Return to Video

Cosa significa essere privi di ego?

  • 0:01 - 0:04
    Cammina con Mooji Baba
  • 0:04 - 0:08
    [Mooji] Mi hai fatto un'ottima domanda stamani:
  • 0:08 - 0:15
    "Cosa significa essere privi di ego?",
    significa vita; vita vera.
  • 0:15 - 0:17
    03 gennaio 2018
  • 0:18 - 0:26
    [Mooji] Non sei dominato dalle emozioni,
  • 0:26 - 0:31
    la vita non è al servizio della persona.
  • 0:31 - 0:38
    Infatti, in molti vivono principalmente
    al servizio della propria persona,
  • 0:38 - 0:43
    cioè: "Non sto bene.
    Ho bisogno di questo, non ho soldi".
  • 0:43 - 0:46
    Gira tutto intorno a noi.
  • 0:46 - 0:53
    Questo è talmente...
  • 0:53 - 0:59
    Le nostre vite dovrebbero essere al servizio di...
  • 0:59 - 1:08
    Diciamo che una sola vita al servizio,
    non tanto di se stessi, ma della vita,
  • 1:08 - 1:15
    potrebbe consentire a centinaia di persone
    di vivere nella gioia, se è vero servizio.
  • 1:15 - 1:24
    Una vita al servizio di se stessi è egoista
    e risulterebbe alquanto sprecata.
  • 1:24 - 1:31
    C'è un enorme potere in te
    e quel potere non è destinato alla persona.
  • 1:31 - 1:35
    Allora, essere privi di ego…
  • 1:35 - 1:43
    Quando la persona vuole privarsi dell'ego,
    diventa molto difficile se la persona rimane.
  • 1:43 - 1:48
    Si cerca di rigar dritto, e va bene,
    anch'essa è una via possibile.
  • 1:48 - 1:51
    In molti imparano dalle Scritture:
  • 1:51 - 1:55
    "Amatevi l'un l'altro.
    Fate del bene a chi vi fa del male"
  • 1:55 - 1:59
    e la gente fa del suo meglio per essere
    gentile e amorevole,
  • 1:59 - 2:04
    e va bene, dà ottimi risultati,
    ma a volte qualcosa è artificiale,
  • 2:04 - 2:08
    se lo fai perché ti dicono che devi essere buono.
  • 2:08 - 2:12
    Andiamo in cerca di meriti:
    "Se faccio del bene, ricevo qualcosa",
  • 2:12 - 2:16
    agiamo ancora per noi stessi, in un certo senso.
  • 2:16 - 2:20
    Ma quando ci svegliamo alla verità di essere il Sé,
  • 2:20 - 2:27
    il Sé si prende cura di tutto e di tutti,
    in qualche modo è tutt'altra cosa.
  • 2:27 - 2:33
    La vita diventa molto più leggera,
    il senso dei problemi personali scompare;
  • 2:33 - 2:38
    sembra che non ce ne siano più,
    in realtà non c'è più la persona che li ha.
  • 2:38 - 2:44
    Succedono delle cose, magari ti dicono:
    "Non mi piaci" e avrà un effetto su di te,
  • 2:44 - 2:50
    se c'era molto veleno in quelle parole,
    potresti provare tristezza,
  • 2:50 - 2:53
    ma non ne sei travolto
  • 2:53 - 3:00
    e riesci perfino a fare la cosa giusta,
    cioè rispondere: "Dio vi benedica".
  • 3:00 - 3:05
    In qualche caso non glielo dici direttamente,
    perché potrebbe sconvolgerli,
  • 3:05 - 3:10
    ma in cuor tuo sai accogliere
    ed elimini il veleno da te stesso.
  • 3:10 - 3:14
    Il veleno è l'ego nella vita dell'essere umano.
  • 3:14 - 3:20
    Peggiora solo le cose, è sempre egoista,
    attira continuamente l'energia a sé,
  • 3:20 - 3:25
    deve sempre aver ragione, e così via:
    è molto velenoso.
  • 3:25 - 3:31
    A volte però, se non conosciamo altro,
    abbiamo l'impressione di essere fatti così.
  • 3:31 - 3:35
    Quando diventi consapevole
    dello spazio più profondo di verità
  • 3:35 - 3:38
    che sta dietro la persona,
  • 3:38 - 3:45
    allora l'autoindagine o l' Invito
    ti tirano fuori da lì,
  • 3:45 - 3:50
    ti sollevano da quel posto
    portandoti nello spazio che sta dietro,
  • 3:50 - 3:54
    dove c'è un campo di pura intelligenza,
    c'è più luce e spazio.
  • 3:54 - 3:58
    Inizi subito a sentirti felice e leggero,
  • 3:58 - 4:04
    e nella tua gioia, nella tua luce,
    viene naturale fare ciò che fa sentire bene.
