Return to Video

Come parlare apertamente per affermare se stessi

  • 0:01 - 0:04
    Parlare apertamente è difficile.
  • 0:05 - 0:10
    Ho capito il vero significato di questa
    frase esattamente un mese fa,
  • 0:10 - 0:13
    quando io e mia moglie siamo diventati
    genitori.
  • 0:13 - 0:15
    Era un momento fantastico.
  • 0:15 - 0:17
    Era esilarante ed esaltante,
  • 0:17 - 0:20
    ma anche spaventoso e terrificante.
  • 0:20 - 0:25
    E fu particolarmente terrificante quando
    tornammo a casa dall'ospedale,
  • 0:25 - 0:26
    e non eravamo sicuri
  • 0:26 - 0:30
    che il nostro piccolo stesse assumendo
    abbastanza nutrimento dall'allattamento.
  • 0:31 - 0:34
    Volevamo chiamare il nostro pediatra,
  • 0:34 - 0:37
    ma non volevamo nemmeno
    dare una brutta impressione
  • 0:37 - 0:39
    o sembrare genitori pazzi e nevrotici.
  • 0:39 - 0:41
    Così ci siamo preoccupati.
  • 0:41 - 0:42
    E abbiamo aspettato.
  • 0:42 - 0:44
    Quando siamo andati dalla pediatra
    il giorno dopo,
  • 0:44 - 0:49
    ha dato subito al piccolo del latte
    in polvere perché era disidratato.
  • 0:49 - 0:51
    Adesso nostro figlio sta bene,
  • 0:51 - 0:54
    e la dottoressa ci ha detto che
    possiamo contattarla sempre.
  • 0:54 - 0:56
    Ma in quel momento,
  • 0:56 - 0:58
    avrei dovuto parlare apertamente
    ma non l'ho fatto.
  • 0:59 - 1:02
    Ma a volte parliamo apertamente
    quando non dovremmo,
  • 1:02 - 1:06
    e questo l'ho imparato 10 anni fa
    quando ho deluso il mio fratello gemello.
  • 1:07 - 1:09
    Lui è un regista di documentari,
  • 1:09 - 1:11
    e per uno dei suoi primi film,
  • 1:11 - 1:13
    ebbe un'offerta
    da una compagnia di distribuzione.
  • 1:13 - 1:15
    Era eccitato,
  • 1:15 - 1:17
    e voleva accettare l'offerta.
  • 1:17 - 1:20
    Ma come esperto in negoziazioni,
  • 1:20 - 1:23
    insistetti perchè facesse una controfferta
  • 1:23 - 1:26
    e lo aiutai a costruirne una perfetta.
  • 1:26 - 1:28
    Ed era perfetta:
  • 1:28 - 1:30
    perfettamente oltraggiosa.
  • 1:30 - 1:32
    La compagnia era così offesa
  • 1:32 - 1:34
    che ritirò letteralmente l'offerta
  • 1:34 - 1:36
    e mio fratello finì a mani vuote.
  • 1:36 - 1:40
    Ho interrogato persone in tutto il mondo
    su questo dilemma del dire la propria:
  • 1:40 - 1:42
    quando possono a imporsi,
  • 1:42 - 1:44
    quando possono spingere i loro interessi,
  • 1:44 - 1:46
    quando possono esprimere un'opinione,
  • 1:46 - 1:48
    o a fare una domanda ambiziosa.
  • 1:49 - 1:53
    E le storie sono varie e diverse,
  • 1:53 - 1:56
    ma mostrano anche un quadro universale.
  • 1:56 - 1:59
    Posso correggere il mio capo
    quando fa un errore?
  • 1:59 - 2:03
    Posso affrontare il mio collega
    che continua a pestarmi i piedi?
  • 2:03 - 2:06
    Posso ribattere alla battuta
    insensibile di un amico?
  • 2:06 - 2:10
    Posso parlare con la persona che amo
    delle mie più profonde insicurezze?
  • 2:11 - 2:14
    Attraverso queste esperienze sono
    giunto alla conclusione
  • 2:14 - 2:18
    che ognuno di noi possiede una certa gamma
    di comportamenti accettabili.
