Return to Video

Cosa significa essere privi di ego?

  • 0:02 - 0:04
    Cammina con Mooji Baba
  • 0:04 - 0:08
    [Mooji] Mi hai posto un'ottima domanda, stamattina:
  • 0:08 - 0:15
    "Cosa significa essere senza ego?".
    Significa vita, vita vera.
  • 0:15 - 0:18
    Cosa significa Essere, senza ego?
    03-01-2018
  • 0:18 - 0:26
    [Mooji] Non sei dominato alle emozioni,
  • 0:26 - 0:31
    la tua vita non è al servizio della persona.
  • 0:31 - 0:35
    Infatti, la maggioranza degli esseri umani
  • 0:35 - 0:38
    vive al servizio della propria persona,
  • 0:38 - 0:42
    di come stà : "non stò bene, ho bisogno di…
  • 0:42 - 0:46
    "non ho soldi".
    Gira tutto intorno a noi, noi, noi.
  • 0:46 - 0:49
    E questo è talmente ….
  • 0:53 - 0:59
    Le nostre vite dovrebbero essere per il servizio e per...
  • 0:59 - 1:08
    Diciamo che una sola esistenza messa al servizio non di se stessa ma della vita,
  • 1:08 - 1:11
    può portare gioia a centinaia di persone,
  • 1:11 - 1:15
    a tante persone,
    se agisci con vero spirito di servizio.
  • 1:15 - 1:24
    Una vita al servizio di se stessi è egoismo, e possiamo definirla un grande spreco.
  • 1:24 - 1:31
    C'è una tale potere dentro di voi, e quel potere non è destinato alla vostra persona.
  • 1:31 - 1:35
    Allora essere senza ego….
  • 1:35 - 1:40
    talvolta la persona vorrebbe azzerare l'ego,
  • 1:40 - 1:43
    ma è molto difficile, se la persona c'è ancora!
  • 1:43 - 1:47
    Significa tentare d'essere buoni e va bene, è una strada.
  • 1:47 - 1:52
    Nelle sacre scritture si dice: "Amatevi l'un l'altro",
  • 1:52 - 1:55
    "fate del bene a chi vi fa del male", e così via.
  • 1:55 - 2:00
    Così la gente fa del suo meglio per essere gentile ed amorevole,
  • 2:00 - 2:04
    e questo da ottimi risultati, ma talvolta è anche un po' artificiale,
  • 2:04 - 2:08
    se lo fai perché ti dicono che dovresti essere buono.
  • 2:08 - 2:12
    Vogliamo acquisire meriti:
    "Se faccio il bene, ricevo qualcosa".
  • 2:12 - 2:16
    Quindi è ancora per noi stessi, in qualche modo.
  • 2:16 - 2:20
    Ma quando ci svegliamo alla Verità e capiamo di essere il Sé,
  • 2:20 - 2:27
    il Sé si prende cura di tutto e di tutti; è un'altra cosa.
  • 2:27 - 2:32
    La vita diventa molto più leggera, il senso di avere problemi personali scompare,
  • 2:32 - 2:35
    sembra che non ce ne siano più:
  • 2:35 - 2:37
    non c'è più la persona che li aveva.
  • 2:37 - 2:40
    Succederanno delle cose, magari uno ti dirà:
  • 2:40 - 2:44
    "Tu non mi piaci" e avvertirai il colpo,
  • 2:44 - 2:48
    e se c'era molto veleno in quella dichiarazione,
  • 2:48 - 2:52
    potrai anche provare tristezza, ma non ne sarai mai travolto.
  • 2:52 - 3:00
    Riuscirai perfino a fare la cosa giusta, cioè rispondergli: "Dio ti benedica!".
  • 3:00 - 3:03
    Magari non glielo dici direttamente,
  • 3:03 - 3:05
    potrebbe sentirsi sconvolto,
  • 3:05 - 3:10
    ma in cuor tuo accetti.
    Ed estrai da te il veleno.
  • 3:10 - 3:14
    L'ego è il veleno nella vita dell'essere umano.
  • 3:14 - 3:17
    Non fa che guastare tutto,
    è sempre egoista,
  • 3:17 - 3:20
    attira continuamente l'energia a sé,
  • 3:20 - 3:25
    deve sempre aver ragione, e così via.
    E' molto velenoso.
  • 3:25 - 3:27
    Eppure, se non conosciamo altro,
  • 3:27 - 3:30
    ci sembra di sentire:
    "Sono fatto così!"
  • 3:30 - 3:38
    Quando inizi a svegliarti allo spazi più ampio di verità che si trova dietro la persona,
  • 3:38 - 3:45
    l'auto-indagine o l'Invito ti tirano fuori da lì,
  • 3:45 - 3:49
    ti sollevano portandoti nello spazio che sta dietro,
  • 3:49 - 3:54
    e ti trovi un campo di intelligenza pura, dove c'è più luce, più spazio.
  • 3:54 - 3:57
    Inizi subito a sentirti felice e leggero,
  • 3:57 - 4:00
    e nella tua gioia, nella tua luce,
  • 4:00 - 4:04
    ti viene naturale fare ciò che fa sentire bene.
  • 4:04 - 4:09
    E' come se ciò che fa sentire bene ti sorge nel cuore in modo naturale,
  • 4:09 - 4:14
    e l'egoismo ti sembra ormai…
    è un veleno che ti lascia,
  • 4:14 - 4:18
    e non pensi più in quel modo.
