YouTube

Teniu un compte YouTube?

New: enable viewer-created translations and captions on your YouTube channel!

Italian subtítols

← I biodigestori su scala domestica | Janice Kelsey & Jody Spangler | TEDxVillanovaU

Obtén el codi d'incrustació
6 llengües

Showing Revision 4 created 03/01/2019 by Elena Montrasio.

  1. JK: Buongiorno, sono Janice.
    JS: E io sono Jody.

  2. JK: "Allevare draghetti
    per salvare il mondo"
  3. Salvare il mondo
    sembra un compito impegnativo,
  4. per gente normale come noi e voi.
  5. JS: Ma non per un drago!
  6. JK: Solo per questa volta, insieme a noi,
  7. voglio che immaginiate
    un mondo dove vivono i draghi,
  8. i bambini corrono sull'erba verde,
  9. le donne hanno accesso
    a un combustibile pulito,
  10. nelle loro case,
  11. dovre le famiglie possono dare
    calore ed energia alla casa
  12. a costo assolutamente nullo.
  13. JS: Immaginatelo - oh, ma è vero!
  14. JK: Permetteteci di farvi vedere
    come possiamo farlo succedere insieme.
  15. Siamo madri, educatrici
  16. e di recente, noi e altre siamo state
    soprannominate "le donne del biogas".
  17. (Risate)
  18. Siamo diventate parte
    di una comunità Facebook in crescita,
  19. chiamata "Solar CITIES Biogas
    Innoventors & Practicioners",
  20. fondata dal dottor Thomas H.Culhane.
  21. Oltre 6.000 membri
    stanno imparando e condividendo
  22. questa tecnologia,
    a nostro avviso sottovalutata,
  23. chiamata biogas su piccola scala,
    o su scala domestica.
  24. Questa antica tecnologia è ben nota
    in paesi come India e Cina.
  25. JS: Ma molti nemmeno
    ne hanno sentito parlare.
  26. JK: Oggi vi presenteremo
    il vostro draghetto;
  27. ma prima di farlo,
  28. dovrete comprendere
    il significato di due parole:
  29. biodigestione e biogas.
  30. La maggior parte delle persone
    conosce il compostaggio.
  31. Nel compostaggio,
  32. impiliamo le foglie,
    gli sfalci di potatura e giardinaggio
  33. in un'unica grande pila.
  34. Di quando in quando la rimestiamo,
    per miscelarla con l'aria.
  35. Così facendo, la pila
    si scalda e si decompone
  36. a causa dei cosiddetti batteri aerobici.
  37. Ovverosia, batteri che amano l'aria.
  38. Dopo qualche mese,
  39. abbiamo un compost ben stagionato
    da mettere in giardino.
  40. Nella biodigestione, invece,
    prendiamo letame e scarti alimentari
  41. e li mettiamo in un contenitore ermetico.
  42. I batteri nel contenitore
    digeriscono il materiale,
  43. poi riempiamo l'IBC di acqua,
  44. così da rimuovere tutta l'aria,
    perché questi batteri non la gradiscono,
  45. I batteri decompongono il contenuto
    del contenitore entro 24 ore.
  46. In un giorno, non in mesi.
  47. I batteri dentro di voi, dentro di me,
    e in ogni animale, sono anaerobici,
  48. il che ci porta alla parola biogas.
  49. Il significato della parola biogas
    è molto più semplice da comprendere.
  50. Il dizionario dice che il biogas
    è un combustibile gassoso,
  51. specialmente il metano,
  52. prodotto dalla fermentazione
    della materia organica.
  53. Nel campo, relativamente nuovo,
    della permacoltura,
  54. il biogas è considerato
  55. una delle tecnologie più appropriate
    nella permacoltura
  56. Per portare il concetto di biogas
    al livello più elementare possibile,
  57. farò ricorso a una parola
  58. che tipicamente non si sente,
    in contesti prestigiosi come questo.
  59. Siete pronti?
  60. Scoreggia.
  61. (Risate)
  62. Dai, lo sapevate che arrivavo lì.
  63. Chi di voi uomini,
    e forse anche voi, signorine.
  64. ha incendiato, o conosce qualcuno
    che ha incendiato una scoreggia
  65. perché erano scettici
    sul suo funzionamento?