  • 2:18 - 2:23
    A volte siamo troppo pressanti;
    ci imponiamo troppo.
  • 2:23 - 2:25
    È ciò che è successo
    con mio fratello.
  • 2:25 - 2:29
    Per lui anche fare un'offerta era fuori
    dalla gamma dei comportamenti accettabili.
  • 2:30 - 2:31
    Ma a volte siamo troppo deboli.
  • 2:31 - 2:33
    È ciò che è successo a me
    e a mia moglie.
  • 2:33 - 2:36
    E questa gamma di comportamenti
    accettabili--
  • 2:36 - 2:39
    quando restiamo entro i nostri limiti
    siamo ricompensati.
  • 2:39 - 2:43
    Quando andiamo oltre,
    veniamo puniti in vari modi.
  • 2:43 - 2:46
    Siamo licenziati o umiliati o persino
    ostracizzati.
  • 2:46 - 2:49
    O perdiamo quell'aumento o quella
    promozione o quell'affare.
  • 2:50 - 2:53
    La prima cosa che abbiamo bisogno
    di sapere è questa:
  • 2:53 - 2:54
    Qual è il mio limite?
  • 2:55 - 2:59
    Ma la chiave è che la nostra soglia
    non è fissa;
  • 2:59 - 3:01
    infatti è piuttosto dinamica.
  • 3:01 - 3:05
    Si espande o si restringe in base al
    contesto.
  • 3:05 - 3:09
    C'è una cosa che determina quella soglia
    più di qualunque altra,
  • 3:10 - 3:11
    ed è il tuo potere.
  • 3:11 - 3:14
    Il tuo potere determina il tuo limite.
  • 3:14 - 3:15
    Cos'è il potere?
  • 3:15 - 3:17
    Il potere si manifesta
    in molte forme.
  • 3:17 - 3:20
    Nelle negoziazioni, lo fa sotto forma
    di alternative.
  • 3:20 - 3:22
    Mio fratello non aveva alternative:
  • 3:22 - 3:23
    mancava di potere.
  • 3:23 - 3:25
    La compagnia aveva molte
    alternative;
  • 3:25 - 3:26
    aveva il potere.
  • 3:26 - 3:29
    A volte non conoscere un paese,
    come un immigrato,
  • 3:29 - 3:31
    o un'organizzazione
  • 3:31 - 3:32
    o non aver mai fatto un'esperienza,
  • 3:32 - 3:34
    come per me e mia moglie
    da nuovi genitori.
  • 3:34 - 3:36
    A volte è un lavoro,
  • 3:36 - 3:39
    in cui qualcuno è il capo e qualcuno
    il sottoposto.
  • 3:39 - 3:40
    A volte è una relazione,
  • 3:40 - 3:43
    in cui uno è più coinvolto dell'altro.
  • 3:43 - 3:47
    La chiave sta nel fatto che quando
    abbiamo molto potere
  • 3:47 - 3:49
    la nostra soglia è molto alta.
  • 3:49 - 3:51
    Abbiamo un ampio margine
    entro il quale comportarci.
  • 3:52 - 3:54
    Quando non abbiamo potere,
    il margine si restringe.
  • 3:55 - 3:56
    Abbiamo pochissima libertà d'azione.
  • 3:57 - 4:00
    Il problema è che
    quando il margine si restringe
  • 4:00 - 4:04
    si produce qualcosa chiamato
    doppio legame di bassa potenza.
  • 4:04 - 4:07
    Il doppio legame si verifica
  • 4:07 - 4:10
    quando, se non diciamo la nostra,
    non veniamo notati,
  • 4:11 - 4:13
    ma se la diciamo, veniamo puniti.
  • 4:13 - 4:16
    Molti di voi hanno sentito la frase
    "doppio legame"
  • 4:16 - 4:19
    e l'hanno associata a una cosa:
    il genere sessuale.
  • 4:19 - 4:23
    Il doppio legame di genere è una donna
    che non viene notata se non dice la sua,
  • 4:23 - 4:26
    e quando la dice, viene punita.