  • 4:18 - 4:23
    Quando trovi qualcosa che ti fa felice,
  • 4:23 - 4:27
    hai voglia di condividerlo per far felici tutti quelli che puoi.
  • 4:27 - 4:29
    Hai varcato una porta e sei entrato in uno spazio,
  • 4:29 - 4:33
    ora vuoi che possano passare più persone possibile.
  • 4:33 - 4:39
    Essere senza ego è questo.
    E più scivola via dalle tue spalle
  • 4:39 - 4:46
    il mantello pesante dell'ego, dell' "Io, me, me, me, mio, mio",
  • 4:46 - 4:49
    più c'è spazio, semplicemente.
  • 4:49 - 4:52
    Ecco perché dico che entri nel campo-di-Dio.
  • 4:52 - 4:54
    Nel campo-di-Dio
  • 4:54 - 5:00
    non ci sono gelosie, niente egoismo o desideri pesanti, tutta questa roba sparisce.
  • 5:00 - 5:07
    Sei in un campo che si prende cura delle cose in modo naturale
  • 5:07 - 5:10
    e raccoglie tutto:
  • 5:10 - 5:13
    si fa carico di ogni aspetto della tua vita
  • 5:13 - 5:17
    e della vita dei tuoi cari.
  • 5:17 - 5:22
    Ma il tuo amore non si ferma, continua ad espandersi, sempre di più.
  • 5:22 - 5:25
    Ecco cosa significa essere senza ego,
  • 5:25 - 5:29
    e non esiste nulla di più potente al mondo.
  • 5:29 - 5:32
    L'ego è la forza più oscura al mondo.
  • 5:32 - 5:37
    La libertà dall'ego è la forza più bella e più leggera del mondo.
  • 5:37 - 5:42
    E' questa, secondo me, la sfida della vita umana:
  • 5:42 - 5:46
    trascendere l'identità egoica.
  • 5:46 - 5:54
    Ma sembra che sia una cosa rara nel nostro mondo,
  • 5:54 - 5:57
    perché investiamo così tanto nella persona,
  • 5:57 - 6:01
    è il nostro primo amore, e la amiamo prima di ogni altra cosa.
  • 6:01 - 6:05
    Ma è il Sé che si dovrebbe amare,
    non la persona,
  • 6:05 - 6:08
    amare il Sé prima di tutto,
    e non per ultimo.
  • 6:08 - 6:12
    Inizialmente, cresciamo con una forte identità
  • 6:12 - 6:15
    ed è tutto "io, io, io",
    ma così non siamo mai felici,
  • 6:15 - 6:19
    abbiamo bisogno di troppe cose:
    denaro, amicizie,
  • 6:19 - 6:23
    un partner,
    ci servono cose piacevoli per essere felici.
  • 6:23 - 6:26
    Invece chi è libero dall'ego
    può essere felice sempre,
  • 6:26 - 6:31
    ovunque lo metti, sarà felice.
    Non è competitivo,
  • 6:31 - 6:33
    il suo modo di relazionarsi è aperto,
  • 6:33 - 6:38
    si cura sempre dei sentimenti altrui.
  • 6:38 - 6:42
    E' molto bello, e il mio augurio, la mia preghiera,
  • 6:42 - 6:49
    è che ridiventi contagioso l'essere semplicemente felici, che tutti possano gioire e basta...
  • 6:49 - 6:51
    Nei nostri progetti collettivi,
  • 6:51 - 6:54
    tanti scoprono che si può operare insieme
  • 6:54 - 6:58
    per produrre qualcosa di bello, e ne sono felici.
  • 6:58 - 7:02
    Ormai a Monte Sahaja l'atmosfera e la vibrazione
  • 7:02 - 7:06
    si sono talmente elevate che viene facile sentire l'amore.
  • 7:06 - 7:08
    La gente non fa finta di amare,
  • 7:08 - 7:11
    percepisce realmente la vibrazione.
  • 7:11 - 7:13
    Da dove viene questa vibrazione?
  • 7:13 - 7:16
    Quando siamo arrivati, non era una terra speciale
  • 7:16 - 7:19
    con alberi dall'energia particolare.
  • 7:19 - 7:24
    No! Abbiamo portato noi la vibrazione,
    il Sé vivente,
  • 7:24 - 7:27
    con le nostre azioni, i nostri pensieri, con la meditazione,
  • 7:27 - 7:33
    con la comprensione, con la venerazione e l'attrazione verso Dio
  • 7:33 - 7:36
    o la pura coscienza.
  • 7:36 - 7:40
    Tutto questo eleva la vibrazione e la rende possente.
  • 7:40 - 7:43
    Anche gente che non sà nulla di queste cose
  • 7:43 - 7:45
    sente qualcosa, quando viene qui:
  • 7:45 - 7:49
    "Mi sento bene qui, mi piace starci!"
    A quale stimolo reagiscono?
  • 7:49 - 7:52
    Reagiscono alla vibrazione del luogo.
  • 7:52 - 7:57
    Probabilmente ignorano la nostra filsofia, ma non importa:
  • 7:57 - 8:00
    si tratta del modo in cui agisce questa filosofia,
  • 8:00 - 8:04
    del potere dell'insegnamento, quando viene accettato.
