Italian subtitles

← L'evoluzione umana sta accelerando o rallentando? - Laurence Hurst

Get Embed Code
26 Languages

Showing Revision 16 created 11/18/2020 by Sara Frasconi.

  1. L'altopiano del Tibet si trova
    a circa 4.500 metri sul livello del mare
  2. e qui l’ossigeno è solo il 60%
    di quello presente alle quote inferiori.
  3. Mentre i visitatori e i nuovi abitanti
    lottano contro il mal di montagna,
  4. i nativi tibetani
    corrono su per le montagne.
  5. Questa abilità non deriva
    da esercizi e allenamenti,
  6. ma da cambiamenti in alcuni geni
    che permettono al loro corpo
  7. di sfruttare al meglio
    la limitata quantità di ossigeno.
  8. Queste differenze
    sono evidenti fin dalla nascita:
  9. i bambini tibetani hanno, in media,
    un peso maggiore alla nascita,
  10. una maggiore saturazione di ossigeno
  11. e hanno più probabilità di sopravvivere
  12. rispetto ad altri bebè
    nati in questo ambiente.
  13. Si stima che questi cambiamenti genetici
    siano avvenuti negli ultimi 3.000 anni,
  14. e continuano ad avvenire.
  15. Potrebbe sembrare tanto tempo,
  16. ma sarebbe l'adattamento più veloce
    mai verificatosi in una popolazione umana.
  17. È chiaro che l'evoluzione umana
    non è giunta al termine.
  18. Quali sono gli altri cambiamenti recenti?
  19. Le innovazioni tecnologiche e scientifiche
    influenzeranno la nostra evoluzione?
  20. Nelle ultime migliaia di anni,
  21. molte popolazioni
    si sono adattate geneticamente
  22. all'ambiente circostante.
  23. I popoli della Siberia e dell'alto Artico
  24. si sono adattati per sopravvivere
    al freddo estremo.
  25. Sono meno inclini a sviluppare geloni
  26. e riescono a usare le mani
    a temperature al di sotto dello zero
  27. molto più a lungo
    della maggior parte delle persone.
  28. È il risultato di una selezione
    a favore di un tasso metabolico più alto
  29. che aumenta la produzione di calore.
  30. Più a sud, i Bajau del Sud-Est asiatico
    sanno immergersi fino a 70 metri
  31. e rimanere sott'acqua per quasi 15 minuti.
  32. Avendo vissuto per migliaia di anni
    come pescatori nomadi,
  33. hanno sviluppato
    milze insolitamente grandi
  34. che fungono da riserve di ossigeno,
  35. cosa che gli permette di rimanere
    sott'acqua per più tempo,
  36. un adattamento simile
    a quello delle foche di Weddell.
  37. Anche se può sembrare banale al confronto,
  38. la capacità di bere il latte
    è un altro di questi adattamenti.
  39. Tutti i mammiferi, da piccoli,
    bevono il latte materno,
  40. ma dopo lo svezzamento, spengono il gene
    che gli permette di digerirlo.
  41. Ma le popolazioni
    dell'Africa subsahariana,
  42. del Medio Oriente
    e dell'Europa nord-occidentale,
  43. che bevevano il latte delle mucche,
  44. hanno visto un rapido aumento
  45. delle varianti genetiche
    che impediscono al gene di spegnersi,
  46. negli ultimi 7-8.000 anni.
  47. In Europa, il consumo di latte
    può aver fornito ai popoli
  48. una fonte di calcio per favorire
    la produzione di vitamina D
  49. quando si spostavano verso nord
  50. e la luce solare, la fonte più comune
    di vitamina D, diminuiva.
  51. Anche se non sempre in modo ovvio,
  52. tutti questi cambiamenti aumentano
    le possibilità di sopravvivere
  53. fino all'età riproduttiva.
  54. È questo che guida la selezione naturale,
  55. la forza dietro tutti
    questi cambiamenti evolutivi.
  56. La medicina moderna rimuove
    molte di queste pressioni selettive,
  57. mantenendoci in vita quando i nostri geni,
  58. a volte in combinazione
    con le malattie infettive,
  59. ci avrebbero ucciso.
  60. Antibiotici, vaccini, acqua pulita
    e una buona igiene
  61. rendono meno importanti
    le differenze tra i nostri geni.
  62. Analogamente, la nostra capacità
    di curare i tumori infantili,
  63. togliere chirurgicamente
    appendici infiammate
  64. e far nascere i bambini
    frutto di gravidanze a rischio,
  65. tendono a fermare la selezione,
  66. permettendo a più persone
    di sopravvivere fino all'età riproduttiva.
  67. Ma anche se ogni persona del pianeta
    avesse accesso alla medicina moderna,
  68. ciò non segnerebbe
    la fine dell'evoluzione umana.
  69. Questo perché ci sono
    altri meccanismi evolutivi
  70. oltre alla selezione naturale.
  71. La medicina moderna
    rende la diversità genetica,
  72. che sarebbe stata soggetta
    alla selezione naturale,
  73. soggetta invece a quella
    che si chiama deriva genetica.
  74. Con la deriva genetica,
  75. la diversità genetica
    varia in maniera casuale
  76. all'interno di una popolazione.
  77. A livello genetico, la medicina moderna
    potrebbe in realtà aumentare la diversità,
  78. perché le mutazioni dannose non uccidono
    e, quindi, non vengono eliminate.
  79. Questa diversità, però,
    non si traduce necessariamente
  80. in differenze visibili,
    o fenotipiche, tra le persone.
  81. I ricercatori
    hanno anche cercato di capire
  82. se gli adattamenti genetici
    a un ambiente specifico
  83. potrebbero apparire tanto rapidamente
    per via di modificazioni epigenetiche:
  84. cambiamenti non dei geni in sé,
  85. ma che influenzano il se
    e il quando certi geni vengono espressi.
  86. Questi cambiamenti possono avvenire
    nel corso della vita
  87. e possono anche
    essere trasmessi alla prole,
  88. ma, per ora, gli studiosi sono incerti
  89. se le modificazioni epigenetiche possano
    veramente persistere per generazioni
  90. e possano portare a cambiamenti
    permanenti nella popolazione.
  91. Anche altri fattori potrebbero
    contribuire all'evoluzione umana.
  92. La medicina moderna e la tecnologia
    sono fattori decisamente nuovi,
  93. anche rispetto ai cambiamenti più recenti
    e veloci della selezione naturale.
  94. Quindi, solo il tempo ci dirà
  95. come il presente
    plasmerà il nostro futuro.