  • 4:26 - 4:31
    La chiave è che le donne hanno lo stesso
    bisogno dell'uomo di dire la propria,
  • 4:31 - 4:33
    ma ci sono barriere a impedirglielo.
  • 4:34 - 4:37
    Ciò che la mia ricerca ha dimostrato
    negli ultimi due decenni
  • 4:37 - 4:41
    è che ciò che sembra
    una differenza di genere
  • 4:41 - 4:43
    non è veramente
    un doppio legame di genere,
  • 4:43 - 4:46
    ma un doppio legame di bassa potenza.
  • 4:46 - 4:48
    Ciò che sembra una differenza di genere
  • 4:48 - 4:51
    è spesso una differenza di potere che
    viene mascherata.
  • 4:51 - 4:54
    Spesso vediamo una differenza
    tra un uomo e una donna
  • 4:54 - 4:55
    o tra uomini e donne,
  • 4:55 - 4:59
    e pensiamo, "La causa è biologica.
    C'è qualcosa di profondamente diverso
  • 4:59 - 5:00
    tra i sessi."
  • 5:00 - 5:02
    Ma studio dopo studio,
  • 5:02 - 5:06
    ho riscontrato che una migliore
    spiegazione per molte differenze di genere
  • 5:07 - 5:08
    sta nel potere.
  • 5:08 - 5:11
    È quindi il doppio legame
    di bassa potenza.
  • 5:12 - 5:17
    Questo tipo di doppio legame significa che
    abbiamo un margine più ristretto,
  • 5:17 - 5:19
    e manchiamo di potere.
  • 5:19 - 5:20
    Il margine è stretto,
  • 5:20 - 5:22
    ma il doppio legame è davvero ampio.
  • 5:22 - 5:25
    Dobbiamo trovare delle vie
    per espandere il margine.
  • 5:25 - 5:26
    E negli ultimi vent'anni
  • 5:26 - 5:29
    i nostri studi hanno riscontrato
    che due cose contano davvero.
  • 5:30 - 5:34
    La prima: appari potente
    ai tuoi stessi occhi.
  • 5:34 - 5:38
    La seconda: appari potente
    agli occhi degli altri.
  • 5:38 - 5:39
    Quando mi sento potente,
  • 5:40 - 5:42
    mi sento sicuro di me, non spaventato;
  • 5:42 - 5:44
    espando il mio margine.
  • 5:44 - 5:46
    Quando gli altri mi vedono potente,
  • 5:47 - 5:49
    mi accordano un margine
    più ampio.
  • 5:49 - 5:54
    Abbiamo bisogno di strumenti per ampliare
    questa gamma di comportamenti accettabili.
  • 5:54 - 5:56
    Oggi vi darò una serie di strumenti.
  • 5:56 - 5:58
    Dire la propria è rischioso,
  • 5:59 - 6:02
    ma questi strumenti
    diminuiranno il rischio.
  • 6:03 - 6:09
    Il primo strumento che vi darò
    è stato riscontrato nelle negoziazioni
  • 6:09 - 6:10
    in un'importante scoperta.
  • 6:10 - 6:14
    In media, le donne fanno offerte
    meno ambiziose
  • 6:14 - 6:18
    e ottengono esiti peggiori degli uomini
    al tavolo delle trattative.
  • 6:18 - 6:21
    Ma Hannah Riley Bowles ed
    Emily Amanatullah hanno scoperto
  • 6:21 - 6:25
    che esiste una situazione in cui le donne
    ottengono gli stessi vantaggi
  • 6:25 - 6:27
    e sono ambiziose come gli uomini:
  • 6:27 - 6:31
    quando rappresentano gli altri.
  • 6:31 - 6:33
    Quando si fanno portavoce di altri
  • 6:33 - 6:38
    scoprono il loro margine
    lo ampliano nella loro mente.
  • 6:38 - 6:40
    Diventano più risolute.
  • 6:40 - 6:43
    È l' "effetto della mamma orso".