  66. E invece funziona!
  67. Ecco, questo è un esempio
    di biogas su piccola scala.
  68. Il vostro corpo è un biodigestore
    su piccola scala.
  69. Vi alimentate,
  70. i batteri nel vostro intestino
    digeriscono quel cibo,
  71. voi create gas, e lo fate uscire.
  72. Molto semplice, vero?
  73. Be', il nostro draghetto
    è molto più discreto.
  74. Questa è la stufa a biogas
    della mia cucina.
  75. Il mio draghetto mi aiuta
    a cucinare la colazione con il biogas,
  76. ogni mattina, con una bella fiamma blu.
  77. Non è fantastico poter cucinare
    con cacca e scarti alimentari?
  78. (Risate)
  79. Ora vi mostreremo come,
    a partire dalla sua struttura.
  80. Jody assemblerà davanti a voi
    i componenti fondamentali.
  81. [La struttura di base]
  82. Quello che avete davanti a voi
    è un Intermediate Bulk Container (IBC)
  83. Questi container sono usati
    per trasportare liquidi in tutto il mondo.
  84. Ma dopo il primo trasporto, di norma,
    diventano rifiuti industriali.
  85. E quindi possiamo riciclare questi rifiuti
  86. e trasformarli in una fonte
    di energia sostenibile.
  87. Prima ritagliamo un foro in un angolo,
  88. e poi un altro nell'angolo opposto.
  89. Quelli che Jody sta fissando
    si chiamano uniseal.
  90. Sono delle guarnizioni di gomma
    che impediscono le fuoriuscite.
  91. Normalmente le sigilleremmo,
    ma oggi non lo faremo.
  92. Al vostro draghetto servono tre sezioni:
  93. una bocca, una gola,
  94. uno scarico, di cui parleremo dopo,
  95. e poi emetterà fuoco,
    quando sarà grandicello.
  96. Emetterà biogas,
  97. quindi servirà un'uscita anche per quello.
  98. L'uscita del gas è, in buona sostanza,
  99. una combinazione di tubi
    e raccordi idraulici
  100. che si incollano
  101. e si fissano al coperchio del container.
  102. Diamo un'occhiata all'interno.
  103. Il vostro embrione di drago
  104. ha uno strato sottile di pietrisco
    nel fondo dello "stomaco"
  105. per aumentare la superficie
    di deposito dei batteri.
  106. Adesso, al vostro draghetto
  107. servono un po' di batteri sani,
  108. perciò aggiungeremo
    uno spesso strato di letame fresco.
  109. Potete usare mucche, cavalli, polli.
  110. Potete usare anche letame umano, di cane,
    o una loro qualunque combinazione,
  111. e se non avete animali per conto vostro,
    offritevi di pulire il fienile a qualcuno.
  112. JS: Vi prenderanno per pazzi,
    ma alla fine lo apprezzeranno.
  113. JK: Per finire, aggiungiamo dell'acqua,
    per cui mettiamo qui dell'acqua.
  114. E ora lasciamolo incubare
    per due/tre settimane.
  115. Una volta che i batteri hanno digerito
    il contenuto del letame,
  116. il draghetto avrà fame,
    andrà in cerca di cibo
  117. E l'uovo si schiuderà!
  118. JS: Congratulazioni!
  119. JK: Ora siete i fieri genitori
    del vostro draghetto,
  120. o come lo chiamiamo noi,
    un biodigestore IBC Solar Cities.
  121. Questa tecnologia è davvero così semplice.
  122. Ma è una creatura biologica vivente,
    che ha bisogno di cure.
  123. Prendersi cura
    di un biodigestore domestico
  124. equivale a crescere un draghetto.
  125. La prima cosa che dobbiamo imparare,
    con ogni bambino, è come nutrirlo.
  126. Ha la bocca, ma non può masticare:
    non ha denti, proprio come un neonato.
  127. Con un dissipatore da lavandino
  128. si triturano gli scarti alimentari
    con un'uguale quantità d'acqua,
  129. omogeneizzando il tutto.
  130. Vanno bene anche frullatori
    e strumenti manuali.
  131. Funzionano ugualmente.
  132. Per nutrire questo draghetto,
    semplicemente lo imbocchiamo.
  133. Il materiale scende verso il fondo,
    dove questo tubo è tagliato ad angolo.
