Italian subtitles

← Alla scoperta dei segreti dei testi antichi

Get Embed Code
31 Languages

Showing Revision 29 created 05/04/2016 by Elena Montrasio.

  1. Il 26 gennaio 2013,
  2. un gruppo di militanti di Al Qaida
    è entrato nell'antica città di Timbuktu
  3. a sud del deserto del Sahara,
  4. dando fuoco a una biblioteca
    medievale con 30.000 manoscritti
  5. scritti in lingua araba
    e in diverse lingue africane.
  6. I testi trattavano di astronomia,
    geografia, storia e medicina
  7. e tra questi c'era un libro
    che conteneva
  8. forse il primo trattamento
    per la disfunzione erettile maschile.
  9. Sconosciuta in occidente,
  10. si trattava della raccolta della saggezza
    di un intero continente,
  11. della voce dell'Africa, di un tempo
    in cui si pensava essa non avesse voce.
  12. Il sindaco di Bamako,
    che assistette all'accaduto,
  13. definì il rogo dei manoscritti
  14. "un crimine contro
    il patrimonio culturale mondiale".
  15. E aveva ragione --
  16. o l'avrebbe avuta, se non fosse
    per il fatto che stava mentendo.
  17. Infatti, poco prima,

  18. letterati africani avevano raccolto
    una serie casuale di vecchi libri
  19. e li avevano lasciati in vista
    per lasciarli bruciare dai terroristi.
  20. Oggi, la preziosa raccolta
    è nascosta a Bamako,
  21. capitale del Mali,
  22. a marcire nell'umidità.
  23. Ciò che è stato salvato con l'astuzia
  24. ora è di nuovo in pericolo,
  25. questa volta per il clima.
  26. Ma, l'Africa e gli angoli più remoti
    della terra

  27. non sono gli unici luoghi,
    né i luoghi principali,
  28. in cui dei manoscritti che potrebbero
    cambiare la storia della cultura mondiale
  29. sono in pericolo.
  30. Molti anni fa ho condotto un'indagine
    nelle biblioteche di ricerca europee
  31. e ho scoperto che, come minimo,
  32. ci sono 60.000 manoscritti,
  33. risalenti a prima del 1500,
  34. che sono stati resi illeggibili
    per i danni causati dall'acqua,
  35. dallo sbiadimento, dalla muffa
    e dai reagenti chimici.
  36. In realtà saranno almeno il doppio
  37. e, questo, senza neanche contare
  38. i manoscritti del Rinascimento,
    quelli moderni
  39. e oggetti che costituiscono
    il patrimonio culturale come le mappe.
  40. E se ci fosse una tecnologia

  41. in grado di recuperare questi
    lavori perduti e sconosciuti?
  42. Provate a immaginare come in tutto
    il mondo un tesoro di centinaia
  43. di migliaia di testi prima sconosciuti
  44. potrebbe cambiare radicalmente
    la nostra conoscenza del passato.
  45. Immaginate quali classici sconosciuti
    scopriremmo.
  46. Riscriverebbero i canoni
    della letteratura, della storia,
  47. della filosofia, della musica --
  48. oppure, potrebbero riscrivere
    le nostre identità culturali
  49. e costruire nuovi ponti
    tra i diversi popoli e le culture.
  50. Sono domande
    che mi hanno trasformato
  51. da studioso del medioevo,
    da lettore di testi,
  52. a studioso dei testi
    attraverso metodologie scientifiche.
  53. Che parola poco soddisfacente
    è "lettore".

  54. Mi dà una sensazione di passività,
  55. di qualcuno che se ne sta
    seduto comodo in poltrona,
  56. aspettando che la conoscenza gli arrivi
  57. in un bel pacco regalo.
  58. È molto meglio essere
    partecipe del passato,
  59. un avventuriero
    in un paese sconosciuto,
  60. in cerca di testi nascosti.
  61. Da accademico,
    ero un semplice lettore.
  62. Leggevo e insegnavo gli stessi classici
  63. che sono stati letti e insegnati
    per centinaia d'anni --
  64. Virgilio, Ovidio, Chaucer, Petrarca
  65. e, con ogni articolo che pubblicavo,
  66. aggiungevo sempre meno
    frammenti di sapere alla conoscenza.
  67. Avrei voluto essere
  68. un archeologo del passato,
  69. uno scopritore della letteratura,
  70. un Indiana Jones senza frusta --
  71. anzi, con la frusta.
  72. (Risate)

  73. Non lo desideravo solo per me,
    ma anche per i miei studenti.
  74. E così, sei anni fa, ho cambiato
    la direzione della mia carriera.

