • 37:19 - 37:23
    BG: Sarebbe fantastico
    aumentare le donazioni;
  • 37:23 - 37:28
    e il nostro obiettivo,
    come Gates Foundation e Giving Pledge,
  • 37:28 - 37:31
    è aiutare le persone
    a trovare delle cause a loro vicine.
  • 37:31 - 37:34
    È la passione che porta la gente a donare.
  • 37:34 - 37:36
    Sì, i numeri sono importanti,
  • 37:36 - 37:39
    ma ci sono tantissime cause in giro.
  • 37:39 - 37:42
    Sceglierai, ad esempio,
    se vedi qualcuno malato
  • 37:42 - 37:45
    o che non ha accesso ai servizi sociali.
  • 37:45 - 37:48
    O se vedi qualcosa
    che aiuta a ridurre il razzismo.
  • 37:48 - 37:52
    E se è una causa che ti sta a cuore, doni.
  • 37:52 - 37:55
    Ed è vero, alcune donazioni
    filantropiche non funzionano.
  • 37:55 - 38:00
    Dobbiamo aumentare
    le ambizioni dei filantropi.
  • 38:00 - 38:03
    La filantropia collaborativa
  • 38:03 - 38:06
    che promuovete con il progetto Audacious
  • 38:06 - 38:09
    o come altri quattro o cinque gruppi
    che cercano di riunire i filantropi,
  • 38:09 - 38:11
    è fantastica,
  • 38:11 - 38:14
    perché così imparano gli uni dagli altri,
  • 38:14 - 38:16
    si trasmettono sicurezza a vicenda,
  • 38:16 - 38:21
    e pensano, "Ehi, ho donato a X
    e altri quattro hanno fatto lo stesso,
  • 38:21 - 38:24
    così la donazione è più efficace".
  • 38:24 - 38:29
    E magari può essere divertente,
    persino quando scoprono
  • 38:29 - 38:32
    che una donazione
    non ha avuto l'effetto desiderato,
  • 38:32 - 38:34
    ma si continua a donare.
  • 38:34 - 38:39
    Quindi, sì, vorrei
    che i filantropi aumentassero;
  • 38:39 - 38:42
    e per chi continua a esserlo,
  • 38:42 - 38:45
    è divertente, appagante
  • 38:45 - 38:49
    e scegli con chi,della tua famiglia,
    sostenere una causa.
  • 38:49 - 38:53
    Nel mio caso, a me e Melinda
    piace fare queste cose insieme,
  • 38:53 - 38:54
    imparare insieme.
  • 38:54 - 38:58
    Alcune famiglie coinvolgono
    anche i bambini nelle attività:
  • 38:58 - 39:01
    a volte sono i bambini, ad insistere.
  • 39:01 - 39:03
    Quando si hanno molti soldi,
  • 39:03 - 39:07
    un milione di dollari
    sono comunque molti soldi;
  • 39:07 - 39:09
    ma se si hanno miliardi,
  • 39:09 - 39:11
    si dovrebbero donare centinaia di milioni.
  • 39:11 - 39:17
    È bello che in termini di spese personali
    si rimanga sempre allo stesso livello.
  • 39:17 - 39:20
    È la cosa socialmente più appropriata.
  • 39:20 - 39:23
    Ma le donazioni bisogna aumentarle
  • 39:23 - 39:27
    o quei soldi finiranno sul testamento
  • 39:28 - 39:33
    senza poterli gestire
    e goderne allo stesso modo.
  • 39:33 - 39:36
    Quindi, non vogliamo imporlo;
  • 39:36 - 39:41
    ma sì, vogliamo entrambi
    ispirare i filantropi
  • 39:41 - 39:44
    per vedere quella passione
    e quelle opportunità
  • 39:44 - 39:48
    in modo nettamente più veloce
    rispetto al passato,
  • 39:48 - 39:53
    perché che sia per razzismo,
    malattie o altri mali sociali,
  • 39:53 - 39:57
    la filantropia può portare
    velocemente all'innovazione.
  • 39:57 - 40:01
    E i governi, se funziona,
    possono sostenerla e aumentarla.
  • 40:01 - 40:03
    Dio sa se abbiamo bisogno di soluzioni,
  • 40:03 - 40:06
    di quel tipo di speranza e progresso,
  • 40:06 - 40:09
    che, spero vivamente,
  • 40:09 - 40:13
    risolvano i problemi più gravi.
  • 40:14 - 40:17
    CA: La maggior parte dei filantropi,
    persino i migliori,
  • 40:17 - 40:21
    faticano a donare più dell'uno percento
    del loro patrimonio netto ogni anno;
  • 40:21 - 40:25
    e tuttavia, i più ricchi al mondo
  • 40:25 - 40:28
    spesso hanno accesso
    a grandi opportunità di investimento.