  • 4:04 - 4:09
    È come se ciò che fa sentire bene
    sorga nel cuore in modo naturale,
  • 4:09 - 4:18
    e l'egoismo sembra un veleno che ti lascia,
    non pensi più in quei termini.
  • 4:18 - 4:23
    Quando trovi qualcosa che ti rende felice,
  • 4:23 - 4:27
    vuoi condividerlo per far felici
    più persone che puoi;
  • 4:27 - 4:33
    varchi una porta ed entri in uno spazio,
    vuoi che passino più persone possibile.
  • 4:33 - 4:38
    Quindi, essere privi di ego è questo:
  • 4:38 - 4:46
    più scivola via il suo pesante mantello,
    cioè: "Io, io, mio, mio",
  • 4:46 - 4:49
    c'è solo molto più spazio.
  • 4:49 - 4:54
    Ecco perché dico che entri nel campo di Dio,
    lì non c'è gelosia.
  • 4:54 - 5:00
    Tutto questo genere di cose sparisce:
    non c'è egoismo né istinti sfrenati,
  • 5:00 - 5:10
    sei in un campo che spontaneamente
    si prende cura di tutto e raccoglie tutto,
  • 5:10 - 5:17
    si occupa di ogni aspetto della tua vita
    e della vita dei tuoi cari.
  • 5:17 - 5:22
    Il tuo amore non si ferma qua,
    continua a espandersi sempre di più.
  • 5:22 - 5:29
    Ecco cosa significa essere privi di ego,
    non esiste nulla di più potente al mondo.
  • 5:29 - 5:32
    L'ego è la forza più oscura che ci sia.
  • 5:32 - 5:37
    La libertà dall'ego è la forza
    più bella e luminosa del mondo.
  • 5:37 - 5:46
    Per me, questa è la sfida della vita umana:
    trascendere l'identità egoica.
  • 5:46 - 5:53
    Sembra però, una cosa molto rara
    nel nostro mondo,
  • 5:53 - 5:57
    perché diamo così tanto valore alla persona,
  • 5:57 - 6:02
    è come il primo amore
    e l'amiamo prima di ogni altra cosa.
  • 6:02 - 6:05
    Ma sei destinato ad amare il Sé, non la persona;
  • 6:05 - 6:10
    amare prima il Sé, ma noi tendiamo
    ad amarlo per ultimo. È così.
  • 6:10 - 6:16
    All'inizio, cresciamo con una forte identità
    ed è tutto 'io, io', ma non siamo felici.
  • 6:16 - 6:23
    Vogliamo troppe cose per essere felici:
    soldi, amicizie, compagnia e cose piacevoli.
  • 6:23 - 6:28
    Invece chi è privo di ego è sempre felice;
    ovunque lo metti, è felice.
  • 6:28 - 6:33
    Non è competitivo,
    il suo modo di relazionarsi è ampio,
  • 6:33 - 6:38
    si cura sempre dei sentimenti altrui.
  • 6:38 - 6:41
    Questo è meraviglioso.
  • 6:41 - 6:47
    E mi auguro e prego,
    che ridiventi contagioso essere felici e basta,
  • 6:47 - 6:50
    che tutti possano gioire.
  • 6:50 - 6:54
    Nelle attività di gruppo,
    alcuni scoprono che si può lavorare insieme
  • 6:54 - 6:57
    per produrre qualcosa di bello e lo adorano.
  • 6:57 - 7:02
    Ora a Monte Sahaja l'atmosfera e la vibrazione
  • 7:02 - 7:06
    si sono talmente elevate
    che viene facile percepire l'amore.
  • 7:06 - 7:11
    La gente non fa finta di amare,
    percepisce realmente la vibrazione.
  • 7:11 - 7:13
    E da dove proviene?
  • 7:13 - 7:17
    Non siamo venuti qui,
    perché era una terra speciale,
  • 7:17 - 7:20
    con alberi dalla vibrazione particolare. No.
  • 7:20 - 7:24
    Siamo noi a portare la vibrazione, il Sé vivente,
  • 7:24 - 7:29
    con le nostre azioni, coi pensieri,
    la meditazione, la comprensione,
  • 7:29 - 7:36
    la venerazione e l'attrazione verso Dio
    ossia la pura coscienza.
  • 7:36 - 7:40
    Tutto questo eleva la vibrazione
    e la rende potente.
  • 7:40 - 7:45
    Pure chi non sa nulla di tutto ciò
    percepisce qualcosa quando viene qui:
  • 7:45 - 7:47
    "Mi sento bene, mi piace stare qui".
  • 7:47 - 7:52
    A cosa reagiscono?
    A qualcosa che è la vibrazione del luogo.
  • 7:52 - 7:56
    Probabilmente non conoscono la filosofia,
    ma non importa:
  • 7:56 - 8:00
    si tratta dell'azione della filosofia,
  • 8:00 - 8:05
    è il potere dell'insegnamento, se viene accettato.