  • 6:43 - 6:46
    Come la mamma orso
    difende i suoi cuccioli,
  • 6:46 - 6:50
    quando difendiamo gli altri riusciamo
    a scoprire la nostra voce.
  • 6:50 - 6:53
    Ma a volte,
    dobbiamo rappresentare noi stessi.
  • 6:53 - 6:55
    Come lo facciamo?
  • 6:55 - 6:59
    Uno dei più importanti strumenti che
    abbiamo per rappresentarci
  • 6:59 - 7:01
    è il perspective-taking,
    il cambio di prospettiva.
  • 7:01 - 7:04
    È una cosa davvero semplice:
  • 7:04 - 7:08
    basta guardare il mondo attraverso
    gli occhi di un'altra persona.
  • 7:09 - 7:13
    È uno degli strumenti più importanti che
    abbiamo per ampliare il nostro margine.
  • 7:13 - 7:15
    Quando assumo la tua prospettiva,
  • 7:15 - 7:17
    e penso a ciò che davvero vuoi,
  • 7:17 - 7:20
    tu sei più disposto a darmi
    ciò che davvero voglio.
  • 7:21 - 7:23
    Ma c'è un problema:
  • 7:23 - 7:25
    il cambio di prospettiva
    è difficile da fare.
  • 7:25 - 7:27
    Facciamo un piccolo esperimento.
  • 7:27 - 7:30
    Voglio che tutti voi teniate la mano così:
  • 7:30 - 7:31
    il vostro dito -- alzatelo.
  • 7:32 - 7:36
    E voglio che disegniate una E maiuscola
    sulla vostra fronte
  • 7:36 - 7:38
    il più veloce possibile.
  • 7:40 - 7:43
    Ok, viene fuori che possiamo tracciare
    questa E in uno o due modi,
  • 7:43 - 7:47
    e questo in origine è stato creato
    come test per il cambio di prospettiva.
  • 7:47 - 7:49
    Vi mostrerò due fotografie
  • 7:49 - 7:51
    di qualcuno con una E sulla fronte --
  • 7:51 - 7:53
    una mia ex studentessa, Erika Hall.
  • 7:53 - 7:55
    Potete osservare
  • 7:55 - 7:57
    che la E è corretta.
  • 7:57 - 8:00
    Ho disegnato una E così perchè sembrasse
    una E per un'altra persona.
  • 8:00 - 8:02
    Questa è l'E del cambio di prospettiva
  • 8:02 - 8:05
    perché sembra una E
    dal punto di vista di qualcun altro.
  • 8:05 - 8:08
    Ma questa E qui sopra è una E
    dal nostro punto di vista.
  • 8:09 - 8:11
    Spesso siamo concentrati su noi stessi.
  • 8:11 - 8:14
    Soprattutto in un momento di crisi.
  • 8:14 - 8:16
    Vi voglio parlare
    di una crisi particolare.
  • 8:16 - 8:19
    Un uomo entra in una banca a
    Watsonville, California.
  • 8:20 - 8:23
    Dice: "Dammi 2.000 dollari,
  • 8:23 - 8:25
    o faccio saltare l'intera banca
    con una bomba".
  • 8:26 - 8:28
    Ora, la direttrice non gli diede i soldi.
  • 8:28 - 8:29
    Lei fece un passo indietro.
  • 8:30 - 8:31
    Assunse la prospettiva dell'uomo
  • 8:31 - 8:34
    e notò qualcosa di davvero importante.
  • 8:34 - 8:36
    Lui aveva chiesto
    una specifica somma di denaro.
  • 8:36 - 8:38
    Così lei disse:
  • 8:39 - 8:41
    "Perché hai chiesto 2.000 dollari?"
  • 8:41 - 8:44
    E lui rispose: "Il mio amico
    sarà sfrattato
  • 8:44 - 8:46
    se non gli do subito 2.000 dollari".
  • 8:46 - 8:49
    E lei disse: "Oh! Non vuoi rapinare
    la banca --
  • 8:49 - 8:51
    vuoi un prestito".
