YouTube

Teniu un compte YouTube?

New: enable viewer-created translations and captions on your YouTube channel!

Italian subtítols

← Il mito di Loki e il mastro costruttore - Alex Gendler

Obtén el codi d'incrustació
20 llengües

Showing Revision 12 created 12/14/2019 by Elisabetta Siagri.

  1. Asgard, un regno di meraviglie,
    era la dimora delle divinità norrene.
  2. Lì si ergeva sopra le montagne
    la grande sala del Valhalla di Odino,
  3. e si ancorava il Bifrost,
    il ponte arcobaleno.
  4. Ma anche se il regno era magnifico,
  5. era privo di difese che lo proteggessero
    dai giganti e dai troll di Jotunheim,
  6. che disprezzavano gli dei
    e cercavano di distruggerli.
  7. Un giorno, mentre Thor, il più forte
    degli dei, lottava contro questi nemici,

  8. arrivò uno sconosciuto
    su un poderoso cavallo grigio.
  9. Lo straniero fece agli dei
    un'offerta incredibile.
  10. Avrebbe costruito il più grande muro
    che avessero mai visto,
  11. troppo alto per qualsiasi gigante
    e resistente anche alla forza dei troll.
  12. In cambio, chiese che gli fosse concessa
    la mano della bellissima dea Freya,
  13. così come il sole e la luna del cielo.
  14. Gli dei non erano disposti a soddisfare
    la richiesta e volevano mandarlo via.

  15. Ma Loki, re degli inganni,
    escogitò un piano diabolico.
  16. Disse agli dei di accettare
    l'offerta dello sconosciuto,
  17. imponendogli però condizioni restrittive
    per impedirgli di finire il muro in tempo.
  18. Così avrebbero ottenuto un muro
    quasi finito senza ripagare lo straniero.
  19. Freya era del tutto contraria all'idea,
  20. ma Odino e gli altri dei ne erano persuasi
  21. e trovarono un accordo con il costruttore.
  22. Gli avrebbero concesso un solo inverno
    per costruire tutto il muro.
  23. Se non lo avesse finito
    entro il primo giorno d'estate,
  24. non sarebbe stato ripagato.
  25. Inoltre, nessuno avrebbe potuto aiutarlo.
  26. Gli dei conclusero l'accordo
    con giuramenti solenni
  27. e promisero che ad Asgard nessuno
    avrebbe fatto del male al costruttore.
  28. Al mattino, lo straniero iniziò a scavare
    le fondamenta a un rapidità sorprendente,

  29. e, al tramonto, andò verso le montagne
    per procurarsi pietre da costruzione.
  30. Ma fu solo il mattino seguente,
    quando lo videro tornare,
  31. che gli dei iniziarono a preoccuparsi.
  32. Come stabilito, nessun altro
    stava aiutando il costruttore.
  33. Ma il suo cavallo, Svadilfari, trasportava
    un carico di pietre talmente enorme
  34. da tracciare solchi sul terreno
    al suo passaggio.
  35. L'inverno venne e passò.

  36. Lo sconosciuto continuò a costruire,
    Svadilfari a trasportare pietre,
  37. e né la neve, né la pioggia
    rallentavano i loro progressi.
  38. A tre giorni dall'estate,
    il muro si ergeva alto e invalicabile.
  39. Restava da costruire
    solo il varco sinistro.
  40. Terrorizzati, gli dei capirono che,
    oltre a perdere per sempre
  41. la dea della fertilità,
  42. senza il sole e la luna il mondo
    sarebbe piombato nell'oscurità eterna.
  43. Si chiesero perché avessero fatto
    un patto così insensato,
  44. e poi ripensarono al pessimo consiglio
    suggerito da Loki.
  45. Di colpo, Loki non si sentì più
    molto scaltro.

  46. Tutti gli dei lo minacciarono
    di una morte incredibilmente dolorosa,
  47. se non avesse trovato un modo per impedire
    al costruttore di riscattare il pagamento.
  48. Così Loki promise di occuparsi
    della situazione e scomparve.
  49. Fuori era calata la notte,

  50. e il costruttore si preparava ad andare
    a prendere l'ultimo carico di pietre.
  51. Ma appena chiamò a sé Svadilfari,
    comparve una giumenta.
  52. Era così bella che Svadilfari ignorò
    il suo padrone e si liberò dalle redini.
  53. Il costruttore cercò di prenderlo,
  54. ma la giumenta corse via rifugiandosi
    nella foresta e Svadilfari la seguì.
  55. Lo sconosciuto era furioso.

  56. Sapeva che gli dei ne erano
    responsabili e li affrontò.
  57. Non più con l'aspetto
    di un gentile costruttore,
  58. ma nella sua vera forma,
    uno spaventoso gigante di montagna.
  59. Fu un grave errore.
  60. Thor era appena tornato ad Asgard,
  61. e, dopo aver scoperto
    che un gigante era fra loro,
  62. gli dei sciolsero i giuramenti fatti.
  63. L'unica ricompensa
    che il costruttore avrebbe ricevuto,
  64. e l'ultima cosa che avrebbe mai visto,
  65. sarebbe stato il colpo del Mjolnir,
    il potente martello di Thor.
  66. Quando misero le ultime pietre nel muro,
    gli dei celebrarono la vittoria ottenuta.

  67. Tuttavia, Loki non era con loro.
  68. Sarebbero passati molti mesi
    prima che tornasse,
  69. con al seguito un meraviglioso
    puledro grigio con otto zampe.
  70. Il puledro sarebbe diventato
    un magnifico destriero di nome Sleipnir,
  71. capace di seminare il vento stesso,
    e sarebbe stato il cavallo di Odino.
  72. Loki, però, preferì non rivelare
    le vere origini del cavallo.