Italian subtitles

← La nuova emergenza del cambiamento climatico

Get Embed Code
28 Languages

Showing Revision 20 created 09/06/2020 by Michele Gianella.

  1. Chris Anderson: Benvenuto, Al.
  2. Allora, solo sei mesi fa --
  3. sembra passata una vita,
    ma era davvero solo sei mesi fa --
  4. il clima pareva essere sulla bocca
    di ogni persona pensante sulla Terra.
  5. Sembra che gli eventi recenti
  6. lo abbiano spazzato via del tutto
    dalla nostra attenzione.
  7. Quanto ti preoccupa tutto questo?
  8. Al Gore: Beh, innanzitutto Chris,
    grazie per avermi invitato
  9. a fare questa conversazione.
  10. La gente sta avendo reazioni diverse
    alla crisi climatica
  11. nel mezzo di quest’altra grande sfida
  12. che ne ha preso il posto,
    giustamente, nelle nostre coscienze.
  13. Una delle ragioni
    è quella che hai accennato.
  14. La gente ha capito
  15. che quando gli scienziati
    ci mettono in guardia
  16. in termini sempre più catastrofici,
  17. facendo cose assurde
    per cercare di attirare l’attenzione,
  18. è meglio ascoltare quel che dicono.
  19. Penso che stiamo cominciando
    a capire quella lezione.
  20. Un altro aspetto comune
    è che la crisi climatica,
  21. come la pandemia da COVID-19,
  22. ha rivelato in modo nuovo
  23. le impressionanti ingiustizie,
    disuguaglianze e disparità
  24. che colpiscono la comunità di colore
    e le comunità a basso reddito.
  25. Ci sono delle differenze.
  26. La crisi climatica ha effetti
  27. che non sono misurabili in anni,
    com’è per la pandemia,
  28. ma in secoli e anche più.
  29. L’altra differenza
  30. è che invece di deprimere l’economia
    per affrontare la crisi climatica,
  31. come si è dovuto fare
    in tutto il mondo con il COVID-19,
  32. abbiamo l’opportunità di creare
    decine di milioni di posti di lavoro.
  33. Sembra uno slogan politico,
    ma è davvero così.
  34. Negli ultimi cinque anni,
  35. il lavoro più in crescita negli USA
    è stato l’installatore di sistemi solari.
  36. Il secondo, tecnico di turbine eoliche.
  37. La "Oxford Review of Economics”,
    proprio poche settimane fa,
  38. ha indicato la via per una ripresa
    davvero ricca di posti di lavoro,
  39. se insistiamo su energie rinnovabili
    e tecnologie per la sostenibilità.
  40. Penso quindi che stiamo
    attraversando un punto critico
  41. e basta solo guardare i piani di rilancio
  42. che si stanno introducendo
    in tutto il mondo
  43. per vedere quanto siano incentrati
    su una ripresa verde.
  44. CA: Un effetto evidente della pandemia
  45. è stato il brusco arresto
    dell'economia mondiale,
  46. con la conseguente riduzione
    delle emissioni di gas serra.
  47. Qual è stata la reale portata
    di tale risultato,
  48. ed è una buona notizia
    a tutti gli effetti?
  49. AG: Beh, è un po’ un’illusione.
  50. Basta ripensare al 2008, 2009,
    alla Grande Recessione di quegli anni
  51. quando ci fu un calo
    delle emissioni dell’un percento,
  52. che poi, però, nel 2010,
  53. sono risalite clamorosamente
    durante la ripresa
  54. con un aumento del quattro percento.
  55. Le emissioni, secondo le ultime stime,
  56. durante questo coma indotto
    scenderanno almeno del cinque percento,
  57. come descritto con grande lucidità
    dall’economista Paul Krigman,
  58. ma che risalgano o meno,
    come accadde dopo la Grande Recessione,
  59. in parte dipenderà da noi.
  60. Se si metteranno davvero in atto
    questi piani di ripresa,
  61. e so che molti paesi
    sono determinati a farlo,
  62. poi dovremo evitare
    di ripetere quello schema.
  63. In fondo, tutto questo
    sta accadendo in un momento
  64. in cui i costi delle energie rinnovabili,
    delle batterie e dei veicoli elettrici,
  65. e di tutta una serie
    di altri approcci sostenibili,
  66. sono in costante calo
    e sempre più competitivi.
  67. [Faccio] giusto un breve confronto
    per mostrare la rapidità del processo:
  68. cinque anni fa, l’elettricità
    proveniente da solare ed eolico
  69. costava meno di quella prodotta
    con combustibili fossili
  70. solo nell’un percento del mondo.
  71. Quest’anno costa meno
    in due terzi del mondo,
  72. e fra cinque anni costerà meno
    praticamente in tutto il mondo.
  73. I veicoli elettrici saranno competitivi,
    in termini di costi, nel giro di due anni,
  74. e i costi continueranno a calare.
  75. Sono in corso cambiamenti
  76. che potrebbero interrompere lo schema
    visto dopo la Grande Recessione.
  77. CA: La ragione delle differenze nei costi
    nelle diverse parti del mondo
  78. dipende ovviamente dalle differenze
    nell’irraggiamento e nei venti,
  79. dai diversi costi di costruzione
    e così via, immagino.
  80. AG: Certo, e dipendono molto,
    anche, dalle politiche dei governi.
  81. Il mondo continua a finanziare
    i combustibili fossili in misura ridicola:
  82. più in molti paesi in via di sviluppo
    che negli USA e altri paesi sviluppati,
  83. ma anche qui ci sono i finanziamenti.
  84. Ma ovunque nel mondo,
  85. l’energia eolica e quella solare saranno
    una fonte di elettricità più economica
  86. rispetto ai combustibili fossili,
  87. nel giro di pochi anni.
  88. CA: Mi pare di aver sentito dire
  89. che il calo nelle emissioni
    provocato dalla pandemia,
  90. in realtà non sia molto maggiore
    del calo che sarebbe necessario ogni anno
  91. per raggiungere gli obiettivi
    di riduzione delle emissioni.
  92. È vero?
  93. E, se è così, non sembra una cosa
    tremendamente sconfortante?
  94. AG: In effetti pare sconfortante,
    ma prima guardiamo i numeri.
  95. Quel numero arriva da uno studio
    di poco più di un anno fa,
  96. rilasciato dall'IPCC,
  97. su cosa sarebbe necessario
  98. per evitare un aumento
    della temperatura terrestre
  99. superiore a 1,5 gradi Celsius.
  100. E sì, la riduzione annua
    sarebbe significativa,
  101. dell’ordine di quello
    che abbiamo visto con la pandemia.
  102. E sì, sembra scoraggiante.
  103. Abbiamo tuttavia l’opportunità
  104. di fare dei cambiamenti
    piuttosto drastici,
  105. e il progetto non è secretato.
  106. Si parte con i due settori
    più vicini a una transizione effettiva.
  107. La produzione di elettricità,
    come ho detto prima.
  108. L’anno scorso, 2019,
  109. considerando i nuovi impianti
    di produzione di energia elettrica
  110. costruiti in tutto il mondo,
  111. il 72% di questi erano solari ed eolici.
  112. E già ora, senza il sussidio continuo
    ai combustibili fossili,
  113. stiamo assistendo alla chiusura
    di molti di questi impianti.