  • 8:51 - 8:52
    (Risate)
  • 8:52 - 8:53
    "Vieni nel mio ufficio,
  • 8:53 - 8:55
    dobbiamo farti compilare i moduli."
  • 8:55 - 8:56
    (Risate)
  • 8:57 - 9:02
    Il suo rapido cambio di prospettiva
    ha disinnescato un potenziale pericolo.
  • 9:02 - 9:04
    Quando prendiamo
    la prospettiva di un altro,
  • 9:04 - 9:09
    ciò ci permette di essere ambiziosi e
    risoluti, ma rimanere simpatici.
  • 9:09 - 9:12
    C'è un altro modo per essere risoluti
    ma rimanere simpatici,
  • 9:12 - 9:15
    ed è mostrare flessibilità.
  • 9:15 - 9:19
    Immaginate di essere un venditore di
    auto e volete vendere un'auto a qualcuno.
  • 9:20 - 9:24
    Avrete più possibilità di concludere la
    vendita se presenterete due opzioni.
  • 9:24 - 9:26
    Opzione A:
  • 9:26 - 9:29
    24.000 dollari per quest'auto e 5 anni
    di garanzia.
  • 9:29 - 9:30
    Opzione B:
  • 9:31 - 9:33
    23.000 dollari e 3 anni di garanzia.
  • 9:34 - 9:37
    La mia ricerca mostra che quando dai
    alle persone la possibilità di scegliere,
  • 9:37 - 9:39
    loro abbassano le difese
  • 9:39 - 9:42
    e sono più propense
    ad accettare l'offerta.
  • 9:42 - 9:44
    Non funziona così solo per i venditori;
  • 9:44 - 9:46
    funziona con i genitori.
  • 9:46 - 9:47
    A 4 anni mia nipote
  • 9:47 - 9:50
    non voleva vestirsi
    e rifiutava qualunque cosa.
  • 9:50 - 9:53
    Allora mia cognata ebbe un'idea brillante.
  • 9:53 - 9:56
    E se dessi a mia figlia la
    possibilità di scegliere?
  • 9:56 - 9:58
    Questa o quella maglietta? OK, quella.
  • 9:58 - 10:00
    Questi pantaloni o quelli? OK, quelli.
  • 10:00 - 10:01
    Funzionò brillantemente.
  • 10:01 - 10:05
    Si vestì velocemente e senza resistenze.
  • 10:05 - 10:08
    Quando ho chiesto in giro per il mondo:
  • 10:08 - 10:10
    "Quando riesci a parlare apertamente?",
  • 10:10 - 10:11
    la prima risposta è stata:
  • 10:11 - 10:16
    "Quando ho il supporto sociale
    del mio pubblico; quando ho alleati".
  • 10:16 - 10:20
    Vogliamo degli alleati dalla nostra parte.
  • 10:20 - 10:21
    Come ci riusciamo?
  • 10:22 - 10:24
    Uno dei modi è essere una mamma-orso.
  • 10:24 - 10:26
    Quando parliamo per gli altri,
  • 10:26 - 10:29
    espandiamo il nostro margine
    ai nostri occhi e a quelli degli altri,
  • 10:29 - 10:31
    ma guadagniamo anche dei forti alleati.
  • 10:32 - 10:37
    Un altro modo per guadagnare forti
    alleati, soprattutto ai piani alti,
  • 10:37 - 10:39
    è chiedere consiglio ad altri.
  • 10:39 - 10:45
    Quando chiediamo consiglio a qualcuno,
    gli piacciamo perché lo lusinghiamo,
  • 10:45 - 10:47
    ed esprimiamo umiltà.
  • 10:47 - 10:50
    Questo funziona veramente per risolvere
    un altro doppio legame:
  • 10:51 - 10:53
    il doppio legame dell'auto-promozione.
  • 10:53 - 10:55
    Il doppio legame dell'auto-promozione
  • 10:55 - 10:58
    si verifica quando
    se non parliamo dei nostri risultati,
  • 10:58 - 10:59
    nessuno li nota,
  • 10:59 - 11:02
    e se lo facciamo, non siamo simpatici.
