YouTube

Got a YouTube account?

New: enable viewer-created translations and captions on your YouTube channel!

Italian subtitles

← Come ravvivare la tua fede nella democrazia

Get Embed Code
22 Languages

Showing Revision 11 created 07/30/2019 by Alessandra Tadiotto.

  1. Vi porto i miei saluti

  2. dalla 52esima nazione più libera al mondo.
  3. Come americano, mi infastidisce
    che la mia nazione continui a precipitare
  4. nella graduatoria annuale
    pubblicata dalla "Freedom House".
  5. Sono figlio d'immigrati.
  6. I miei genitori sono nati in Cina
    durante la guerra e la rivoluzione,
  7. sono andati a Taiwan
    e poi vennero negli Stati Uniti,
  8. ovvero, per tutta la mia vita
  9. sono stato a conoscenza di quanto
    sia fragile una libertà ereditata.
  10. Per questo passo il mio tempo insegnando,
    predicando e praticando la democrazia.
  11. Non mi faccio illusioni.
  12. Ora, in tutto il mondo,
  13. le persone dubitano
    dell'efficacia della deomocrazia.
  14. Autocrati e demagoghi
    sembrano incoraggiati,

  15. persino pieni di sé.
  16. Il mondo libero
    sente la mancanza di un leader.
  17. E ciò nonostante,
    continuo ad essere speranzoso.
  18. Non intendo dire che sono ottimista.
  19. L'ottimismo è per gli spettatori.
  20. La speranza necessita di azione.

  21. Dicono che conosco la soluzione.
  22. La speranza nella democrazia richiede fiducia
  23. non in un eroe o in una persona carismatica
  24. ma tra noi,
  25. e porta a chiederci: come possiamo essere
    meritevoli di tale fiducia?
  26. Credo che ci troviamo
    in un'epoca di risveglio morale,
  27. di quel tipo che arriva
    quando cadono le vecchie certezze.
  28. Il fulcro di questo risveglio
    è ciò che io definisco "religione civica".
  29. E oggi voglio spiegarvi
    cos'è la religione civica,
  30. come viene praticata,
  31. e perché ora è più importante che mai.
  32. Inizio dal che cos'è:
  33. la definisco come un sistema
    di credenze condivise e azioni collettive
  34. seguendo le quali
    i membri di una comunità autonoma
  35. scelgono di vivere come cittadini.
  36. Con "cittadino" non faccio riferimento
    a documenti o passaporti,
  37. ma ad una concezione
    più ampia, profonda ed etica

  38. di essere parte attiva di una comunità,
    una parte del corpo.
  39. Parlare della religione civica
    come religione non è una licenza poetica.
  40. Questo perché la democrazia
  41. è tra le attività umane
    maggiormente alimentate dalla fede.
  42. La democrazia funziona solo quando
    la maggioranza crede che funzioni.
  43. È allo stesso tempo
    una scommessa e un miracolo.
  44. La sua leggittimità non deriva
    da un insieme di regole costituzionali,
  45. ma da un lavoro interno mosso
    dallo spirito civico.
  46. La religione civica,
    come tutte le religioni,
  47. presenta un credo sacro,
    degli atti sacri e dei rituali sacri.
  48. La mia fede include frasi come
    "uguale protezione davanti alla legge"
  49. e " noi, il popolo."
  50. Il mio appello per le azioni sacre
    include abolizione, suffragio femminile,
  51. il movimento per i diritti civili,
  52. l'approdo degli Alleati in Normandia,
  53. la caduta del Muro di Berlino.