  • 8:04 - 8:08
    L'insegnamento non ha potere se non viene accettato.
  • 8:08 - 8:12
    Ma se viene recepito, allora si desta ed inizia a muoversi,
  • 8:12 - 8:16
    e allora tutto…
    Gli alberi lo assorbono,
  • 8:16 - 8:19
    la terra lo assorbe, ogni cosa lo assorbe.
  • 8:19 - 8:24
    E per questo che in alcuni luoghi si sente ancora la vibrazione
  • 8:24 - 8:28
    anche se quell'essere particolare non c'è più.
  • 8:28 - 8:31
    In India sono stato in posti così.
  • 8:31 - 8:35
    Anche in Jamaica, nella casa di Bob Marley, ho sentito quell'energia.
  • 8:35 - 8:39
    Entrando nella sua stanza, dove sono rimaste le sue
  • 8:39 - 8:44
    pantofole, non mi aspettavo nulla, ma si sentiva un amore così potente!
  • 8:44 - 8:46
    Era meraviglioso!
  • 8:46 - 8:50
    in India, nel luogo di Gandhi e diversi altri che ho visto
  • 8:50 - 8:53
    - non tanti, ma qualcuno - , è sorprendente:
  • 8:53 - 8:57
    avverti questa vibrazione che vive nelle pareti,
  • 8:57 - 9:00
    anche i mattoni la trattengono.
  • 9:00 - 9:06
    Entri e senti: "In questa casa c'è stata felicità!".
  • 9:06 - 9:09
    E resta viva: anche se gli abitanti hanno
  • 9:09 - 9:14
    lasciato il corpo, la gioia è ancora lì.
    E' sorprendente!
  • 9:14 - 9:18
    Talvolta anche l'oscurità può vivere in una casa.
  • 9:18 - 9:22
    Le energie forti che esercitano un'attrazione sono
  • 9:22 - 9:28
    il desiderio, la paura, l'amore; queste sono energie potenti del regno umano
  • 9:28 - 9:36
    che hanno un impatto anche sulla terra, la loro vibrazione vi rimane.
  • 9:36 - 9:40
    Spesso la gente va nei boschi, ama stare a contatto con la natura,
  • 9:40 - 9:44
    e questo perché non è inquinata dall'oscurità dell'uomo.
  • 9:44 - 9:47
    Si sente: "Qui è vuoto di tutto ciò".
  • 9:47 - 9:49
    Vi regna la coscienza degli alberi,
  • 9:49 - 9:52
    delle terre, della terra. E' più questo.
  • 9:52 - 9:54
    Ma quando arrivi in un luogo
  • 9:54 - 9:59
    ove la coscienza ha manifestato la forma umana,
  • 9:59 - 10:01
    che è più ricca, diversificata,
  • 10:01 - 10:05
    se la coscienza lo compenetra, lo pervade,
  • 10:05 - 10:07
    allora c'è una tale potenza!
  • 10:07 - 10:21
    Ecco perché parlo del fatto che sono passati 2.100 anni
  • 10:21 - 10:24
    da quando Gesù era qui, fisicamente, sulla terra,
  • 10:24 - 10:28
    eppure accade tuttora, tramite un unico essere
  • 10:28 - 10:36
    che fu l'incarnazione della coscienza divina,
  • 10:36 - 10:39
    2100 dopo che abbi lasciato il corpo,
  • 10:39 - 10:42
    che nuove persone sposino il suo insegnamento,
  • 10:42 - 10:44
    come accade anche per Buddha,
  • 10:44 - 10:48
    o per Krishna, vissuto 5000 anni fa,
  • 10:48 - 10:52
    o per Rama, che visse migliaia di anni fa. Perché?
  • 10:52 - 10:56
    Per la vibrazione che c'è quando si è portatori di questo,
  • 10:56 - 11:01
    Quindi si tratta di una cosa molto potente!
  • 11:01 - 11:06
    Ho detto spesso:
    "Un essere umano dimenticò se stesso,
  • 11:06 - 11:10
    "e da allora il mondo intero non riesce a dimenticarlo!".
  • 11:10 - 11:13
    E' una cosa molto potente!
  • 11:13 - 11:20
    Dimenticare se stessi significa scavalcare l'ego, semplicemente non dargli retta.
  • 11:20 - 11:22
    Trascesero l'ego,
  • 11:22 - 11:27
    e la loro influenza, la loro presenza,
    le loro parole
  • 11:27 - 11:33
    ebbero un impatto sulla vita di milioni di esseri. Quindi ci sono degli esempi,
  • 11:33 - 11:35
    e ognuno di questi esseri umani
  • 11:35 - 11:38
    aveva proprio lo stesso sangue di noi,
  • 11:38 - 11:42
    guardava la stessa luna, le stesse stelle e lo stesso sole di noi.
  • 11:42 - 11:48
    Avevano ancora appetiti, si stancavano, a volte non riuscivano a dormire,
  • 11:48 - 11:51
    avevano amici e persone che li odiavano.
  • 11:51 - 11:57
    Ma risplendevano comunque dello spirito di Verità, lo spirito di Dio,
  • 11:57 - 12:02
    e questo, per me, è il compimento di una vita umana,
  • 12:02 - 12:06
    svegliarsi nella verità di ciò che sei realmente,
  • 12:06 - 12:09
    e questo, questo è ciò che Dio è;
  • 12:09 - 12:13
    sei dentro il regno di Dio
    all'interno del tuo cuore.