  • 8:05 - 8:08
    L'insegnamento non ha potere se non viene accolto,
  • 8:08 - 8:13
    ma se viene accettato, si desta e inizia ad agire,
  • 8:13 - 8:18
    e allora tutto quanto: gli alberi, la terra,
    ogni cosa è pronto a riceverlo.
  • 8:18 - 8:24
    Ecco perché in alcuni luoghi
    si sente ancora la vibrazione
  • 8:24 - 8:28
    anche quando quella persona non c'è più.
  • 8:28 - 8:30
    Sono stato in posti così in India.
  • 8:30 - 8:35
    Pure in Giamaica, nella casa di Bob Marley
    ho sentito quella vibrazione.
  • 8:35 - 8:39
    Sono stato In camera sua,
    le ciabatte erano accanto al letto,
  • 8:39 - 8:44
    non mi aspettavo nulla,
    invece si sentiva un amore possente.
  • 8:44 - 8:46
    È stato meraviglioso!
  • 8:46 - 8:50
    In India, a casa di Gandhi
    e in altri luoghi che ho visitato,
  • 8:50 - 8:53
    non sono tantissimi, ma parecchi,
  • 8:53 - 9:00
    avverti la vibrazione che vive nelle pareti,
    pure i mattoni la conservano, tutto.
  • 9:00 - 9:06
    Vai dentro e pensi:
    "In questa casa c'è stata felicità".
  • 9:06 - 9:11
    La gioia vive lì,
    anche se le persone hanno lasciato il corpo.
  • 9:11 - 9:14
    È stupefacente!
  • 9:14 - 9:17
    A volte, anche l'oscurità può vivere in una casa.
  • 9:17 - 9:24
    Queste sono le forti energie di attrazione,
    di desiderio, paura e amore,
  • 9:24 - 9:28
    forze potenti della dimensione umana,
  • 9:28 - 9:33
    che in un certo senso,
    influiscono anche sulla terra,
  • 9:33 - 9:36
    la loro vibrazione rimane lì.
  • 9:36 - 9:40
    A volte, la gente va nei boschi
    e dice di amare la natura,
  • 9:40 - 9:47
    perché non è inquinata dall'oscurità umana
    e pensa: "Qui è vuoto di tutto ciò".
  • 9:47 - 9:52
    Regna maggiormente la coscienza
    degli alberi e della terra.
  • 9:52 - 9:57
    Un luogo però, in cui la coscienza
    ha manifestato la forma umana,
  • 9:57 - 10:01
    è più ricco,
    più diversificato nella sua espressione;
  • 10:01 - 10:07
    se è pervaso e intriso di coscienza,
    c'è una tale potenza!
  • 10:07 - 10:24
    Ecco perché dico che duemilacento anni fa
    Gesù era fisicamente sulla terra,
  • 10:24 - 10:36
    un solo essere umano che è stato
    l'incarnazione della coscienza divina,
  • 10:36 - 10:40
    e pure dopo duemilacento anni
    che ha lasciato il corpo,
  • 10:40 - 10:46
    ancora oggi le persone diventano devote
    di Cristo, del Buddha o di Krishna,
  • 10:46 - 10:52
    che hanno vissuto cinquemila anni fa,
    o di Rama e parliamo di migliaia di anni fa.
  • 10:52 - 10:56
    Perché? Perché se possiedono
    quella vibrazione, resta lì.
  • 10:56 - 11:01
    Per cui, è una cosa molto potente.
  • 11:01 - 11:06
    Ho detto spesso che un essere umano
    si è dimenticato di se stesso
  • 11:06 - 11:10
    e da allora il mondo intero
    non riesce a dimenticarlo.
  • 11:10 - 11:13
    È una cosa potentissima!
  • 11:13 - 11:20
    Dimenticare se stessi significa
    ignorare l'ego; non dargli retta e basta.
  • 11:20 - 11:27
    Loro l'hanno trasceso,
    e la loro influenza, la presenza e le parole
  • 11:27 - 11:32
    hanno avuto un forte impatto
    sulla vita di milioni di esseri.
  • 11:32 - 11:37
    Sono di esempio e ciascuno di loro
    aveva esattamente lo stesso sangue nostro,
  • 11:37 - 11:42
    guardavano la stessa luna, le stesse stelle
    e lo stesso sole, come noi.
  • 11:42 - 11:48
    Avevano ancora appetiti, si stancavano,
    a volte non riuscivano a dormire,
  • 11:48 - 11:52
    avevano amici e persone che li odiavano,
  • 11:52 - 11:57
    ma risplendevano dello spirito della verità,
    lo spirito di Dio.
  • 11:57 - 12:02
    Per me quello, è il compimento di una vita umana,
  • 12:02 - 12:09
    risvegliarsi alla verità di ciò che sei
    realmente, ed è quello ciò che Dio è,
  • 12:09 - 12:13
    sei nel regno di Dio all'interno del tuo cuore.