  54. E un nuovo rituale,
    di cui vi parlerò tra poco.
  55. Da qualunque parte del mondo
    proveniate,
  56. potete trovare o creare
    il vostro set di credo, atti e rituali.
  57. La religione civica non si basa
    sull'adorazione dello stato
  58. o sull'obbedienza ad un partito dominante.
  59. Ma sull'impegno reciproco
  60. e verso i nostri ideali comuni.
  61. Inoltre, la sacralità di questa religione
    non riguarda divinità o il soprannaturale.
  62. Ma riguarda un gruppo
    disomogeneo di persone

  63. che parlano delle cose in comune,
  64. del nostro essere un gruppo.
  65. Forse state iniziando a preoccuparvi
  66. che io stia cercando
    di indirizzarvi verso una setta.
  67. Tranquilli, non è così.
  68. Non ho bisogno di farlo.
  69. Come essere umani, siete sempre pronti
    ad essere coinvolti in un culto,
  70. in qualche esperienza religiosa.
  71. Siete spinti a ricercare
    spiegazioni cosmologiche,
  72. che sacralizzino le credenze
    che ci uniscono per uno scopo superiore.

  73. Gli esseri umani creano la religione
    perché gli essere umani creano gruppi.
  74. L'unica scelta che abbiamo è di muoverci
    in gruppo verso qualcosa di buono.
  75. Se sei un credente, lo sai.
  76. Se non lo sei,
  77. se non preghi più
  78. o non l'hai mai fatto,
  79. allora forse dirai,
    che lo yoga è la tua religione,
  80. o la Premier League,
  81. o il lavoro a maglia, o il coding
    o le conferenze TED.
  82. Ma che voi crediate in Dio,
    o nell'assenza di dei,
  83. la religione civica non richiede
    di abbandonare le vostre credenze.
  84. Ma richiede solo
    di essere presente come cittadino.
  85. Ciò mi porta al secondo tema:
  86. come possiamo praticare
    la religione civica in modo produttivo.
  87. Parliamo di questo nuovo rituale civico.
  88. È chiamato "Sabato Civico",
  89. è segue il filo di un raduno di fede.
  90. Cantiamo insieme,
  91. discutiamo con chi non conosciamo
    di domande comuni,
  92. ascoltiamo poesie e testi sacri,

  93. c'è un sermone che lega tutti questi testi
  94. alle scelte etiche e
    alle controversie del nostro tempo,
  95. ma le canzoni, le scritture e il sermone
  96. non sono della chiesa,
    né della sinagoga o della moschea.
  97. Sono civici,
  98. derivanti dalle nostre idee
    civiche condivise
  99. e da una storia condivisa di richiesta
    e contestazione di questi ideali.
  100. Poi, formiamo dei cerchi per organizzare
    raduni, registrare i votanti,
  101. unirsi a nuove associazioni,
    fare amicizie.
  102. Io e i miei colleghi abbiamo iniziato
    ad organizzare i "Sabato Civici"
  103. a Seattle nel 2016.
  104. Da allora si sono diffusi
    in tutto il continente.
  105. A volte vengono in centinaia,
    a volte dozzine.
  106. Si svolgono in biblioteche
    e centri sociali
  107. e ambienti di coworking,
  108. sotto tendoni festosi e in grandi saloni.
  109. Non c'è niente di altamente tecnologico
    in questa tecnologia sociale.

  110. Si rivolge al desiderio prettamente umano
    di una compagnia faccia a faccia.
  111. Attira giovani e anziani,
    persone di sinistra e di destra,
  112. ricchi e poveri,
    religiosi e non religiosi,
  113. di tutte le razze.
  114. Quando partecipate ad un Sabato Civico
    siete invitati a rispondere a domande
  115. come "Per chi sei responsabile?"
  116. o "Cosa sei disposto a rischiare o
    rinunciare per la tua comunità?"
  117. Quando questo succede si smuove qualcosa.
  118. Voi vi smuovete.
  119. Iniziate a raccontare la vostra storia.
  120. Iniziamo a guardarci l'uno con l'altro.
  121. Realizzate che essere senza tetto,
    sparatorie, gentrificazione,
  122. traffico terribile, sfiducia
    verso i nuovi arrivati, fake news...
  123. queste cose non sono problemi
    di qualcun altro,
  124. sono la somma
    delle vostre abitudini e negligenze.
  125. La società è il prodotto
    del nostro comportamento.
  126. Non ci viene mai chiesto di riflettere
    sul significato di cittadinanza.
  127. Molti di noi non sono mai invitati
    a fare di più o essere qualcosa di più,
  128. e molti di noi non hanno idea
    di quanto desideriamo quell'invito.
  129. Abbiamo allore creato un seminario civile
  130. per preparare le persone
    a condurre i raduni del Sabato Civico
  131. da soli, nelle proprie città.
  132. Nella comunità di Athens, Tennessee,
  133. un'esuberante leader
    chiamata Whitney Kimball Coe

