Return to Video

Smelfies e altri esperimenti di biologia sintetica.

  • 0:01 - 0:03
    E se le nostre piante
  • 0:03 - 0:05
    percepissero il livello
    di tossicità del suolo
  • 0:05 - 0:09
    ed esprimessero questa tossicità
    attraverso il colore delle foglie?
  • 0:10 - 0:13
    E se queste piante potessero
    rimuovere le tossine dal suolo ?
  • 0:15 - 0:17
    Oppure, e se queste piante
  • 0:17 - 0:19
    creassero il proprio imballaggio,
  • 0:19 - 0:21
    o fossero progettate per essere raccolte
  • 0:21 - 0:23
    solo dalle macchine brevettate
    del loro proprietario?
  • 0:23 - 0:25
    Cosa succede quando il design biologico
  • 0:25 - 0:29
    è spinto dall'idea di produzione
    di massa dei prodotti?
  • 0:29 - 0:31
    Che tipo di mondo sarebbe quello?
  • 0:31 - 0:35
    Il mio nome è Ani e sono una progettista
    e una ricercatrice al MIT Media Lab,
  • 0:35 - 0:39
    dove faccio parte di un gruppo nuovo
    e unico chiamato Design Fiction,
  • 0:39 - 0:44
    che si inserisce un po' tra fantascienza
    e fattualità scientifica.
  • 0:44 - 0:48
    All'MIT, sono così fortunata da lavorare
    spalla a spalla con scienziati
  • 0:48 - 0:50
    che studiano ogni tipo
    di campo all'avanguardia,
  • 0:50 - 0:52
    come la neurobiologia sintetica,
  • 0:52 - 0:54
    l'intelligenza artificiale,
    la vita artificiale
  • 0:54 - 0:56
    e tutto quello che c'è in mezzo.
  • 0:56 - 1:00
    In tutto il campus, ci sono
    scienziati davvero brillanti
  • 1:00 - 1:03
    che fanno domande del tipo: "Come posso
    rendere il mondo un posto migliore?"
  • 1:03 - 1:07
    Parte di quello che il mio gruppo
    si chiede è: "Che cos'è migliore?"
  • 1:07 - 1:08
    Cos'è migliore per voi, per me,
  • 1:08 - 1:10
    per una donna bianca, un uomo gay,
  • 1:10 - 1:13
    un veterano, un bambino con una protesi?
  • 1:13 - 1:15
    La tecnologia non è mai neutrale.
  • 1:15 - 1:17
    Incornicia la realtà
  • 1:17 - 1:19
    e riflette un contesto.
  • 1:19 - 1:22
    Immaginate cosa direbbe dell'equilibrio
    vita-lavoro del vostro ufficio
  • 1:22 - 1:25
    se questi fossero i problemi standard
    del primo giorno ?
  • 1:25 - 1:26
    (Risate)
  • 1:26 - 1:28
    Credo che sia il ruolo
    di artisti e designer
  • 1:28 - 1:30
    quello di porre domande critiche.
  • 1:30 - 1:33
    L'arte è come vediamo
    e sentiamo il futuro,
  • 1:33 - 1:35
    ed è molto eccitante
    essere un designer oggi
  • 1:35 - 1:37
    per tutti i nuovi strumenti
    a disposizione.
  • 1:37 - 1:39
    Per esempio, la biologia sintetica
  • 1:39 - 1:42
    cerca di scrivere la biologia
    come un problema di design.
  • 1:42 - 1:44
    Attraverso questi sviluppi,
  • 1:44 - 1:47
    il mio laboratorio si chiede:
    quali sono i ruoli e le responsabilità
  • 1:47 - 1:51
    di un artista, di un designer,
    di uno scienziato o di un uomo d'affari?
  • 1:51 - 1:52
    Quali sono le implicazioni
  • 1:52 - 1:55
    della biologia sintetica,
    dell'ingegneria genetica,
  • 1:55 - 2:00
    e come stanno ridefinendo le nostre
    nozioni di cosa vuol dire essere umani?
  • 2:00 - 2:03
    Quali sono le implicazioni
    sulla società, sull'evoluzione,
  • 2:03 - 2:06
    e cosa c'è in ballo in questo gioco?
  • 2:06 - 2:09
    La mia ricerca sul design
    speculativo al momento
  • 2:09 - 2:11
    gioca con la biologia sintetica,
  • 2:11 - 2:13
    ma più per risultati di natura emozionale.
  • 2:13 - 2:16
    Io sono fissata con l'olfatto
    inteso come spazio progettuale,
  • 2:16 - 2:19
    e questo progetto inizia con quest'idea:
  • 2:19 - 2:23
    e se potessimo farci
    dei selfie odorosi, o smelfie ?
  • 2:23 - 2:24
    (Risate)
  • 2:24 - 2:27
    Se potessimo prendere
    l'odore naturale del nostro corpo
  • 2:27 - 2:29