  • 12:13 - 12:15
    Questo è ciò che è.
  • 12:15 - 12:20
    Chi segue le scritture in superficie,
    non fa abbastanza:
  • 12:20 - 12:26
    la sua vita cambierà, avrà un impatto
    sulla vita degli altri, ma solo lieve.
  • 12:26 - 12:34
    Invece, chi abbandona l'ego e sprofonda
    completamente nell'oceano di Dio,
  • 12:34 - 12:40
    si innalza e diventa una guida nel mondo,
    anche senza parlare.
  • 12:40 - 12:45
    Alcuni persone non parlano,
    ma la loro presenza ha un grande potere,
  • 12:45 - 12:50
    perché la presenza di Dio
    è talmente insita nel loro essere
  • 12:50 - 12:54
    che si viene trasformati con la sola loro presenza.
  • 12:54 - 12:58
    Ecco cosa significa per me, essere privi di ego,
  • 12:58 - 13:01
    ed è la cosa più potente che esista al mondo!
  • 13:01 - 13:08
    Se dovessi scegliere tra una persona
    che ha vissuto sei mesi su Venere
  • 13:08 - 13:13
    e un'altra che ha vissuto sei mesi
    in uno scatolone meditando su Dio
  • 13:13 - 13:17
    e che si è risvegliata,
    correrei sempre da quest'ultima.
  • 13:17 - 13:20
    Non mi serve discutere sulla vita
    con un astronauta,
  • 13:20 - 13:23
    perché magari è ancora pieno di ego.
  • 13:23 - 13:32
    Ma con chi ha trasceso l'ego dentro di sé,
    quello sarebbe un incontro felice.
  • 13:32 - 13:36
    Preferirei sedermi lì, solo per stare con Questo,
  • 13:36 - 13:40
    per stare con quella schiera di persone
    che amano Dio
  • 13:40 - 13:43
    o che cercano la verità: quella è compagnia sacra.
  • 13:43 - 13:49
    Il solo fatto di essere in compagnia
    di chi cerca la verità è definito propizio.
  • 13:49 - 13:55
    Per cui, ritengo che siamo nel posto giusto,
  • 13:55 - 14:00
    dove sempre più persone
    trovano la felicità autentica.
  • 14:00 - 14:05
    Non è un'esperienza emozionale del tipo:
    "Conquisteremo il mondo!", no.
  • 14:05 - 14:09
    Bensì, trovare quella luce
    che si propaga nel mondo,
  • 14:09 - 14:13
    ciascuno coi suoi tempi, sarebbe già qualcosa,
  • 14:13 - 14:18
    perché non credo che al mondo
    servano altri libri spirituali,
  • 14:18 - 14:23
    servono esseri umani che incarnino la verità,
    invece di leggerla nei libri.
  • 14:23 - 14:29
    La gente vuole vedere il libro vivente,
    non un semplice libro di carta.
  • 14:29 - 14:33
    Vogliono vedere il libro
    di un essere umano come loro
  • 14:33 - 14:38
    la cui vita sfida, affronta o rivela
    qualcosa dentro di loro.
  • 14:38 - 14:42
    Quando incontrano qualcuno di questo calibro,
  • 14:42 - 14:47
    il loro essere non può negare
    di aver incontrato Dio.
  • 14:47 - 14:54
    Si sente spesso raccontare di persone
    che si professavano atee,
  • 14:54 - 14:58
    poi incontrano una persona
    che ha questo impatto su di loro
  • 14:58 - 15:02
    e avvertono: "Caspita, non so cosa sia,
  • 15:02 - 15:08
    "ma sta provocando tanti cambiamenti
    nel mio cuore".
  • 15:08 - 15:13
    Non possono essere veri atei,
    è solo una stranezza,
  • 15:13 - 15:19
    è solo sinonimo di profonda ignoranza
    non riconoscere che esiste un potere supremo
  • 15:19 - 15:24
    che controlla e determina
    l'ordine dell'universo, prendendosene cura.
  • 15:24 - 15:29
    Non sono gli esseri umani
    a far sì che questi alberi crescano,
  • 15:29 - 15:35
    a provocare la pioggia, a cambiare il tempo,
    a occuparsi di tutti i pianeti
  • 15:35 - 15:41
    non solo in un sistema solare, ma in tutti quanti.
  • 15:41 - 15:44
    Anche solo a parlarne è stancante.
  • 15:44 - 15:50
    Non si può afferrare la magnificenza
    e la potenza dell'essere supremo!
  • 15:50 - 15:54
    L'essere non è un'entità separata che agisce,
  • 15:54 - 16:00
    è dentro le cose, è come...
  • 16:00 - 16:03
    Dio non può essere solo una forma,
  • 16:03 - 16:07
    è incarnato in tutte le forme
    ed è al di là di esse.