  134. conduce i propri
    in un negozio di arte e cornici
  135. con un coro di giovani e molte bandierine.
  136. Un giovane attivista chiamato Berto Aguayo

  137. conduce il proprio Sabato Civico
    in un angolo della strada
  138. nel quartiere Back of the Yards,
    a Chicago.
  139. Berto un tempo era coinvolto con le bande.
  140. Ora, mantiene la pace
  141. e organizza campagne politiche.
  142. Ad Honolulu, Rafael Bergstrom,
  143. un ex giocatore di baseball professionista
    poi diventato fotografo e ambientalista,
  144. conduce il proprio Sabato Civico
    con lo slogan "Civico è Sexy."
  145. Lo è.
  146. (Risate)
  147. A volte mi chiedono,
    anche i nostri seminaristi:
  148. "Non è pericoloso usare
    un linguaggio religioso?
  149. Non rende la nostra politica
    ancora più dogmatica e moralista?"
  150. Questa visione implica che ogni religione
    sia un fondamentalismo fanatico.
  151. Non è così.
  152. La religione è anche discernimento morale,
  153. accogliere il dubbio,

  154. un impegno a distaccarsi da se stessi
    e aiutare gli altri,

  155. una sfida per aggiustare il mondo.
  156. In questo senso, la politica
    potrebbe essere più simile alla religione,
  157. non meno.
  158. Dunque, l'ultimo argomento di oggi è:
  159. perché è così importante
    la religione civica, oggi.
  160. Vi do due motivi.
  161. Uno ha a che fare con il contrastare
    la cultura dell'iperindividualismo.
  162. Ogni messaggio che riceviamo
    su ogni schermo e piattaforma
  163. dal mercato moderno
  164. ci dice che ognuno di noi è solo,
  165. un agente libero,

  166. libero di gestire i propri brand,
  167. libero di vivere sotto i ponti,
  168. libero di avere entrate extra,
  169. libero di morire solo senza assicurazione.
  170. Il mercato libero ci dice che
    siamo padroni alle dipendenze di nessuno,
  171. ma poi ci rende schiavi
  172. nell'isolamento del consumismo
    e dello stato d'ansia.
  173. (Pubblico) Si!
  174. Milioni di noi vivono nell'inganno.
  175. Ce ne rendiamo conto solo ora
  176. che tutti contro tutti
    non è lo stesso di libertà per tutti.
  177. (Applausi)
  178. Ciò che ci rende veramente liberi
    è essere legati agli altri
  179. nell'aiuto e nell'impegno reciproco,
  180. fare del nostro meglio
    nei nostri quartieri e nei nostri paesi,

  181. come se i nostri destini
    fossero intrecciati...

  182. perché lo sono...
  183. come se non potessimo separarci
    gli uni dagli altri,
  184. perché, in fin dei conti, è così.

  185. Legarci in questo modo
    ci rende in realtà liberi.

  186. Ci mostra che siamo uguali in dignità.
  187. Ci ricorda che i diritti
    portano responsabilità.
  188. Ci ricorda, infatti,
  189. che i diritti propriamente detti
    sono delle responsabilità.
  190. Il secondo motivo per cui
    la religione civica è importante
  191. è che offre la storia più bella
    di noi e di loro.
  192. Parliamo di identità politica
    come se fosse una novità,
  193. ma non lo è.
  194. Tutta la politica è
    politica dell'identità,
  195. una lotta senza fine
    per definire chi fa parte di cosa.
  196. Invece di miti nocivi su sangue e terra
    che segnano qualcuno come straniero,
  197. la religione civica offre ad ognuno
    un percorso di appartenenza