  114. Si costruiscono ancora nuovi impianti,
    ma ne vengono chiusi molti di più.
  115. Per quanto riguarda
    il settore dei trasporti,
  116. il secondo pronto a partire,
  117. oltre ai costi inferiori
    dei veicoli elettrici,
  118. a cui ho accennato prima,
  119. ci sono in tutto il mondo
    circa 45 giurisdizioni,
  120. nazionali, regionali e municipali,
  121. dove sono passate leggi
  122. per avviare l’eliminazione progressiva
    dei motori a combustione interna.
  123. Persino l’India ha detto
    che entro il 2030, fra meno di 10 anni,
  124. sarà illegale vendere in India
    nuovi motori a combustione interna.
  125. Ci sono molti altri esempi.
  126. Le lievi riduzioni passate, quindi,
  127. forse non sono un accurato
    termine di paragone
  128. per ciò che possiamo raggiungere
  129. con dei piani nazionali seri
    e uno sforzo globale mirato.
  130. CA: Allora, aiutaci a capire
    il quadro d’insieme.
  131. Prima della pandemia,
  132. il mondo emetteva all'incirca
    55 gigatoni di “CO2 equivalenti”,
  133. che includono altri gas serra,
    come il metano,
  134. il cui effetto è equiparabile
    a quello della CO2.
  135. E ho ragione se dico che l’IPCC,
    l’organizzazione mondiale di scienziati,
  136. sta suggerendo
  137. che l’unico modo per risolvere la crisi
    è portare quel numero da 55 a zero
  138. entro il 2050 al più tardi,
  139. e che anche così, c’è la possibilità
  140. che la temperatura finirà con l’aumentare
    di 2°C invece che di 1,5°C?
  141. È questo, pressapoco,
    il quadro d’insieme suggerito dall'IPCC?
  142. AG: È esatto.
  143. L’obiettivo mondiale
    stabilito alla Conferenza di Parigi
  144. è di arrivare a zero emissioni nette
    a livello mondiale entro il 2050,
  145. e molti si affrettano ad aggiungere
  146. che questo implica una riduzione
    del 45-50 percento entro il 2030,
  147. perché sia fattibile
    raggiungere lo zero netto.
  148. CA: Si tratta di una scadenza
    inimmaginabile per la gente.
  149. È già difficile pensare
    a una politica di 30 anni.
  150. È davvero un’ottima semplificazione,
  151. dire che il compito dell'umanità
    è di dimezzare le emissioni entro il 2030,
  152. più o meno,
  153. che credo voglia dire, essenzialmente,
  154. una riduzione annuale
    del sette, otto percento circa,
  155. o qualcosa del genere, se non sbaglio.
  156. AG: Non proprio così tanto,
    ma circa così, sì.
  157. CA: Quindi è un effetto
    come quello sperimentato quest’anno
  158. quello che potrebbe essere necessario.
  159. Quest’anno, l’abbiamo ottenuto
    fermando l’economia.
  160. Tu parli di ottenerlo, nei prossimi anni,
  161. in un modo che in realtà porterà
  162. un po' di crescita economica
    e nuovi posti di lavoro.
  163. Parliamone un po’.
  164. Hai accennato a un cambiamento
    nelle nostre risorse energetiche,
  165. nel modo in cui si trasportano le cose.
  166. Facendo queste cose, in che misura
    migliorerebbe il problema?
  167. AG: Possiamo arrivare a -
  168. Oltre ai due settori che ho menzionato,
  169. dobbiamo anche occuparci
    dell’industria manifatturiera
  170. e tutte le destinazioni d'uso
  171. che richiedono temperature
    di un migliaio di gradi Celsius.
  172. Anche lì ci sono delle soluzioni.
  173. Ci tornerò per citarne una entusiasmante
    appena avviata dalla Germania.
  174. Dobbiamo anche affrontare la questione
    dell’agricoltura rigenerativa.
  175. Si potrebbe sequestrare
    una gran quantità di carbonio
  176. nel suolo, in tutto il mondo,
  177. cambiando le tecniche agrarie.
  178. C’è un movimento di agricoltori
    che si occupa di questo.
  179. Dobbiamo anche rimodernare gli edifici.
  180. Dobbiamo cambiare la nostra gestione
    delle foreste e degli oceani.
  181. Ma lasciami solo accennare
    brevemente a due cose.
  182. Prima di tutto, la temperatura d’utilizzo,
    a volte molto elevata.
  183. Angela Merkel, proprio 10 giorni fa,
  184. con Peter Altmaier,
    il suo ministro dell’Economia,
  185. un amico e un grande funzionario pubblico,
  186. ha appena intrapreso una strategia
    sull’idrogeno verde
  187. per produrre a costo marginale zero
    idrogeno da energia rinnovabile.
  188. Vorrei spendere
    solo una parola al riguardo:
  189. avrai sentito della discontinuità
    dell’eolico e del solare.
  190. Il solare, quando non splende il sole,
    non produce elettricità,
  191. e nemmeno l’eolico, quando manca il vento;
  192. ma le batterie migliorano di continuo,
  193. e queste tecnologie diventano
    sempre più efficienti e potenti,
  194. tanto che ogni giorno,
    per un numero sempre maggiore di ore,
  195. spesso producono molta più elettricità
    di quella utilizzata.
  196. Quindi, cosa ne facciamo?
  197. Il costo marginale
    di un Kilowattora aggiuntivo è zero.
  198. Così, tutto a un tratto,
  199. il processo, fortemente energivoro,
    per estrarre idrogeno dall’acqua
  200. diventa economicamente sostenibile,
  201. e può diventare un sostituto
    di gas e carbone,
  202. e lo si sta già facendo.
  203. C’è un'acciaieria svedese
    che sta già producendo con idrogeno verde,
  204. e la Germania ha avviato, come ho detto,
    una nuova importante iniziativa per farlo.
  205. Penso stiano indicando al resto del mondo
    la direzione da seguire.
  206. Parliamo poi un istante
    della riqualificazione degli edifici,
  207. perché circa il 20-25 percento
  208. del riscaldamento globale
    dovuto a inquinamento,
  209. nel mondo e negli Stati Uniti,
  210. proviene da edifici non efficienti,
  211. costruiti da società e individui
  212. che per essere competitivi sul mercato
  213. hanno mantenuto i loro margini
    sufficientemente elevati
  214. risparmiando su isolamento,
    finestre appropriate, LED eccetera.
  215. Inoltre, le persone o le società
    che comprano quell’edificio
  216. o lo affittano,
  217. vogliono avere bollette
    decisamente inferiori.
  218. Ci sono modi, oggi,
  219. per colmare il divario principale-agente,
  220. le differenze negli incentivi
    tra costruttore e inquilino,
  221. e possiamo riqualificare gli edifici
  222. con un programma che si ripaga,
    letteralmente, da solo
  223. nell’arco di tre-cinque anni,
  224. e potremmo far lavorare
    decine di milioni di persone
  225. in lavori che per definizione
    non si possono esternalizzare
  226. perché presenti in ogni comunità.
  227. Dovremmo prendere la cosa molto sul serio,
  228. perché avremo bisogno
    di tutti quei posti di lavoro
  229. per ottenere un benessere sostenibile
    nel periodo che seguirà questa pandemia.
  230. CA: Tornando all’economia
    dell’idrogeno, a cui accennavi,
  231. quando la gente ne sente parlare pensa:
    “Ah, parli delle auto a idrogeno?”