  • 16:07 - 16:13
    Le forme cambiano di continuo,
    lui dà loro la dose di tempo e di crescita,
  • 16:13 - 16:22
    tutto ciò che cresce è soggetto
    a trasformazione e cambiamento.
  • 16:22 - 16:28
    Il Sé divino, pur essendo immutabile,
    manifesta il cambiamento
  • 16:28 - 16:34
    e si prende cura di tutte le permutazioni
    della sua espressione.
  • 16:34 - 16:41
    A volte vorrei provare a rappresentarlo
    come una sorta di campo di energia,
  • 16:41 - 16:47
    ma non è solo energia: è intelligenza e spirito...
  • 16:47 - 16:50
    Questa è la sua espressione visibile
  • 16:50 - 16:55
    e scaturisce da Quello:
    offre molti indizi, se si osserva.
  • 16:55 - 17:00
    Vediamo i capelli che continuano a spuntare,
    ma da cosa?
  • 17:00 - 17:06
    Se guardi dentro la testa, non trovi capelli,
    non c'è niente, eppure crescono.
  • 17:06 - 17:10
    Questo ti mostra:
    "Creo tutte queste cose dal vuoto,
  • 17:10 - 17:14
    "le mantengo e poi le riporto nel vuoto".
  • 17:14 - 17:19
    È troppo imponente per poterne parlare!
  • 17:19 - 17:26
    Alcune persone vengono sopraffatte
    dalla maestosità di quel potere,
  • 17:26 - 17:33
    e questo potere è la fonte del tuo senso del Sé.
  • 17:33 - 17:39
    Saperlo, anche se non lo capisci,
    dovrebbe infuocare la tua vita
  • 17:39 - 17:42
    e costringerti a sederti.
  • 17:42 - 17:47
    La gratitudine è infinita
    quando scopri che la vita ha origine da Dio.
  • 17:47 - 17:54
    Per chi non arriva a comprenderlo...
  • 17:54 - 18:00
    Anche questo è stabilito dal potere:
    alcuni non lo avvertono per qualche tempo,
  • 18:00 - 18:04
    ma prima o poi devono risvegliarsi a se stessi.
  • 18:04 - 18:08
    Una vita propizia, per me,
    è quella che si allontana dall'ego,
  • 18:08 - 18:12
    che non crea altro che cecità nell'essere
  • 18:12 - 18:16
    e ci spinge a preoccuparci solo delle cose terrene,
  • 18:16 - 18:20
    invece di essere consapevoli
  • 18:20 - 18:25
    e vivere nella consapevolezza,
    in quanto consapevolezza.
  • 18:25 - 18:31
    Se riesci a vivere in quanto consapevolezza,
    sei già nel regno; sei già in quello spazio.
  • 18:31 - 18:38
    Direi che è perfino più grande del paradiso,
    se posso esprimermi così.
  • 18:38 - 18:43
    Quando è arrivata quella sensazione,
    ho pensato: "Sarà blasfemo?".
  • 18:43 - 18:48
    Ho pensato che se il paradiso
    è fatto di immagini e oggetti,
  • 18:48 - 18:51
    anch'essi sono in una sorta di tempo.
  • 18:51 - 18:56
    Forse un giorno di Dio può essere mille anni umani.
  • 18:56 - 19:00
    Chi lo sa? Comunque sia,
    il cambiamento deve avvenire.
  • 19:00 - 19:03
    Se esistono persone di diversi livelli,
  • 19:03 - 19:09
    è ovvio che c'è ancora un processo
    di crescita ed evoluzione.
  • 19:09 - 19:14
    La pura consapevolezza
    non si preoccupa della crescita,
  • 19:14 - 19:17
    è assolutamente perfetta,
  • 19:17 - 19:23
    però per la mente non è attraente,
    a lei interessano le cose e gli oggetti:
  • 19:23 - 19:31
    avere, perdere, ottenere, cambiare,
    crescere, divenire; è tutto ciò.
  • 19:31 - 19:37
    Mentre la consapevolezza trascende i concetti.
  • 19:37 - 19:44
    È questo che cerco di esprimere
    quando dico: lascia tutto, adesso,
  • 19:44 - 19:49
    mollalo, lascia anche l'interesse
    per l'identità; lascia tutto.
  • 19:49 - 19:54
    A chi parlo? All'intelligenza,
    che non se lo sente dire abbastanza.
  • 19:54 - 19:57
    Quando sente l'ordine che viene dal cuore,
  • 19:57 - 20:04
    può mollare tutto ed essere nell'unità;
    nell'esperienza della sua unità.
  • 20:04 - 20:09
    Allora vedi la gente nella sala del satsang,
  • 20:09 - 20:14
    chi medita in questo modo
    e chi segue questi insegnamenti,
  • 20:14 - 20:20
    che non ha più difficoltà,
    sembra essere su un piano trascendente.