  134. Eccoci.
  135. Una volta raggiunta la pancia del drago,
    il cibo inizierà a decomporsi.
  136. Un cibo più pesante, in fondo,
    sarà digerito più rapidamente,
  137. perché si trova più vicino
    a un maggior numero di batteri.
  138. Gli oli e i cibi che galleggiano, invece,
  139. saranno digeriti un po' più lentamente.
  140. Nel mezzo della cisterna, invece,
    si trova il nostro materiale digerito.
  141. Crescere un draghetto, lo sappiamo tutti,
    significa occuparsi del suo corpo.
  142. Ricordatevi, quindi,
    che la sua pancia è piena d'acqua
  143. e quello che entra deve uscire.
  144. Sì, il vostro draghetto fa pipì.
  145. Il liquido fuoriuscirà
    dal buco in quel tubicino.
  146. Potreste chiamare questa sezione
    la vescica del draghetto.
  147. JS: È oro liquido!
  148. JK: È un fertilizzante concentrato
    e di ottima qualità.
  149. Possiamo usarlo in giardino,
    irrigarci il prato,
  150. condividerlo con gli amici
    di giardinaggio.
  151. E a differenza del compostaggio,
  152. il nostro draghetto è un sistema chiuso
    in perfetta temperatura,
  153. quindi questo fertilizzante non ha perso
    alcun valore nutritivo.
  154. E questo, ovviamente, si vede.
  155. Perché il mio giardino non è mai stato
    tanto verde, o tanto produttivo.
  156. È su piccola scala,
  157. ma molti altri luoghi beneficerebbero
    del biogas su piccola scala.
  158. Il nostro team ne ha scelti tre,
    da mettervi in evidenza oggi:
  159. qui nel nostro giardino in Pennsylvania,
  160. in una scuola in Kenya,
  161. e in un campo profughi
    in Medio Oriente.
  162. Crediamo davvero che, insieme,
    potremo cambiare il mondo.
  163. Immaginate di poter dare alle donne
    la possibilità di nutrire le loro famiglie
  164. con combustibile pulito e gratuito,
    fatto di letame e scarti alimentari.
  165. Ecco Susan.
  166. Vive in una comunità Amish, in campagna,
  167. che raramente usa la rete elettrica.
  168. Ha un enorme giardino,
    pieno di sfalci da giardinaggio.
  169. E lei può usare quel combustibile
    per cucinare e riscaldarsi.
  170. poi riversare il fertilizzante
    nel suo giardino.
  171. In tutto il mondo, oggi,
    milioni di donne come Susan
  172. possono costruirselo in giardino.
  173. JS: Pensate un po'.
  174. E si può anche utilizzare
  175. nelle comunità arretrate
    di tutto il mondo.
  176. Questa è un'immagine
    di "Rescue Team Kenya - Community School".
  177. Si trova in un labirinto sovraffollato
    di catapecchie di latta,
  178. in un clima caldo,
  179. senza acqua corrente
    né veri servizi igienici.
  180. L'uomo con la maglietta arancione
    è Robert Ongera Ombeka.
  181. Viveva in uno slum,
    è un autodidatta che si è riscattato
  182. e ora ci torna ogni giorno
    a salvare altre vite.
  183. Insieme, siamo riusciti ad aiutarlo
    nell'avvio di questa scuola,
  184. che può ospitare fino a 15 studenti.
  185. Il giorno dell'apertura,
    si presentarono 65 bambini!
  186. C'è una forte domanda,
    in Kenya, di istruzione,
  187. persino tra i più vulnerabili:
  188. le persone orfane, povere,
    affamate e malate.
  189. Per noi, l'istruzione è tutto.
  190. Vogliamo dare agli individui
    la possibilità di riscattarsi.
  191. Ma tutto inizia con acqua pulita,
    cibo e infrastrutture sanitarie di base.
  192. Insieme, la comunità
  193. è riuscita a portare acqua pulita,
    cibo e forniture scolastiche
  194. a questa piccola scuola rabberciata.
  195. Immaginate che questi bambini
    imparino come coltivare il cibo
  196. con il fertilizzante
    che hanno prodotto anche loro.
  197. Immaginate di cucinare senza fumo,
    in Kenya e nel resto del mondo.