  232. Hanno sentito che quella, probabilmente,
    non sarà una strategia vincente.
  233. Ma tu stai pensando
    molto più in generale, credo,
  234. all’idrogeno non solo
    come un sistema di stoccaggio
  235. che agisca da tampone
    per le energie rinnovabili,
  236. ma l’idrogeno potrebbe essere fondamentale
    per altri processi economici
  237. come produrre acciaio, fare il cemento.
  238. Oggi questi sono, fondamentalmente,
    processi ad alta emissione di carbonio
  239. ma potrebbero esser trasformati
    con fonti di idrogeno più economiche.
  240. È corretto?
  241. AG: Sono sempre stato scettico
    nei confronti dell’idrogeno,
  242. principalmente perché era molto costoso
    produrlo, estrarlo dall'acqua.
  243. Ma la svolta è arrivata
  244. grazie all’incredibile abbondanza
    di elettricità solare ed eolica
  245. in volumi e quantità
    che non ci aspettavamo,
  246. e tutto d’un tratto,
    è abbastanza economica
  247. per poterla usare in questi processi
    altamente energivori,
  248. come la produzione di idrogeno verde.
  249. Sono ancora un po’ scettico
    riguardo il suo uso nei veicoli.
  250. La Toyota ci ha scommesso su per 25 anni,
    e non l'hanno fatta decollare.
  251. Mai dire mai, magari funzionerà,
  252. ma penso sia più utile in quei processi
    industriali ad alte temperature,
  253. e abbiamo già una via
    per decarbonizzare i trasporti
  254. con l’energia elettrica
  255. che sta davvero funzionando.
  256. Tesla presto sarà
  257. la compagnia automobilistica
    più importante al mondo:
  258. lo è già negli Stati Uniti,
    e sta per superare la Toyota.
  259. C’è l’azienda messa in piedi da Tesla
    che produce il camion Semi
  260. e un’altra con un ibrido,
    elettrico e a idrogeno verde,
  261. quindi vedremo se riusciranno o meno
    a farlo funzionare in quell’applicazione.
  262. Ma credo che l’elettrico
    sia preferibile per auto e camion.
  263. CA: Tra poco avremo
    qualche domanda dalla comunità.
  264. Vorrei chiederti qualcosa sul nucleare.
  265. Alcuni ambientalisti
    credono che il nucleare,
  266. o forse l’energia nucleare
    di nuova generazione,
  267. sia una parte essenziale dell’equazione
  268. per arrivare a un futuro davvero pulito,
  269. un futuro basato sull’energia pulita.
  270. Sei ancora scettico sul nucleare?
  271. AG: Beh, è il mercato
    ad essere scettico al riguardo.
  272. È stata una delusione tremenda
    per me e per tanti.
  273. Rappresentavo la Oak Ridge,
    quando si partì con l’energia nucleare,
  274. ero un giovane membro del Congresso,
  275. ne ero un sostenitore.
  276. Mi entusiasmava molto.
  277. Ma i costi diventarono eccessivi
  278. e i problemi nella costruzione
    di questi impianti
  279. erano diventati talmente seri
  280. da non essere appetibili per le utenze.
  281. È diventata la più costosa
    delle fonti di energia.
  282. Ci tengo a precisare che ci sono
    alcuni reattori nucleari più vecchi
  283. la cui vita può essere ancora prolungata.
  284. E sono giunto alla conclusione,
    insieme a tanti ambientalisti,
  285. che se si può stabilirne la sicurezza
  286. dovrebbero poter continuare
    a funzionare per un po’.
  287. Ma quando si tratta
    di nuove centrali nucleari,
  288. ecco un modo di vederla.
  289. Se tu fossi… sei stato un AD.
  290. Se fossi l’AD di…
    credo che tu lo sia ancora.
  291. Se tu fossi l’AD
    di una compagnia elettrica
  292. e dicessi al tuo gruppo dirigente:
  293. “Vorrei costruire una centrale nucleare”,
  294. le prime due domande da fare
    sarebbero: primo, "Quanto costerà"?
  295. E non c’è una sola società
    di consulenza di ingegneria
  296. che io sia riuscito a trovare al mondo
  297. che metterebbe il proprio nome
    su una valutazione
  298. fornendoti una stima dei costi.
  299. Semplicemente non lo sanno.
  300. L’altra domanda da fare è:
  301. Quanto ci vorrà per costruirla,
  302. perché sia pronta
    per produrre energia elettrica?
  303. E ancora, la risposta che otterresti
    sarebbe: “Non ne abbiamo idea”.
  304. Quindi se non sai quanto costerà
  305. né quando sarà finita
  306. e sai già che l’energia elettrica
    sarà certamente più costosa
  307. di quella prodotta
    con altri metodi alternativi,
  308. questo sarebbe leggermente scoraggiante.
  309. Di fatto, questo è quanto è successo
    per gli impianti in tutto il mondo.
  310. CA: Ok.
  311. È una discussione davvero interessante.
  312. Ma passiamo alle domande della comunità.
  313. Vediamo la prima,
  314. da parte di Prosanta Chakrabarty:
  315. “Chi è scettico sul COVID
    o il cambiamento climatico
  316. sembra esserlo sulla scienza in generale.
  317. È possibile che il messaggio
    eccezionale degli scienziati
  318. venga diluito e contorto.
  319. Come rimediare?”
  320. AG: Ottima domanda, Prosanta.
  321. Ragazzi, cercherò di dirlo
    in modo semplice e conciso.
  322. Penso che sia un sentimento diffuso
  323. che gli esperti in generale
    abbiano deluso gli Stati Uniti.
  324. Questo sentimento è molto più pronunciato
    negli Stati Uniti che in altri paesi.
  325. E penso che le opinioni ponderate
  326. di quelli che chiamiamo esperti
  327. siano state stemperate
    negli ultimi decenni
  328. da un malsano predominio del denaro
    nel nostro sistema politico,
  329. che è riuscito a distorcere
    le politiche economiche
  330. a beneficio delle élite.
  331. Può suonare un po’ radicale,
    ma è proprio quanto è successo.
  332. Per più di 40 anni
  333. non c’è stato alcun aumento significativo
    negli stipendi del ceto medio;
  334. riguardo alle ingiustizie
    verso gli afro-americani
  335. o altre comunità di colore,
  336. la differenza di stipendio
    tra gli afro-americani
  337. e la maggioranza degli americani
  338. è la stessa del 1968.
  339. Riguardo alla ricchezza delle famiglie,
  340. guardando il patrimonio netto,
  341. servono 11 famiglie afro-americane e mezza
    di quelle cosiddette @tipiche"
  342. per ottenere il patrimonio di una "tipica"
    famiglia di bianchi americani.
  343. Guardando i redditi in rapida crescita
  344. dell' un percento,
    o 0,1 percento più ricco,
  345. la gente dice: "Aspetta un attimo.
  346. Chiunque sia stato
    a elaborare queste politiche,
  347. non ha fatto un buon lavoro per me”.
  348. Un ultimo punto:
  349. c’è stato un attacco contro la ragione,
  350. una guerra contro la verità.