  • 40:28 - 40:31
    Molti guadagnano dal sette
    a più del dieci percento all'anno.
  • 40:31 - 40:35
    Per donare davvero
    la metà del proprio patrimonio,
  • 40:35 - 40:37
    non bisognerebbe a un certo punto
  • 40:37 - 40:40
    donare il cinque, sei,
    sette, otto, dieci percento
  • 40:40 - 40:42
    del patrimonio netto all'anno?
  • 40:42 - 40:47
    Non è questa la logica
    che si dovrebbe seguire?
  • 40:47 - 40:49
    BG: Sì, ci sono persone come Chuck Feeney,
  • 40:49 - 40:56
    che ha dato il buon esempio
    e ha donato tutti i suoi soldi.
  • 40:56 - 41:02
    Anche io e Melinda ne stiamo parlando:
    dovremmo aumentare la percentuale donata?
  • 41:02 - 41:05
    Siamo stati molto fortunati
    sul lato degli investimenti,
  • 41:06 - 41:07
    sotto vari aspetti.
  • 41:07 - 41:11
    La tecnologia in generale è andata bene,
  • 41:11 - 41:13
    persino quest'anno,
  • 41:14 - 41:18
    il che è fortemente in contrasto
  • 41:19 - 41:21
    con quello che accade nel mondo.
  • 41:21 - 41:26
    E credo davvero che la gente si aspetti
    che siamo più veloci
  • 41:26 - 41:29
    e c'è un motivo per velocizzarci.
  • 41:29 - 41:33
    Il governo non potrà far fronte
    a tutti i bisogni.
  • 41:33 - 41:36
    Sì, in giro ci sono
    moltissimi soldi dei governi;
  • 41:36 - 41:37
    ma aiutare a spenderli bene,
  • 41:37 - 41:40
    aiutare a trovare posti
    in cui le donazioni non aumentano -
  • 41:41 - 41:46
    e se la gente vuole donare
    ai paesi in via di sviluppo,
  • 41:46 - 41:47
    questi non hanno governi
  • 41:47 - 41:51
    che possano staccare assegni
    dal valore del 15 percento del PIL,
  • 41:51 - 41:56
    quindi la sofferenza lì è immane
    anche solo per l'economia,
  • 41:56 - 41:58
    lasciando da parte la pandemia:
  • 41:59 - 42:00
    è tragica.
  • 42:00 - 42:03
    È una battuta d'arresto
    di circa cinque anni
  • 42:03 - 42:06
    nel progresso di questi paesi;
  • 42:06 - 42:08
    e in qualche caso,
    la situazione è così critica
  • 42:08 - 42:11
    che mette a repentaglio
    la stabilità del paese.
  • 42:12 - 42:13
    CA: Bill,
  • 42:14 - 42:19
    sono sbalordito da ciò
    che tu e Melinda avete fatto.
  • 42:19 - 42:22
    Vi muovete su una linea sottile,
  • 42:23 - 42:27
    destreggiandovi tra cose così diverse;
  • 42:27 - 42:32
    e il tempo che dedicate
    a migliorare il mondo
  • 42:32 - 42:36
    e sicuramente la quantità di denaro
    e di passione che ci mettete,
  • 42:36 - 42:38
    è davvero ammirevole
  • 42:38 - 42:42
    E ti ringrazio molto per aver passato
    un po' di tempo con noi.
  • 42:42 - 42:44
    Grazie mille.
  • 42:44 - 42:48
    Nel resto dell'anno le tue doti e risorse
    saranno più utili che mai,
  • 42:48 - 42:50
    quindi buona fortuna.
  • 42:51 - 42:54
    BG: Grazie: è un lavoro divertente,
    e sono ottimista. Grazie, Chris.
Title:
In che modo la pandemia plasmerà il futuro a venire
Speaker:
Bill Gates
Description:

Bill Gates discute le migliori (e le peggiori) delle ipotesi sulla pandemia di coronavirus nei mesi a venire, parlando delle difficoltà a ridurre la trasmissione del virus, dando gli ultimi aggiornamenti sui più promettenti candidati per il vaccino, condividendo le sue riflessioni sulle riaperture e sulle teorie complottiste che circolano su di lui. Rimanete collegati per ascoltare il suo appello ai colleghi filantropi affinché intensifichino le loro azioni, le loro ambizioni e la loro consapevolezza per creare un mondo migliore per tutti. (Questa conversazione virtuale, presentata dal direttore di TED, Chris Anderson, è stata registrata il 29 giugno 2020.)

more » « less
Video Language:
English
Team:
TED
Project:
TEDTalks
Duration:
43:07

Italian subtitles

Revisions