  • 12:13 - 12:15
    Questo è ciò che è.
  • 12:15 - 12:19
    Chi si accontenta di seguire le scritture, in superficie,
  • 12:19 - 12:22
    non fa abbastanza.
    La sua vita cambierà
  • 12:22 - 12:26
    e questo avrà un impatto sulla vita degli altri, ma solo lieve.
  • 12:26 - 12:32
    Invece, colui che abbandona il suo ego
  • 12:32 - 12:36
    e si immerge completamente nell'oceano di Dio, si eleverà fino a
  • 12:36 - 12:40
    diventare una guida nel mondo,
    anche senza parlare.
  • 12:40 - 12:44
    Alcuni esseri non parlano, ma la loro presenza
  • 12:44 - 12:50
    ha grande potere, perché la presenza di Dio è così tangibile in essi
  • 12:50 - 12:55
    che il solo fatto di essere a contatto con loro ti trasforma.
  • 12:55 - 12:58
    Ecco cosa significa, per me, essere senza ego,
  • 12:58 - 13:01
    ed è la cosa più potente che esista!
  • 13:01 - 13:03
    Se dovessi scegliere fra
  • 13:03 - 13:08
    incontrare una persona che ha vissuto sei mesi su Venere, e
  • 13:08 - 13:12
    un'altra che ha vissuto sei mesi in una scatola di cartone,
  • 13:12 - 13:17
    meditando su Dio, e si è risvegliata, correrei da quest'ultima.
  • 13:17 - 13:20
    Non mi serve parlare della vita con un astronauta
  • 13:20 - 13:23
    perché, magari, sarà ancora pieno di ego,
  • 13:23 - 13:27
    ma un incontro con chi ha trasceso l'ego dentro di sé,
  • 13:27 - 13:32
    quello sarebbe il mio appuntamento felice!
  • 13:32 - 13:36
    Preferirei sedermi con lui, solo per starci,
  • 13:36 - 13:40
    per stare nel campo di tali esseri, o di gente che ama Dio
  • 13:40 - 13:43
    o che cerca la Verità.
    Quella è santa compagnia!
  • 13:43 - 13:46
    Anche la semplice compagnia di chi cerca
  • 13:46 - 13:49
    la Verità si può definire benefica.
  • 13:49 - 13:55
    Quindi mi sembra che siamo al posto giusto,
  • 13:55 - 14:00
    dove persone sempre più numerose stanno trovando la vera felicità
  • 14:00 - 14:04
    non un viaggio, non: "Conquisteremo il mondo!" No.
  • 14:04 - 14:08
    Trovano, semplicemente, l'uno dopo l'altro, questo basta;
  • 14:08 - 14:13
    questa luce che si muove nel mondo è importante.
  • 14:13 - 14:17
    Perché non penso che al mondo servano altri libri di spiritualità,
  • 14:17 - 14:20
    Servono esseri umani che incarnano la Verità,
  • 14:20 - 14:23
    piuttosto che libri che ne parlano!
  • 14:23 - 14:29
    la gente vuole vedere il libro vivente,
    non un semplice libro di carta.


  • 14:29 - 14:32
    Vogliono vedere il libro di un essere come loro
  • 14:32 - 14:36
    la cui vita sfida, o mette in discussione,
  • 14:36 - 14:38
    o rivela qualcosa dentro di loro.
  • 14:38 - 14:42
    Quando incontrano qualcuno di questo calibro,
  • 14:42 - 14:47
    il loro essere non può negare di aver incontrato Dio.
  • 14:47 - 14:49
    Si sente spesso raccontare
  • 14:49 - 14:53
    di persone che si professavano atee
  • 14:53 - 14:58
    ma poi incontrano un essere che ha un tale impatto su di loro
  • 14:58 - 15:01
    che avvertono: "Caspita! Non so come mai,
  • 15:01 - 15:08
    ma sta provocando tanti cambiamenti nel mio cuore!"
  • 15:08 - 15:13
    Perché non potevano essere atei veri, era solo una stranezza,
  • 15:13 - 15:16
    è solo sinonimo di profonda ignoranza
  • 15:16 - 15:20
    il non voler riconoscere che esiste un potere supremo che sorveglia
  • 15:20 - 15:24
    e determina l'ordine dell'universo, prendendosene cura.
  • 15:24 - 15:29
    Non sono gli esseri umani a fare sì che questi alberi crescano,
  • 15:29 - 15:33
    a mandare la pioggia e cambiare il tempo,
  • 15:33 - 15:36
    a gestire tutti i pianeti
  • 15:36 - 15:42
    non di un solo sistema solare,
    ma di tutti sistemi solari che esistono!
  • 15:42 - 15:45
    Basta solo parlarne per sentirsi mancare!
  • 15:45 - 15:50
    Non si può afferrare la magnificenza, la potenza di quell'Essere Supremo!
  • 15:50 - 15:53
    L'Essere non è separato come un entità che fa le cose,
  • 15:53 - 16:00
    è dentro le cose stesse, è come...
  • 16:00 - 16:03
    Dio non può essere soltanto una forma,
  • 16:03 - 16:07
    ovvero Dio è incarnato in tutte le cose ed è oltre ogni cosa.