  198. basato solo su un credo universale
    di offerta, partecipazione,
  199. e inclusione.
  200. Nella religione civica, il "noi"
    sono coloro che desiderano servire,
  201. fare i volontari, votare, ascoltare,
    imparare, empatizzare, discutere meglio,
  202. passare il potere
    piuttosto che accumularlo per sé.
  203. Il "loro" sono coloro che non lo fanno.
  204. È facile giudicare i "loro" duramente,
  205. ma non è necessario,
  206. dato che in qualsiasi momento uno di loro
    può diventare uno di noi,
  207. semplicemente
    scegliendo di vivere come un cittadino.
  208. Diamo loro il benvenuto allora.
  209. Whitney, Berto e Rafael ne sono l'esempio.
  210. Ognuno di loro ha un modo distintivo,
    legato alle proprie radici
  211. di rendere la fede nella democrazia
    riconoscibile agli altri.
  212. Il dialetto può essere dei monti Appalachi
    o del sud o delle Hawaii.
  213. Ma il loro messaggio è lo stesso:
  214. amore civico, spirito civico
    e responsabilità civica.
  215. Ora penserete che tutte queste cose
    sulla religione civica

  216. riguardino solo fanatici americani
    di seconda generazione come me.
  217. Ma, in realtà è per chiunque,
    in qualunque luogo,
  218. voglia creare legami di fiducia,
  219. affetto e di azione congiunta
  220. necessari per regolarci nella libertà.
  221. Magari i "Sabato Civici" non sono per voi.
  222. E va bene.

  223. Trova il tuo modo per incoraggiare
    le abitudini civiche che preferisci.
  224. Molte forme di beneamate comunità civiche
    stanno fiorendo al momento,
  225. in quest'età del risveglio.
  226. Gruppi come Community Organizing Japan,
  227. che usano tecniche di narrazione
    creative e performative
  228. per promuovere l'uguaglianza per le donne.
  229. In Islanda, le cresime civili,
  230. dove i giovani sono guidati da un anziano
  231. nell'imparare la storia e
    le tradizioni civiche della loro società,

  232. culminano in una cerimonia
    del rito di passaggio
  233. simile alla cresima in chiesa.
  234. La Cerchia di Ben Franklin
    negli Stati Uniti,
  235. dove ogni mese amici si incontrano
  236. per discutere e riflettere
    sulle virtù che Franklin ha codificato
  237. nella sua autobiografia,
  238. come giustizia, gratitudine e perdono.
  239. So che la religione civica
    non è sufficiente
  240. per porre rimedio
    alle ingiustizie della nostra epoca.
  241. Abbiamo bisogno di potere per fare ciò.
  242. Ma il potere senza carattere
    è una cura peggiore della malattia.
  243. So che la religione civica da sola
    non può risolvere le istituzioni corrotte,
  244. ma le riforme istituzionali
    senza nuove norme non dureranno.
  245. La cultura è a monte della legge.
  246. Lo spirito è a monte della politica.

  247. L'animo è a monte dello stato.
  248. Non possiamo bonificare la nostra politica
    se puliamo solo a valle.
  249. Dobbiamo arrivare alla fonte.
  250. La fonte sono i nostri valori,
  251. e a proposito di valori,
    il mio consiglio è semplice: abbiatene.
  252. (Risate)
  253. (Applausi)
  254. Fate sì che questi valori
    siano prosociali.
  255. Metteteli in pratica,
  256. e fatelo insieme ad altre persone,
  257. col modello del credo, dell'azione
    e della gioia del rituale
  258. che vi spingerà sempre a tornare.
  259. Quelli di noi che credono nella democrazia
    e che sia ancora realizzabile,

  260. abbiamo l'onere di provarlo.

  261. Ma ricordate, non è assolutamente un onere

  262. essere in una comunità
    dove siete visti come pienamente umani,
  263. dove avete voce in capitolo
    sulle cose che ti riguardano,
  264. dove non c'è bisogno di essere
    "connessi" per essere rispettati.
  265. Questa è chiamata benedizione,
  266. ed è possibile
    per tutti coloro che credono.

  267. Grazie.
  268. (Applausi)