  351. C’è stata una strategia,
  352. che forse era già nota
    come strategia decenni fa,
  353. alle industrie del tabacco,
  354. che ingaggiarono degli attori
    e li travestirono da dottori
  355. per dare false rassicurazioni alla gente
  356. sul fatto che il fumo di sigaretta
    non avesse conseguenze sulla salute,
  357. e come risultato morirono
    centinaia di milioni di persone.
  358. La stessa strategia
    di sminuire il valore della verità,
  359. sminuire l’autorevolezza della conoscenza,
  360. ha portato a una sorta di guerra aperta
  361. a ogni "scomoda verità",
  362. perdona l'autocitazione ma è appropriata.
  363. Non possiamo abbandonare la devozione
    alle migliori prove disponibili,
  364. esaminate con discorsi ragionati
  365. e usate come base
  366. per formulare le migliori
    politiche possibili.
  367. CA: Può essere che una conseguenza
    di questa pandemia
  368. sia che un numero crescente di persone
  369. abbia rivisto la propria opinione
    sugli scienziati?
  370. Ossia, ti è capitato
    negli ultimi mesi di dire:
  371. “Mi fido dei miei leader politici
    o mi fido degli scienziati
  372. riguardo a quello che dicono
    su questo virus"?
  373. Non si potrebbe, da tutto questo,
    imparare qualcosa?
  374. AG: Se i sondaggi sono corretti,
  375. si direbbe che la gente si fidi dei medici
    molto più che di alcuni politici
  376. che sembrano avere un interesse personale
    nel fingere che la pandemia non sia reale.
  377. E se esamini l’incredibile fallimento
  378. del raduno a Tulsa
    per il Presidente Trump,
  379. uno stadio da 19.000 posti
    riempito per meno di un terzo,
  380. secondo il capo dei pompieri.
  381. Se hai visto i video
    c’erano tutti quei posti vuoti.
  382. Quindi anche i sostenitori
    più fedeli di Trump
  383. devono aver deciso di credere ai medici
    e alle raccomandazioni mediche
  384. piuttosto che al dott. Donald Trump.
  385. CA: Con un piccolo aiuto
    della generazione TikTok, forse.
  386. AG: Beh, ma questo
    non ha influito sull’affluenza.
  387. Quello che hanno fatto, molto abilmente,
    e faccio il tifo per loro,
  388. hanno influito sulle aspettative
    della Casa Bianca di Trump.
  389. Sono la ragione per cui,
    un paio di giorni prima,
  390. lui è uscito dicendo:
    "Abbiamo avuto un milione di adesioni".
  391. Ma non hanno impedito -
  392. non hanno prenotato posti
    che avrebbero potuto venir presi da altri.
  393. Non hanno influito sull’affluenza,
    solo sull’aspettativa.
  394. CA: Va bene, abbiamo un’altra domanda:
  395. “Teme che il mondo ritornerà di corsa
    all’uso dell'auto privata
  396. per la paura di usare
    il trasporto pubblico?”
  397. AG: In effetti potrebbe essere
    una delle conseguenze, certamente.
  398. Le tendenze del trasporto pubblico
  399. stavano già lentamente avanzando
    nella direzione sbagliata
  400. a causa di Uber, Lyft
    e i servizi di sharing,
  401. e se l’autonomia raggiungesse
    l’obiettivo sperato dai suoi sostenitori
  402. allora anche questo
    potrebbe avere un effetto simile.
  403. Ma alcune persone, senza dubbio,
  404. saranno più riluttanti
  405. a usare i mezzi pubblici
  406. finché la paura per questa pandemia
    non sarà sparita del tutto.
  407. CA: Potrebbe servire
    un vaccino per questo.
  408. - AG: (Ride) Già. - CA: Prossima domanda.
  409. Sonaar Luthra, grazie
    per questa domanda da LA.
  410. “Dall’aumento, nell’ultima settimana,
    della temperatura in Artide,
  411. pare che la velocità con cui perdiamo
  412. pozzi di carbonio
    quali permafrost e foreste,
  413. stia aumentando più del previsto.
  414. I nostri modelli sono concentrati troppo
    sulle emissioni dell’uomo?”
  415. Domanda interessante.
  416. AG: I modelli si concentrano
    su quei fattori
  417. che hanno portato a questi picchi
    incredibili nella temperatura
  418. nella zona a nord
    del Circolo Polare Artico.
  419. Erano previsti.
  420. Erano stati previsti.
  421. Uno dei motivi è questo:
  422. poiché le nevi si sciolgono,
    e così gli strati di ghiaccio,
  423. i raggi solari in ingresso
  424. non vengono più riflessi nello spazio
    in misura del 90 percento.
  425. Al contrario, quando arrivano sulla tundra
    o sull’oceano, che sono scuri,
  426. vengono assorbiti per il 90 percento.
  427. Questo amplifica
    il riscaldamento nell’Artide,
  428. ed era stato previsto.
  429. Il modello include parecchi altri effetti,
  430. ma alcuni di questi, forse,
    dovrebbero essere ricalibrati.
  431. Recentemente gli scienziati
    hanno iniziato a temere
  432. che le emissioni di CO2 e di metano
  433. dalla tundra che emerge dal disgelo
  434. potrebbero essere maggiori
    di quanto sperato.
  435. Si è anche appena svolto un nuovo studio.
  436. Non gli dedicherò del tempo,
  437. perché parla di “sensibilità climatica”,
    un termine un po’ geek.
  438. Si tratta di un fattore
    con un ampio margine di errore
  439. perché è molto difficile da determinare.
  440. Ma le ultime osservazioni indicano,
    in modo preoccupante,
  441. che la sensibilità potrebbe essere
    maggiore di quanto si pensasse,
  442. e il nostro compito
    sarà ancora più spaventoso.
  443. Questo non dovrebbe scoraggiarci.
  444. Credo davvero che superato
    questo punto critico,
  445. e penso che stia accadendo
    proprio ora, come ho detto,
  446. allora troveremo un sacco di modi
  447. per accelerare la riduzione
    delle emissioni.
  448. CA: Vediamo un’altra domanda
    dalla comunità.
  449. “La geoingegneria sta facendo
    progressi straordinari.
  450. Exxon sta investendo
    nella tecnologia della Global Thermostat
  451. che pare promettente.
  452. Cosa pensa di queste tecnologie
  453. di cattura del carbonio
    dall’aria e dall’acqua?”
  454. Stephen Petranek.
  455. AG: io e te ne abbiamo
    già parlato in passato.
  456. Sono stato fermamente contrario
  457. a condurre su scala mondiale
    un esperimento non pianificato
  458. che potrebbe andare terribilmente male,
  459. e sono in molti ad avere
    davvero paura di questo approccio.
  460. Il termine “geoingegneria”, però,
    è un termine vago che copre molti ambiti.
  461. Se vuoi dipingere i tetti di bianco
  462. per riflettere più energia dalle città,
  463. non ci sarà il rischio
    di avere un effetto fuori controllo,
  464. e ci sono altre cose
  465. che vengono genericamente definite
    “geoingegneria”, come questa, e va bene.
  466. Ma quella di bloccare i raggi solari
  467. secondo me è un’idea folle.
  468. Pare che alle piante serva
    la luce del sole per fare la fotosintesi
  469. e anche i pannelli solari
    hanno bisogno del sole
  470. per produrre elettricità.