  • 20:20 - 20:24
    L'egoismo e questo genere di cose diminuiscono,
  • 20:24 - 20:34
    ed è come fluttuare
    in una dimensione più leggera dell'essere.
  • 20:34 - 20:37
    In realtà, è molto tangibile,
  • 20:37 - 20:41
    percepirlo e avere la capacità di farne esperienza.
  • 20:41 - 20:44
    All'inizio, per molti arriva la mente
  • 20:44 - 20:49
    e a volte c'è chi arriva qui,
    non è abituato a questo tipo di ambiente
  • 20:49 - 20:51
    e la mente lo tormenta.
  • 20:51 - 20:55
    Sembra siano il luogo e le persone
    a causare il tormento,
  • 20:55 - 21:01
    invece è la loro mente che si sente a disagio,
    perché viene sfidata:
  • 21:01 - 21:06
    "Perché sono tutti felicissimi?
    Non mi fido: fanno finta".
  • 21:06 - 21:15
    Si sovraccarica e si presentano cinismo,
    giudizio, disagio: tutte queste cose,
  • 21:15 - 21:21
    ma sono soltanto le doglie del parto
    per accedere a uno stato più elevato
  • 21:21 - 21:25
    se si persevera
    e spesso non lo fanno, se ne vanno.
  • 21:25 - 21:32
    Qualcosa però, è entrato e il seme inizia
    a crescere, perché Dio li ha portarti qui.
  • 21:32 - 21:36
    Anche se pensano:
    "Non volevo venire, è stata mia moglie",
  • 21:36 - 21:41
    la forza lì a portati qui,
    per esperire il disagio che hanno dentro,
  • 21:41 - 21:47
    ma non si rendono conto che proviene da loro,
    pensano che arrivi da fuori.
  • 21:47 - 21:52
    Invece è provocato da una reazione
    all'energia di cui fanno esperienza
  • 21:52 - 21:58
    e con cui non sono ancora compatibili,
    perché stanno troppo nell'identità egoica
  • 21:58 - 22:01
    e allora si sentono scossi.
  • 22:01 - 22:07
    Per cui, è un'ottima domanda
    quella che mi hai fatto stamattina
  • 22:07 - 22:11
    su cosa significhi essere privi di ego.
  • 22:11 - 22:16
    Significa vita, vita autentica.
  • 22:16 - 22:27
    Quando pensiamo a Gesù, a Maometto,
    a Krishna, al Buddha o chi altro,
  • 22:27 - 22:30
    anche chi non ne sa nulla di loro,
  • 22:30 - 22:35
    capisce subito che rappresentano
    un livello di coscienza più alto,
  • 22:35 - 22:42
    caratterizzato da un'atmosfera di amore e pace.
  • 22:43 - 22:49
    Quando diciamo 'io', l'implicazione,
    il vero significato è 'coscienza',
  • 22:49 - 22:54
    ma di rado nel mondo, quando si dice 'io',
    si intende la coscienza,
  • 22:54 - 22:59
    cioè l'individualità, la persona:
    "Sono un uomo", "Sono una donna".
  • 22:59 - 23:02
    È una tale contrazione e limitazione.
  • 23:02 - 23:12
    Anche il risvegliato dice 'io',
    sapendo di riferirsi al senso d'individualità,
  • 23:12 - 23:16
    ma è in quello spazio sottostante all'io,
  • 23:16 - 23:22
    a un livello più profondo di conoscenza spirituale,
  • 23:22 - 23:27
    che sa che è la coscienza a parlare
    e non la persona.
  • 23:27 - 23:32
    Si tratta di una vibrazione completamente diversa.
  • 23:32 - 23:37
    Se ti trovi con qualcuno
    e quando parla provi un senso di spazio,
  • 23:37 - 23:41
    quell'io proviene dalla coscienza, è la coscienza.
  • 23:41 - 23:46
    Quando parli con qualcuno
    e devi stare attenta a ciò che dici,
  • 23:46 - 23:51
    quell'io è appesantito dalla persona e viene vista.
  • 23:51 - 24:00
    La Terra piena di personalità
    è un posto molto soffocante, opprimente.
  • 24:00 - 24:04
    Anche se ci fossero solo tre milioni di persone,
  • 24:04 - 24:10
    be' probabilmente questo è un numero ridotto,
    ma con loro ti sentiresti soffocare un po'.
  • 24:10 - 24:15
    Tuttavia, un solo essere umano risvegliato al Sé
  • 24:15 - 24:20
    in una folla di migliaia di persone
    risplende e illumina,
  • 24:20 - 24:26
    eleva il livello di coscienza di chi lo riconosce.
  • 24:26 - 24:32
    Perché qualcosa in noi può riconoscere
    di essere difronte a una presenza più elevata.