    e inviarlo ad un amante ?
  • 2:29 - 2:33
    Ironicamente, ho scoperto che questa era
    una tradizione nell'Austria del 19° secolo
  • 2:33 - 2:36
    dove le coppie che si corteggiavano
    tenevano una fetta di mela
  • 2:36 - 2:38
    sotto l'ascella durante le danze,
  • 2:38 - 2:40
    e alla fine della serata,
  • 2:40 - 2:43
    la ragazza dava al ragazzo
    che le piaceva di più la sua mela,
  • 2:43 - 2:45
    e se il sentimento era reciproco,
  • 2:45 - 2:47
    lui si divorava quella mela puzzolente.
  • 2:47 - 2:51
    (Risate)
  • 2:52 - 2:55
    È risaputo che Napoleone scrisse
    molte lettere d'amore a Giuseppina,
  • 2:55 - 2:59
    ma forse tra le più memorabili
    c'è questa breve nota imperiosa:
  • 2:59 - 3:01
    "Sarò a casa in tre giorni.
    Non fare il bagno."
  • 3:02 - 3:04
    (Risate)
  • 3:04 - 3:06
    Sia Napoleone che Giuseppina
    adoravano le viole.
  • 3:07 - 3:10
    Giuseppina portava sempre
    un profumo alla viola,
  • 3:10 - 3:11
    indossò delle viole il giorno delle nozze
  • 3:11 - 3:13
    e Napoleone le inviò un bouquet di viole
  • 3:13 - 3:15
    ogni anno per il loro anniversario.
  • 3:15 - 3:16
    Quando Giuseppina morì,
  • 3:17 - 3:18
    lui piantò viole sulla sua tomba
  • 3:18 - 3:20
    e prima del suo esilio,
  • 3:20 - 3:22
    andò sulla tomba,
  • 3:22 - 3:25
    colse alcuni di quei fiori
    e li mise in un ciondolo
  • 3:25 - 3:27
    che portò fino al giorno della sua morte.
  • 3:27 - 3:29
    L'ho trovato così commovente,
  • 3:29 - 3:32
    che ho pensato: potrei creare una viola
    che profumi come Josephine ?
  • 3:32 - 3:34
    E se, per il resto dell'eternità,
  • 3:34 - 3:35
    andando a visitare la sua tomba,
  • 3:35 - 3:39
    si potesse sentire l'odore di Josephine
    proprio come Napoleone l'amava ?
  • 3:39 - 3:41
    Potremmo creare nuovi modi
    di portare il lutto,
  • 3:41 - 3:43
    nuovi rituali di ricordo ?
  • 3:43 - 3:46
    Dopo tutto, abbiamo progettato
    raccolti transgenici
  • 3:46 - 3:48
    per massimizzare del profitto,
  • 3:48 - 3:50
    raccolti che resistono al trasporto,
  • 3:50 - 3:52
    raccolti che durano
    più a lungo nel tempo,
  • 3:52 - 3:55
    raccolti dal sapore dolce
    ma resistenti ai parassiti
  • 3:55 - 3:58
    a volte a spese
    del loro valore nutrizionale.
  • 3:58 - 4:03
    Possiamo sfruttare le stesse tecnologie
    con un esito emotivamente sensibile ?
  • 4:03 - 4:05
    Quindi attualmente nel mio laboratorio
  • 4:05 - 4:08
    sto affrontando quesiti come: cosa
    fa odorare un umano come un umano?
  • 4:08 - 4:10
    Sta emergendo che è abbastanza complicato.
  • 4:10 - 4:13
    Fattori come la nostra dieta,
    le medicine, lo stile di vita,
  • 4:13 - 4:15
    tutti contribuiscono al nostro odore.
  • 4:15 - 4:18
    Ho scoperto che il nostro sudore
    è per lo più inodore,
  • 4:18 - 4:20
    ma sono i batteri e i microbi
  • 4:20 - 4:24
    che determinano l'odore,
    l'umore, la vostra identità
  • 4:24 - 4:25
    e molto altro ancora.
  • 4:25 - 4:28
    C'è tutta una serie di molecole
    che emettiamo
  • 4:28 - 4:30
    ma che percepiamo
    solo a livello subconscio.
  • 4:31 - 4:33
    Così ho iniziato
    a catalogare e raccogliere
  • 4:33 - 4:36
    batteri da parti diverse del mio corpo.
  • 4:36 - 4:38
    Dopo aver consultato uno scienziato,
    abbiamo pensato
  • 4:38 - 4:40
    forse la migliore essenza di Ani
  • 4:40 - 4:43
    è tipo il 10 per cento di clavicola,
    30 per cento di ascelle,
  • 4:43 - 4:46
    40 per cento zona bikini e così via,
  • 4:46 - 4:49
    e a volte ho lasciato
    che i ricercatori di altri laboratori
  • 4:49 - 4:50
    annusassero i miei campioni.
  • 4:50 - 4:54
    È stato interessante sentire
    come l'odore del corpo
  • 4:54 - 4:56