  • 16:07 - 16:09
    Le forme cambiano di continuo,
  • 16:09 - 16:13
    perché Egli assegna loro tempo e crescita,
  • 16:13 - 16:22
    e tutto ciò che cresce è per forza soggetto a trasformazione, a cambiamento.
  • 16:22 - 16:28
    Il Sé Divino, pur essendo immutabile, manifesta il cambiamento
  • 16:28 - 16:34
    e si prende cura di tutte le permutazioni delle sue espressioni.
  • 16:34 - 16:37
    A volte ho voglia di provare a rappresentarlo
  • 16:37 - 16:41
    come una sorta di campo d'energia, ma non solo energia:
  • 16:41 - 16:47
    è intelligenza, è spirito.
  • 16:47 - 16:50
    Tutto questo è la sua espressione visibile
  • 16:50 - 16:55
    e scaturisce da Esso.
    Vi sono tanti indizi per capire, se soltanto si osserva.
  • 16:55 - 16:58
    Vediamo i capelli sulla testa di una persona,
  • 16:58 - 17:00
    che spuntano - ma da dove?
  • 17:00 - 17:04
    Se guardi all'interno della testa, non trovi capelli.
  • 17:04 - 17:07
    Là niente, eppure spuntano.
  • 17:07 - 17:10
    Questo ti fa vedere: "Creo tutte queste cosa a partire dal vuoto,
  • 17:10 - 17:14
    le mantengo, e poi le riporto al vuoto."
  • 17:14 - 17:19
    E' troppo magnifico per poterne parlare!
  • 17:19 - 17:26
    Alcuni esseri vengono sopraffatti dalla maestosità di questa grande forza,
  • 17:26 - 17:33
    e questa forza è la fonte del nostro stesso senso del Sé.
  • 17:33 - 17:37
    Saperlo dovrebbe bastare, anche se non lo capite,
  • 17:37 - 17:39
    a far andare a fuoco la vostra vita
  • 17:39 - 17:42
    e costringervi a sedere, immersi
  • 17:42 - 17:45
    nella gratitudine infinita di scoprire
  • 17:45 - 17:47
    che la vostra vita sorge da Dio.
  • 17:47 - 17:54
    Per chi non arriva a capirlo …
    Ma anche questo
  • 17:54 - 17:57
    è stabilito dalla grande forza:
  • 17:57 - 18:00
    che alcuni non lo sentano per un tempo,
    ma un giorno
  • 18:00 - 18:04
    dovranno svegliarsi a percepirlo, interiormente.
  • 18:04 - 18:08
    Una vita benefica, secondo me, è quella che si allontana dall'ego
  • 18:08 - 18:11
    che crea cecità nell'essere umano
  • 18:11 - 18:16
    e ci spinge a preoccuparci unicamente delle cose terrene,
  • 18:16 - 18:20
    invece di essere consapevoli,
  • 18:20 - 18:24
    vivere con consapevolezza,
    poi vivere in quanto consapevolezza.
  • 18:24 - 18:29
    Se riesci a vivere in quanto consapevolezza, sei già nel regno,
  • 18:29 - 18:31
    sei già in quello spazio.
  • 18:31 - 18:36
    Direi, perfino, che è ancora più del paradiso,
  • 18:36 - 18:39
    se posso esprimermi così.
  • 18:39 - 18:43
    Quando è arrivato questo sentire, mi sono domandato: sarà blasfemo?
  • 18:43 - 18:48
    Sentivo che se il paradiso è fatto di immagini e cose,
  • 18:48 - 18:51
    anche queste sono in una sorta di tempo.
  • 18:51 - 18:56
    Forse un giorno di Dio potrebbe essere mille anni umani.
  • 18:56 - 18:59
    Chi lo sa? Ma comunque, deve esserci cambiamento.
  • 18:59 - 19:02
    Se vi sono esseri di diversi livelli
  • 19:03 - 19:09
    allora è c'è ancora un processo di crescita ed evoluzione.
  • 19:09 - 19:14
    Ma la pura consapevolezza non si preoccupa della crescita
  • 19:14 - 19:19
    è assolutamente perfetta,
    ma per la mente non è attraente
  • 19:19 - 19:23
    perché alla mente interessano le cose, gli oggetti,
  • 19:23 - 19:28
    avere, perdere, ottenere, cambiare, crescere,
  • 19:28 - 19:31
    diventare; è tutte queste cose.
  • 19:31 - 19:37
    Mentre la consapevolezza trascende tutti questi concetti.
  • 19:37 - 19:43
    E' questo che cerco far capire quando dico a tutti: ora, lasciate queste cose.
  • 19:43 - 19:48
    Lasciatele. Lasciate perfino l'interesse per la vostra identità
  • 19:48 - 19:50
    lasciate tutto questo.
    A chi sto parlando?
  • 19:50 - 19:54
    All'intelligenza che non lo sente dire abbastanza.
  • 19:54 - 19:57
    Quando sente quest'ordine che viene dal cuore,
  • 19:57 - 20:01
    può lasciar perdere tutto ed entrare nello stato d'unità
  • 20:01 - 20:03
    nell'esperienza della sua stessa unità.
  • 20:03 - 20:11
    Allora guardi la gente nella sala del satsang, durante le meditazioni, e vedi che,
  • 20:11 - 20:16
    se viene guidate in questa maniera, non ci sono più interferenze;
  • 20:16 - 20:20
    sembra di trovarsi su un piano trascendente.