  • 24:32 - 24:35
    Succede questo.
  • 24:39 - 24:42
    Anche se non sono consapevoli,
  • 24:42 - 24:46
    le persone si comportano diversamente
    con chi è risvegliato.
  • 24:46 - 24:53
    Non possono farne a meno,
    senza saperlo si comportano in modo diverso.
  • 24:53 - 24:59
    Magari all'inizio
    l'affrontano come una cosa normale,
  • 24:59 - 25:06
    ma un po' alla volta,
    la presenza comincia a diffondersi,
  • 25:06 - 25:10
    a penetrare profondamente in loro, e li trasforma;
  • 25:10 - 25:15
    il loro clima muta,
    si sentono più gentili, disponibili,
  • 25:15 - 25:20
    vogliono aiutarti
    e questo senza sapere nulla di spiritualità.
  • 25:20 - 25:28
    C'è un comandamento che vige nel mondo,
    dice uno degli hadith di Maometto,
  • 25:28 - 25:38
    che quando Dio creò il mondo ordinò a tutti:
    "Servite coloro che servono me",
  • 25:38 - 25:42
    cioè: servite coloro che cercano la verità,
  • 25:42 - 25:46
    "E rendete stanchi ed esausti
    coloro che servono voi".
  • 25:46 - 25:50
    Capisci? È una cosa potente!
  • 25:50 - 25:53
    "Servite coloro che servono me",
  • 25:53 - 25:57
    cioè servite e prendetevi cura
    di chi onora Dio e la verità.
  • 25:57 - 26:02
    "Rendete stanco chi serve voi":
    rendete stanco chi serve il mondo.
  • 26:02 - 26:06
    È una maledizione? No, è pure una benedizione.
  • 26:06 - 26:09
    Quando ti stanchi della tua spazzatura,
  • 26:09 - 26:14
    magari trovi lo spazio per dire:
    "Devo provare qualcosa di diverso".
  • 26:14 - 26:17
    Si dice: "Stancate coloro che servono voi",
  • 26:17 - 26:22
    perché il loro servizio è vano,
    è solo per la materia e non per lo spirito.
  • 26:22 - 26:25
    Tutto questo è bellissimo.
  • 26:25 - 26:31
    È scritto nel cuore, nel DNA
    di ogni essere vivente, non solo degli umani,
  • 26:31 - 26:35
    che alla presenza di chi venera la verità,
  • 26:35 - 26:39
    qualcosa dentro di loro lo onorerà, reagiranno.
  • 26:39 - 26:42
    Se all'inizio volessero sbarazzarsi di lui,
  • 26:42 - 26:49
    non potrebbero negare l'impatto
    che la sua presenza ha sull'esistenza.
  • 26:49 - 26:55
    Questo è il potere dello Spirito Santo
    e dello spirito della verità in ciascuno.
  • 26:55 - 27:00
    Questo luogo deve risplendere in Quello.
  • 27:00 - 27:03
    Deve accadere, fin quando ci sarò.
  • 27:03 - 27:08
    Il nostro obiettivo
    deve essere quello di recidere l'ego
  • 27:08 - 27:12
    e non solo recidere l'ego,
    ma anche vivere nella verità.
  • 27:12 - 27:17
    Se vivi solo per recidere l'ego,
    non assapori la gioia piena,
  • 27:17 - 27:20
    sei troppo occupato a reciderlo.
  • 27:20 - 27:24
    Ma nel frattempo, ti mostro anche la verità,
  • 27:24 - 27:28
    in modo che,
    mentre cerchi di recidere l'ego, la trovi,
  • 27:28 - 27:34
    allora posa le cesoie e gioisci nella verità
    lasciando che sia lei a reciderlo.
  • 27:34 - 27:36
    Non è stupendo?
  • 27:36 - 27:42
    Lascia che sia la verità a recidere l'ego,
    perché farlo con le tue mani?
  • 27:42 - 27:47
    [Interl.] Questo è ciò che fa l' Invito.
    [Mooji] Proprio questo.
  • 27:47 - 27:52
    L' Invito si accolla tutto il lavoro sporco,
    la sporcizia e il resto,
  • 27:52 - 27:59
    e ti conduce nel grembo di Dio. [Risate]
  • 27:59 - 28:08
    Per questo il mio cuore è felicissimo,
    perché talvolta quando vedi gli esseri...
  • 28:08 - 28:14
    Se arriva qualcuno e dice: "Ho sete,
    posso avere dell'acqua?", glielo dai.
  • 28:14 - 28:21
    Se qualcuno cade, gli dici: "Dai, alziamoci",
    anche se ti fa male la schiena, lo aiuti:
  • 28:21 - 28:25
    "Come ti senti? Meglio? Siediti qui".
    Lo aiuti, no?
  • 28:25 - 28:32
    Qualcuno ha fame: "Fratello, per favore…",
    gli dai qualcosa da mangiare.