  471. E le conseguenze che si avrebbero
    cambiando tutto quello che conosciamo,
  472. il far credere che quelle conseguenze
    cancelleranno precisamente
  473. l’esperimento non pianificato
    di riscaldamento globale già in corso,
  474. beh, questo ragionamento ha dei difetti.
  475. Uno di questi è la
    "fallacia dell'unica soluzione".
  476. C’è gente che muore dalla voglia di dire:
  477. “Quell'unica soluzione lì,
    dobbiamo adottarla e realizzarla,
  478. e al diavolo le conseguenze”.
  479. Beh, è da pazzi.
  480. CA: Lasciami proseguire
    un po' su questa linea.
  481. Diciamo che un’unica soluzione
  482. un tentativo tutto-o-niente
    con la geoingegneria sia una pazzia.
  483. Ma ci sono scenari
  484. secondo i quali le emissioni nel mondo,
    nell’arco, diciamo, di 10 anni,
  485. non caleranno abbastanza in fretta
  486. con il rischio di avere
    diversi altri eventi di rialzo
  487. per cui questo treno
    si allontanerà da noi,
  488. e vedremo le temperature salire
    di tre, quattro, cinque, sei, sette gradi,
  489. e la civiltà intera sarà a rischio.
  490. Sicuramente, esiste
    un approccio alla geoingegnera
  491. che possa ispirarsi al modo
    in cui approcciamo la medicina.
  492. Per centinaia di anni, ad esempio,
    non abbiamo capito davvero il corpo umano:
  493. si tentavano degli interventi
    e alcuni funzionavano, altri no.
  494. Nessuno in ambito medico dice:
  495. "Vai e prendi, sulla vita di qualcuno,
    una decisione tutto-o-nulla",
  496. ma si dice: “Facciamo qualche tentativo.
  497. Se un esperimento è reversibile,
  498. se è plausibile, in primo luogo,
  499. se c’è una ragione per credere
    che potrebbe funzionare,
  500. lo dobbiamo al futuro dell’umanità
  501. tentare almeno qualche test
    per vedere cosa potrebbe funzionare."
  502. Per esempio, piccoli test per vedere
  503. se l’immissione di qualcosa nell’oceano
  504. possa creare, senza pericolo,
  505. pozzi di carbonio.
  506. O forse, invece di riempire l’atmosfera
    con biossido di zolfo,
  507. un esperimento più piccolo
    che non fosse troppo difficile
  508. per vedere se, con costi contenuti,
    si potrebbe ridurre un po’ la temperatura.
  509. Sicuramente, non è del tutto folle
  510. ed è almeno qualcosa
    su cui dovremmo riflettere
  511. nel caso queste altre misure
    non funzionassero, non trovi?
  512. AG: Sono già stati fatti
    esperimenti del genere
  513. di fertilizzazione degli oceani
  514. per vedere se ciò potesse portare
    a un aumento dell’assorbimento di CO2.
  515. Sono stati un completo fallimento,
  516. come molti avevano previsto.
  517. Ma questo, di nuovo,
    è un tipo di approccio molto diverso
  518. dal mettere strisce di carta stagnola
  519. a orbitare nell'atmosfera
    intorno alla Terra.
  520. È così che è partita quella proposta
    di geoingegneria solare.
  521. Ora si stanno concentrando sul gesso,
  522. così abbiamo polvere di gesso dappertutto.
  523. Ma ancora più grave è il fatto
    che potrebbe non essere reversibile.
  524. CA: Ma ecco la risposta retorica:
  525. la quantità di polvere necessaria
  526. ad abbassare di uno o due gradi
  527. non porterebbe ad avere
    polvere di gesso ovunque.
  528. Sarebbe, incredibilmente,
  529. sarebbe comunque meno della polvere
    con cui abbiamo a che fare ogni giorno.
  530. Cioè…
  531. AG: Prima di tutto, non so
    come si possa fare un esperimento ridotto
  532. nell’atmosfera.
  533. Seconda cosa,
  534. se dovessimo adottare quell’approccio,
  535. dovremmo continuamente
    aumentare la quantità
  536. di qualsiasi sostanza scegliessero.
  537. Dovremmo aumentarla ogni anno.
  538. E se mai smettessimo,
  539. ci sarebbe un improvviso ritorno
    allo stato originale,
  540. come nel libro, o nel film,
    “Il ritratto di Dorian Gray”,
  541. in cui all’improvviso recuperi
    ogni cosa tutto in una volta.
  542. Il fatto che ci sia qualcuno
    che anche solo consideri questi approcci,
  543. dà la misura della disperazione
  544. che si comincia a provare.
  545. E lo capisco,
  546. ma non penso che dovrebbe condurci
    verso questi esperimenti sconsiderati.
  547. E comunque, per usare l'analogia
    con la sperimentazione per il cancro,
  548. per esempio,
  549. di solito ottieni dal paziente
    il consenso informato.
  550. Ottenere il consenso informato
    da 7,8 miliardi di persone
  551. che non hanno alcuna voce in capitolo,
  552. soggetti alle conseguenze
    potenzialmente catastrofiche
  553. di questa proposta assurda
  554. che qualcuno ha elaborato
  555. per cercare di riorganizzare
    l’intera atmosfera terrestre
  556. sperando e illudendoci
  557. che compensi l'immissione
    di 152 milioni di tonnellate
  558. di pozzi di calore antropici e inquinanti,
  559. responsabili del riscaldamento globale
    nei cieli, ogni giorno.
  560. Ecco cosa è davvero pazzesco.
  561. Decine d’anni fa, uno scienziato
    fece questo paragone:
  562. se hai due persone
    su una barca che sta affondando
  563. e una di loro dice:
  564. “Ehi, magari potremmo usare degli specchi
    per fare segnali verso riva
  565. perché costruiscano
    una sofisticata macchina genera-onde
  566. per compensare l’oscillazione della barca
  567. provocata da quei tipi
    in fondo alla barca”.
  568. O si potrebbe farli smettere
    di far oscillare la barca.
  569. Ecco cosa dovremmo fare.
  570. Dovremmo fermare
    ciò che causa questa crisi.
  571. CA: Già, bella storia,
  572. ma se lo sforzo di far smettere
    la gente sulla barca di farla oscillare
  573. fosse complicato quanto la proposta
    scientifica che hai appena descritto,
  574. mentre l’esperimento di fermare le onde
  575. fosse semplice quanto dire alla gente
    di smettere di far oscillare la barca,
  576. quella storia cambierebbe.
  577. Penso che tu abbia ragione
    che quello del consenso informato
  578. sia un problema difficile,
  579. ma nessuno ha dato il consenso informato
  580. per fare tutte le altre cose
    che siamo facendo all’atmosfera.
  581. E la questione dell'azzardo morale
    è preoccupante, sono d'accordo;
  582. ma se diventassimo dipendenti
    dalla geoingegneria
  583. e sottraessimo i nostri sforzi
    per fare il resto,
  584. sarebbe tragico.
  585. Sembrerebbe proprio che,
  586. mi piacerebbe fosse possibile
    avere un confronto sfaccettato
  587. di gente che dice: “Sai una cosa,
  588. ci sono molte manopole
    per un problema molto complesso.
  589. Dovremo regolarne diverse,
    molto attentamente
  590. e continuare a confrontarci”.
  591. Non sarebbe un buon risultato
  592. semplicemente tentare
    di avere un dibattito del genere,
  593. invece di dire:
  594. “Tutta quella geoingegneria
    non può funzionare!"?