  • 11:02 - 11:05
    Ma se chiediamo consiglio
    su uno dei nostri risultati,
  • 11:05 - 11:10
    riusciamo a essere allo stesso tempo
    competenti e simpatici agli occhi altrui.
  • 11:10 - 11:13
    Questo è così potente
  • 11:13 - 11:15
    che funziona anche quando
    sapete che accadrà.
  • 11:15 - 11:20
    Ci sono stati vari momenti nella vita
    in cui sono stato avvisato
  • 11:20 - 11:24
    che a una persona con scarso potere era
    stato suggerito di chiedermi consiglio.
  • 11:24 - 11:27
    Voglio che notiate tre cose
    al riguardo.
  • 11:27 - 11:30
    Primo, sapevo che sarebbero venuti
    da me per un consiglio.
  • 11:30 - 11:34
    Secondo, avevo già fatto ricerche
    sui benefici strategici
  • 11:34 - 11:35
    del chiedere consiglio.
  • 11:36 - 11:38
    E terzo, ancora funziona!
  • 11:38 - 11:40
    Ho preso la loro prospettiva,
  • 11:40 - 11:42
    mi sono interessato di più
    alle loro richieste,
  • 11:42 - 11:46
    mi sono dedicato più a loro perché
    mi chiedevano consiglio.
  • 11:46 - 11:50
    Un altro caso in cui ci sentiamo
    più sicuri nel dire la nostra
  • 11:50 - 11:52
    è quando abbiamo delle competenze.
  • 11:52 - 11:54
    La competenza è ciò che ci dà credibilità.
  • 11:55 - 11:58
    Quando abbiamo molto potere,
    abbiamo già credibilità.
  • 11:58 - 12:00
    Dobbiamo solo darne buona prova.
  • 12:00 - 12:03
    Quando ci manca il potere,
    non abbiamo credibilità.
  • 12:03 - 12:05
    Abbiamo bisogno di prove eccellenti.
  • 12:05 - 12:09
    E uno dei modi in cui possiamo
    mostrare di essere esperti
  • 12:09 - 12:11
    è sfruttare la nostra passione.
  • 12:12 - 12:16
    Voglio che tutti vadano dai loro amici
    nei prossimi giorni
  • 12:16 - 12:17
    e gli dicano solo:
  • 12:17 - 12:20
    "Voglio che tu mi descriva
    una tua passione".
  • 12:21 - 12:23
    Ho chiesto di farlo a persone
    in tutto il mondo
  • 12:23 - 12:25
    e ho chiesto loro:
  • 12:25 - 12:27
    "Cosa avete notato dell'altra persona
  • 12:27 - 12:29
    quando descrive la sua passione?"
  • 12:29 - 12:31
    E le risposte sono sempre le stesse.
  • 12:31 - 12:33
    "I loro occhi si illuminavano
    e si spalancavano",
  • 12:33 - 12:36
    "Facevano un sorriso raggiante."
  • 12:36 - 12:37
    "Agitavano le mani --
  • 12:37 - 12:40
    e dovevo scansarmi
    per non essere colpito",
  • 12:40 - 12:42
    "Parlavano velocemente,
    con un tono più alto".
  • 12:42 - 12:43
    (Risate)
  • 12:43 - 12:46
    "Si avvicinavano, come per
    raccontare un segreto".
  • 12:46 - 12:47
    Allora ho detto loro:
  • 12:47 - 12:50
    "Cosa ti succedeva mentre li ascoltavi?"
  • 12:50 - 12:53
    Hanno risposto:
    "I miei occhi si illuminavano.
  • 12:53 - 12:54
    Sorridevo.
  • 12:54 - 12:55
    Mi avvicinavo".
  • 12:55 - 12:57
    Quando attingiamo alle nostre passioni,
  • 12:57 - 13:01
    ci diamo il coraggio, ai nostri occhi,
    di parlare liberamente,
  • 13:01 - 13:04
    ma otteniamo lo stesso permesso
    anche dagli altri.
  • 13:05 - 13:10
    Attingere le nostre passioni funziona
    anche quando sembriamo deboli.