  198. Milioni di persone,
    perlopiù donne e bambini,
  199. non morirebbero più
    per intossicazione da carbonio,
  200. ogni anno.
  201. JS: E se non dovete fare legna,
    immaginate la fine della deforestazione!
  202. JK: L'ha fatto il villaggio
    di Chittoor, in India.
  203. Lo chiamano il villaggio senza fumo:
    ogni famiglia usa un biodigestore.
  204. Immaginate: biogas gratuito,
    senza dover fare legna, e non solo.
  205. Immaginate di collegare
    i biodigestori al gabinetto.
  206. Questo non solo offrirebbe loro
  207. migliori condizioni igieniche,
    combustibile pulito e fertilizzante.
  208. Darebbe loro anche più dignità.
  209. Quello che state vedendo
    non è un gabinetto.
  210. È solo il posto più sicuro per evacuare
    che questa ragazza ha trovato
  211. nello slum di Mukuru.
  212. La nostra terza idea
    riguarda i campi di rifugiati.
  213. La nostra prima esperienza,
    con i rifugiati, risale al 2005,
  214. quando ho fatto da tutor
    a un quindicenne arrivato da Baghdad
  215. a rappresentare i giovani iracheni.
  216. Abbiamo visto tutti foto
    di vari campi profughi nel mondo.
  217. Questa crisi è diventata così grave
  218. che il numero di persone che vivono
    solo in questo campo profughi
  219. lo rende, di fatto,
    la seconda città della Giordania.
  220. Non sanno dove andare.
  221. Il campo profughi
    si è evoluto in una città.
  222. È la nostra crisi, e sta succedendo ora.
  223. È su tutti i media, oggi.
  224. La migrazione di massa,
    per diverse ragioni, è reale.
  225. I campi come questi
    non si svuoteranno tanto presto.
  226. Immaginate un'energia pulita e abbondante,
    da poter offrire a ogni loro famiglia.
  227. Immaginate quanto più semplice diventa
    il trattamento dei reflui,
  228. quanto scarti e deiezioni
    sono gestiti in loco.
  229. Il biogas su piccola scala
    è scalabile in alto e in basso:
  230. Funziona per la piccola famiglia di Susan,
  231. come per la scuola "Rescue Team Kenya",
  232. o per una comunità
  233. o per il numero, in continua crescita,
    dei campi profughi oggi nel mondo.
  234. Immaginate di non aver
    più bisogno del fracking:
  235. questo è gas naturale!
  236. Immaginare di non dovervi più preoccupare
    di condotte volanti per il vicinato,
  237. perché l'energia ce la creiamo!
  238. Conserviamo il nostro scarto,
    perché ha un valore!
  239. Lo trasformiamo in energia,
    e ne beneficiamo noi stessi!
  240. Immaginate la libertà
    dai combustibili fossili:
  241. nazioni come l'India, e la Svezia,
  242. stanno già alimentando a biogas
    i propri bus e trattori.
  243. Possiamo farlo anche noi!
  244. Le possibilità sono infinite.
  245. Diffondendo rapidamente questa tecnologia,
    l'impatto nel mondo sarebbe profondo.
  246. Cosa potete fare voi?
  247. Andate su Internet e informatevi
    su Solar Cities e i biodigestori.
  248. Unitevi al movimento del biogas,
    e provate a rifarlo a casa.
  249. Coinvolgete i leader delle comunità locali
  250. e il Dipartimento locale dell'Agricoltura,
  251. esortandoli a studiare il fenomeno
    della biodigestione su piccola scala.
  252. Attraverso l'istruzione,
    l'innovazione e la diffusione,
  253. con l'aiuto dei nostri piccoli draghetti
  254. e con molto amore,
  255. possiamo puntare gli occhi
    su una semplice, sottovalutata soluzione,
  256. su quelli che oggi chiamiamo scarti.
  257. Con il biogas, non ci sono più scarti.
  258. E abbiamo bisogno di voi per diffondere
    il Vangelo del biogas.
  259. JS: Questo è il segno
    per indicare l'amore.
  260. E questa volta, lo usiamo per il biogas.
  261. Ingresso, uscita e gas.
  262. Pensate che bello.
  263. (Applausi)