Italian subtitles

← Come sono guarita da un esaurimento da attivismo

Get Embed Code
32 Languages

Showing Revision 9 created 08/14/2019 by Elena Montrasio.

  1. Durante l'estate del 2017
  2. una donna è stata uccisa
    dal suo compagno a Sofia.
  3. La donna, chiamiamola V,
  4. era stata picchiata per oltre 50 minuti
  5. prima di morire.
  6. Il mattino seguente,
  7. i vicini hanno detto ai giornalisti
    che avevano sentito le urla,
  8. ma non erano intervenuti.
  9. Dovete sapere che in Bulgaria,
    e in molte altre culture,
  10. la violenza domestica è considerata
    una questione privata.
  11. I vicini, tuttavia, reagiscono velocemente
    per qualsiasi altro rumore di disturbo.
  12. Volevamo sottolineare ed evidenziare
    l'assurdità di tutto questo.

  13. Perciò abbiamo messo a punto
    un esperimento.
  14. Abbiamo affittato per una notte
    l'appartamento sotto a quello di V .
  15. E alle 10 di sera,
  16. Maksim, l'artista del nostro gruppo,
  17. si è seduto alla batteria
    che avevamo sistemato in salotto
  18. e ha cominciato a suonare.
  19. Dieci secondi.
  20. Trenta secondi.
  21. Cinquanta secondi.
  22. Un minuto.
  23. Si è accesa una luce nel corridoio.
  24. Un minuto e 20 secondi.
  25. Un uomo era fuori dalla porta,
    indeciso se suonare il campanello.
  26. Un minuto e 52 secondi.
  27. È suonato il campanello.
  28. Un suono che avrebbe potuto
    salvare una vita.
  29. "Beat." è il nostro progetto
    che esplora il silenzio inquietante

  30. riguardo la violenza domestica.
  31. Abbiamo filmato l'esperimento,
    ed è subito diventato virale.
  32. La nostra campagna ha amplificato
    le voci dei soppravvisuti
  33. che condividevano sul web storie simili.
  34. Ha fornito ai vicini precise indicazioni,
  35. e molti si sono impegnati ad agire.
  36. In una nazione in cui ogni 15 giorni
  37. la terra accoglie in silenzio
    il cadavere di una donna
  38. uccisa dal compagno o da un parente,
  39. noi abbiamo fatto rumore,
  40. e siamo stati ascoltati.
  41. Sono un'attivista,

  42. appassionata di innovazione
    nel campo dei diritti umani.
  43. Sono a capo di un'organizzazione mondiale
    per soluzioni creative di impegno civile.
  44. Nel mio lavoro penso a come far in modo
    che le persone si interessino e agiscano.
  45. Sono qui a dirvi che le azioni creative
    possono salvare il mondo,
  46. le azioni creative e il gioco.
  47. So che è strano parlare di gioco
    e diritti umani nella stessa frase,
  48. ma vi spiego perché è importante.
  49. Temiamo sempre più di non vincere.
  50. Le campagne sembrano banali,
  51. i messaggi spariscono,
  52. le persone crollano.
  53. Molti studi, tra cui uno recente
    della Columbia University,
  54. dimostrano che esaurimento e depressione
    sono frequenti tra gli attivisti.
  55. Anni fa anch'io ho avuto un crollo.
  56. In un mondo sempre in movimento,
    io mi sentivo arrivata alla fine.
  57. Che cosa scioglie la paura,
    l'apatia e la tristezza?

  58. Il gioco.
  59. Da questo palco, il Dott. Stuart Brown,
    psichiatra e studioso del gioco,
  60. disse che nulla è più potente del gioco
    nell'accendere il cervello,
  61. e che l'opposto del gioco non è il lavoro,
  62. è la depressione.
  63. Quindi per uscire dalla mia depressione,
  64. ho deciso di trasformare il mio attivismo
    in quello che oggi chiamo "gioc-attivismo"
  65. (Risate)