  • 13:11 - 13:15
    Sia gli uomini che le donne
    vengono puniti al lavoro quando piangono.
  • 13:15 - 13:22
    Ma Lizzie Wolf ha dimostrato che se
    esprimiamo le emozioni come passione,
  • 13:22 - 13:28
    la condanna del nostro pianto scompare
    sia per gli uomini che per le donne.
  • 13:29 - 13:32
    Voglio chiudere con alcune parole
    che il mio defunto padre
  • 13:32 - 13:34
    disse al matrimonio del mio gemello.
  • 13:35 - 13:36
    Questa è una nostra foto.
  • 13:38 - 13:40
    Mio padre era uno psicologo come me,
  • 13:40 - 13:44
    ma era il cinema il suo amore
    e la sua passione,
  • 13:44 - 13:45
    come per mio fratello.
  • 13:45 - 13:47
    E quindi scrisse un discorso
    per il matrimonio
  • 13:48 - 13:51
    sui ruoli che interpretiamo
    nella commedia della vita.
  • 13:51 - 13:53
    E disse: "Più leggero sarà il tuo tocco,
  • 13:53 - 13:57
    migliore diventerai nel perfezionare
    e arricchire la tua performance.
  • 13:57 - 14:01
    Chi abbraccia il suo ruolo e lavora
    per perfezionare la sua performance,
  • 14:02 - 14:05
    cresce, cambia e si espande.
  • 14:05 - 14:06
    Interpretalo bene
  • 14:06 - 14:09
    e i tuoi giorni saranno
    quasi sempre gioiosi."
  • 14:09 - 14:11
    Ciò che mio padre stava dicendo
  • 14:11 - 14:14
    è che ci sono stati assegnati limiti e
    ruoli in questo mondo.
  • 14:15 - 14:19
    Ma parlava anche dell'essenza
    di queso intervento:
  • 14:19 - 14:24
    questi ruoli e limiti sono in costante
    espansione ed evoluzione.
  • 14:25 - 14:27
    Quindi se la situazione lo richiede,
  • 14:27 - 14:29
    siate feroci mamme-orso
  • 14:29 - 14:31
    e umili cercatori di consigli.
  • 14:32 - 14:36
    Abbiate eccellenti prove
    e forti alleati.
  • 14:36 - 14:38
    Siate appassionati
    nel cambiare prospettiva.
  • 14:39 - 14:40
    E se usate questi strumenti --
  • 14:41 - 14:44
    e ognuno di voi può farlo --
  • 14:44 - 14:48
    allargherete la vostra gamma
    di comportamenti accettabili,
  • 14:48 - 14:51
    e i vostri giorni saranno
    quasi sempre gioiosi.
  • 14:52 - 14:53
    Grazie.
  • 14:53 - 14:56
    (Applausi)
Title:
Come parlare apertamente per affermare se stessi
Speaker:
Adam Galinsky
Description:

Dire la propria è difficile, anche quando sai che dovresti farlo. Impara ad affermarti, a farti strada in complesse situazioni sociali e a incrementare il tuo potere personale sotto la saggia guida dello psicologo sociale Adam Galinsky.

more » « less
Video Language:
English
Team:
TED
Project:
TEDTalks
Duration:
15:08
TED Translators admin approved Italian subtitles for How to speak up for yourself
Riaki Ponist commented on Italian subtitles for How to speak up for yourself
Silvia Fornasiero accepted Italian subtitles for How to speak up for yourself
Silvia Fornasiero edited Italian subtitles for How to speak up for yourself
Silvia Fornasiero edited Italian subtitles for How to speak up for yourself
Silvia Fornasiero edited Italian subtitles for How to speak up for yourself
Silvia Fornasiero edited Italian subtitles for How to speak up for yourself
Silvia Fornasiero edited Italian subtitles for How to speak up for yourself
Show all
  • Hello, TEDx version of this talk is available in this link:
    http://www.amara.org/en/teams/ted/tasks/?team_video=414443
    If you are translating or have translated this talk, please consider taking the TEDx version as well.

Italian subtitles

Revisions