    viene percepito al di fuori
    del contesto del corpo stesso.
  • 4:57 - 4:58
    Ho ricevuto riscontri come:
  • 4:58 - 5:01
    odora di fiori, di pollo,
  • 5:01 - 5:02
    di cornflakes,
  • 5:02 - 5:03
    di carnitas di manzo.
  • 5:03 - 5:05
    (Risate)
  • 5:05 - 5:09
    Allo stesso tempo, sto coltivando
    alcune piante carnivore
  • 5:09 - 5:13
    per la loro capacità di emettere odore
    di carne per attirare le loro prede,
  • 5:13 - 5:15
    nel tentativo di creare
    una relazione simbiotica
  • 5:15 - 5:18
    tra i miei batteri e questi organismi.
  • 5:20 - 5:22
    Una volta, ero al MIT ed ero al bar,
  • 5:22 - 5:25
    e stavo parlando con uno scienziato
  • 5:25 - 5:27
    che guarda caso era un chimico botanico,
  • 5:27 - 5:29
    e gli stavo raccontando il mio progetto,
  • 5:29 - 5:32
    e lui fa: "Beh, sembra
    botanica per donne sole."
  • 5:32 - 5:35
    (Risate)
  • 5:35 - 5:38
    Impassibile ho detto: "OK."
  • 5:38 - 5:39
    E l'ho sfidato.
  • 5:39 - 5:42
    Possiamo progettare una pianta
    che possa amarmi?"
  • 5:43 - 5:46
    Per qualche motivo lui ha risposto:
    "Certo, perché no ?"
  • 5:46 - 5:49
    Così abbiamo iniziato con: si può
    far crescere una pianta verso di me
  • 5:49 - 5:50
    come se io fossi il sole ?
  • 5:50 - 5:54
    Abbiamo visto tutti i meccanismi
    delle piante come il fototropismo,
  • 5:54 - 5:57
    che fa crescere le piante
    in direzione del sole
  • 5:57 - 5:59
    producendo ormoni come l'auxina,
  • 5:59 - 6:01
    che causa l'allungamento
    delle cellule nell'ombra.
  • 6:01 - 6:03
    Attualmente sto creando dei rossetti
  • 6:03 - 6:05
    che sono impregnati di queste sostanze
  • 6:05 - 6:09
    e che mi consentono di interagire
    con una pianta e le sue impronte chimiche.
  • 6:09 - 6:12
    Rossetti che fanno crescere
    le piante là dove le bacio,
  • 6:12 - 6:15
    piante che fioriscono
    là dove bacio i germogli.
  • 6:15 - 6:18
    E attraverso questi progetti,
  • 6:18 - 6:19
    sto ponendo domande quali:
  • 6:19 - 6:21
    come definiamo la natura?
  • 6:21 - 6:25
    Come definiamo la natura quando
    possiamo riprogettare le sue proprietà,
  • 6:25 - 6:26
    e quando dovremmo farlo?
  • 6:26 - 6:30
    Dovremmo farlo per profitto,
    o per utilità?
  • 6:30 - 6:32
    Possiamo farlo per fini emotivi?
  • 6:32 - 6:35
    Possiamo usare la biotecnologia per
    creare opere commoventi come la musica?
  • 6:35 - 6:37
    Quali sono i limiti tra la scienza
  • 6:37 - 6:40
    e la sua capacità di dare forma
    al nostro panorama emotivo ?
  • 6:41 - 6:44
    Un famoso mantra progettuale
    dice che la forma segue la funzione.
  • 6:44 - 6:48
    Beh, adesso, infilata
    tra scienza, design e arte,
  • 6:48 - 6:50
    mi chiedo,
  • 6:50 - 6:51
    e se la finzione informa i fatti?
  • 6:51 - 6:53
    Che tipo di laboratorio R&D sarebbe
  • 6:53 - 6:56
    e che tipo di domande
    faremmo tutti insieme ?
  • 6:56 - 6:58
    Spesso guardiamo alla tecnologia
    come la risposta,
  • 6:58 - 7:00
    ma come artista e designer,
  • 7:00 - 7:02
    io chiedo, qual è la domanda ?
  • 7:02 - 7:04
    Grazie.
  • 7:04 - 7:07
    (Applausi)
Title:
Smelfies e altri esperimenti di biologia sintetica.
Speaker:
Ani Liu
Description:

E se potessimo farci un selfie "odoroso", o smelfie? Se avessimo un rossetto che fa crescere delle piante là dove le baciamo? Ani Liu esplora l'intersezione tra tecnologia e percezione sensoriale, e il suo lavoro si incastra tra scienza, design e arte. In questo veloce e intelligente racconto, Ani condivide sogni, curiosità e esperimenti, chiedendo: Cosa succede quando la fantascienza diventa un fatto scientifico?

more » « less
Video Language:
English
Team:
TED
Project:
TEDTalks
Duration:
07:20

Italian subtitles

Revisions