  • 20:20 - 20:24
    L'egoismo e tutta la roba di quel genere si assottiglia,
  • 20:24 - 20:34
    ed è come galleggiare in una dimensione più leggera.
  • 20:34 - 20:38
    Lo si sente e lo si riesce ad esperire
  • 20:38 - 20:41
    in modo davvero tangibile.
  • 20:41 - 20:44
    Per molti, all'inizio, arriva la mente.
  • 20:44 - 20:49
    Talvolta le persone non sono abituate a questo tipo di ambiente
  • 20:49 - 20:52
    e la loro mente inizia a tormentarle molto.
  • 20:52 - 20:56
    Sembra sia il luogo o le persone a causare il tormento
  • 20:56 - 20:58
    ma è la loro stessa mente a tormentarli.
  • 20:58 - 21:02
    Si sente a disagio perché si sente sfidata:
  • 21:02 - 21:04
    "Ma perché sono tutti così felici?"
  • 21:04 - 21:09
    "Non mi fido neanche: fanno finta!"
    La mente inizia ad andare a mille,
  • 21:09 - 21:15
    entra nel sarcasmo, nel giudizio, si sente scomoda; emergono tutte queste cose.
  • 21:15 - 21:20
    Ma sono solo i dolori di un parto che permette di accedere ad uno stato più elevato
  • 21:20 - 21:24
    se si persevera;
    ma spesso non lo fanno: se ne vanno.
  • 21:24 - 21:26
    Solo che ormai è entrato
  • 21:26 - 21:32
    un seme che inizia a crescere,
    perché era stato Dio a portarli qui.
  • 21:32 - 21:36
    Anche se sentono: "Non volevo venire, è stata mia moglie..."
  • 21:36 - 21:39
    era stata, comunque, la grande forza a portarli
  • 21:39 - 21:42
    perché scoprissero le interferenze che hanno dentro.
  • 21:42 - 21:45
    Eppure non riconoscono che viene tutto da loro.
  • 21:45 - 21:47
    Pensano che arrivi da fuori,
  • 21:47 - 21:52
    invece è provocato da una reazione all'energia che incontrano.
  • 21:52 - 21:54
    Non sono ancora compatibili
  • 21:54 - 21:58
    con essa, perché stanno troppo nell'identità egoica.
  • 21:58 - 22:01
    Quindi si sentono destabilizzati.
  • 22:01 - 22:07
    E' davvero un'ottima domanda, quella che mi hai posto questa mattina,
  • 22:07 - 22:11
    chiedendomi cosa significhi essere senza ego.
  • 22:11 - 22:16
    Significa vita, vita vera.
  • 22:16 - 22:27
    Quando pensiamo a Gesù, al Profeta Maometto, a Krishna, al Buddha,
  • 22:27 - 22:31
    anche chi non sa niente di queste cose
  • 22:31 - 22:35
    sa che essi rappresentano un livello di coscienza più alto,
  • 22:35 - 22:41
    un livello caratterizzato da un atmosfera d'amore e di pace.
  • 22:43 - 22:45
    Quando diciamo "io", in realtà,
  • 22:45 - 22:49
    nel significato vero, si tratta della coscienza.
  • 22:49 - 22:54
    Ma accade di rado nel mondo che quando si dice "io", s'intenda la coscienza.
  • 22:54 - 22:57
    Si intende l'individualità, la persona:
  • 22:57 - 22:59
    "Sono un uomo, sono una donna".
  • 22:59 - 23:02
    E' una tale contrazione e limitazione!
  • 23:02 - 23:08
    In effetti, anche chi è risvegliato dice: "Io",
  • 23:08 - 23:12
    sapendo di riferirsi ad un senso di individualità.
  • 23:12 - 23:19
    Ma sotto questo "io", egli si trova nello spazio di un sapere più profondo,
  • 23:19 - 23:27
    con la consapevolezza spirituale che è la coscienza a parlare, non la persona.
  • 23:27 - 23:31
    Si tratta di una vibrazione completamente diversa.
  • 23:31 - 23:33
    Quando ti trovi con qualcuno
  • 23:33 - 23:37
    e quando parla avverti un senso di spazio,
  • 23:37 - 23:41
    quell' "io" è "io" che scaturisce dalla coscienza, ed è coscienza.
  • 23:41 - 23:44
    Quando parlando con qualcuno
  • 23:44 - 23:46
    devi stare attento a quello che dici,
  • 23:46 - 23:52
    quell' "io" è carico di personalità e la persona si vede bene...
  • 23:52 - 24:00
    La Terra piena zeppa di personalità è un posto molto soffocante. Manca l'aria!
  • 24:00 - 24:04
    Anche se vi si trovassero solo tre milioni di persone,
  • 24:04 - 24:07
    il numero sarebbe più contenuto,
  • 24:07 - 24:10
    ma con loro ti sentiresti comunque soffocare un po'.
  • 24:10 - 24:15
    Ma un solo essere umano risvegliato al Sé
  • 24:15 - 24:20
    in mezzo ad una folla di migliaia di persone risplende ed illumina tutto,
  • 24:20 - 24:26
    ed eleva il livello di coscienza di coloro che lo riconoscono.
  • 24:26 - 24:29
    Perché qualcosa, in noi, sa riconoscere
  • 24:29 - 24:35
    di trovarsi dinnanzi ad una Presenza più alta. E' ciò che accade qui.