  66. Quando giochiamo,
    gli altri vogliono unirsi a noi.

  67. Oggi il mio campo di gioco
    è pieno di artisti,
  68. esperti in tecnologia e scienziati.
  69. Mescoliamo discipline diverse,
    in totale collaborazione.
  70. Cerchiamo insieme nuovi modi
    per dare forza all'attivismo.
  71. Il nostro risultato finale non è giocoso,
  72. ma il procedimento lo è.
  73. Per noi, giocare è un atto di resistenza.
  74. Per esempio "Beat.",
    il progetto di cui vi parlavo prima,
  75. è un concetto sviluppato da un batterista
    e da un ingegnere informatico
  76. che non si conoscevano fino
    a due giorni prima di lanciare l'idea.
  77. "Beat." è il primo vincitore
    dei nostri esperimenti
  78. in cui uniamo artisti e tecnici
    per lavorare nel campo dei diritti umani.
  79. Tra le altre idee vincenti
    ci sono una pasticceria pop-up
  80. che insegna a distinguere le fake news
    con dolcetti bellissimi, ma disgustosi
  81. (Risate)

  82. o un gioco da tavolo che ti mette
    nei panni di un dittatore

  83. in modo che tu capisca a fondo
    i vari mezzi e le tattiche di oppressione.
  84. Abbiamo aperto il nostro primo laboratorio
    solo per testare l'idea,

  85. per vederne i punti deboli
    e se potessimo migliorarla.
  86. Oggi siamo così innamorati di questa idea
    che l'abbiamo messa online
  87. per chiunque voglia provarla.
  88. Il valore della sperimentazione
    nell'attivismo è fondamentale.
  89. Possiamo vincere solo
    se non temiamo la sconfitta.
  90. Quando giochiamo, impariamo.

  91. Uno studio recente, pubblicato
    dalla Stanford University
  92. sulla scienza della sensibilizzazione
    delle persone
  93. riconferma quello
    che abbiamo sentito per anni:
  94. le opinioni cambiano,
    non se si ricevono più informazioni,
  95. ma attraverso le esperienze
    che suscitano empatia.
  96. Quindi imparando
    dalla scienza e dall'arte,
  97. abbiamo visto che possiamo parlare
    di conflitti mondiali con lampadine,
  98. o sottolineare la disuguaglianza razziale
    negli Stati Uniti
  99. con delle cartoline,
  100. o affrontare la mancanza
    di monumenti a Sofia dedicati alle donne
  101. riempiendone la città,
  102. e attraverso tutti questi lavori,
  103. innescare il dialogo,
    la comprensione e la partecipazione.
  104. A volte quando parlo di correre rischi,
    di provare e fallire,

  105. nel contesto dei diritti umani,
  106. vedo perplessità,
  107. fronti aggrottate che dicono:
    "Che irresponsabile",
  108. oppure: "Che insensibile".
  109. Spesso si confonde
    il gioco con il disimpegno.
  110. Non è così.
  111. Il gioco non solo rende più forti
    le nostre armate e suggerisce idee.
  112. In tempi di un'ingiustizia dolorosa,
  113. il gioco porta la leggerezza
    che ci serve per poter tirare il fiato.
  114. Quando giochiamo, siamo vivi.
  115. Sono cresciuta in un periodo

  116. in cui tutti i giochi erano proibiti.
  117. La vita della mia famiglia era schiacciata
    da una dittatura comunista.
  118. Per mia zia, mio nonno, mio papà,
  119. abbiamo sempre fatto due funerali:
  120. uno per i loro corpi,
  121. ma anni prima,
  122. uno per i loro sogni.
  123. Alcuni dei miei più grandi sogni
    sono incubi.
  124. Ho l'incubo che un giorno
    tutto il passato venga dimenticato
  125. e nuovi abiti gronderanno
    del sangue degli errori passati.
  126. Ho l'incubo
  127. che un giorno i fari
    della nostra umanità crolleranno,
  128. corrosi dalle onde acide dell'odio.
  129. Ma molto più di questo,

  130. ho speranza.
  131. Nelle nostre lotte
    per la giustizia e la libertà,
  132. spero che giocheremo,
  133. e che vedremo la gioia e la bellezza
    del giocare insieme.
  134. Ed è così che vinceremo.
  135. Grazie.

  136. (Applausi)