  595. AG: Ho detto che alcune di queste,
  596. le forme innocue a cui hai accennato,
  597. non le sto escludendo.
  598. Ma impedire ai raggi del Sole
    di arrivare sulla Terra,
  599. non solo avrebbe un impatto
    su 7,8 miliardi di persone,
  600. ma anche sulle piante,
  601. gli animali,
  602. le correnti oceaniche,
  603. i venti
  604. e tutti i processi naturali
  605. che rischieremmo
    di sconvolgere ancora di più.
  606. Il tecno-ottimismo
    mi ha attirato in passato,
  607. ma adottare una soluzione tecnologica
    completamente nuova
  608. per correggere il sistema
    naturale terrestre
  609. perché qualcuno pensa
    di essere abbastanza bravo
  610. da farlo in un modo
    che cancelli, esattamente,
  611. le conseguenze dell’uso dell’atmosfera
    come una fogna a cielo aperto
  612. per i gas prodotti dall'uomo
    che trattengono il calore…
  613. È molto più importante
  614. smettere di usare l’atmosfera
    come una fogna a cielo aperto.
  615. Ecco qual è il problema.
  616. CA: Va bene, siamo d’accordo che questa
    sia la cosa più importante da fare,
  617. e a proposito,
  618. credi che si debba fissare
    un prezzo del carbonio a livello mondiale
  619. e c’è qualche possibilità di arrivarci?
  620. AG: Sì, per entrambe le domande.
  621. Sono decenni che quasi ogni economista
    a cui si chiede della crisi climatica
  622. dice: “Beh, dobbiamo solo
    fissare un prezzo del carbonio”.
  623. E certo, sono stato favorevole
    a quell’approccio.
  624. Ma non è allettante.
  625. Eppure, ci sono 43 giurisdizioni nel mondo
  626. che hanno già stabilito
    un prezzo per il carbonio.
  627. Lo vediamo già in Europa.
  628. Hanno sistemato il loro meccanismo
    di definizione dei prezzi del carbonio
  629. con una versione di scambio
    delle quote di emissione.
  630. Ci sono posti in cui hanno messo
    una tassa sul carbonio.
  631. Questo è l’approccio
    preferito dagli economisti.
  632. La Cina sta implementando
    il suo programma nazionale
  633. di scambio di quote di emissione.
  634. La California e diversi altri stati
    negli Stati Uniti lo stanno già facendo.
  635. Può essere restituita alla gente
    senza pesare sulle entrate.
  636. Ma l’opposizione nei suoi confronti,
    come avrai notato,
  637. è abbastanza impressionante,
    tanto che dobbiamo usare altri approcci,
  638. e molti attivisti per il clima
    oggi dicono: “Guarda,
  639. non facciamo del meglio
    il nemico del bene”.
  640. Ci sono anche altri modi
    di fare la stessa cosa.
  641. Ci servono tutte le soluzioni
    ragionevolmente adottabili,
  642. anche attraverso la regolamentazione.
  643. E spesso, quando le difficoltà politiche
    di una proposta diventano troppo difficili
  644. in un approccio orientato al mercato,
  645. l’alternativa passa
    attraverso la regolamentazione.
  646. E a molti non piace, la regolamentazione;
  647. ma in molti posti la stanno adottando.
  648. Ho accennato all’eliminazione graduale
    dei motori a combustione interna.
  649. Quello è un esempio.
  650. 160 città negli Stati Uniti
    hanno già disposto
  651. che entro una data specifica
  652. il 100% di tutta la loro elettricità
    dovrà arrivare da risorse rinnovabili.
  653. E ancora, le forze del mercato
  654. abbassano sempre più il costo
    delle rinnovabili e della sostenibilità
  655. il che ci dà il vento in poppa.
  656. Queste forze sono a nostro favore.
  657. CA: Le obiezioni sui prezzi del carbonio
  658. da parte del movimento ambientalista
    spesso si spingono oltre,
  659. fino a criticare il ruolo
    delle imprese in generale.
  660. Si dà la colpa della crisi climatica
    al commercio, o meglio al capitalismo,
  661. a causa della crescita inarrestabile,
  662. al punto che in molti non credono
  663. che il commercio possa essere
    una parte della soluzione.
  664. L’unico modo per fare progressi
    secondo loro è regolamentare,
  665. costringere le aziende
    a fare la cosa giusta.
  666. Pensi che il commercio
    debba essere parte della soluzione?
  667. AG: Sicuramente,
  668. perché l’allocazione del capitale
    necessario per risolvere questa crisi
  669. è maggiore di quella che i governi
    sono in grado di gestire.
  670. E le imprese stanno iniziando,
  671. molte aziende stanno iniziando
    a svolgere un ruolo molto costruttivo.
  672. Si chiede loro di farlo,
  673. lo chiedono i clienti, gli investitori,
  674. i comitati,
  675. i team esecutivi, le loro famiglie.
  676. Del resto,
  677. le nuove generazioni
    chiedono un futuro migliore,
  678. e gli AD, quando fanno le interviste
    nei colloqui per delle nuove assunzioni,
  679. si accorgono che sono le nuove leve
    a intervistare loro.
  680. Vogliono un buon reddito,
  681. ma vogliono poter dire ai familiari,
    agli amici e ai loro coetanei
  682. che stanno facendo
    qualcosa di più che fare soldi.
  683. Una dimostrazione di come stia cambiando
    questa nuova generazione:
  684. in 65 college negli Stati Uniti
  685. si sono riunite le associazioni
    dei Giovani Repubblicani
  686. per richiedere congiuntamente
    che il Comitato Nazionale Repubblicano
  687. cambi la sua politica sul clima,
  688. o perderanno tutta quella generazione.
  689. Questo è un fenomeno globale.
  690. La generazione di Greta
    sta guidando tutto questo
  691. in moltissimi modi;
  692. e se guardi i sondaggi,
  693. la maggior parte dei giovani Repubblicani
  694. chiede un cambiamento
    nella politica climatica.
  695. Questo è un movimento
    che si sta ancora estendendo.
  696. CA: Stavo per chiederti di questo,
  697. perché uno degli spettacoli
    più penosi, negli ultimi 20 anni,
  698. è stato la strumentalizzazione
    della questione climatica,
  699. sicuramente negli USA.
  700. Ti sarai sentito molte volte
    al centro di tutto questo,
  701. attaccato personalmente dalla gente
  702. spesso nei modi più impietosi e ingiusti.
  703. Vedi davvero i segnali
    di un possibile cambiamento,
  704. guidato dalla nuova generazione?
  705. AG: Sì, senza dubbio.
  706. Non voglio contare troppo
    sui sondaggi, li ho già menzionati;
  707. ma ne è uscito uno nuovo
  708. che ha considerato
    i sostenitori di Trump indecisi,
  709. quelli che in passato
    lo hanno sostenuto fortemente
  710. e vogliono ancora farlo.
  711. La questione principale,
    una sorpresa per alcuni,
  712. che li sta facendo vacillare,
  713. è la follia del Presidente Trump,
    e la sua amministrazione, sul clima.
  714. Vediamo grandi maggioranze
    del Partito Repubblicano in generale
  715. dire che sono pronti a iniziare
  716. lo studio di soluzioni reali
    alla crisi climatica.
  717. Siamo davvero, non c’è dubbio,
    sulla buona strada.