  • 24:39 - 24:42
    Anche senza doverglielo dire,
  • 24:42 - 24:46
    le persone iniziano a comportarsi diversamente
  • 24:46 - 24:49
    con chi è risvegliato. E' più forte di loro.
  • 24:49 - 24:53
    Lo fanno anche senza consapevolizzare:
    "Oh, lui è …"
  • 24:53 - 24:59
    Magari all'inizio hanno un approccio da " ordinaria amministrazione",
  • 24:59 - 25:06
    ma poi, progressivamente, la presenza inizia come a percolare,
  • 25:06 - 25:10
    a penetrare nel profondo del loro essere; e cambiano.
  • 25:10 - 25:14
    Il loro clima interno muta, si sentono più gentili, aperti,
  • 25:14 - 25:16
    propongono di fare cose per te
  • 25:16 - 25:20
    - e questo senza sapere nulla di spiritualità.
  • 25:20 - 25:27
    Questo è un comandamento che vige nel mondo: dice uno degli Hadiths del Profeta
  • 25:27 - 25:30
    che quando Dio creò il mondo
  • 25:30 - 25:38
    diede quest'ordine, rivolto a tutti:
    "Servite coloro che mi servono!".
  • 25:39 - 25:40
    Il senso era: servite coloro che cercano la Verità.
  • 25:42 - 25:47
    "E stancate, affaticate coloro che servono voi ".
  • 25:47 - 25:50
    Capite? La cosa è molto potente!
  • 25:50 - 25:52
    "Servite coloro che servono me",
  • 25:52 - 25:57
    significa: servite coloro che onorano Dio e la Verità, prendetevi cura di loro.
  • 25:57 - 26:02
    "E si stanchino coloro che servono voi", ovvero il mondo.
  • 26:02 - 26:05
    Una maledizione?
    No, è anche benedizione:
  • 26:05 - 26:09
    infatti, quando ti stanchi della tua robaccia,
  • 26:09 - 26:11
    magari trovi lo spazio per dire:
  • 26:11 - 26:14
    "Devo provare qualcos'altro".
  • 26:14 - 26:17
    Viene detto: "Si stanchi chi vi serve",
  • 26:17 - 26:22
    perché il loro servizio è vano, è solo per la materia, non lo spirito.
  • 26:22 - 26:24
    Quindi è molto bello.
  • 26:24 - 26:29
    E' scritto nel cuore, nel DNA di ogni creatura vivente,
  • 26:29 - 26:31
    non solo degli umani,
  • 26:31 - 26:35
    che trovandosi dinnanzi ad un essere che venera la Verità,
  • 26:35 - 26:39
    qualcosa dentro di loro onorerà quell'essere, e reagirà.
  • 26:39 - 26:42
    E se anche volessero sbarazzarsi di lui,
  • 26:42 - 26:49
    non potranno, comunque, negare l'impatto che la sua presenza ha sul mondo.
  • 26:49 - 26:52
    Questo è il potere dello Spirito Santo
  • 26:52 - 26:55
    e dello Spirito di Verità in tutti.
  • 26:55 - 27:00
    Dico che questo luogo deve risplendere così.
  • 27:00 - 27:03
    Deve accadere fintantoché ci sarò.
  • 27:03 - 27:08
    Dobbiamo focalizzarci sull'obiettivo di recidere l'ego.
  • 27:08 - 27:12
    E non solo recidere, ma anche vivere nella Verità.
  • 27:12 - 27:15
    Perché se vivete solo per recidere, recidere l'ego,
  • 27:15 - 27:18
    forse non potrete assaporare la gioia,
  • 27:18 - 27:21
    sarete troppo occupati a recidere.
  • 27:21 - 27:24
    Ma dico che vi mostro anche la Vertià, nel frattempo,
  • 27:24 - 27:28
    così mentre tentate di recidere l'ego trovate la Verità,
  • 27:28 - 27:32
    allora posate le cesoie e gioite nella Verità,
  • 27:32 - 27:36
    lasciando che sia la Verità a recidere l'ego. Non è stupendo?
  • 27:36 - 27:41
    Che sia la verità a recidere l'ego, perché doverlo fare con le vostre mani?
  • 27:42 - 27:44
    [Interlocutrice] E' questo che fa l'Invito.
  • 27:44 - 27:47
    [Mooji] E' questo che fa l'Invito!
  • 27:47 - 27:51
    L'Invito si fa carico del lavoro pesante, elimina tutto lo sporco
  • 27:51 - 27:55
    e ti porta in grembo a Dio.
  • 27:55 - 27:59
    [Risate]
  • 27:59 - 28:02
    Ecco perché il mio cuore è così felice:
  • 28:02 - 28:08
    talvolta, quando vedi gli esseri...
  • 28:08 - 28:13
    Se arriva qualcuno e dice:
    "Ho tanta sete, posso avere acqua?",
  • 28:13 - 28:15
    gli dai un bicchier d'acqua.
  • 28:15 - 28:18
    Se qualcuno cade gli dice: "Vieni, alziamoci!".
  • 28:18 - 28:21
    Anche se ti fa male la schiena, lo aiuti.
  • 28:21 - 28:25
    "Come ti senti? Meglio? Siediti qui".
    Lo aiuti, no?
  • 28:25 - 28:28
    Uno ha fame: "Fratello, per favore…",
  • 28:28 - 28:32
    gli dai qualcosa da mangiare.