  • 28:32 - 28:37
    Lo aiuti, come puoi.
    Se qualcuno non sta bene, cosa fai?
  • 28:37 - 28:41
    C'è qualcosa in te che lo aiuta:
  • 28:41 - 28:45
    magari è la preghiera, oppure impari a benedirlo
  • 28:45 - 28:48
    e anche se non dovesse funzionare, perseveri:
  • 28:48 - 28:54
    "La mia intenzione è benedire la sua vita
    e non per farla diventare come la mia".
  • 28:54 - 28:59
    La benedici così che porti tutto ciò che serve
    per rimuovere gli ostacoli
  • 28:59 - 29:07
    e qualunque cosa stia inquinando
    o deformando la spontaneità della sua vita;
  • 29:07 - 29:11
    lo benedici, in modo che il potere di Dio
    scacci via tutto ciò.
  • 29:11 - 29:16
    Pertanto, a chi cerca la verità
    e non riesce a trovarla: "È molto difficile",
  • 29:16 - 29:25
    dico: leggi l' Invito, ascoltalo e basta.
  • 29:25 - 29:28
    È il più grande aiuto che possa ricevere.
  • 29:28 - 29:31
    "Mio Dio, mi preparavo a chissà quale ginnastica
  • 29:31 - 29:35
    "per superare queste cose
    e tu hai reso tutto più facile".
  • 29:35 - 29:41
    Alcune cose diventano più semplici:
    "Non dovevo passare attraverso la mente,
  • 29:41 - 29:46
    "non dovevo scendere nel luogo buio dentro di me.
  • 29:46 - 29:51
    "Sono approdato nel mio luogo di luce".
    Non è meraviglioso?
  • 29:51 - 29:55
    Perché tutti devono soffrire,
    versare sangue, sudore e lacrime?
  • 29:55 - 30:01
    E non ce la fanno,
    perché gli esseri umani si stanno indebolendo:
  • 30:01 - 30:09
    vogliono che sia fatto tutto dalle macchine,
    perfino il lavoro su se stessi.
  • 30:09 - 30:15
    Sì, se è per costruire l'ego, lo fai,
    sollevi grossi pesi,
  • 30:15 - 30:19
    ma per cambiare, per trasformare il tuo cuore
  • 30:19 - 30:24
    da un luogo di sofferenza alla dimora della pace:
  • 30:24 - 30:29
    "Tanto non ci arrivo",
    perché pensano che non si riveli.
  • 30:29 - 30:34
    Forse è per questo che la grazia
    ci ha portato l' Invito adesso,
  • 30:34 - 30:37
    per dire: "Devi andargli incontro.
  • 30:37 - 30:41
    "Credi di essere felice,
    ma quella non è la vera felicità"
  • 30:41 - 30:47
    e per cercare di spingerli.
    Ritengo debba essere questo il motivo.
  • 30:47 - 30:50
    Per me, l' Invito è la cosa più semplice,
  • 30:50 - 30:54
    come qualcuno che ti prende per mano
    e ti fa varcare la soglia.
  • 30:54 - 30:58
    "Voglio incontrare Gesù",
    vieni con me, ti faccio vedere.
  • 30:58 - 31:01
    Solo un attimo e arriviamo dall'altra parte.
  • 31:01 - 31:07
    "Pensavo di andare a Gerusalemme,
    al Calvario", no, lui è proprio qui.
  • 31:07 - 31:13
    Vieni, varchiamo insieme la porta.
    Non è forse così? [Risate]
  • 31:13 - 31:16
    [Interlocutrice] Grazie Mooji.
  • 31:18 - 31:21
    Copyright © 2018 Mooji Media Ltd.
    Tutti i diritti riservati.
  • 31:21 - 31:26
    Nessun estratto di questa registrazione può essere
    riprodotto senza il consenso scritto di Mooji Media Ltd.
Title:
Cosa significa essere privi di ego?
Description:

Satsang con Mooji

Durante una passeggiata mattutina a Monte Sahaja, viene chiesto a Moojibaba: "Cosa significa essere senza ego?". Moojibaba risponde: "Significa vita".

In questa conversazione decisiva, che può cambiarci la vita, Moojibaba spiega che essere senza ego significa trascendere l'ego e trasferirsi nella vibrazione del campo di Dio. Essere senza ego è la cosa più potente che esista. Colui che abbandona l'ego e si immerge completamente nell'oceano di Dio, si eleva e diventa una guida per il mondo.

Musica: "Our Father" di Prem e Ashleigh

Questo e molti altri video sono disponibili su Mooji.TV:
http://bit.ly/moojitv
e
http://bit.ly/sahaja-express

#Mooji #satsang #spiritualità #advaita #nondualità #risveglio

more » « less
Video Language:
English
Duration:
31:27

Italian subtitles

Revisions Compare revisions