  718. CA: Sei stato la figura di spicco,
    in questa questione,
  719. e si dà il caso che tu sia un Democratico.
  720. C’è qualcosa che tu
    possa fare personalmente
  721. per aprire la tenda,
    accogliere la gente, provare a dire:
  722. “Questo va oltre la politica, miei cari”?
  723. AG: Le ho tentate tutte quelle cose,
  724. e forse in parte sono servite.
  725. Ho lavorato molto con i Repubblicani.
  726. E dopo che ho lasciato la Casa Bianca,
  727. Newt Gingrich e Pat Robertson
  728. e altri Repubblicani di spicco
  729. sono apparsi con me
    in spot alla TV nazionale
  730. dicendo che dobbiamo
    risolvere la crisi climatica.
  731. Ma l’industria petrolifera
  732. ha davvero raddoppiato gli sforzi
  733. per imporre il rigore
    all’interno del Partito Repubblicano.
  734. Voglio dire, guarda
    i loro attacchi contro il Papa
  735. quando se n’è uscito con la sua enciclica.
  736. È stato demonizzato -
  737. non da tutti, certo,
  738. ma ci sono stati dei falchi
    nel movimento anti-climatico
  739. che hanno subito puntato i fucili
    verso Papa Francesco,
  740. e ci sono molti altri esempi.
  741. Impongono il rigore
  742. e cercano di renderla
    una questione di parte,
  743. anche se i Democratici tendono la mano
  744. per cercare di renderla bipartisan.
  745. Concordo pienamente con te
  746. che non dovrebbe essere
    una questione di parte.
  747. Non lo era,
  748. ma è stata forzosamente trasformata
    in una lotta per bande.
  749. CA: Insomma, anche gli AD
    delle compagnie petrolifere
  750. hanno figli che si rivolgono a loro.
  751. Sembra che alcuni di loro
    si stiano muovendo
  752. e cerchino di investire,
  753. di trovare modi per far parte del futuro.
  754. Vedi dei segnali in tal senso?
  755. AG: Sì.
  756. Penso che i leader aziendali,
  757. anche nelle compagnie
    petrolifere e del gas,
  758. stiano ascoltando i familiari,
  759. gli amici,
  760. i loro dipendenti.
  761. E, tra l’altro, abbiamo visto
    nel settore tecnologico
  762. gli scioperi di massa dei dipendenti
  763. che esigono da alcune aziende tecnologiche
  764. che facciano di più, e sul serio.
  765. Sono molto orgoglioso di Apple.
  766. Perdonami questa parentesi
    di elogi a Apple:
  767. sono nel consiglio di amministrazione.
  768. Ma ammiro molto Tim Cook
    e i miei colleghi in Apple.
  769. È un esempio di azienda tecnologica
  770. che sta davvero facendo cose fantastiche.
  771. E ce ne sono anche altre.
  772. Ci sono altri esempi in molti settori.
  773. Ma le pressioni sulle compagnie
    che estraggono petrolio e gas
  774. sono davvero straordinarie.
  775. British Petroleum ha appena svalutato
    12 miliardi e mezzo di dollari
  776. di asset petroliferi e del gas
  777. e ha detto che non vedranno mai la luce.
  778. Due terzi dei combustibili
    fossili già scoperti
  779. non possono essere bruciati
    e non lo saranno.
  780. Quindi questo è un grande rischio
    per l’economia mondiale,
  781. come la crisi dei mutui subprime.
  782. Abbiamo 22 trilioni di dollari
    di asset subprime legati al carbonio,
  783. e un importante report
    ha affermato, proprio ieri,
  784. che l'industria del fracking
    negli Stati Uniti
  785. sta vedendo un'ondata di fallimenti
  786. perché il prezzo di gas e petrolio
    estratti con fratturazione
  787. è sceso al di sotto dei livelli
    che li rendono economici.
  788. CA: Quindi, in breve, possiamo dire
  789. che le auto elettriche, le tecnologie
    dell’elettrico, il solare e il resto
  790. hanno contribuito a ridurre
    il prezzo del petrolio
  791. al punto che enormi quantità di riserve
    non si posssano valorizzare con profitto?
  792. AG: Sì, proprio così.
  793. Si tratta soprattutto di questo.
  794. Le proiezioni nei prossimi anni
  795. per le risorse energetiche
  796. indicano tutte
  797. che i prezzi per l’elettricità
    da energia eolica e solare
  798. continueranno a crollare
  799. e quindi usare il gas o il carbone
  800. per fare vapore da far girare le turbine
  801. semplicemente non sarà economico.
  802. Analogamente, l’elettrificazione
    del settore dei trasporti
  803. sta avendo lo stesso effetto.
  804. Alcuni stanno anche
    guardando alle tendenze
  805. a livello di governance
    nazionale, regionale e locale.
  806. Ne ho parlato prima:
  807. indicano un futuro energetico
    che sarà molto diverso.
  808. Ma fammi riprendere,
  809. perché abbiamo parlato degli imprenditori.
  810. Poco fa stavi per fare
    una domanda sul capitalismo,
  811. e vorrei dire una parola su questo,
  812. perché ci sono molte persone che dicono
  813. che forse è il capitalismo
    il problema di fondo.
  814. Credo che l’attuale forma di capitalismo
  815. abbia disperatamente bisogno
    di essere riformata.
  816. Si discute spesso
    delle prospettive a breve termine,
  817. ma il nostro modo di stabilire
    cosa ha valore per noi
  818. è anch’esso all’origine della crisi
    del moderno capitalismo.
  819. Ora, il capitalismo è alla base
    di ogni economia di successo,
  820. bilancia la domanda e l’offerta,
  821. libera una frazione maggiore
    del potenziale umano,
  822. e non scappeà da nessuna parte;
  823. ma deve essere riformato,
  824. perché il nostro modo di stabilire
    cosa ha valore oggi
  825. ignora le cosiddette esternalità negative,
    come l’inquinamento.
  826. E ignora anche le esternalità positive,
  827. come gli investimenti nell’educazione
    e nell’assistenza sanitaria
  828. le cure della salute mentale,
    i servizi sociali.
  829. Ignora l’esaurimento di risorse
    quali le acque di falda, il suolo
  830. e l’insieme delle specie viventi.
  831. E ignora la distribuzione dei redditi
    e dei patrimoni netti,
  832. così quando il PIL sale, la gente esulta,
  833. due percento, tre percento, wow!
    quattro percento, e pensa: “Fantastico!”
  834. Ma il prezzo è un notevole
    aumento dell’inquinamento,
  835. sottoinvestimento cronico
    nei beni pubblici,
  836. esaurimento di risorse naturali
    non rinnovabili,
  837. e la peggiore crisi di disuguaglianza
    mai vista in più di un secolo
  838. che sta minacciando il futuro
    sia del capitalismo che della democrazia.
  839. Quindi dobbiamo cambiarlo,
    dobbiamo riformarlo.
  840. CA: Quindi riformare il capitalismo,
    ma non buttarlo via.
  841. Ci serve come strumento per andare avanti
  842. se dobbiamo risolvere questo problema.
  843. AG: Sì, penso sia così,
    e ancora un altro punto:
  844. i peggiori abusi ambientali,
    negli ultimi cent’anni,
  845. sono avvenuti in giurisdizioni
  846. che nel XX secolo hanno sperimentato
    alternative al capitalismo,
  847. a destra e a sinistra.