  • 28:32 - 28:35
    Aiuti, facendo quello che puoi.
  • 28:35 - 28:38
    Se vengono persone ammalata, cosa fai?
  • 28:38 - 28:41
    Avrai qualcosa in te che sarà d'aiuto:
  • 28:41 - 28:45
    magari la preghiera, oppure imparerai a benedirle
  • 28:45 - 28:48
    e anche se non dovesse funzionare, perseveri.
  • 28:48 - 28:51
    "Esprimo l'intenzione di benedire la loro vita...
  • 28:51 - 28:54
    ma non perché diventi come la mia".
  • 28:54 - 28:58
    Benedici semplicemente la loro vita, che abbiano ciò che serve
  • 28:58 - 29:02
    per eliminare gli ostacoli e qualunque cosa
  • 29:02 - 29:07
    stia inquinando o deformando la spontaneità della loro vita.
  • 29:07 - 29:11
    Li benedici perché il potere di Dio spazzi via tutto questo!
  • 29:11 - 29:14
    E poi le persone vengono anche a cercare la Verità,
  • 29:14 - 29:19
    non riescono a trovarla: "Troppo difficile!".
    Dico: "Leggete l'Invito,
  • 29:19 - 29:25
    sentitelo.
    Ascoltatelo, ascoltatelo semplicemente..
  • 29:25 - 29:28
    E' l'aiuto più grande che possano ricevere!
  • 29:28 - 29:32
    Dicono: " Mio Dio, mi preparavo a chissà quale ginnastica per
  • 29:32 - 29:36
    superare queste cose,
    ed hai reso tutto così facile!".
  • 29:36 - 29:40
    Le cose diventano facili.
    "Non ho dovuto passare dalla mente,
  • 29:40 - 29:46
    non ho dovuto scendere nel luogo buio, dentro di me,
  • 29:46 - 29:49
    sono approdato al mio luogo di luce!".
  • 29:49 - 29:52
    Non è meraviglioso?
  • 29:52 - 29:55
    Perché tutti devono versare sangue, sudore, lacrime?
  • 29:55 - 30:01
    E non ce la fanno, perché gli esseri umani si stanno indebolendo:
  • 30:01 - 30:04
    vogliono che sia fatto tutto dalle macchine,
  • 30:04 - 30:08
    perfino il lavoro su stessi...
  • 30:08 - 30:12
    Sì, se è per costruire il tuo ego, sei pronto!
  • 30:12 - 30:15
    Per costruire il tuo ego sollevi grossi pesi,
  • 30:15 - 30:19
    ma per cambiare, per trasformare il tuo cuore
  • 30:19 - 30:24
    da luogo di sofferenza a dimora di pace:
  • 30:24 - 30:29
    "Non posso prendermi questo impegno!".
    Perché pensano che non si veda.
  • 30:29 - 30:34
    Allora è forse per questo che la grazia ci ha portato l'Invito adesso,
  • 30:34 - 30:37
    per dire: "Ma devi entrare anche tu.
  • 30:37 - 30:41
    "Credi di essere felice,
    ma quella non è vera felicità".
  • 30:41 - 30:46
    E si cerca di farli entrare.
    Sento che deve essere per questo...
  • 30:46 - 30:49
    Secondo me, l'Invito è la cosa più facile,
  • 30:49 - 30:54
    come qualcuno che ti prenda per mano, facendoti varcare la porta.
  • 30:54 - 30:58
    - "Voglio incontrare Gesù."
    "Vieni con me, ti faccio vedere.
  • 30:58 - 31:01
    Solo un attimo e arriviamo dall'altra parte."
  • 31:01 - 31:05
    - "Pensavo d'andare a Gerusalemme, al Calvario".
  • 31:05 - 31:11
    - "No, no Lui è proprio qui. Vieni. Varchiamo insieme questa porta."
    Non è forse così?
  • 31:11 - 31:13
    [Risate]
  • 31:13 - 31:16
    [Sangha] Grazie, Mooji.
  • 31:18 - 31:21
    Copyright © 2018 Mooji Media Ltd.
    Tutti i diritti riservati
  • 31:21 - 31:23
    Nessun estratto di questa registrazione potrà essere riprodotto
  • 31:23 - 31:26
    senza il consenso esplicito di Mooji Media Ltd.
Title:
Cosa significa essere privi di ego?
Description:

Satsang con Mooji

Durante una passeggiata mattutina a Monte Sahaja, viene chiesto a Mooji: " Cosa significa essere privi di ego?" Moojibaba risponde: "Significa VITA!"
In questa conversazione decisiva, che può cambiarci la vita, Moojibaba spiega che essere senza ego significa trascendere l'ego per trasferirsi nella vibrazione del campo di Dio. Essere senza ego è la condizione più potente che possa esistere. Colui che abbandona l'ego per immergersi completamente nell'oceano di Dio assurge a diventare una guida per il mondo.

Musica: "Padre Nostro" di Prem e Ashleigh

Questo video e molti altri sono disponibili su Mooji.TV:
http://bit.ly/moojitv e
http://bit.ly/sahaja-express

#Mooji #satsang #spiritualità #advaita #nondualità #risveglio

more » « less
Video Language:
English
Duration:
31:27

Italian subtitles

Revisions Compare revisions