  75. Al tempo, stavo lavorando
    a "Scachs d'amor",
  76. l'ultimo importante poema lungo
    dell'epoca medievale europea
  77. a non essere mai stato studiato.
  78. Mai studiato prima perché ne esisteva
    un unico manoscritto,
  79. danneggiato a tal punto, durante
    il bombardamento di Dresda,
  80. nella seconda Guerra Mondiale,
  81. che generazioni di studiosi
    lo avevano dichiarato perduto.
  82. Per cinque anni avevo lavorato
    con una luce ultravioletta,
  83. cercando di recuperare
    tracce della scrittura
  84. ed ero arrivato fin dove
    la tecnologia del tempo
  85. me lo aveva permesso.
  86. Così, ho fatto quello che si fa di solito:

  87. ho cercato online
  88. e ho scoperto
    che l'imaging multispettrale
  89. era stata usata
    per riportare all luce due trattati
  90. del famoso matematico greco
    Archimede
  91. ritrovati in un palinsesto del XIII secolo.
  92. Un palinsesto è un manoscritto
    che è stato cancellato e sovrascritto.
  93. E così, all'improvviso,

  94. ho deciso di scrivere
    al responsabile dell'imaging
  95. del progetto del palinsesto di Archimede,
  96. il professor Roger Easton,
  97. con un programma e una richiesta.
  98. E con mia sorpresa,
    questi mi ha risposto.
  99. Con il suo aiuto, dal governo americano,
    ottenni una borsa di studio
  100. per realizzare un laboratorio mobile
    di imaging multispettrale.
  101. E con questo laboratorio ho trasformato
    ciò che era un caos annerito e sbiadito
  102. in un nuovo classico medievale.
  103. Quindi, come funziona in realtà
    l'imaging multispettrale?
  104. L'idea su cui si basa
    l'imaging multispettrale

  105. è qualcosa che chiunque conosca
    i binocoli notturni a infrarossi
  106. può capire immediatamente:
  107. ciò che vediamo
    nello spettro visibile di luce
  108. è solo una piccola frazione
    di ciò che c'è realmente.
  109. Lo stesso vale
    per la scrittura invisibile.
  110. Il nostro sistema utilizza
    12 lunghezze d'onda di luce,
  111. comprese tra ultravioletti e infrarossi,
  112. che vengono proiettate
    sul manoscritto dall'alto,
  113. per mezzo di file di luci a LED
  114. e un'altra fonte di luce multispettrale,
  115. che attraversa
    i singoli fogli del manoscritto.
  116. Così, si copiano fino a 35 immagini
    per sequenza per foglio,
  117. utilizzando una fotocamera digitale
    potentissima,
  118. dotata di una lente al quarzo.
  119. Ce ne sono, forse, cinque al mondo.
  120. E una volta ottenute
    queste immagini,
  121. le elaboriamo con algoritmi statistici,
  122. per migliorarne ulteriormente
    la chiarezza,
  123. con software concepiti originariamente
    per le immagini satellitari
  124. e utilizzati da persone
    come gli scienziati geospaziali
  125. e la CIA.
  126. I risultati possono essere spettacolari.
  127. Forse avrete sentito
    cosa è stato fatto

  128. per i Manoscritti del Mar Morto,
  129. che si stanno lentamente
    gelatinizzando.
  130. Con gli infrarossi, siamo riusciti
    a leggere anche gli angoli più scuri

  131. dei Manoscritti del Mar Morto.
  132. Tuttavia, potreste non essere al corrente
  133. di altri testi biblici
    che sono in pericolo.
  134. Questa è la pagina di un manoscritto
  135. che abbiamo copiato,
  136. e che è, forse, la Bibbia
    più preziosa al mondo.
  137. Il Codex Vercellensis è la più antica
    traduzione dei Vangeli in latino
  138. e risale alla prima metà
    del quarto secolo.
  139. È quanto di più vicino ci fosse alla Bibbia
  140. ai tempi della fondazione
    del Cristianesimo
  141. sotto l'Imperatore Costantino,
  142. e anche al tempo
    del Concilio di Nicea,
  143. in cui furono sanciti
    i principi base della Cristianità.
  144. Questo manoscritto, purtroppo,
    è stato danneggiato molto seriamente
  145. ed è danneggiato perché, per secoli,
  146. è stato usato e maneggiato
  147. in cerimonie religiose
    di giuramenti solenni.
  148. La macchia viola che vedete
    nell'angolo superiore sinistro

  149. è Aspergillus, un fungo
  150. che si forma sulle mani sporche
  151. di chi è affetto da tubercolosi.
  152. Il nostro imaging mi ha permesso
    di fare la prima trascrizione
  153. di questo manoscritto,
    da 250 anni a questa parte.
  154. Tuttavia, un laboratorio che si reca
    presso le opere che lo necessitano
  155. è solo in parte la soluzione.
  156. La tecnologia è costosa e molto rara
  157. e l'imaging e le relative competenze
    sono per pochi.
  158. Ciò significa che il recupero assistito
  159. non è alla portata dei ricercatori,
    salvo quelli delle istituzioni più ricche.
  160. Ecco perché ho fondato
    il Progetto Lazarus,
  161. un'iniziativa senza scopo di lucro,