  848. CA: Interessante. Giusto.
  849. Due ultime domande dalla comunità.
  850. Chadburn Blomquist:
  851. “In base ai segnali che vedi
    dell’impatto di questa pandemia,
  852. cosa pensi della nostra risposta
    per combattere il cambiamento climatico?
  853. Avremo imparato la lezione
    di questo shock eccezionale?
  854. AG: Questa è una domanda molto profonda,
  855. e spero che la mia risposta
    possa esserlo altrettanto con poco tempo.
  856. Come prima cosa direi:
  857. non ignorate gli scienziati.
  858. Quando c’è praticamente unanimità
    tra esperti di scienza e di medicina,
  859. prestate attenzione.
  860. Non lasciatevi convincere
    da alcuni politici.
  861. Penso che il Presidente Trump
    stia pian piano imparando
  862. che è piuttosto difficile
    negare le evidenze sul virus.
  863. Ci ha provato a Tulsa.
  864. Non è andata molto bene,
  865. e tragicamente, un mese fa
    ha deciso di rischiare
  866. e ignorare le raccomandazioni
    perché la gente indossasse la mascherina
  867. e mantenesse il distanziamento sociale
  868. e tutte le altre cose,
  869. e penso che quella lezione
    stia iniziando a prender piede
  870. con più forza.
  871. Ma al di là di questo,
  872. penso che questo periodo
    sia stato caratterizzato
  873. da una grandissima opportunità:
  874. quella di ripensare
    i propri schemi di vita
  875. e di chiederci se possiamo o meno
    fare le cose meglio,
  876. e in modo diverso.
  877. E penso che questa nuova generazione,
    di cui ho parlato prima,
  878. sia stata colpita ancor più profondamente
  879. da questo interludio,
  880. che spero finisca presto,
    ma anche che sia ricordato a lungo.
  881. Mi aspetto che sarà così.
  882. CA: È incredibile quante cose puoi fare
    senza emettere carbonio,
  883. come siamo stati costretti a fare.
  884. Ecco un’altra domanda.
  885. Frank Hennessy: “Ti rincuora
    la capacità della gente
  886. di adattarsi velocemente
    alla nuova normalità dovuta al COVID-19
  887. come prova che la gente può cambiare,
    e cambierà, le proprie abitudini
  888. per rispondere al cambiamento climatico?”
  889. AG: Sì, ma penso che dobbiamo ricordare
  890. che c'è un'altra crisi
    dentro questa crisi.
  891. L’impatto sulla comunità afro-americana,
    come ho accennato prima,
  892. sulla comunità latina,
  893. sulle popolazioni indigene -
  894. il maggiore tasso di infezione
    ora è nella Riserva Navajo.
  895. Quindi alcune di queste domande
    sono viste in modo diverso
  896. da chi è stato davvero colpito
    dal peso di questa crisi,
  897. ed è inaccettabile permettere
    che le cose continuino così.
  898. Tu ed io, e forse molti tra il pubblico,
    la viviamo in un certo modo,
  899. ma per le comunità di colore
    a basso reddito,
  900. questa è una crisi completamente diversa.
  901. Lo dobbiamo a loro,
  902. e a tutti noi
  903. darci da fare e iniziare a usare
    le migliori soluzioni scientifiche
  904. e risolvere questa pandemia.
  905. Conosci l’espressione
    “economia pandemica”.
  906. Qualcuno ha detto:
  907. la prima regola dell’economia pandemica
    è “occuparsi della pandemia”,
  908. e non lo stiamo ancora facendo.
  909. Vediamo il presidente
    cercare di smuovere l’economia
  910. in vista della rielezione,
  911. senza preoccuparsi della previsione
  912. di decine di migliaia
    di Americani morti in più.
  913. Questo è davvero imperdonabile, per me.
  914. CA: Grazie, Frank.
  915. Al, tu, insieme ad altri nella comunità,
    hai avuto un ruolo chiave
  916. nell’incoraggiare TED
    a lanciare l’iniziativa “Countdown”.
  917. Ti ringrazio per questo,
  918. e immagino che questa conversazione
    proseguirà tra molti di noi.
  919. Se vi interessa la questione climatica,
    dopo aver visto questo,
  920. andate sul sito di Countdown,
  921. countdown.ted.com,
  922. e partecipate il 10/10/2020,
  923. quando cercheremo di segnalare al mondo
    che il clima non può aspettare,
  924. che è davvero importante.
  925. Ci saranno contenuti fantastici
    disponibili per tutti.
  926. Grazie, Al, per l’ispirazione
    e il supporto in tutto questo.
  927. Mi chiedo se potessi
    terminare l’incontro di oggi
  928. semplicemente fornendoci un quadro
    di come potrebbero dispiegarsi le cose
  929. nel prossimo decennio o giù di lì?
  930. Dicci solo se c’è ancora speranza.
  931. AG: Con piacere.
  932. Devo aggiungere una cosa; sarò breve.
  933. Dal 18 al 26 luglio,
  934. il Climate Reality Project
    terrà un corso a livello mondiale.
  935. Si sono già registrate 8.000 persone.
  936. Potete andare su climatereality.com.
  937. Un futuro brillante, ora.
  938. Inizia con tutto il gran lavoro
    che avete fatto per organizzare Countdown.
  939. È stato fantastico
    lavorare con te e il tuo team.
  940. Sono davvero entusiasta
    del progetto Countdown.
  941. TED ha una capacità eccezionale
  942. di diffondere le idee
    che val la pena diffondere,
  943. di sensibilizzare,
  944. di illuminare le persone
    in tutto il mondo,
  945. ed è necessario per il clima
    e le soluzioni alla crisi climatica
  946. come mai prima d’ora.
  947. Voglio ringraziarti
    per quello che stai facendo
  948. per organizzare Countdown,
    questo fantastico evento.
  949. CA: Grazie.
  950. E il mondo? Ce la faremo?
  951. Pensi che l’umanità ce la farà
  952. e che i nostri nipoti
    avranno delle belle vite
  953. e potranno celebrare la natura
  954. e non passare ogni giorno con la paura
    del prossimo tornado o tsunami?
  955. AG: Sono ottimista
    e penso che ce la faremo,
  956. ma la risposta è nelle nostre mani.
  957. Abbiamo visto tempi bui in passato,
  958. e ci siamo alzati
    per raccogliere la sfida.
  959. Abbiamo dei limiti legati
    al nostro lungo retaggio evolutivo
  960. e a elementi della nostra cultura,
  961. ma abbiamo anche la capacità
    di superare i nostri limiti;
  962. e quando le cose vanno male,
  963. e la sopravvivenza dei nostri figli
    e delle generazioni future è a rischio,
  964. siamo in grado di fare molto più
    di quanto a volte crediamo di poter fare.
  965. Questo è uno di quei momenti.
  966. Penso che saremo
    all’altezza della situazione,
  967. e creeremo un futuro brillante,
    pulito, prospero, giusto ed equo.
  968. Lo credo con tutto il cuore.
  969. CA: Al Gore, grazie
    per tutto il tuo lavoro,
  970. per tutto quello che hai fatto
    per sollevare la questione
  971. e per il tempo che ci hai dedicato.
  972. Grazie.
  973. AG: Anche a te. Grazie.