  162. per portare l'imaging multispettrale
    ai singoli ricercatori
  163. e alle istituzioni minori,
    con un costo minimo o addirittura gratis.
  164. Negli ultimi cinque anni,
  165. la nostra squadra di scienziati,
    studiosi e studenti
  166. ha viaggiato in sette paesi diversi
  167. e ha recuperato alcuni dei più preziosi manoscritti deteriorati
  168. compreso il Libro di Vercelli,
    il più antico testo scritto in inglese antico.
  169. il Libro Nero di Camarthen,
    il più antico libro in gallese
  170. e alcuni dei Vangeli
    più antichi e preziosi,

  171. che si trovano in quella
    che era la Georgia Sovietica.
  172. L'imaging spettrale
    può recuperare testi perduti.
  173. E inoltre, può scoprire
    una seconda storia in ogni oggetto,
  174. la storia di come, quando e da chi
    un testo è stato creato
  175. e, a volte, cosa pensasse
    l'autore mentre scriveva.
  176. Prendete, per esempio, una bozza
    della Dichiarazione d'Indipendenza
  177. scritta di proprio pugno
    da Thomas Jefferson,
  178. passata al multispettrale da
    alcuni colleghi pochi anni fa,
  179. alla Biblioteca del Congresso.
  180. I curatori avevano notato
    che, in tutto il testo, una parola
  181. era stata cancellata e sovrascritta.
  182. La parola sovrascritta era "cittadini".
  183. Forse potete immaginare
    quale fosse la parola sottostante.
  184. "Soggetti".
  185. È proprio là che si evolve
    la democrazia americana,
  186. per mano
    di Thomas Jefferson.
  187. Consideriamo
    la Mappa di Martellus del 1491,
  188. che abbiamo copiato
    alla Biblioteca Beinecke di Yale.

  189. Era la mappa che, probabilmente,
    Colombo consultò
  190. prima di mettersi in viaggio
    verso il Nuovo Mondo
  191. e che gli diede l'idea di come
    dovesse essere l'Asia
  192. e di dove si trovasse il Giappone.
  193. Il problema di questa mappa
    è che inchiostro e pigmenti
  194. si sono talmente degradati nel tempo,
  195. che questa grande carta,
    di quasi due metri,

  196. faceva sembrare il mondo
    un enorme deserto.
  197. Finora, abbiamo avuto
    un'idea molto vaga,
  198. di ciò che Colombo sapesse del mondo
  199. e di come fossero rappresentate
    le culture mondiali.
  200. La legenda principale della mappa
    era illeggibile alla luce normale.
  201. E gli ultravioletti
    potevano fare ben poco.

  202. Il multispettrale ci ha restituito tutto.

  203. In Asia, abbiamo appreso di mostri
    con orecchie così lunghe
  204. da coprire l'intero corpo della creatura.
  205. In Africa, di un serpente
    che faceva fumare il terreno.
  206. Così come la luce stellare può
    trametterci le immagini
  207. di come dovesse apparire
    l'Universo in passato,
  208. la luce multispettrale ci può riportare
    ai primi spasmi vitali
  209. della creazione di un oggetto.
  210. Attraverso questa lente, assistiamo
    agli errori, ai ripensamenti,
  211. alle ingenuità, ai pensieri non censurati,
  212. alle imperfezioni
    dell'immaginazione umana,
  213. che permettono a questi oggetti
    misteriosi e ai loro autori
  214. di diventare più reali
  215. e a noi di avvicinarci di più alla storia.
  216. E il futuro?
  217. C'è talmente tanto del passato
  218. e così poche persone
    con le capacità di recuperarlo
  219. prima che questi oggetti
    scompaiano per sempre.
  220. Ecco perché ho iniziato a insegnare
    questa nuova disciplina ibrida
  221. che io chiamo "scienza testuale".
  222. La scienza testuale è un connubio
  223. tra le abilità tradizionali
    di uno studioso letterario --
  224. leggere i linguaggi antichi
    e vecchi manoscritti,
  225. conoscere
    come siano fatti i testi
  226. in modo da essere in grado
    di inquadrarli e datarli --
  227. e nuove tecniche come l'imaging,
  228. la chimica di inchiostri e pigmenti,
  229. il riconoscimento ottico dei caratteri
    con mezzi informatici.
  230. L'anno scorso, un mio studente,
  231. una matricola,
  232. con una preparazione in latino e greco,
  233. stava analizzando con l'imaging
    un palinsesto
  234. che avevamo fotografato
    in una famosa biblioteca di Roma.
  235. Via via, piccole scritte greche iniziarono
    ad apparire al di sotto del testo.
  236. Tutti gli si strinsero intorno
  237. e lui lesse una riga di un lavoro perduto
  238. del commediografo greco Menandro.
  239. Era la prima volta
    in ben più di un migliaio d'anni,
  240. che quelle parole
    venivano pronunciate ad alta voce.
  241. In quel momento, lo studente
    è diventato uno studioso.
  242. Signore e signori,
    questo è il futuro del passato.
  243. Grazie mille.
  244. (Applauso)